Fast & Furious - Hobbs & Shaw

Film 2019 | Azione, Avventura +13 134 min.

Titolo originaleFast & Furious Presents: Hobbs & Shaw
Anno2019
GenereAzione, Avventura
ProduzioneUSA, Gran Bretagna
Durata134 minuti
Al cinema316 sale cinematografiche
Regia diDavid Leitch
AttoriDwayne Johnson, Jason Statham, Idris Elba, Vanessa Kirby, Helen Mirren, Zuyang Sun Eiza González, Eddie Marsan, Joe Anoa'i, Teresa Mahoney, Stephanie Vogt, Sonia Goswami.
Uscitagiovedì 8 agosto 2019
TagDa vedere 2019
DistribuzioneUniversal Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,11 su 26 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di David Leitch. Un film Da vedere 2019 con Dwayne Johnson, Jason Statham, Idris Elba, Vanessa Kirby, Helen Mirren, Zuyang Sun. Cast completo Titolo originale: Fast & Furious Presents: Hobbs & Shaw. Genere Azione, Avventura - USA, Gran Bretagna, 2019, durata 134 minuti. Uscita cinema giovedì 8 agosto 2019 distribuito da Universal Pictures. Oggi tra i film al cinema in 316 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,11 su 26 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi




oppure

Dopo 8 film e quasi 5 miliardi di dollari incassati in tutto il mondo, il franchise di Fast & Furious presenta lo stand-alone con Dwayne Johnson e Jason Statham. Fast & Furious - Hobbs & Shaw è 2° in classifica al Box Office. venerdì 23 agosto ha incassato € 148.714,00 e registrato 21.310 presenze.

Consigliato sì!
3,11/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,83
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ
Uno spin-off ancora più eccessivo dei Fast&Furious che brilla delle scintille tra The Rock e Jason Statham.
Recensione di Andrea Fornasiero
venerdì 2 agosto 2019
Recensione di Andrea Fornasiero
venerdì 2 agosto 2019

Un'agente dell'MI6, per impedire il furto di un micidiale virus che potrebbe decimare l'intera razza umana, si inietta le capsule della malattia e si dà alla fuga, seminando il micidiale superuomo Brixton. La CIA, per impedire che il virus venga diffuso, si affida agli irruenti ma efficaci Luke Hobbs e Deckard Shaw. I due si detestano, ma il primo non è uno che lascia un caso a metà, soprattutto se ne va del destino del mondo, mentre il secondo è coinvolto negli affetti, visto che l'agente MI6 in fuga è Hattie Shaw, sua sorella minore, inoltre con Brixton ha un conto in sospeso. Luke, Deckard e Hattie stringeranno così una traballante alleanza per sgominare i piani dell'organizzazione Eteon.

A metà tra i James Bond più eccessivi e i film di supereroi, la saga di Fast & Furious si reinventa in uno spin-off che torna alle origini da buddy movie, ma con una verve molto più comica e azione decisamente sopra le righe.

Prendere o lasciare: Fast & Furious - Hobbs and Shaw non è un film da mezze misure e i personaggi si buttano con tanta nonchalance in azioni apparentemente suicide da far sembrare Ethan Hunt un morigerato e meditabondo agente speciale di Le Carré. Della saga originale rimangono, oltre ai protagonisti e al loro testosterone fuori scala, il gusto per gli inseguimenti automobilistici folli, una scena in officina e un momento in cui le auto ricorrono al boost del N2O, ossia il protossido d'azoto.

A evitare che il tutto diventi una "festa del salsiccia" c'è la protagonista femminile interpretata da Vanessa Kirby, new entry già rodata nello spionaggio in Mission: Impossible - Fallout, dove però era una sorta di femme fatale, mentre qui il suo ruolo è molto più d'azione. Ovviamente non può competere con due star del genere come The Rock e Statham, che permettono per altro a David Leitch di girare senza eccessivi ricorsi agli stuntmen, mantenendo i personaggi riconoscibili.

Leitch aveva saputo fare di Charlize Theron una micidiale assassina in Atomica bionda e qui ci riprova con la volenterosa Vanessa Kirby, ma il franchise ha un'estetica diversa, un montaggio più adrenalinico e quindi non aspettatevi lunghi ed elaborati piani sequenza. Nel ruolo del supervillain Brixton, umano ciberneticamente potenziato, troviamo l'aitante Idris Elba, che in tuta nera da motociclista antiproiettile guida una moto capace di straordinarie evoluzioni e flessioni. Tanto che a un certo punto viene accompagnata da un suono che richiama quello della trasformazione dei Transformers di Michael Bay.

Chris Morgan, al soggetto e alla sceneggiatura, è al timone della scrittura della serie dal terzo capitolo Tokyo Drift e può ormai considerarsi come una sorta di showrunner di Fast & Furious, qui affiancato dall'inglese Drew Pearce cruciale sia perché il film è in larga parte ambientato a Londra, sia perché rodatissimo nel fondere azione e briosi battibecchi come dimostrano i suoi Iron Man 3 e il recentissimo Hotel Artemis. Il tono di Hobbs & Shaw è infatti più dalle parte dei Marvel movies rispetto ai precedenti della serie e anche se non manca il tema cardine della famiglia, qui è giocato sicuramente con più ironia e meno melodramma. Al punto che quando anche Hobbs deve affrontare i propri cari il registro diventa smaccatamente comico e quasi slapstick, con tanto di "big mama" che fa volare ciabatte contro i figli indisciplinati.

Squadra che vince non si cambia, così Leitch si è affidato alla sicura alchimia con i suoi sodali Tyler Bates e Jonathan Sela, rispettivamente musicista e fotograto che con lui hanno firmato John Wick, Atomica Bionda e pure Deadpool 2.

Nel cast hanno poi piccoli ruoli grandi attori inglesi come Helen Mirren (la madre di Shaw, già apparsa nell'ultimo Fast & Furious) ed Eddie Marsan. Inoltre partecipano: il canadese Ryan Reynolds che riprende l'agente CIA Locke con i suoi dialoghi assolutamente inappropriati; la mozzafiato messicana Eiza González nei panni della fatalissima Madame M, che meriterebbe uno spin-off tutto suo; il comico afroamericano Kevin Hart nelle vesti di uno sceriffo dell'aria in astinenza da azione.

Le esplosioni non si contano, le scazzottate nemmeno e neppure le battute, che siano insulti tra i due protagonisti oppure frasi di retorica appiccicaticcia a cui il copione non sa e forse non vuole resistere, assecondando lo spirito in fondo anche trash dell'operazione. Lo spettacolo la fa da padrona e il parossismo di mascolinità arriva al vertice nel climax: un tripudio di ralenti con micidiali colpi di arti marziali accompagnati da un assortimenti di smorfie e grugniti.

Di fronte a una così spassionata e fiera tamarraggine, dove anche le canzoni in colonna sonora non hanno nulla di sottile, crolla ogni resistenza intellettuale. I produttori sono certi che il pubblico abbraccerà il film con genuino entusiasmo: non mancano infatti di lasciare la trama aperta a proseguimenti e insistono con le battutacce fino al termine di tutti i titoli di coda.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
In equilibrio tra familiarità di volti e scene d'azione esagerate.
Overview di Andrea Fornasiero
giovedì 1 giugno 2017

L'agente federale Luke Hobbs e l'ex militare inglese divenuto mercenario Deckard Shaw devono unire le forze per fermare un nuovo letale terrorista internazionale, Brixton Lore. Ex agente del MI-6, Brixton ha ricevuto potenziamenti genetici che ne fanno letteralmente un superuomo, oltre che un genio del male. Luke e Deckard collaboreranno inoltre con la sorella di quest'ultimo, l'agente dell'MI-6 Hattie Shaw e la vicenda finirà per coinvolgere anche la madre di entrambi, Magdalene Shaw.

Rispetto alla serie di Fast & Furious avremo i piedi un po' più per terra, perché questo è un inizio. Non è propriamente una storia delle origini, ma stiamo comunque dando vita a un franchise, per cui ci concentreremo un po' di più sui personaggi. Lavoreremo sul loro rapporto reciproco e sui loro obiettivi, ma ci saranno anche le grandi scene d'azione che ci si aspetta da questo tipo di serie.
David Leitch

Fast & Furious - Hobbs & Shaw è uno spin-off dei film con Vin Diesel ma è pensato per diventare qualcosa di più: l'inizio di una serie parallela. Il regista David Leitch infatti vuole giocare d'equilibrio tra la familiarità di volti e scene d'azione esagerate, ma trovare anche un taglio distintivo leggermente diverso, più vicino allo spionaggio.

Già dai trailer è comunque chiaro che non mancherà uno dei temi fondamentali della serie madre, quello della famiglia, e se a Londra terranno banco gli Shaw, con la madre e la sorella di Deckard, ci si sposterà poi alle Hawaii dove incontreremo finalmente la famiglia di Hobbs, con sua madre e i suoi molti fratelli. Inoltre non mancheranno folli scene d'azione che coinvolgono automobili e altri veicoli, anche se probabilmente saranno in secondo piano rispetto alle prodezze fisiche di Dwayne Johnson e Jason Statham. I due personaggi sono stati introdotti rispettivamente nel quinto e sesto capitolo di Fast & Furious, ma nel caso di Statham si trattava di un semplice cameo nell'epilogo del film e il suo ruolo principale arriva invece in Fast & Furious 7.
Dalla loro prima apparizione entrambi sono tornati nei capitoli successivi e, dopo essersi incontrati nel settimo, si sono di nuovo scontrati nell'ottavo, trovandosi anche costretti a collaborare ma mantenendo una profonda competitività. Proprio questa tensione ha fatto dei due una coppia amata dai fan e ha dato il là all'idea dello spin-off, in cui la Universal crede così tanto da aver fatto slittare la produzione del nono capitolo della serie madre.

Del resto tanto Jason Statham quanto 'The Rock' sono star internazionali che hanno oltretutto una larga popolarità nell'ambito mercato cinese, come dimostrano gli ottimi incassi asiatici di Skyscraper e ancora più quelli di Shark - Il primo squalo. Al loro fianco, nel ruolo di Hattie, la sorella di Shaw, è stata scritturata Vanessa Kirby, che continua con lo spionaggio iperbolico in cui si è cimentata in Mission: Impossible - Fallout. Se là però era più che altro una carismatica leader, qui la sua presenza d'agente sul campo sembra maggiormente d'azione. Tornerà inoltre la grandissima Helen Mirren nel ruolo della madre di Deckard e Hattie.

Per tenere testa a una tale squadra era necessario un villain di immediato carisma e di grande prestanza fisica, com'è infatti Idris Elba che nei panni di Brixton Lore non esita a definirsi il superman nero. Ci saranno inoltre un altro grande attore inglese come Eddie Marsan, una presenza femminile sexy e fatale come Eiza González (Baby Driver) e il wrestler Roman Reigns nei panni del principale fratello di Hobbs. Sarà un film meno giramondo degli ultimi Fast & Furious, con riprese in parte alle Hawaii ma soprattutto in Inghilterra.

La gran parte del cast del resto è inglese e il film segna un piacevole ritorno a casa per il personaggio di Deckard, che potrà giocarsela sul proprio territorio. E lo stesso vale per il suo interprete, Jason Statham, che per altro ritrova in Leitch un collaboratore di lunga data: i due hanno lavorato fianco a fianco sul set di The Mechanic del 2011, dove Leitch era stuntman con una piccola parte e regista di seconda unità.
Statham ha enorme stima della sua competenza per le scene d'azione, perché Leitch le conosce intimamente e sa dove piazzare la cinepresa nel modo più efficiente. Come del resto dimostra anche il suo curriculum da regista, a partire dalla sua collaborazione al primo John Wick e passando poi ad Atomica bionda e Deadpool 2.

Riguardo la possibile prosecuzione delle avventure di Hobbs & Shaw, Leitch spiega che la sua prima preoccupazione è stata costruire un nucleo di personaggi molto forte, attorno al quale potesse germogliare un mondo di altre figure, esattamente com'è avvenuto per Fast & Furious.
Certo si tratta di un universo condiviso e l'idea è di dargli volti nuovi senza però escludere quelli di Fast & Furious e la cosa potrebbe valere anche al contrario, con personaggi introdotti in Hobbs & Shaw che appaiono al fianco di Vin Diesel. Questo franchise è ormai la prima gemma della corona Universal, una sorta di equivalente più action e muscolare ma di uguale successo del Marvel Cinematic Universe.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?

FAST & FURIOUS - HOBBS & SHAW disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€15,99 €19,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 10 agosto 2019
GUSTIBUS

Un virus(fiocco di neve)nel corpo di un agente MI.6 che dopo 42 ore se si sprigiona e'la fine del mondo.Un organisazzione informatica tipo la SPECTRE dei James Bond.Bisogna fermare tutto questo,anche perche'l'agente segreto(Vanessa Kirby) e' la sorella di Shaw(Jason Statham)e la Cia deve chiamare separatamente sia lui che che il super agente FBI Hobbs(Dwayne Johnson)pur odiandosi amichevolme [...] Vai alla recensione »

giovedì 22 agosto 2019
opidum

a me è piaciuto e lo consiglio ma se siete persone che amano i film d'azione alla walter hill  astenetevi : in sto film non vedrete sangue e non vedrete sesso. ma nemmeno un pochino. tanta azione ben fatta  e combattimenti ben coreografati ( jason staman che è il mio prederito mi ricorda tantissimo " the transporter" ) ma appunto sto film deve accontentare [...] Vai alla recensione »

venerdì 16 agosto 2019
elpiezo

Il primo spin – off della celebre saga è una furiosa cosa alla salvezza del mondo che trasuda testosterone ad ogni sequenza. I due protagonisti più acuti di 007 e più letali di un super eroe, costretti loro malgrado ad operare assieme arricchiscono un film d’azione all’avanguardia, con una miriade di battute degne del miglior “buddy movie” dalla verve [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 agosto 2019
Umbe97

Fast and furious come sempre non delude mai, sempre novità è ottima visione ma di mio parere senza toretto non è fast and furious.

FOCUS
SCRIVERE DI CINEMA
lunedì 12 agosto 2019
Tommaso Drudi, Vincitore del Premio Scrivere di Cinema

Ciò che, più di ogni altra cosa, incide sul coefficiente di longevità di una saga come quella di Fast & Furious è forse l'infaticabile e spudorata ricerca dell'eccesso, quel piacere un po' sterile e in fondo un po' necessario per il raggiungimento di formule linguistiche sempre meno verosimili e sempre più sfacciatamente kitsch, distanti da qualsiasi limitismo di sorta. Ma se per altre serie dalla storia produttiva simile, come Die Hard ad esempio, al primo capitolo sono seguite ritrattazioni della materia d'origine costantemente direzionate verso un esibizionismo privo di sinceri contrappunti auto-parodici, per Toretto e compagnia lo humour ha giocato un ruolo chiave per stroncare sul nascere inutili circonvoluzioni di senso.

Per rallentare una macchina cinematografica così efficiente, destinata ad arrivare ogni volta ai primi posti nel podio del box office stagionale, non bastano né i freni né il pudore e a guardar bene nemmeno la regolarità delle soluzioni di scrittura proposte.

Ciascuno schema nella saga di Fast & Furious si ripete uguale al precedente, chi prima era il villain diventa poi alleato dei buoni, chi prima sembrava aver chiuso i conti con le rocambolesche missioni sulle quattro ruote finisce col tornare per "un'ultima volta", dove per ultima si intende almeno fino all'uscita dell'episodio successivo. Eppure fa tutto parte del gioco, è un compromesso con cui dover fare i conti per veder prendere vita sul grande schermo quel tripudio di azione, grossolana ironia e intrattenimento senza esposizione drammatica che è la grande saga iniziata da Rob Cohen nel 2001.

Siamo al grado massimo di identificazione tra prodotto artistico e spettatore: senza appoggiare la propria riconoscibilità su una fan base conquistata su altri tipi di supporto, come i fumetti nel caso dei cinecomics, Fast & Furious vince perché è così consapevole della propria identità semiologica (e di quella del pubblico cui fa riferimento) da concentrare le sue energie su ciò che davvero conta, su ciò per cui l'audience affolla le sale, ovvero sulla creazione e sulla messa in scena di momenti action percepiti come nuovi solo come superamento, in termini di rappresentazione iperbolica, di quelli visti nei film passati del franchise.

Allora Hobbs & Shaw, costola della narrativa primaria ferma per ora all'ottavo capitolo e in attesa del nono, sposta di nuovo più avanti il limite entro il quale il cinema di genere può ancora conservare le sue regole, così avanti ormai da intersecare quasi le traiettorie della fantascienza. Per la seconda volta, dopo James Wan, la produzione affida la regia ad un autore già amato dalla critica, in questo caso il David Leitch di John Wick e Atomica Bionda (guarda la video recensione), che non tradisce la filosofia di esasperazione concettuale e l'idea di dilatazione espressiva tipiche degli episodi precedenti. Anzi alle indiscutibili leggi del maschilismo, che rivivono nell'onnipotenza fisica dei protagonisti e nelle sequenze d'azione troppo folli poter affidare loro anche solo uno spettro di significato, Leitch affianca il conflitto verbale tra i due eroi del titolo.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 15 agosto 2019
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Idris Elba, geneticamente modificato, vuole impadronirsi di un virus letale per conto di un misterioso capo. Per impedire il furto, l'agente Vanessa Kirby se lo inietta nel corpo. Toccherà al fratello Jason Statham e al veterano Dwayne Johnson salvarla dalla minaccia. Mamma mia. Tra assurde scene di azione, sceneggiatura ridicola (da lacrime l'alternarsi rapido notte-giorno, pioggia-sole dello scontro [...] Vai alla recensione »

giovedì 15 agosto 2019
Roberto Nepoti
La Repubblica

Più che uno spin-off della premiata saga Fast & Furious, uno stand-alone (film autonomo dagli altri episodi) che, nel primo weekend americano, ha incassato la bella cifra di 60 milioni di dollari. I protagonisti, che si erano già affrontati nella settima puntata, sono Hobbs, agente americano tutto d'un pezzo, e Shaw, un marginale che ha fatto parte dell'élite militare britannica.

venerdì 9 agosto 2019
Francesco Alò
Il Messaggero

Ve li ricordate? Si odiavano con gusto in Fast & Furious 8. L'agente speciale fusto californiano Hobbs, famoso per spalmarsi di olio prima di scazzottarsi con Vin Diesel in Fast Five, e l'ex cattivo furioso londinese di Fast 7 Deckard Shaw cui Hobbs si rivolgeva così: «Ti ficcherò i denti così in fondo alla gola che dovrai usare lo spazzolino per pulirti il culo».

venerdì 9 agosto 2019
Andrea Giordano
La Provincia di Como

«Vivo la mia vita a un quarto di miglio alla volta, non mi importa nient'altro, per quei dieci secondi sono libero», recitava Dominic Toretto, sfrecciando sulla sua Mazda rossa RX- 7.Le saghe mutano, prendono strade diverse, talvolta pericolose, azzardate, spesso, però, per rimanere in carreggiata, bisogna stravolgere l'idea di eccesso, esagerazione, adrenalina, superando il limite ed alzare la posta [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 agosto 2019
Lorenzo Ormando
Donna Moderna

Nell'estate del 2001 usciva un film intitolato Fast & Furious: costato 38 milioni di dollari, raccontava la nascita dell'amicizia fraterna tra il criminale Dominic Toretto (Vin Diesel) e l'agente federale Brian O'Conner (Paul Walker) nel mondo delle corse clandestine a Los Angeles. In pochi allora potevano immaginare che la pellicola avrebbe dato il via a una delle saghe action di maggior successo [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 agosto 2019
Peter Travers
Rolling Stone

Qualunque cosa sia, questo non è un film, ma un prodotto forse più meritevole di un test su strada che di una recensione. Fast & Furious - Hobbs & Shaw è il nono capitolo della serie Fast & Furious - che con i precedenti otto ha guadagnato $ 5 miliardi di dollari -, anche se, più precisamente, si tratta del primo spin-off. Per cui, se non hai mai visto nemmeno un film targato Fast & Furious, la saga [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 agosto 2019
Daria Pomponio
Quinlan

In seguito al loro primo scontro in Fast & Furious 7 del 2015, tra Hobbs, mastodontico veterano del dipartimento di polizia statunitense Diplomatic Security Service, e Shaw, emarginato fuorilegge ed ex agente scelto dell'esercito inglese, c'è sempre stato un forte scambio di provocazioni e scontri nel tentativo di farsi fuori a vicenda. Ma quando Brixton, un anarchico ciberneticamente e geneticamente [...] Vai alla recensione »

martedì 6 agosto 2019
Mariuccia Ciotta
Film TV

Arti marziali, stuntman e bicipiti, lo spinoff segue l'ottavo episodio della saga nel fragore di lamiere accartocciate e rincorse d'auto per le strade di Los Angeles e di Londra, ma il regista David Leitch, anche lui cascatore e controfigura di Brad Pitt e Van Damme, sterza verso un'altra dimensione psicofisica. I muscoli del wrestler Dwayne Johnson/Luke Hobbs e i contorcimenti acrobatici di Jason [...] Vai alla recensione »

martedì 6 agosto 2019
Sergio Sozzo
Sentieri Selvaggi

Le voci divertite che predicono per Dwayne Johnson una carriera elettorale alla conquista della Casa Bianca (l'attuale Presidente ha d'altronde un effettivo passato nel wrestling USA...) potrebbero trovare in questo spin-off dei Fast & Furious forse il tassello più rivelatorio di tutta la filmografia attuale di The Rock. Il performer assume infatti definitivamente le redini della narrazione nata dalla [...] Vai alla recensione »

lunedì 5 agosto 2019
Andrea Giovalè
La Rivista del Cinematografo

Parte fortissimo, questo spinoff della saga Fast & Furious, con Hobbs & Shaw arrivata al nono film. Una storia invecchiata, ma anche evoluta, da racing tutto sgommate e pistoni, a heist movie ad alto tasso di velocità e adrenalina, ma un pizzico, anzi, un bel po' meno incentrato sulle quattro ruote. Hobbs e Shaw, antagonisti del passato (e tra loro), ora coppia mal assortita accostata ad hoc per una [...] Vai alla recensione »

domenica 4 agosto 2019
Simran Hans
The Observer

This spin-off of the Fast and the Furious franchise reunites rivals Dwayne "The Rock" Johnson's Luke Hobbs (introduced in 2011's Fast Five) and Jason Statham's Deckard Shaw (from 2015's Furious 7). A deadly virus carried by Shaw's sister, Hattie (Vanessa Kirby), is coveted by the unimaginatively named Brixton Lore (Idris Elba); Hobbs and Shaw must work together to extract it before it falls into the [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 agosto 2019
Ed Power
The Daily Telegraph

Buddy movies don't come any more riotous than this Fast and Furious spin-off in which Dwayne Johnson and Jason Statham trade punches and put-downs as super-agents with fists of fury and hearts of gold. The running gag is that bulging, Nietzsche-quoting American operative Luke Hobbs (Johnson) and geezer-ish British uber-spy Deckard Shaw (Statham) truly, madly, deeply loathe one another.

giovedì 1 agosto 2019
Justin Chang
The Los Angeles Times

The first time Luke Hobbs and Deckard Shaw came to physical blows, in "Furious 7," they wound up destroying an office building. It was an auspicious beginning, a kind of meet-cute for meatheads. The last time we saw them, in "The Fate of the Furious," they were hanging out at a rooftop barbecue, having more or less buried the hatchet. But peace never lasts for long in these movies, least of all for [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 agosto 2019
Michael O’Sullivan
The Washington Post

Lest there be any confusion between "Hobbs & Shaw" and the nameplate of a boutique law firm (or purveyor of fine men's dress shoes), the full title of the new movie comes with a built-in disclaimer about its lowbrow provenance: "Fast & Furious Presents: Hobbs & Shaw." A spinoff of the popular action franchise featuring two of that series's recurring characters - Dwayne Johnson's lawman Luke Hobbs and [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 agosto 2019
Jamie East
The Sun

The baddie's vehicle of choice receives an extra level of pummelling in this Fast & Furious spin-off starring Dwayne "The Rock" Johnson and Jason Statham. Vast swarming, convoys of the 4x4s go flying into the air, explode in balls of flames, crash into buildings and off cliffs. But I wouldn't want you to get the wrong impression about this action movie - it's not all about blowing up black Range [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 agosto 2019
Clarisse Loughrey
The Independent

We've officially entered a new era of cinema. Hobbs & Shaw, the ninth film in The Fast and the Furious franchise, leaves no room for doubt about that. Call it post-post-post modernism, if you will. In the age of streaming and 4K televisions, as the theatrical experience faces the threat of its own extinction, Hobbs & Shaw has retaliated by rejecting outright the traditional narrative experience.

mercoledì 31 luglio 2019
Peter Debruge
Variety

"Genocide, schmenocide," growls Idris Elba through a mouth of silver-capped teeth in "Fast & Furious Presents: Hobbs & Shaw," a line that pretty much summarizes where the film stands in relation to reality, the English language and what old-fashioned moral philosophers (like "Leviathan" author Thomas Hobbes) thought of as the respect for human life, and the insatiable thirst for power.

mercoledì 31 luglio 2019
Todd McCarthy
The Hollywood Reporter

Eighteen years ago, an unheralded little Universal release called The Fast and the Furious climaxed with two drag racers played by the little-known Vin Diesel and Paul Walker cranking up their engines and macho to see who might make it across some Los Angeles train tracks before an approaching engine did. This summer we've got the franchise's latest outsized sprig, in which the grand finale features [...] Vai alla recensione »

mercoledì 31 luglio 2019
Peter Bradshaw
The Guardian

This latest iteration of the Fast and Furious franchise is unexpectedly fun, spinning off characters played by Dwayne Johnson and Jason Statham from the seventh and eighth films. It gives us a fair bit of gonzo action, a hair-raising London chase scene, some transatlantic alpha-male squabbling, a cheerfully silly plot MacGuffin - and for the first two thirds the whole thing hums like a hi-tech top. [...] Vai alla recensione »

NEWS
BOX OFFICE
martedì 20 agosto 2019
Andrea Chirichelli

Lunedì piatto, con il solo Fast & Furious: Hobbs & Shaw (guarda la video recensione) capace di generare incassi interessanti. Il film ottiene altri 160mila euro e continua la sua scalata ai 5 milioni che dovrebbero essere raggiunti entro la fine del mese. [...]

BOX OFFICE
sabato 17 agosto 2019
Andrea Chirichelli

224mila euro per Hobbs & Shaw (guarda la video recensione) ieri, per un totale che adesso ammonta a 3.684.109 euro, con i 4 milioni che dovrebbero essere superati tra oggi e domani e i 5 milioni complessivi assai probabili a fine corsa.

VIDEO RECENSIONE
giovedì 15 agosto 2019
 

Uno spin-off ancora più eccessivo dei Fast&Furious che brilla delle scintille tra The Rock e Jason Statham. Recensione di Andrea Fornasiero, legge Nicole Petrelli. Guarda la video recensione »

BOX OFFICE
mercoledì 14 agosto 2019
Andrea Chirichelli

Hobbs & Shaw continua a correre e grazie ai 288mila euro incassati ieri é già arrivato a 3 milioni di euro, con il weekend di Ferragosto ancora da sfruttare e senza particolari concorrenti. Dietro, gli unici due titoli che reggono il passo sono i soliti [...]

BOX OFFICE
martedì 13 agosto 2019
Andrea Chirichelli

Ricco lunedì, ed è veramente un'eccezione in questo periodo, per Hobbs & Shaw, che ottiene 358mila euro, portando al cinema oltre 54mila persone. Fino all'arrivo de Il Re Leone (guarda la video recensione) sarà il film da vedere ad agosto.

BOX OFFICE
lunedì 12 agosto 2019
Andrea Chirichelli

Grazie a un'ottima domenica da quasi mezzo milione di euro, Fast & Furious - Hobbs & Shaw ottiene il primato della classifica italiana, con un weekend da 1,9 milioni di euro ed un totale di 2,3 milioni dal primo giorno di programmazione.

BOX OFFICE
domenica 11 agosto 2019
Andrea Chirichelli

Ottimo sabato per Hobbs & Shaw che sfiora il mezzo milione di euro e arriva ad un totale di 1,8 milioni complessivi. Entro stasera avrà passato i 2 milioni e sarà il primo titolo milionario di stagione, in attesa de Il Re Leone (guarda la video recensione). [...]

BOX OFFICE
venerdì 9 agosto 2019
Andrea Chirichelli

Fast & Furious - Hobbs & Shaw fa il pieno d'incassi nella prima "vera" giornata di programmazione con 574mila euro e sfiora il milione complessivo in un giorno e mezzo. Ieri 83mila presenze, un dato notevole per la seconda settimana di agosto.

BOX OFFICE
giovedì 8 agosto 2019
Andrea Chirichelli

Bastano le anteprime serali a Fast & Furious: Hobbs & Shaw per ottenere la prima posizione del boxoffice nostrano. Il film, che esce ufficialmente oggi, ieri è stato presentato in vari spettacoli serali e ha incassato 33mila euro con 46mila presenze, [...]

TRAILER
martedì 9 luglio 2019
 

Regia di David Leitch. Un film con Dwayne Johnson, Jason Statham, Idris Elba, Vanessa Kirby, Zuyang Sun. Da giovedì 8 agosto al cinema. Guarda il trailer »

POSTER
giovedì 4 luglio 2019
 

Da quando il corpulento veterano del dipartimento di polizia Hobbs, fedele agente del Diplomatic Security Service americano, e il fuorilegge Shaw, ex membro delle forze speciali britanniche, si sono affrontati per la prima volta nel film Fast & Furious [...]

TRAILER
giovedì 18 aprile 2019
 

In seguito al loro primo scontro in Fast & Furious 7 del 2015, tra Hobbs (Johnson), mastodontico veterano del dipartimento di polizia statunitense Diplomatic Security Service, e Shaw (Statham), emarginato fuorilegge ed ex agente scelto dell'esercito inglese, [...]

TRAILER
sabato 2 febbraio 2019
 

In seguito al loro primo scontro in Fast & Furious 7 del 2015, tra Hobbs (Johnson), mastodontico veterano del dipartimento di polizia statunitense Diplomatic Security Service, e Shaw (Statham), emarginato fuorilegge ed ex agente scelto dell'esercito inglese, [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati