L'albero dei frutti selvatici

Acquista su Ibs.it   Dvd L'albero dei frutti selvatici   Blu-Ray L'albero dei frutti selvatici  
Un film di Nuri Bilge Ceylan. Con Dogu Demirkol, Murat Cemcir, Bennu Yildirimlar, Hazar ErgŘšlŘ, Serkan Keskin.
continua»
Titolo originale Ahlat Agaci. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 188 min. - Turchia, Francia 2018. - ParthÚnos uscita giovedý 4 ottobre 2018. MYMONETRO L'albero dei frutti selvatici * * * 1/2 - valutazione media: 3,62 su 15 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Un padre e un figlio in un grande affresco sulle contraddizioni della Turchia di oggi

di Paola Zonca La Repubblica

Sarebbe ingenuo nascondere che oltre tre ore di film rischiano di scoraggiare lo spettatore non rigorosamente cinefilo. Per˛ sbaglierebbe chi si fermasse davanti alla lunghezza monstre dell'ultimo, ennesimo, capolavoro di Nuri Bilge Ceylan, L'albero dei frutti selvatici, presentato a Cannes 2018 e nelle sale da giovedý. PerchÚ il regista turco di Uzak, Viaggio in Anatolia, Il regno d'inverno (Palma d'oro nel 2014) ancora una volta affascina, confermando la sua estetica fatta di piccole storie, magnifici e drammatici paesaggi che ben si sposano con lo sviluppo narrativo, dialoghi infiniti di impianto teatrale su temi filosofici ed esistenziali (non a caso Cechov Ŕ da sempre un punto di riferimento del suo cinema), capacitÓ di sondare in profonditÓ l'animo dei personaggi. Il fulcro di Ahlat Agaci (traduzione "Il pero selvatico") Ŕ il rapporto conflittuale tra un figlio e un padre, ma si parla anche di molto altro. Sinan (Dogu Demirkol) Ŕ un ventenne che, dopo essersi laureato a Canakkale, cittÓ sullo stretto dei Dardanelli, torna nel suo villaggio nell'entroterra, vicino al sito archeologico di Troia e a Gallipoli, per capire cosa fare della sua vita. Vorrebbe essere uno scrittore, anzi un libro lo ha giÓ scritto, ma pubblicarlo non Ŕ facile: non ha soldi e nessuno glieli dÓ. E anche quando riesce nell'impresa, di tasca propria, nessuna copia verrÓ venduta. Il ragazzo Ŕ scorbutico, indisponente, pieno di risentimento per le delusioni e la frustrazione di non saper realizzare se stesso e riempire il vuoto che ha dentro. E soprattutto sfoga la sua rabbia contro il padre Idris (Murat Cemcir), insegnante dedito al gioco d'azzardo che mette continuamente in difficoltÓ economiche la famiglia. Il suo fallimento si rispecchia in quello del genitore, del quale per˛ in fondo invidia la vitalitÓ, l'attaccamento ai valori autentici della campagna, l'attitudine ad essere sognatore, visionario, indomito, come dimostra l'insistenza a cercare quell'acqua che potrebbe rendere fertile il proprio terreno e che forse non troverÓ mai. Solo alla fine, la scoperta dell'affetto che Idris prova per lui li riavvicina: e una delle scene pi¨ commoventi Ŕ quella in cui Sinan trova ripiegata nel portafogli di papÓ l'unica recensione al suo libro uscita su un giornale locale. La storia semplice e lineare di un microcosmo famigliare (ci sono anche la madre che si Ŕ sposata a 16 armi, la sorella minore, i nonni paterni e materni) si trasforma per˛ in un gigantesco affresco della Turchia contemporanea, ancorata alle tradizioni che le nuove generazioni vorrebbero sradicare, senza avere per˛ il coraggio di cambiare o di andarsene lontano. Seguiamo Sinan discutere con gli imam di fede, con lo scrittore di successo di editoria e letteratura, con l'ex fiamma che sta per sposare un ricco gioielliere del ruolo della donna nella societÓ islamica. Ceylan non propina sentenze, solleva soltanto interrogativi, comunicando un senso di smarrimento e di solitudine. Del resto il film Ŕ disseminato di rimandi al suicidio, con tutte quelle corde appese agli alberi, il cane che correndo si getta nel canale, gli sguardi attoniti rivolti al fondo del pozzo. Ma poi nulla di clamoroso succede: la vita continua come sempre, con tutte le sue amarezze e malinconie, a sottolineare la realtÓ difficile di un Paese che non Ŕ in grado di assicurare un futuro ai giovani.
Da La Repubblica, 2 ottobre 2018


di Paola Zonca, 2 ottobre 2018

Sei d'accordo con la recensione di Paola Zonca?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Richiedi la data del prossimo passaggio in tv del film L'albero dei frutti selvatici.
(Riceverai le informazioni pochi giorni prima del passaggio in tv. Il servizio Ŕ gratuito)

inserisci qui la tua email
L'albero dei frutti selvatici | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 4 ottobre 2018
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledý 25 novembre
High Life
Galveston
martedý 17 novembre
Gli anni amari
La vacanza
Gauguin
mercoledý 11 novembre
Volevo nascondermi
giovedý 5 novembre
L'amore a domicilio
Just Charlie - Diventa chi sei
Almost Dead
mercoledý 4 novembre
Una intima convinzione
mercoledý 28 ottobre
La partita
mercoledý 21 ottobre
L'assistente della star
mercoledý 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrÓ
Nel nome della Terra
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità