Nomadland

Un film di Chloé Zhao. Con Frances McDormand, David Strathairn, Linda May, Charlene Swankie, Derrick Janis.
continua»
Titolo originale Nomadland. Drammatico, durata 108 min. - USA 2020. - Walt Disney uscita giovedì 29 aprile 2021. MYMONETRO Nomadland * * * 1/2 - valutazione media: 3,65 su 50 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

'Cause tramps like us, baby, we were born to run

di francesca meneghetti


Feedback:
domenica 2 maggio 2021

Molti dei capolavori del cinema (e della letteratura) traggono la loro forza dal nodo inestricabile tra grande storia e vicende personale che caratterizza le trame. Gli scenari storici appassionano chi ama la lettura sociologica dei film, e li legge come specchio di una certa epoca. Le storie individuali fanno presa su chi si apre emotivamente al racconto. E sono tanto più incisive quanto riescono ad essere universali, così che tutti possano riconoscersi.
Nomadland si presta a entrambi le chiavi di lettura. Può essere visto come la denuncia del capitalismo americano, che spolpa le persone finché sono in grado di produrre, per poi rigettarle ai margini della società: un sistema ghiotto di profitto, incline ad alimentare bolle speculative come quella del 2008, che finisce per trasformare aziende, quartieri, città operose in relitti deserti, per non parlare delle persone, private di lavoro, dignità, tetto.
Ma può essere anche visto come storia di un lutto. Fern, impersonata da Francis McDormand (ormai diventata bandiera delle donne che combattono con le unghie e con i denti per battaglie fondamentali, estranee a obiettivi estetici), è una donna che in questo disastro ha perso il marito. E’ sola, senza figli. Il suo dolore e la scomparsa dell’azienda del marito, in cui anche lei lavorava, la portano a lasciare la casa e a decidere di guadagnarsi la vita qua e là, facendo del furgone la sua casa.
Così lavora da Amazon sotto Natale, e passa le notti gelide del Nevada infagottata da giacche e coperte, poi si sposta a sud, fino a raggiungere una comunità di nomadi, illuminati da un santone molto umano e privo di fanatismi. Diventa insomma una vagabonda. Non è asociale. Anzi, è piuttosto gentile con il prossimo (costituito in questo caso da vagabondi come lei: ciascuno con la propria storia, ciascuno con il proprio dolore), ma ha paura di legarsi. Quando avverte un legame prendere corpo attorno a lei, fugge via, per ritrovare la sua libertà, per stare sola con i propri pensieri e i propri ricordi. La rincuora lo spettacolo della natura, specie quella più indomita, selvaggia, quasi inospitale.
Non è una vita facile. Tutto ciò che caratterizza la vita quotidiana (bisogni fisiologici, malattie, rotture meccaniche) è amplificato. Insopportabile per molti. Ma molti altri si adattano e vi si adagiano, in cambio di una libertà quasi totale. Come contemplare un tramonto nel deserto. Al punto che un letto morbido al chiuso o un tinello borghese diventano insopportabili.
Fern corre sul filo di lama: sospesa tra il bisogno di una spiritualità indipendente, non condivisa, e il piacere di condividere cibo, vino, gesti con altri esseri umani. Il finale è aperto. Ritornando nella casa coniugale, abbandonata, polverosa, sembra intenzionata a ripartire per un altro viaggio, forse meno drammatico, consapevole del fatto che per la strada si perdono persone care e se ne trovano altre.
Francis McDormand è super, anche se rischia di restare imprigionata in ruoli come questo, che però portano alla luce le battaglie dure di donne che non si possono più dire fighette, anche se magari lo sono state. Intelligente e sensibile la regia. Funzionale la fotografia.

[+] lascia un commento a francesca meneghetti »
Nomadland | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)
Satellite Awards (11)
Premio Oscar (9)
Producers Guild (2)
NSFC Awards (8)
National Board (2)
Spirit Awards (9)
Golden Globes (6)
Directors Guild (2)
Critics Choice Award (10)
British Independent (2)
BAFTA (11)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 |
Link esterni
Uscita nelle sale
giovedì 29 aprile 2021
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 23 sale cinematografiche:
Showtime
  1 | Basilicata
  1 | Campania
  1 | Friuli Venezia Giulia
  5 | Lazio
  6 | Lombardia
  1 | Piemonte
  2 | Puglia
  1 | Sardegna
  2 | Sicilia
  1 | Trentino Alto Adige
  1 | Umbria
  1 | Veneto
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità