MYmovies.it
Advertisement
Life As a B-movie, la vita da rockstar di Piero Vivarelli

Presentato a Venezia 76 il biopic su un protagonista ritrovato della stagione più libera e sfrenata del nostro cinema. Prossimamente al cinema.
di Raffaella Giancristofaro

lunedì 9 settembre 2019 - Mostra di Venezia

Nel 2004 la Mostra di Venezia organizza la rassegna "Italian Kings of the B-Movies", a cura di Marco Giusti e Luca Rea; è il primo segmento di una importante riscoperta del cinema di genere per mezzo del festival più antico del mondo. In quell'edizione, in cui la giuria era presieduta da Quentin Tarantino, nella lista dei registi dimenticati o considerati "minori", insieme a Fernando Di Leo, Umberto Lenzi, Lucio Fulci, Tinto Brass, c'è anche quello di Piero Vivarelli (Siena 1927 - Roma 2010), con il suo titolo più eclatante, Il dio serpente (1970): trasferta caraibica, carica di erotismo esotico, protagonista Nadia Cassini.

In parallelo al cinema, in cui muove i primi passi come assistente di Mario Soldati, Vivarelli - che diventerà idolo di Tarantino anche per lo script di Django - si divide in modo piuttosto vertiginoso tra musica, e giornalismo attento alle culture giovanili.

VAI ALLA RECENSIONE COMPLETA


news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati