Il nome del figlio

Acquista su Ibs.it   Dvd Il nome del figlio   Blu-Ray Il nome del figlio  
Un film di Francesca Archibugi. Con Alessandro Gassman, Micaela Ramazzotti, Valeria Golino, Luigi Lo Cascio, Rocco Papaleo.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+16, durata 94 min. - Italia 2015. - Lucky Red uscita giovedì 22 gennaio 2015. MYMONETRO Il nome del figlio * * * - - valutazione media: 3,09 su 79 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
laugix domenica 7 maggio 2017
film senza u'inizio, una fine ed una regia assente Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
100%

Una delusione dall'inizio alla fine. Mancanza di una vera trama, ( o di una sceneggiatura ben scritta), ritmo lento ed alcune scene dal ritmo insensato, capovolgimenti di fronte confusi e senza quasi una spiegazioni. Attori che sono stati diretti male e fuori tempo. Colpi di scena che sembrano campati per aria, che arrivano dal nulla e finiscono nel nulla. All'interno del film manca sopratutto il significato della parola amore e rispetto, e non si riesce a capire come nel finale per magia tutto si sistemi. L'unica cosa piacevole è stata la piccola parte, o meglio ancora, la voce della Ramazzotti, che prova a dare un tocco di calore e colore all'intero film.   

[+] lascia un commento a laugix »
d'accordo?
rita giovedì 16 marzo 2017
copia e incolla Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
100%

sono daccordo con chi lo ha definito orribile copia
aggiungo senza apportare alcuna modifica se non nel nome
in questa versione Benito nel film francesa Cena con amici del 2012
il bambino si doveva chiamare Adolf
un film poi stanziato coi nostri soldi e con il benestare dei beni culturali
mi sembra troppo
non si obietta sulla bravura degli attori ma sul soggetto del film

[+] lascia un commento a rita »
d'accordo?
achab50 giovedì 16 marzo 2017
fuori dal coro Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

Mi spiace fare la voce fuori da coro, ma ho trovato questo film poco riuscito; l'unica cosa che decolla è l'elicottero-drone dei ragazzi, il resto è un pastone che orecchia, almeno all'inizio, una fortunata pièce teatrale francese, ben più frizzante.
 Addirittura si stentano a comprendere i rapporti di parentela o affettivi fra i personaggi. Il film si trascina fra imbarazzanti flash back negli anni '70 di cui non si capisce lo scopo, ed attori quasi rassegnati al ruolo, con l'eccezione di Alessandro Gassmann che qui brilla particolarmente.
Film noioso con parecchi deja-vu.

[+] lascia un commento a achab50 »
d'accordo?
etabeta giovedì 16 marzo 2017
orribile copia.. Valutazione 1 stelle su cinque
60%
No
40%

.. di un film francese del 2014.. In quel caso però il regista e gli attori erano di un livello indubbiamente superiore... Una volta i francesi ci ammiravano e ci copiavano.. Ora lo facciamo noi ..ed anche male

[+] lascia un commento a etabeta »
d'accordo?
boccia lunedì 23 gennaio 2017
replica del film francese Valutazione 2 stelle su cinque
67%
No
33%

Copia rammendata del film francese. Letterale, senza spunti.

[+] lascia un commento a boccia »
d'accordo?
lbavassano venerdì 25 marzo 2016
incoscienza o presunzione? Valutazione 2 stelle su cinque
83%
No
17%

Ci vuole una notevole dose, più che di incoscienza, di vero e proprio masochismo, o di presunzione, per proporsi di rifare, a distanza di pochi anni, un film a proprio modo perfetto ("Cena tra amici"), perfetto innanzitutto nel ritmo e nella scelta degli interpreti, eccellentemente calibrati.

Sotto entrambi gli aspetti il tentativo dell'Archibugi annaspa. Il ritmo viene troppo spesso interrotto, appesantito dall'eccesso di flash-back inutili. [+]

[+] lascia un commento a lbavassano »
d'accordo?
raffele sabato 19 marzo 2016
rancori, maschere, ironia Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

Gerard Lauzier era un grande del fumetto francese. Ho letto tutto di Lauzier. Anche certe prefazioni di Lietta Tornabuoni, lucida come Lauzier stesso ma incapace di rinunciare a qualche lampo fugace di vetero-sessantottismo (che oggi definiremmo molle) quando lo definiva "banalista" (non banale!), qualunquista (immancabile in quegli anni, bastava non intonare l'internazionale), nel migliore dei casi, con sarcasmo "ma che ragionevole, ma che assennato". E non si accorgeva, probabilmente, di collocarsi  per qualche attimo fra quei personaggi, i personaggi di Lauzier, coi loro pregiudizi e le loro pose... di quando ancora si diceva qualcosa di sinistra, troppo. Quelli che Lauzier fulminava con eleganza. [+]

[+] lascia un commento a raffele »
d'accordo?
giampituo domenica 6 marzo 2016
resa dei conti con noi stessi. altroché, Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

Questo mio pensiero lo scrivo dopo un anno dall'uscita del film. E allora? Il tempo é proprio lo stesso non é cambiato nulla da allora. La Archibugi é brava a far sentire accanto a te i personaggi. I personaggi impersonano lei stessa o parte di lei stessa. E sopratutto parte di noi stessi. Parte dei nostri lati del carattere. Della cultura dominante. Della omologazione di sentimenti, delle cattive abitudini. Gli amici in parte scanzonati riescono in meno di due ore a farti capire dove sta andando la nostra societá. Dove ci stiamo perdendo. Giorno dopo giorno. Stando dietro alle mode. Quelle da sapientoni radical chic. Ma anche quelle popolari o peggio plebee. Gli elementi ci sono tutti. In un sol calderone. [+]

[+] lascia un commento a giampituo »
d'accordo?
a.esse martedì 19 gennaio 2016
politicamente scorretto Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Trama quasi banale, piacevole da vedere insieme alla famiglia per assistere ad un atipico intreccio che presagisce già dall'inizio un lieto fine. Politicamente 'scorretto', come Paolo Pontecorvo il quale è l'artefice del disguido, che nasce inizialmente come uno scherzo che poi degenera inevitabilmente. Situazione inverosimile che trova come punto di unione della famiglia, la semplicità dell'accettazione.

[+] lascia un commento a a.esse »
d'accordo?
onufrio venerdì 8 gennaio 2016
commedia teatrale Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Un film che sa di teatro; una sera, a Roma, si riunisce la famiglia Pontecorvo, l'occasione è speciale, in quanto Paolo e Simona aspettano un bambino e sono pronti a rivelare "Il Nome del Figlio", e fu così che la serata scaturì in un acceso confronto diretto fra tutti i personaggi, sbattendo in faccia la verità ad ognuno di essi, ce n'è per tutti, nessuno si salva, il tutto fatto col massimo del self-control (sin quando è possibile). Piacevole commedia italiana; l'avesse fatta Allen si sarebbe parlato dell'ennesimo capolavoro, ma l'ha fatta l'Archibugi, dunque tutto passa inosservato, niente riflettori nè riviste pattinate. [+]

[+] lascia un commento a onufrio »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 »
Il nome del figlio | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | sergio dal maso
  2° | francysig
  3° | sir gient
  4° | giusen
  5° | alisubi85
  6° | mauritaz
  7° | alex2044
  8° | lbavassano
  9° | gianleo67
10° | marce84
11° | asfissio
12° | nico_lrn
13° | antonietta dambrosio
14° | nanni
15° | sabrina lanzillotti
16° | maurizio meres
17° | ralphscott
18° | raffele
19° | giampituo
20° | rita branca
21° | antonietta dambrosio
22° | laloli
23° | filippo catani
24° | captain sensible
25° | achab50
26° | midnight
27° | alessandro vanin
28° | macangel70
29° | paolo salvaro
30° | anty_capp
31° | dhany coraucci
32° | shaque
33° | no_data
34° | maria f.
35° | flyanto
36° | romifran
37° | angelagr
Nastri d'Argento (5)
Globi d'oro (2)
David di Donatello (4)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Sito ufficiale
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 22 gennaio 2015
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità