Captain Marvel

Film 2019 | Azione, Avventura, Fantascienza 124 min.

Regia di Anna Boden, Ryan Fleck. Un film Da vedere 2019 con Brie Larson, Samuel L. Jackson, Ben Mendelsohn, Djimon Hounsou, Lee Pace, Lashana Lynch. Cast completo Titolo originale: Captain Marvel. Genere Azione, Avventura, Fantascienza - USA, 2019, durata 124 minuti. Uscita cinema mercoledì 6 marzo 2019 distribuito da Walt Disney. Oggi tra i film al cinema in 372 sale cinematografiche - MYmonetro 3,23 su 28 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Captain Marvel tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Carol Danvers diventa la supereroina più potente dell'universo quando la Terra viene coinvolta in una guerra galattica tra due razze aliene. Captain Marvel è 2° in classifica al Box Office, ieri ha incassato € 91.157,00 e registrato 14.705 presenze.

Consigliato sì!
3,23/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,97
CONSIGLIATO SÌ
CERCA IL FILM NEI CINEMA DI
|
Un film politico che ha il pregio di aver reso la nuova eroina Marvel simpatica e dotata di un grande senso della giustizia .
Recensione di Andrea Fornasiero
martedì 5 marzo 2019
Recensione di Andrea Fornasiero
martedì 5 marzo 2019

Vers vive su Hala, capitale dell'impero galattico e militarista dei Kree, è bionda ma ha il sangue verde-blu e viene addestrata a combattere controllando le proprie emozioni e i propri straordinari poteri energetici da Yon-Rogg. Quando finisce catturata dagli skrull, i nemici mutaforma dei kree, questi esaminano la sua mente in cerca di risposte, facendo riaffiorare in lei ricordi perduti della sua vita sulla Terra e di una misteriosa donna, le cui fattezze sono utilizzate anche dall'intelligenza suprema dei kree quando comunica con lei. Sarà l'inizio dell'avventura che la riporterà sulla Terra, negli anni 90, dove scoprirà il suo passato come Carol Danvers e si riapproprierà della propria identità.

La prima eroina protagonista solitaria di un Marvel movie è un personaggio di formazione militare che sceglie invece la pace, è una donna che riscopre la propria forza ed è schierata dalla parte dei migranti.

Sicuramente una figura d'ispirazione per le bambine di oggi e le donne di domani, anche perché a differenza di Wonder Woman non è una principessa delle Amazzoni, bensì un'eroina con i piedi ben piantati per terra, già tosta e formata prima ancora di avere i superpoteri, che usa oltretutto con compassione per proteggere i più deboli. Proprio in uno degli sviluppi più inattesi del film si definisce il senso di giustizia di Carol e così Captain Mervel trova una sorprendente attualità, che rende questa avventura spaziale qualcosa di edificante senza però intaccarne il divertimento.
Il film presenta infatti una gran varietà di ambientazione e situazioni e si passa da uno scontro a base di laser come in Star Wars a un inseguimento action con avversari mutaforma come in Terminator 2, fino a un omaggio a Top Gun, per arrivare solo alla fine in zona da vero Marvel movie.

Siamo ormai al ventunesimo capitolo di questa saga, ma non mancano le sorprese, che stupiranno forse soprattutto i lettori dei fumetti. L'origine dei poteri della protagonista è stata infatti quasi completamente riscritta e legata a una delle gemme dell'infinito, probabilmente un elemento importante del prossimo Avengers: Endgame. Del tutto stravolto il personaggio di Mar-Vell, perché giustamente non era proprio il caso, nel 2019, di far derivare i poteri di Carol da un uomo, d'altra parte si è saggiamente evitato anche di farne una questione di retaggio alieno come nell'ultima versione a fumetti.

Carol è qui una terrestre come noi, con una vita fatta di successi e pure di fallimenti, da cui rialzarsi. È stato poi conservato dal fumetto il fatto che sia stata a lungo manipolata, ma anche questo è un trauma da cui l'eroina si risolleva e oltretutto lo fa senza portarsi dietro ossessioni o desideri di vendetta. Tanto che non degna il suo nemico di uno scontro alla pari perché non lo considera qualcuno a cui dover dimostrare qualcosa. È sicuramente il momento più #metoo del film, con la giusta e sdegnosa rivalsa della donna su un uomo che l'ha sfruttata, ma il femminismo tanto temuto dai nerd della destra americana è soprattutto implicito, nello slancio ideale e nel portato simbolico della protagonista, che ha un ottimo rapporto anche con un'altra donna e la sua bambina.

Tanto che è proprio la piccola Monica Rambeau, figlia dell'amica e pilota di jet Maria, a ispirare a Carol i colori del suo costume da battaglia, mentre lei a sua volta ispira al giovane Nick Fury il nome Avengers per il futuro supergruppo. Il personaggio interpretato da un Samuel L. Jackson digitalmente ringiovanito, per l'intera durata, dimostra come questa tecnologia possa essere efficace se lo sforzo produttivo è importante, ma basta guardare al suo collega Clark Gregg, a sua volta ringiovanito nei panni dell'agente Coulson, per vedere come l'operazione possa anche funzionare poco. Fury ha qui un carattere molto diverso da quello che conosciamo, non è ancora indurito e ha la capacità di sorprendersi per i superpoteri, inoltre con Carol si crea un'amicizia da subito complice, dove è chiaramente lei a dominare la scena. Tranne quando è presente il gatto Goose, che ha i momenti più esilaranti del film per ragioni che non vogliamo rivelare (se vi innamorate di lui non uscite prima della fine dei titoli di coda!).
Ottimo anche Ben Mendelsohn nei panni dello skrull Talos: finalmente diverso dai soliti villain che gli sono capitati negli ultimi tempi, questo personaggio gli permette di dimostrare anche empatia e sense of humour. Efficace ma non memorabile Jude Law come Yon-Rogg, che del resto è un militare poco emotivo e quindi non gli consente di sfoggiare il suo estro, mentre va meglio ad Annette Bening, che in un doppio ruolo è sia la machiavellica Intelligenza suprema Kree, sia un altro personaggio che non sveliamo ma che le dà occasione di incanalare emozioni molto diverse.

Il film rende poi omaggio alla sceneggiatrice che ha rilanciato il personaggio, Kelly Sue DeConnick, in un veloce e muto cameo e soprattutto a Stan Lee, non solo presente in uno dei suoi ultimi camei post-mortem ma al centro anche della sequenza iniziale del logo Marvel, a lui interamente dedicata. Il vero successo di Captain Marvel comunque è aver reso Carol simpatica (molto più che nel fumetto) e non militarista, oltre ad averle dato un senso di giustizia che rende il film politico, chiaramente schierato dalla parte dei profughi. Se ci si aggiunge il tema dell'emancipazione femminile, sottolineato con la giusta ironia anche dalla colonna sonora con brani anni 90 quasi tutti cantati da donne (su tutti "Just a Girl" dei No Doubt ad accompagnare una scena d'azione), il gioco è fatto. Infatti già la scena durante i titoli di coda ci mostra che l'eroina sarà molto presente in Avengers: Endgame e di certo la rivedremo nei successivi Marvel movie, dove farà da personaggio bandiera insieme a Black Panther.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
VIDEO RECENSIONE
Carol Danvers aka Captain Marvel all'attacco.
Overview di Andrea Fornasiero

Carol Danvers diventerà uno degli eroi più potenti della Terra quando la sua vita si troverà nel mezzo di una guerra galattica tra due razze aliene: i Kree e gli Skrull. Sappiamo che questo conflitto coinvolgerà anche il nostro pianeta, dove vivono alcuni Kree in segreto, sotto un nome terrestre, probabilmente per contrastare gli Skrull sulla Terra, che in quanto mutaforma non hanno problemi ad apparire umani.

Ho impiegato mesi a pensare se accettare o meno questo film e mi sono decisa solo quando ho capito che avrei avuto la possibilità di raccontare una storia della più grande scala possibile. Non posso però non pensare a quanto la mia vita somigli a quella della protagonista di Room, che vorrebbe stare da sola nella sua piccola bolla e restare anonima e invisibile, ma allo stesso tempo ha bisogno di prendere la situazione in mano e accettare la sfida che ha di fronte. So che perderò alcune delle cose che amo di più della mia vita, ma credo che ne valga la pena.
Brie Larson

In realtà gli Skrull e i Kree non sono nominati nella sinossi ufficiale finora disponibile per il film, ma è cosa già confermata da più parti che Captain Marvel trarrà ispirazione da quella guerra consumatasi sui fumetti Marvel. Allo stesso modo deduciamo della segretezza dei Kree sul nostro pianeta da alcune notizie di casting, che identificano Jude Law sia come il guerriero kree Mar-Vell sia come il suo alias umano, il dottor Walter Lawson, e lo stesso vale per Gemma Chan, che interpreta la dottoressa Minerva, alias la kree Minn-Erva.

Sebbene proprio Mar-Vell è stato nei fumetti il primo Capitan Marvel della Marvel (il nome è stato usato anche da personaggi di altre case editrici, ma non divaghiamo), sembra che nel film questo titolo sarà direttamente rivestito da Carol Danvers, interpretata dal premio Oscar Brie Larson. Carol è una pilota dell'aeronautica e una donna decisamente tosta, che probabilmente avrà una storia d'amore con Mar-Vell e finirà a causa di un incidente contagiata da DNA Kree di lui, che le darà incredibili poteri.

Poteri che sono però anche una sorta di maledizione, visto che questa sua natura genetica ibrida è di estremo interesse per Minn-Erva, scienziata che cerca disperatamente il modo per combattere la sterilità che affligge la sua razza. Tutto fa pensare che sarà lei l'antagonista del film, ma di certo non sarà l'unica, visto che torneranno al cinema altri volti poco amichevoli già visti in Guardiani della Galassia, come Ronan e il suo sgherro Korath, interpretati rispettivamente da Lee Pace e Djimon Hounsou. Due personaggi che in quel film erano morti ma che potremo rivedere perché Captain Marvel si svolgerà, per lo meno in buona parte, durante gli anni '90.

Questa posizionamento temporale ne fa un prequel di praticamente tutti gli altri Marvel movies tranne Captain America - Il primo Avenger, e infatti vedremo in azione anche una versione più giovani di Nick Fury (Samuel L. Jackson), qui ancora dotato di entrambi gli occhi. Inoltre ritroveremo l'agente Coulson (Clark Gregg), morto nel primo Avengers e poi resuscitato nella serie Tv Agents of SHIELD, cosa che però non è mai stata presa in considerazione nei film e sembra continuerà a non esserlo, visto che il suo ritorno come quello di Ronan e Korath si giustifica con l'ambientazione negli anni '90.

Parteciperanno al cast anche Ben Mendelsohn in un ruolo però imprecisato, probabilmente come gerarca dei Kree o degli Skrull, e lo stesso vale per Robert Kazinsky, che vista l'esperienza nel motion capture sarà quasi sicuramente uno skrull. Il ruolo misterioso più discusso è però quello di Lashana Lynch, che i fan sospettano possa essere Monica Rambeau, ossia l'eroina nera che è stata la prima donna a farsi chiamare Capitan Marvel nei fumetti. Il fatto che siano state fatte alcune riprese a New Orleans, ossia la città di provenienza del personaggio, è considerato come un indizio a favore di questa teoria.

Tra i restanti attori spicca sicuramente Annette Bening nei panni probabilmente di Marie Danvers, la madre dell'eroina, e vedremo anche Kenneth Mitchell, il padre di Carol, in alcuni flashback ambientati negli anni 80, così come il fratello maggiore di Carol, Steve, che avrà il volto di Colin Ford. In questi flashback Carol non sarà interpretata da Brie Larson bensì da una giovane attrice: McKenna Grace. Scritto a molte mani e nel corso di diversi anni - anche perché tutto è stato rinviato finché non si è deciso come collocare al meglio l'eroina nella cronologia degli Avengers - il film è diretto dalla coppia composta da Anna Boden e Ryan Fleck, esplosi come sceneggiatori del drammatico Half Nelson con Ryan Gosling e poi passati alla regia di alcune serie Tv come Billions e The Affair e di film di piccolo budget piuttosto apprezzati dalla critica, quali Sugar e Mississippi Grind (dove hanno già lavorato con Mendelsohn), inediti in Italia. Gli autori dicono che il film avrà toni da action comedy, che l'eroina ama combattere ma è pure molto spiritosa, e che si divertiranno a citare sequenze d'azione del cinema anni '90.

Il personaggio, creato da Roy Thomas e Gene Colan nel 1968, ma diventato una supereroina solo nel 1977 con il nome di Miss Marvel per mano di Gerry Conway e John Buscema, sarà un pezzo chiave dell'affresco complessivo del Marvel Universe cinematografico. È stata infatti chiamata in causa alla fine di Avengers: Infinity War da un misterioso messaggio inviato da Nick Fury, in cui appare il simbolo di Capitan Marvel. La rivedremo insomma di certo nel quarto film degli Avengers, dove avrà modo di sfoggiare tutta la sua leadership e la sua potenza, che Kevin Feige ha definito addirittura senza pari rispetto agli altri eroi Marvel visti finora. Oltre che straordinariamente forte, quasi invulnerabile e capace di volare, Captain Marvel ha infatti la capacità di emettere e soprattutto assorbire energia, cosa che nelle determinate circostanze la può rendere davvero quasi inarrestabile.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?

CAPTAIN MARVEL disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€14,99 €19,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 13 marzo 2019
Luca Capaccioli

In oltre dieci anni, i Marvel Studios hanno sfornato una miriade di adattamenti, ma con l'eccellente abilità di diversificarli tra loro, sia a livello di tono, sia per l'aspetto delle tematiche trattate. Alcuni hanno riscosso addirittura un importante impatto culturale, tale da ottenere importanti riconoscimenti, come ad esempio Black Panther, che è stato nominato all'Accademy [...] Vai alla recensione »

mercoledì 20 marzo 2019
lupodelupis

c'era un tempo in cui si andava al cinema per sollazzo (beninteso, nulla a che spartire con il detestabile critico cinematografico radical-chic e politicamente corretto), voglia di staccare la spina e "vivere le vite altrui". Per le cose serie c'erano libri e la vita vera senza bisogno che qualcuno ci dicesse "il giusto pensare".

martedì 12 marzo 2019
samanta

Il solito trionfo ai botteghini (456 milioni di $ a fronte di un budget di 152 milioni di $) per un film che cerca di riempire di contenuti una storia che fa acqua da tutte le parti.  Captain Marvel è l'identità segreta assunta da numerosi (21?) super eroi della Marvel che temo ci inonderà di ulteriori sequel come il finale del film minacciosamente preannuncia.

giovedì 14 marzo 2019
loland10

“Captain Marvel” (id., 2019) è il quarto lungometraggio della coppia californiana Anna Boden eRyan Fleck. E’ il ventunesimo film della Marvel Cinematic Universe; scritto dagli stessi registi con G. Robertson-Dworet e J. Schaeffer. Ironia, autoironia, scherzi, dolcetti, sano equilibrio e politico correct quanto basta per un Marvel che vuoi e (forse) desideri e farsi crogiolare [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 marzo 2019
Davide Martines

Film davvero molto bello spettacolare e soprattutto molto divertente. Un film che fa da tassello di congiunzione tra i due avengers quindi non ci resta che aspettare avengers :endgame ad aprile sperando che sia Figo come i precedenti avengers o magari anche di più :-) 

domenica 10 marzo 2019
Maria Pia Rollo

Finalmente è arrivata la prima supereroina della Marvel, dopo tanti uomini. Il film ha una struttura inconsueta, alle scene di combattimento spaziali si contrappongono momenti di riflessione sulle donne e brevi scene comiche che alleggeriscono il film. Tra le altre cose degne di nota, la colonna sonora anni '90 (No Doubt, Garbage, le Hole) e un gatto, Goose.

venerdì 15 marzo 2019
Inesperto

Un viaggio nella memoria perduta di Carol Danvers, una pilota dell'aeronautica statunitense incappata sei anni innanzi in un incidente aereo segretissimo insieme al suo mentore, la dottoressa Lawson. Vers, una brillante e vivace guerriera Kree dotata di un'energia straordinaria, va in missione per difendere la sua gente dalla minaccia degli Skrull.

sabato 9 marzo 2019
Jonathan Concas

Capitan Marvel è un film di grande valore. Nonostante non sia probabilmente il miglior film della Marvel Studios, è tuttavia in assoluto quello che contiene i messaggi più significativi, di uno spessore pari soltanto allo Spider-man di Sam Raimi. L'importanza della perseveranza e del carattere di fronte alle difficoltà è uno dei temi portanti, che rendono [...] Vai alla recensione »

domenica 17 marzo 2019
Nino Pellino

Buon film della Marvel. Trama discretamente interessante

lunedì 11 marzo 2019
Davide Martines

Finalmente scopriamo chi è captain marvel, super eroina che dovrebbe aiutare gli avengers, o quel che ne rimangono, a fermare il titano pazzo Thanos. Un personaggio davvero incredibile ma anche molto determinata in grado di rialzarsi quando cade, dimostrare il suo valore e soprattutto scatenare i suoi poteri. Il film in complesso si presenta bene con parti che vanno dall'azione spettacolare [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 marzo 2019
Uuuu

Bello bello

giovedì 7 marzo 2019
Anto23

Un mix tra battaglie extraterrestri e spy-action terrestre con momenti nostalgici e malinconici per approfondire la natura e la personalità della protagonista. Non mancano poi i momenti di comicità che colorano la pellicola al momento giusto senza che questa risulti troppo pesante. Ottimo film!

giovedì 7 marzo 2019
lisadp

Uno dei film Marvel più deludenti dell'MCU. Il cast era buono ed ha fatto un buon lavoro e gli effetti speciali erano davvero spettacolari; peccato che questo non basti per la completa riuscita del film. Molti personaggi sono davvero noiosi o inutili e nessuno è veramente definito o approfondito o resta in qualche modo d'impatto.

giovedì 21 marzo 2019
Giordano

Per me Captain Marvel è un bellisimo film sia da come è strutturata la storia sia il cast. Nel film ci sono un po di cambiamenti rispetto al fumetto perché nel fumetto Mar-Vel è il primo capitan marvel incece nel film Mar-vel è una scienziata, a me questo adattamento mi è piaciuto molto.

giovedì 21 marzo 2019
Umberto

 Non conoscendo minimamente il personaggio del fumetto, sono andato al cinema un po' scettico, ma allo stesso tempo curioso, data l'importanza che viene data a questa eroina in vista del capitolo finale degli Avengers. Forse andava fatto prima e non alla vigilia di Endgame dato che, secondo la linea temporale, andrebbe visto per secondo, ma, probabilmente, è stata fatta questa scelta [...] Vai alla recensione »

giovedì 21 marzo 2019
The Factory

La Marvel non sbaglia più un colpo. Ogni pellicola è una novità, in questa è una donna la protagonista in tutti i sensi. Vogliono far proprio capire che è proprio lei la più potente nell'universo Marvel, anche "maltrattando" il mitico Fury. La trama garantisce grandi colpi di scena e include lacrime e risate.

mercoledì 20 marzo 2019
jlkbest72

Va bene bisognava vederlo prima di avengers... però tutto quest'entusiasmo per sto film davvero non lo capisco.Fury sembra la brutta copia di "Come ti ammazzo il Bodygard"Io ho trovato il film poco brillante e scontatissimo

martedì 12 marzo 2019
Stefano

Qualche necessaria modifica dopo l incomprensibile  decisione della marvel  di porre fine con la morte di Captain Marvel uomo, sostituendolo in seguito con l eroina  del movie.Ottima trama   adattata alle novità di nuovi personaggi  che diveranno tra i più pericolosi nemici che i nuovi e vecchi supereroi affronteranno, Vendicatori compresi.

domenica 10 marzo 2019
matteo.marcantoni

uni dei film di supereroi più brutto di sempre. avevi grandi aspettative su questo film, ma le ho perse nel giro di 15 minuti.

lunedì 11 marzo 2019
Lupulescu Eliza Marta

Non ho parole,da Marvel mi aspettavo a qualcosa di meglio

FOCUS
SCRIVERE DI CINEMA
venerdì 8 marzo 2019
Tommaso Drudi, Vincitore del Premio Scivere di Cinema

Il problema, per chi si avvicina ad un Marvel movie dal punto di vista critico, è sempre quello di dover intersecare le esigenze di un processo narrativo orizzontale, che dal 2008 coinvolge una ventina di film, con il verticismo del prodotto singolo. Se infatti la prossimità tra metodo seriale, così vincente sul medium televisivo, e cinema sia di fatto la meno consolatoria delle realtà proposte dall'industria Hollywoodiana d'oggi, la critica di conseguenza si trova imprigionata in una terra di nessuno dove non è chiaro in che modo debba orientarsi il giudizio. Nel caso specifico della progettualità Marvel, di sorprendente lungimiranza se guardiamo al film da cui tutto ha avuto inizio e che già più di dieci anni fa aveva un qualcosa di sorgivo (l'Iron Man di Jon Favreau), e dunque in un mosaico di opere strettamente legate tra loro, la singolarità può ancora essere indipendente o ha per forza di cose bisogno di essere inserita in un contesto plurale?

In sostanza, ci si chiede se Captain Marvel, l'ultimo tassello prima della conclusione definitiva di Avengers: Endgame, risplenda di luce propria oppure viva del riflesso di ciò che l'universo cinematografico Marvel rappresenta nel suo insieme.

Proposta con inaspettato ritardo, rispetto sia alle rivendicazioni femminili del movimento MeToo che all'uscita di Wonder Woman (guarda la video recensione), con cui DC è riuscita per la prima e unica volta nella sua storia a giocare d'anticipo sulla diretta concorrente, la prima eroina donna di casa Marvel a cui viene dedicato uno stand alone si presenta al pubblico attraverso la strada, battuta molto spesso ormai dai capitoli precedenti, dell'ironia e della spensieratezza. Un atteggiamento più sullo scorcio dell'esperienza comica dei Guardiani della Galassia, eppure in Captain Marvel l'effettistica sgargiante, il ritmo indiavolato e la ricerca di un contatto con la storyline generale, attraverso un meccanismo citatorio piuttosto semplice, fanno da fondale ad una storia che, con più di un richiamo alla realtà storica del nostro tempo, restituisce tutte le vibrazioni semantiche di un tema così stratificato come quello della parità di genere e assicura la risacca emotiva della questione dell'emancipazione femminile.

Anna Boden e Ryan Fleck, i due registi al comando dell'operazione, si prendono il rischio di raccontare la genesi di un'eroina senza dover necessariamente pagare dazio al femminismo estremo e alla seriosità stilistica, di cui invece Wonder Woman faceva uno sfoggio molto più auto-celebrativo. Così come Black Panther (guarda la video recensione), che aveva il merito ulteriore di essere fieramente concentrato su di sé senza l'obbligo di interagire a tutti i costi con gli altri eroi Marvel, affrontava la discriminazione razziale e denunciava le condizioni di disagio delle comunità nere negli Stati Uniti, il girl power leggero e scanzonato di Captain Marvel (guarda la video recensione) non è solo un espediente retorico per agganciarsi alla contemporaneità ma un vero e proprio ripensamento del genere supereroistico in un'ottica di riattivazione del congegno sociale anche nel cinema d'intrattenimento.

Frasi
Qualcosa nel mio passato è la chiave di tutto questo...
Una frase di Carol Danvers / Captain Marvel (Brie Larson)
dal film Captain Marvel - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 12 marzo 2019
Rocco Moccagatta
Film TV

Nel continuo intersecarsi d'immaginari e franchise sempre più a vasi comunicanti, non stupisce - né disturba - che la prima mezz'ora di Captain Marvel sia spudorata sci-fi alla Star Wars. Subito dopo, però, complice una provvidenziale caduta sul pianeta C-53 (la Terra), in un negozio Blockbuster (capita l'antifona?), in pieni 90 (ormai i nuovi 80), Vers, soldato Kree senza memoria delle proprie origini, [...] Vai alla recensione »

sabato 9 marzo 2019
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Le donne devono aspettare il loro turno dopo i neri. Non solo alla Casa Bianca, anche nell'universo Marvel (Wonder Woman non conta perché appartiene dall'universo rivale DC Comics). A giudizio dei fan, "Captain Marvel" si incastra perfettamente tra film passati e i film futuri - compaiono Nick Fury e lo S.H.I.E.L.D, organizzazione segreta antiterrorismo che coordina gli sforzi dei supereroi.

NEWS
BOX OFFICE
giovedì 21 marzo 2019
Andrea Chirichelli

Ieri altra giornata fotocopia, in attesa delle tante new entry in arrivo in sala oggi. Captain Marvel (guarda la video recensione) incassa altri 164mila euro ed è oramai a un passo dall'entrare nella top 20 assoluta stagionale superando Venom (guarda [...]

BOX OFFICE
mercoledì 20 marzo 2019
Andrea Chirichelli

Nessun cambiamento nella classifica italiana, che vede saldamente in testa Captain Marvel (guarda la video recensione), che con i 153mila euro incassati ieri supera gli 8 milioni e si prepara ad entrare nella top ten assoluta stagionale, scalzando Venom [...]

BOX OFFICE
martedì 19 marzo 2019
Andrea Chirichelli

Captain Marvel (guarda la video recensione) cala, come tutti i film al lunedì, ma incassa altri 153mila euro e si avvicina ulteriormente agli 8 milioni complessivi, traguardo che dovrebbe essere superato oggi, mentre entro la fine della settimana il cinecomic [...]

NEWS
lunedì 18 marzo 2019
Andrea Chirichelli

La scorsa settimana i box office mondiali sono stati travolti dal ciclone Captain Marvel (guarda la video recensione), che ha vinto in tutti i mercati in cui è uscito... tranne uno. Già, perché in Lituania, il film Marvel è uscito in contemporanea con [...]

BOX OFFICE
lunedì 18 marzo 2019
Andrea Chirichelli

Captain Marvel (guarda la video recensione) vince l'ennesimo, brutto, weekend, almeno sul fronte degli incassi (-17% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso e -9,3% su base annua). 2 milioni per il cinecomic nel fine settimana, che portano il suo [...]

BOX OFFICE
domenica 17 marzo 2019
Andrea Chirichelli

Gran sabato per Captain Marvel (guarda la video recensione), che grazie agli oltre 800mila euro incassati ieri supera quota 7 milioni di euro e inizia a intravedere gli 8, cui potrebbe avvicinarsi molto oggi.

BOX OFFICE
sabato 16 marzo 2019
Andrea Chirichelli

Si alzano leggermente gli incassi ma l'ordine della classifica non cambia, c'è sempre Captain Marvel (guarda la video recensione) in testa al boxoffice italiano con 366mila euro, che portano il film a superare nettamente i 6 milioni complessivi.

BOX OFFICE
mercoledì 13 marzo 2019
Andrea Chirichelli

Captain Marvel (guarda la video recensione) rallenta ancora, pur mantenendo facilmente la vetta della classifica, caratterizzata anche ieri da davvero bassi. Il cinecomic Marvel ha incassato 234mila euro, arrivando a un totale di 5,3 milioni.

BOX OFFICE
martedì 12 marzo 2019
Andrea Chirichelli

Captain Marvel (guarda la video recensione) è l'unico sopravvissuto al lunedì, che come al solito si conferma, assieme al giovedì, il giorno più debole della settimana. Il cinecomic riesce a incassare 300mila euro e arrivare a 5,1 milioni di euro complessivi. [...]

BOX OFFICE
lunedì 11 marzo 2019
Andrea Chirichelli

Captain Marvel (guarda la video recensione) stravince il box office e riesce per un soffio a superare i 4 milioni di euro nel weekend, una delle migliori aperture di sempre per un film non corale di Marvel.

BOX OFFICE
domenica 10 marzo 2019
Andrea Chirichelli

Strepitoso sabato per Captain Marvel (guarda la video recensione), che incassa ben 1,4 milioni di euro e porta al cinema oltre 200mila spettatori, avvicinandosi a quota 4 milioni complessivi, cifra che potrebbe essere raggiunta e superata già oggi. [...]

BOX OFFICE
sabato 9 marzo 2019
Andrea Chirichelli

Bene Captain Marvel (guarda la video recensione), in salita tutto il resto: ecco in sintesi il quadro del boxoffice in Italia. Il film Marvel ottiene altri 747mila euro e passa i 2 milioni di euro, incassando da solo più di tutti gli altri film in classifica [...]

VIDEO RECENSIONE
venerdì 8 marzo 2019
A cura della redazione

Bionda con il sangue verde-blu, Vers è addestrata a combattere, controllando le proprie emozioni e i propri poteri. Vive su Hala, capitale dell'impero militarista dei Kree, ma il ritorno di alcuni ricordi perduti la riporteranno sulla Terra negli anni [...]

BOX OFFICE
venerdì 8 marzo 2019
Andrea Chirichelli

Leggero calo per Captain Marvel, che riesce però a passare indenne il temibile giovedì (il giorno più fiacco della settimana) incassando 522mila euro e superando nettamente il milione. Entro domenica sera il film dovrebbe aver passato i 3 milioni complessivi, [...]

BOX OFFICE
giovedì 7 marzo 2019
Andrea Chirichelli

Gran partenza per Captain Marvel, che apre con 765mila euro e 114mila spettatori, un dato superiore alla somma degli incassi di tutti gli altri film in classifica. Sul podio restano Green Book (guarda la video recensione), che ottiene 86mila euro nella [...]

TRAILER
martedì 4 dicembre 2018
 

Il primo film prodotto dai Marvel Studios dedicato a una supereroina, Carol Danvers aka Captain Marvel, la controparte femminile del Capitano Mar-Vell. L'identità da supereroina è stata assunta in una serie ideata dalla scrittrice Kelly Sue DeConnick [...]

TRAILER
martedì 18 settembre 2018
 

Il primo film prodotto dai Marvel Studios dedicato a una supereroina, Carol Danvers aka Captain Marvel, la controparte femminile del Capitano Mar-Vell. L'identità da supereroina è stata assunta in una serie ideata dalla scrittrice Kelly Sue DeConnick [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati