Il colore verde della vita

Film 2015 | Drammatico +13 88 min.

Anno2015
GenereDrammatico
ProduzioneItalia
Durata88 minuti
Regia diPier Luigi Sposato
AttoriFrancesco Maccarinelli, Roberto Rizzoni, Olga Guseva, Vincenzo Caldarola, Mattia Serrago Barbara Pasqua, Rosanna Garofalo.
Uscitagiovedì 4 giugno 2015
DistribuzioneReal Dreams
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,00 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Pier Luigi Sposato. Un film con Francesco Maccarinelli, Roberto Rizzoni, Olga Guseva, Vincenzo Caldarola, Mattia Serrago. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 2015, durata 88 minuti. Uscita cinema giovedì 4 giugno 2015 distribuito da Real Dreams. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,00 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il colore verde della vita tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La storia di Elias, giovane outsider dal passato turbolento, e di Franco, un uomo di mezza età che gli cambierà la vita.

Consigliato sì!
3,00/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,00
CONSIGLIATO SÌ
L’obiettivo è sicuramente nobile ma la narrazione è estremamente didascalica e si avvale di una miriade di luoghi comuni.
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 28 maggio 2015
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 28 maggio 2015

Elias ha vissuto un’infanzia difficile con una madre a cui la vita aveva inflitto più di una sofferenza. Una volta cresciuto è finito nel giro della droga, degli scippi, delle piccole rapine. Fino a quando, in una di queste, la situazione diventa tragica. Mentre è in fuga ha un incidente stradale che coinvolge Francesco Forgione, un operatore di comunità che decide di ospitarlo e di aiutarlo nella disintossicazione.
Pier Luigi Sposato alla sua opera prima nel campo del lungometraggio mette in luce notevoli qualità di regia e di scelta dei collaboratori a partire dall’attore protagonista fino al direttore della fotografia. Si nota anche una buona conoscenza dei generi che gli permette anche, ad esempio, di proporre incubi horror credibili. Ciò che gli difetta è purtroppo la scrittura. Il film è diretto, prodotto e scritto da lui.
Sarebbe stato utile lasciare ad altri quest’ultimo compito. Perché l’obiettivo è sicuramente nobile: raccontare la caduta nell’abisso della droga e la possibilità di recupero che implica sempre sofferenza e abbisogna di qualcuno che ne sostenga e promuova gli sforzi. Solo che la narrazione è estremamente didascalica e si avvale di una miriade di luoghi comuni che vanno dal carillon-oggetto di memoria alla cameriera ucraina vessata passando per un antico amore mai dimenticato.
Questi sono alcuni degli elementi che rendono spesso retorico un film che avrebbe invece potuto essere, grazie alle professionalità già citate, una buona occasione per parlare del Sud dall’interno della sua realtà grazie a un desiderio che appare comunque sincero. Che però non si può pensare di rafforzare dando al salvatore del protagonista il nome e cognome secolari di San Padre Pio.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 7 giugno 2015
milanodream

Conosco molte persone capaci di provare sentimenti sinceri, che onestamente decidono di esternare quel che hanno dentro senza camuffarlo, a costo di esporsi alle critiche più disparate. Ne conosco molte meno capaci di tradurre questi sentimenti in opere tangibili, sottoponendosi al giudizio ipercritico di un pubblico ormai saturo di storie, tendenzialmente annoiato e spesso un pelo superficiale.

mercoledì 1 luglio 2015
GiuseppeMarino1

Difficile spiegare a parole, le emozioni provate sono tante e forti. Personalmente credo che il realismo usato dal regista aiuta ad entrare nella storia, immedesimarsi col protagonista e iniziare un viaggio di redenzione come se fossimo diventati noi i protagonisti del film. Poi quelle scene esoteriche, che spezzano il legame con la realtà, be sono potenti, visionarie e colpiscono al cuore. Vai alla recensione »

venerdì 23 ottobre 2015
Flo88

Rivedere i luoghi della mia terra ha acceso in me una forte curiosità...prima li avevo sempre sottovalutati. Ed è proprio quando si riaccende lo stimolo che le persone sono in grado di rimettere la loro vita sul binario giusto. Elias rappresenta in maniera reale quello che siamo noi oggi...persone confuse ed annoiate che sono alla ricerca di un motivo per far ripartire la nostra vita [...] Vai alla recensione »

sabato 6 giugno 2015
Ida Franco

Grande protagonista, personaggi sapientemente messi in scena, trama incalzante ed emozionante, ottimi espedienti cinematografici

sabato 27 giugno 2015
Gianpiero Marino

Bel film...

domenica 28 giugno 2015
angelaguida

I colori e le emozioni di questo film hanno preso il sopravvento sulla gente che guardava incredula. Un film che fa intravedere il verde speranza li dove tutti noi stiamo vivendo il buio della nostra anima.

venerdì 30 ottobre 2015
Adelmceven

Caraggiosa operazione del regista Pier Luigi Sposato che con niente è riuscito a fare un opera toccante e molto profonda.

domenica 25 ottobre 2015
Fiamma_

Sono andata al cinema e per caso ho visto Il colore verde della vita. E' stata davvero una bellissima sorpresa! Storia toccante e luoghi strepitosi. L’attore protagonista, anche se ancora sconosciuto, è stato emozionante direi la vera scoperta del film. Sicuramente continuerò a seguire i prossimi lavori del giovane regista e di Elias! Consigliassimo!

RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati