MYmovies.it
Advertisement
The War, viaggio nel Cuore di Tenebra dell’umanità

Matt Reeves dirige un war-movie capace di far dimenticare la componente fantascientifica.
di Eugenio Radin, vincitore del Premio Scrivere di Cinema

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Woody Harrelson (Woodrow Tracy Harrelson) (58 anni) 23 luglio 1961, Midland (Texas - USA) - Leone. Interpreta Il colonnello nel film di Matt Reeves The War - Il pianeta delle scimmie.
lunedì 17 luglio 2017 - Scrivere di Cinema

C'è molto Joseph Conrad in questo The War - il pianeta delle scimmie, ma c'è anche molto Coppola e i richiami alla celebre pellicola che trasportava "Cuore di tenebra" nelle giungle del Vietnam sono numerosi e frequenti. Quello più evidente e diretto è certamente il personaggio del colonnello interpretato da Woody Harrelson, palesemente ricalcato sul Kurtz di Marlon Brando, del quale eredita la fisicità, le movenze e soprattutto la lucidissima pazzia, ma non l'ambiguità enigmatica che impediva di etichettarlo come un puro e semplice antagonista e che invitava lo spettatore a un'analisi più approfondita delle ragioni del folle militare. Qui infatti, probabilmente per ragioni di fruibilità, la malvagità del colonnello concede poco spazio ai dubbi. Se tuttavia il contesto bellico del libro di Conrad (e del film di Coppola) rimaneva una semplice ambientazione in cui inscenare una vicenda esistenziale dai toni socio-politici, nella pellicola in questione la guerra è invece viva e presente e costituisce quindi, come già il titolo dichiara, il vero centro delle vicende. Matt Reeves inscena e dirige dunque con grande abilità tecnica un war-movie capace persino di far dimenticare la componente fantascientifica, tanto risultano umanizzati i primati protagonisti (non solo grazie all'ottima motion-capture abile nel dare grande espressività alle intelligenti scimmie, ma anche per merito di una sceneggiatura che non dimentica di stratificare la caratterizzazione dei personaggi).

La battaglia tra uomini e scimmie che si presagiva già nel primo capitolo della saga e che era andata intensificandosi nel secondo, scoppia qui in tutta la sua potenza, senza tuttavia cadere nel manicheismo dei buoni e dei cattivi, fatta eccezione appunto per il manipolo di combattenti capitanati da Harrelson, che tuttavia non rappresentano l'intero fronte degli uomini, ma solo una piccola e isolata cellula.
Eugenio Radin, vincitore del Premio Scrivere di Cinema

E tuttavia la guerra non si svolge soltanto nel campo di battaglia, ma anche nell'interiorità del condottiero Cesare: è una guerra con sé stessi, uno scontro tra un sentimento oggettivo di giustizia e un personale desiderio di vendetta; tra l'aspirazione a leader imparziale e ragionevole e il risentimento sempre pronto a fare irruzione nell'anima. Lo spettro di Koba (la scimmia traditrice che nel secondo capitolo aveva dato inizio alla guerra con gli umani) tormenta i sogni del protagonista: anche lui è messo di fronte al rancore e all'odio, ma per il bene del suo popolo deve mettere da parte i conflitti del proprio sé. Anche questo elemento avvicina il film al romanzo dello scrittore polacco, il cui protagonista combatte una guerra interiore tra la necessità di portare a termine un comando imposto dall'alto e la volontà di conoscere e venire a più intimo contatto col nemico. Certo, alcune tematiche sono molto diverse, ma è uguale lo schema con cui vengono costruite. Questo parallelismo tuttavia non toglie una propria indipendenza alla pellicola, la cui statura, all'interno dell'ambiente dei blockbuster, risulta essere notevole.


news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati