Westworld

   
   
   

"Westworld" quei robot quasi umani

di Stefano Balassone La Repubblica

Westworld - dove tutto è concesso (Sky Atlantic) è un parco a tema dove le famiglie si recano a godere scene del Far West con zuffe, duelli, guerre e stragi. Quando si fa sera i visitatori sfollano, e dietro le porte chiuse i corpi maciullati, che altro non sono che robot, vengono ricomposti per ricominciare a morire il giorno dopo. Predecessore di Westworld nel cinema dei 70 fu Il mondo dei robot , con ambienti vari (Roma antica, Medio Evo, West e altro) dove agiva, reduce dal ruolo di guida de' I magnifici sette , Yul Brynner nella parte del pistolero cui dà di volta il robotico cervello così che si trasforma in implacabile assassino. Da allora i robot hanno progredito, sia nel cinema che fuori, e quelli di Westworld non sono più di metallo e plastica, ma di carne, tendini, ossa e circuiti neuronali identici a quelli vostri. Mentre è posticcio, perché gli viene introdotto bell' e fatto e non per sedimento di esperienza, il corredo delle passioni che senza posa inseguono. Sicché ogni robot-personaggio è eroico o pavido, generoso o avaro, lussurioso o casto secondo il ghiribizzo di chi l' ha progettato e che seralmente lo ripara. In fin dei conti, resurrezione a parte, quei "robot" sono identici all' umano che potrebbe dirsi trascinato da pregiudizi, istinti e brame varie che lo dominano perché sono comunque il retaggio che gli assicura identità e ruolo in mezzo al branco. A volersi spingere sulla filosofia sottile, ma neanche troppo, più vedi Westworld meno ti raccapezzi sulla differenza fra robot ed umani e con ciò fai svanire il principio, fondamentalissimo, del "libero arbitrio", in base al quale ognuno può essere giudicato in questo mondo e in quell' altro perché autore e non semplice interprete di quello che combina. Dubbio, del resto, che ognuno prova prima o poi. Ecco il trucco delle serie che titillano le incertezze degli spettatori per legarli alla fiction come a una metafora. Così, altro che arbitrio, restano impavidi in attesa del finale.
Da La Repubblica, 26 aprile 2020


di Stefano Balassone, 26 aprile 2020

Sei d'accordo con la recensione di Stefano Balassone?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Westworld | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | gianleo67
Rassegna stampa
Stefano Balassone
Rassegna stampa
Rocco Moccagatta
SAG Awards (1)
SAG Awards (1)
SAG Awards (3)
Golden Globes (1)
Golden Globes (1)
Critics Choice Super (1)
Critics Choice Award (2)
CDG Awards (2)
CDG Awards (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità