Una notte di 12 anni

Un film di ┴lvaro Brechner. Con Antonio de la Torre, Chino DarÝn, Alfonso Tort, Soledad Villamil, SÝlvia PÚrez Cruz.
continua»
Titolo originale La Noche de 12 A˝os. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 123 min. - Francia, Argentina, Spagna 2018. - Bim Distribuzione e Movies Inspired uscita giovedý 10 gennaio 2019. MYMONETRO Una notte di 12 anni * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 20 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
elena lunedý 21 gennaio 2019
per riflettere Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

film importante per ricordarci dei diritti di opinione , filmato magistralmente con grande sensibilitÓ e non scontato

[+] lascia un commento a elena »
d'accordo?
fabiofeli sabato 19 gennaio 2019
pi¨ di 6 milioni di minuti di carcere durissimo Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

1973. Nell’Uruguay di Bordaberry i militari catturano un gruppo di guerriglieri e li conducono in carcere; tra di essi ci sono 3 dirigenti dei Tupamaros : Josè “Pepe” Mujica (Antonio De la Torre), Maurizio Rosencof (Chino Darin) ed Eleuterio Huidobro (Alfonso Fort). L’isolamento è strettissimo: i carcerati non devono parlare neanche con le guardie; non hanno acqua per lavarsi; vengono picchiati e torturati per svelare nomi e rifugi di altri guerriglieri; difficili le visite di parenti, perché subiscono una serie di trasferimenti in altri carceri in luoghi isolati, perfino in un colombario; spesso le celle sono prive di luce, si vive come in un pozzo; una è  alta 1 metro e 80 e c’è a malapena lo spazio per dormire sdraiati. [+]

[+] lascia un commento a fabiofeli »
d'accordo?
delauris giovedý 17 gennaio 2019
che brutta cosa sono le dittature! Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Lo ammetto, alla fine ho pianto, un pianto liberatorio e ho fatto fatica a reprimere le lacrime anche una volta 'uscita dal cinema. Come abbiano fatto a resistere quegli uomini è davvero un mistero, eppure tra loro ci sarebbe stato anche il futuro presidente dell'Uruguay! Ho riflettuto sulla piccolezza della mia vita, lo ammetto, questo film fa stare male se pensiamo che ci sono persone che ancora invocano una dittatura, ma se non volete nascondere la testa sotto la sabbia andatelo a vedere.

[+] lascia un commento a delauris »
d'accordo?
silvia mencarelli giovedý 17 gennaio 2019
un film che ti entra dentro Valutazione 0 stelle su cinque
100%
No
0%

Film potentissimo, uno dei più bei film che abbia mai visto. Ti tiene incollato alla sedia e allo schermo ininterrottamente, non riuscivo ad alzarmi nemmeno alla fine. Duro, crudo, sincero, realistico e reale. La tortura dei prigionieri non la vedi ma la senti nelle viscere. Nonostante il dolore che provi così emotivo da essere fisico, durante tutta la proiezione non esce una lacrima, salvo poi scoppiare in un pianto liberatorio quando arrivano i titoli di coda, perché quel dolore si è inconsapevolmente impossessato di te nelle due ore del film, restandoti addosso... Non so ancora quando mi lascerà libera perché al momento sento ancora un macigno che pesa sullo stomaco rendendomi difficile addirittura respirare. [+]

[+] lascia un commento a silvia mencarelli »
d'accordo?
zarar mercoledý 16 gennaio 2019
dove sono le ragioni? Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Dopo cinque minuti di questo film provi l’impulso fortissimo ad alzarti e andare, perché non ce la fai a reggere la violenza, il sadismo, la sofferenza, la follia che vedi rappresentati sullo schermo con un impatto di immagine, colore e suono che non ti lasciano tregua. Vengono descritti 12 anni di  detenzione carceraria di tre tupamaros, Pepe Mujica, Eleuterio Fernández Huidobro y Mauricio Rosencof, arrestati in Uruguay nel 1973 e detenuti come ‘ostaggi’ (pronti cioè ad essere giustiziati in caso di attentati) sino al 1985. Il regista Álvaro Brechner vuole enfatizzare la ferocia con cui una dittatura golpista decide di spezzare la resistenza fisica ed emotiva di detenuti politici con un trattamento disumano e degradante che li lascia vivi solo per far loro sperimentare gli abissi dell’umiliazione e portarli ai limiti della follia. [+]

[+] lascia un commento a zarar »
d'accordo?
loland10 martedý 15 gennaio 2019
un'attesa buia Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Una notte di 12 anni” (La Noche de 12 Años, 2018) è il terzo lungometraggio del regista di Montevideo Alvaro Brechner.
Film documento sul potere dittatoriale tra il 1973 e il 1985. Quando la notte buia di un paese vorrebbe trasformare l’idea e l’ideologia oltre che l’uomo stesso. Il carcere come simbolo integrale di chiusura al mondo, totalizzante all’estremo per chiudere il cervello.
Nella bufera triste di una dittatura distruttiva e castrante il film rende la visuale triste e addolorata di sguardi esausti, storie sfinite e sogni ancora mai domi.
La scansione temporale, gli anni e i giorni scanditi in centinaia e migliaia danno il senso a temporale quasi vuoto di un silenzio costante tra mondo esterno e l’interiorità di ciascuno . [+]

[+] brava (di fabiofeli)
[+] senza...pretesa (di loland10)
[+] lascia un commento a loland10 »
d'accordo?
24luce martedý 8 gennaio 2019
una durissima lezione di sopravvivenza Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

 Mujica, lo straordinario uomo politico venezuelano, è stato oggetto di due film alla75 Mostra di Venezia. Ora esce nelle sale il primo, La noche de 12 años

(in Italiano Una notte di 12 anni). [+]

[+] lascia un commento a 24luce »
d'accordo?
sergio sabato 8 settembre 2018
indispensabile Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Indispensabile per capire cosa è successo in Uruguay con la dittatura militare.


[+] lascia un commento a sergio »
d'accordo?
robert eroica domenica 2 settembre 2018
la noche de 12 anos
100%
No
0%

#Venezia75 #LaNOCHEde12ANOS - Orizzonti - 12 anni di prigionia e di torture per tre tupamaros arrestati dall'esercito sotto la dittatura di destra in Uruguay. Dal 1973 al 1985 i tre sono sempre uniti pur senza potersi vedere e senza comunicare verbalmente. Ma sapranno superare tutto con il coraggio e la forza dei veri vincitori. Fino al nuovo avvento della democrazia. Terzo lungometraggio di un regista uruguagio poco piu' che quarantenne, colpisce nel segno: terribile senza essere atroce, implacabile senza essere retorico. Qualche scompenso stilistico e qualche anacronismo nei flashback non inficiano un film teso e necessario. A tratti sembra un film di Pablo Trapero, anche per una colonna sonora un po' "arty". [+]

[+] troppo breve ... (di fabiofeli)
[+] lascia un commento a robert eroica »
d'accordo?
Una notte di 12 anni | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Facebook
Uscita nelle sale
giovedý 10 gennaio 2019
Distribuzione
Il film Ŕ oggi distribuito in 3 sale cinematografiche:
Showtime
  1 | Lombardia
  1 | Piemonte
  1 | Toscana
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità