Carol

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Carol   Dvd Carol   Blu-Ray Carol  
Un film di Todd Haynes. Con Cate Blanchett, Rooney Mara, Kyle Chandler, Jake Lacy, Sarah Paulson.
continua»
Titolo originale Carol. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 118 min. - Gran Bretagna, USA 2015. - Lucky Red uscita martedì 5 gennaio 2016. MYMONETRO Carol * * * * - valutazione media: 4,12 su 84 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

Una rara ed elegante prova d’autore Valutazione 5 stelle su cinque

di alessiascarso


Feedback: 105
lunedì 4 gennaio 2016

Dai personaggi dei libri di Patricia Highsmith sono nati film di Alfred Hitchcock, René Clément, Anthony Minghella, Wim Wenders, Liliana Cavani. Per ultimo, da un suo libro del 1952, The Price of Salt, viene alla luce il film “Carol”, diretto da Todd Haynes, regista e sceneggiatore statunitense, con protagoniste Cate Blanchett e Rooney Mara.

Il film è stato presentato al festival di Cannes, dove Rooney Mara ha vinto il premio come miglior attrice.

Ambientato nella New York degli anni '50, “Carol” racconta la storia di due donne appartenenti ad ambienti molto diversi, travolte da una reciproca passione. Carol (Cate Blanchett) è una donna attraente intrappolata in un matrimonio di convenienza e senza amore, e Therese (Rooney Mara) è una ventenne che lavora come impiegata in un grande magazzino a Manhattan, sognando una vita più gratificante.

Sono diverse le ragioni che fanno di questo film un’occasione unica per godere di una rara ed elegante prova d’autore priva di sbavature.

Innanzitutto le prestazioni delle due protagoniste. Negli anni ’50 non era costume manifestare apertamente le emozioni, a maggior ragione sentimenti che l’opinione pubblica non solamente non approvava ma che considerava altamente amorali. Questo spiega le superbe prove delle due attrici. Sono riuscite a condensare le emozioni comunicandole in uno sguardo, un respiro, un gesto tra i capelli, un sorriso appena accennato, una mano sulla spalla. Il regista le ha indagate tra le dita delle mani, tra le pieghe delle labbra, negli occhi. Si può penetrare in ogni momento il pensiero delle protagoniste, grazie alla intima e sapiente messa in scena.

Il direttore della fotografia Edward Lachman spiega che insieme al regista hanno deciso di restituire l’epoca attraverso la scelta fotografica di girare in pellicola Super16. Notoriamente l’utilizzo del 16mm comporta la presenza di molta granulosità nella resa fotografica, dovuta al processo di esposizione di questo tipo di pellicola. Hanno voluto che questa accentuata granulosità acquisisse un valore di tipo antropomorfico nelle inquadrature, giacché l’esplorazione dei sentimenti inespressi ma tangibili tra le due protagoniste è caratterizzato fortemente da questa grana analogica, viva, organica sul volto delle protagoniste. La mimica del viso delle attrici si apre a interpretazioni, si arricchisce di sfumature, si schiariscono quei sentimenti che i personaggi per convenzione non dovrebbero rivelarsi. Soprattutto nei cambi di luce il 16mm regala calore emotivo e contribuisce a svelare sentimenti che il digitale non avrebbe potuto esprimere.

Altro elemento notevolissimo di questo film è la colonna sonora. Difficile trovare parole per descrivere qualcosa che si esprime sui binari di in un altro linguaggio. La musica è caratterizzata da armonie ambigue e strumenti freddi come pianoforte, clarinetto e vibrafono. La scelta della freddezza serve a sottolineare le emozioni soffocate tipiche dei personaggi e del loro tempo. Regista e compositore hanno deciso che la musica, nonostante contenga le potenzialità per rivelare molto, non avrebbe dovuto superare il livello di espressione dei personaggi. Così le stesse musiche si comportano come i personaggi del film. Alludono, suggeriscono, tratteggiano, sottintendono, ma non dicono, non annunciano, non definiscono, non manifestano. Tre temi principali seguono le due donne. Il tema della passione, che apre anche il film, che è anche il momento musicale che sottolinea i momenti emozionali delle protagoniste. Il tema di Therese, tutto pianoforte, dove le note della mano sinistra sono ovattate e quelle della mano destra appaiono distinte a mostrare la melodia, che evidenzia l’attrazione timorosa che Carol ha su Therese. Il tema dell’assenza e della perdita, che accompagna il momento epistolare, che commenta quello della separazione. Quello che accade con le musiche di Carter Burwell è che il film si riempie di grazia.

A pochi film corrisponde così tanta eleganza formale e laconica eloquenza. In pochi film si sviluppa un’empatia così forte nei confronti dei personaggi. Andrebbe visto in lingua originale, anche se si ha poca dimestichezza con la lingua, perché la presenza scenica delle due attrici protagoniste, l’uso soppesato dei toni, dei respiri, e l’armoniosa messa in scena trascendono il livello pur bellissimo dei dialoghi.

Attualmente “Carol” ha ricevuto 5 candidature ai Golden Globe 2016, miglior film, miglior regia, miglior colonna sonora, e ben due nomination per le due protagoniste per il ruolo di miglior attrice. In attesa di sapere quali di questi riuscirà a portare a casa alla cerimonia del 10 gennaio, si attendono conferme anche il 14 gennaio, data in cui usciranno le nomination per gli Oscar 2016.

Distribuito in Italia da Lucky Red sarà nelle nostre sale dal 5 gennaio 2016.

[+] lascia un commento a alessiascarso »
Sei d'accordo con la recensione di alessiascarso?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
73%
No
27%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
johnny1988 mercoledì 6 gennaio 2016
super 16mm
0%
No
0%

C'è una color correction che ciao alla pellicola super 16mm: l'effetto è quella di una Canon a esposizione ASA 2000. "Il 16 mm regala un calore emotivo e contribuisce a svelare sentimenti che il digitale non avrebbe potuto esprimere" è un ghirighoro inappropriato e ingenuo. Smettiamola con questa recriminazione modaiola del digitale. L'arte si trova nell'abilità di fare l'uso migliore degli strumenti che si hanno a disposizione. Se fossimo fotografi negli anni '30-'40, odieremmo il cinema, perché toglie arte all'immagine ferma. Se fossimo pittori dell'800, odieremmo la fotografia perché toglie arte all'immagine. E così via a ritroso. Basta..

[+] lascia un commento a johnny1988 »
d'accordo?
Carol | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | redrose
  2° | emyliu`
  3° | alessiascarso
  4° | michele
  5° | writer58
  6° | vanessa zarastro
  7° | nanni
  8° | luca scial�
  9° | robert eroica
10° | maumauroma
11° | lamoreaitempidelcolera
12° | zarar
13° | no_data
14° | cristiana sorrentino
15° | emyliu`△
16° | no_data
17° | catcarlo
18° | emyliu`
19° | lorifu
20° | miguel angel tarditti
21° | angelo umana
22° | nicolmed
23° | silver90
24° | elgatoloco
25° | elgatoloco
26° | silver90
27° | totybottalla
28° | degiovannis
29° | funny_face
30° | flyanto
31° | dhany coraucci
32° | filippo catani
33° | enzo70
34° | emyliu`
35° | maurizio meres
36° | mario nitti
37° | luigi chierico
38° | fabiofeli
39° | francesco2
40° | a.esse
41° | no_data
SAG Awards (2)
Premio Oscar (6)
Golden Globes (5)
Festival di Cannes (1)
David di Donatello (1)
Critics Choice Award (9)
BAFTA (11)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità