MYmovies.it
Advertisement
La paranza dei bambini, non solo Gomorra: le scelte si fanno da piccoli

Nella scelta del Cinema di Sky, il film tratto dall'omonimo romanzo di Roberto Saviano. Orso d'Argento per la Miglior Sceneggiatura alla Berlinale.
di Massimiliano Carbonaro

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Francesco Di Napoli . Interpreta Nicola nel film di Claudio Giovannesi La paranza dei bambini.
mercoledì 25 settembre 2019 - Sky

Sono Nicola, Tyson, Biscottino, Lollipop, O'Russ e Briato, un gruppo di ragazzini appena quindicenni e sono i protagonisti del film La paranza dei bambini. Dietro quei nomi non c'è la gioia e il tormento di chi entra nell'adolescenza e guarda al futuro con impazienza, ma un gruppo di giovanissimi sbandati, che è difficile chiamare uomini, ma che inseguendo la ricchezza e il potere scelgono di crescere ancora più in fretta entrando in una "famiglia" della Camorra.

Il film diretto da Claudio Giovannesi (regista anche del delicato Fiore) e tratto dall'omonimo romanzo di Roberto Saviano è in onda in prima visione su Sky Cinema Due dalle 21.15 di venerdì 27 settembre.

La paranza dei bambini si è aggiudicato l'Orso d'Argento al Festival di Berlino nell'edizione del 2019 per la Migliore Sceneggiatura scritta dal regista Giovannesi insieme allo stesso Saviano con la collaborazione di Maurizio Braucci.
Massimiliano Carbonaro

La paranza per la pesca indica quei pesci che attratti dalla luce delle lampare si lasciano facilmente catturare dalle reti. Per il gergo della criminalità organizzata è invece un gruppo armato. Nel film la metafora è duplice perché i giovani protagonisti sono attratti da tutto quello che non possono avere, dai soldi, da certi lussi, dal riconoscimento sociale degli adulti di potere. Quindi con le armi provano a cambiare il loro status, ma anche quello del quartiere. Perché nell'illusione che spesso accompagna la giovinezza c'è l'idea che con il potere acquisito si possa riscattare l'ambiente, il famigerato Rione Sanità di Napoli, in cui si è nati e cresciuti. Il film quindi diventa una cronaca non troppo lontana dalla realtà tanto che si è scelto di lasciare parlare gli attori in dialetto napoletano (sottotitolato).

Tutto comincia con il furto di una pistola da parte di Nicola che così si erge a capo del suo gruppo di amici. Le armi appunto cambiano tutto, anche se è stupefacente per ognuno di loro rendersi conto quanto pesano, quanto sono distanti dalle armi giocattolo. E il regista è bravissimo a tratteggiare senza vezzi questi bambini che vogliono crescere in fretta, ma non sono ancora uomini.

Nel film Nicola ha il volto di Francesco Di Napoli, mentre Viviana Aprea è Letizia la ragazza di cui si innamora. Tutti nomi e volti da tenere d'occhio. Mentre Tyson è Artem Tkachuk che ha potuto sperimentare sulla sua pelle quanto spesso la realtà imita l'arte finendo accoltellato - un incidente per cui è stato ricoverato in Ospedale con una prognosi di 20 giorni circa - a Napoli colpito da una baby gang.

Per la fotografia è stato chiamato Daniele Ciprì regista e sceneggiatore noto al grande pubblico per essere una delle anime (insieme a Franco Maresco) del programma Cinico TV. Il film racconta solo una parte della storia perché a quel gruppo di ragazzini Roberto Saviano ha dedicato un secondo libro, intitolato Bacio Feroce (edito da Feltrinelli) in cui la stessa rabbia e la stessa fame che li animava sia nel primo libro che nel film omonimo non si è ancora sopita.


SCOPRI LA PROGRAMMAZIONE SKY
In foto una scena del film La paranza dei bambini.
In foto una scena del film La paranza dei bambini.
In foto una scena del film La paranza dei bambini.
news correlate

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati