Lontano da qui

Acquista su Ibs.it   Dvd Lontano da qui   Blu-Ray Lontano da qui  
Un film di Sara Colangelo. Con Maggie Gyllenhaal, Parker Sevak, Gael García Bernal, Anna Baryshnikov, Rosa Salazar.
continua»
Titolo originale The Kindergarten Teacher. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 96 min. - USA 2018. - Officine Ubu uscita giovedì 13 dicembre 2018. MYMONETRO Lontano da qui * * * 1/2 - valutazione media: 3,62 su 29 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Poesia sofferta Valutazione 4 stelle su cinque

di Eugenio


Feedback: 23708 | altri commenti e recensioni di Eugenio
sabato 3 novembre 2018

Lisa Spinelli (Maggie Gyllenhaal), l'educatrice quarantenne protagonista dell’ultimo film di Sara Colangelo, The Kindergarten Teacher, (in italiano tradotto come Lontano da qui) è una donna frustrata e annoiata. Alterna il suo lavoro di maestra d’asilo con la frequentazione di un corso di poesia. Sa di aver molto da esprimere ma anche di essere incapace a farlo con successo e originalità, disponendo di abilità creative inadeguate (o in altre parole comuni) per trasmettere i suoi pensieri attraverso la nobile arte della metafora e della rima.
Quante volte ci siamo sentiti inadeguati a esprimere le nostre sensazioni con vigore e chiarezza? Quante volte abbiamo provato a mettere su carta le nostre esperienze rese poetiche trovando dall’altra parte incomprensione o pallidi quanto mal sopportati cenni di intesa?
Lisa appartiene alla categoria di donne insoddisfatte anche se conduce una vita apparentemente tranquilla. Tuttavia, anziché accettare questa sua limitatezza, accontentarsi o quantomeno cercare di trovarne una ragione, rimane pervicacemente convinta di essere destinata a un futuro migliore.
E così quando un giorno scopre un genio “infantile” nel suo asilo (Jimmy, interpretato da Parker Sevak), che cammina come una vecchia anima intrappolata nel corpo di un bambino, borbottando versi originali di poesie che compone sul posto con una spietata quanto adorabile lucidità,

Anna è bella,
Abbastanza bella per me.
Il sole colpisce la sua casa gialla,
È quasi un segno di Dio.

Lisa, ha una oscura quanto geniale idea: rubare le poesie di Jimmy  e decantarle davanti alla classe, per recuperare da parte dell’insegnante (di cui tra le altre cose finisce per avere una liason) e gli allievi del corso quella sicurezza e quell’attenzione da lei strenuamente ricercata.
Ma, ben presto, ciò che poteva apparire come mero esercizio di stile, una vaga quanto effimera notorietà prende mano, ossessiona Lisa. Con ogni tentativo disperato di ricercare più ispirazione dal suo piccolo studente, la donna si farà sempre più insistente nei suoi confronti, sino a un ineluttabile epilogo.
 
Remake americano dell'omonimo film del 2014 dell'iraniano Nadav Lapid, The Kindergarten Teacher offre una toccante partecipazione di Maggie Gyllenhaal (tra le attrici più versatili della sua generazione) nel ruolo di una donna caratterialmente spezzata. Gyllenhaal, scrupolosa e opportunamente distinta, coglie quella piccata vena di follia del suo personaggio con una profondità sorprendente, attraverso una precisa caratterizzazione psicologica che si specchia in una vita stabile e privilegiata, per quanto noiosa. Sposata con un uomo ordinario, con due figli adolescenti con problemi adolescenziali tipici (ma non estremi) con uno ruolo di insegnante rispettabile in una scuola materna, Lisa tocca la vita dei bambini in tenera età, nell’età in cui quello che conta di più è la dolcezza e la sicurezza. E soprattutto la libertà espressiva, quella che Lisa vorrebbe per il bambino (quasi fosse un figlio mai avuto), per permettergli di espletare con successo, il suo canto libero senza che il mondo, “oscuro e pragmatico” lo isoli, sordo alla sua voce.
La fissazione malsana di Lisa assume una quindi una valenza persuasiva per il piccolo Jimmy, cresciuto in una famiglia indifferente, da una babysitter frenetica, disinteressata (in realtà, inconsapevole) dei talenti senza pari del prodigioso bambino, un’ansia della “ricerca espressiva” che finisce per converso nel sottovalutare l'istinto del bambino e la sua capacità di comprendere ed elaborare molto più di quanto un adulto possa fare.
In una edulcorata quanto utopica società, The Kindergarten Teacher poteva idealmente offrire una nota di fondo confortante, ovvero la crescita di un talento grazie a un sano mentore.
Ma Colangelo aggira quella facile uscita per qualcosa di inquietante, incerto, e purtroppo amaro, figlio dell’arroganza della sua protagonista, ancora una volte duplice nel ruolo di vittima e carnefice.
Da vedere.
 

[+] lascia un commento a eugenio »
Sei d'accordo con la recensione di Eugenio?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
88%
No
13%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Eugenio:

Vedi tutti i commenti di Eugenio »
Lontano da qui | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 13 dicembre 2018
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità