Un'estate in Provenza

Acquista su Ibs.it   Dvd Un'estate in Provenza   Blu-Ray Un'estate in Provenza  
Un film di Rose Bosch. Con Jean Reno, Anna Galiena, ChloÚ Jouannet, Hugo Dessioux, Aure Atika.
continua»
Titolo originale Avis de Mistral. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 105 min. - Francia 2014. - Nomad Film uscita mercoledý 13 aprile 2016. MYMONETRO Un'estate in Provenza * * 1/2 - - valutazione media: 2,87 su 28 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
giorpost venerdý 22 dicembre 2017
le emozioni ci sono, basta solo saperle cogliere Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Paul è un anziano e burbero olivicoltore della Provenza che non vede la figlia da vent'anni. Un giorno, a sua insaputa, arrivano da Parigi i 3 nipoti mai visti prima, mandati dalla loro madre in quanto impegnata in uno stage in Canada e, contestualmente, con l'obiettivo di far conoscere i nonni. L'approccio non è dei migliori tant'è che dei tre, soltanto il piccolo Thèo pare affezionarsi al vecchio, il quale ricambia le attenzioni anche per via della disabilità patita dall'infante, sordo dalla nascita. I due adolescenti Lèa e Adrien, frattanto, provano a sfruttare la non proprio ambita occasione per fare nuove esperienze, conoscendo coetanei del luogo e inserendosi mano a mano nel tessuto della tranquilla vita rupestre, tra disponibili giovani turiste inglesi e giovinastri (e fin troppo svegli) tuttofare del luogo, tra i quali spicca Tiago, pizzaiolo sotto mentite spoglie. [+]

[+] lascia un commento a giorpost »
d'accordo?
kristiana domenica 17 luglio 2016
sceneggiatura e regia veramente di base Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
0%

Se vi bastano i panorami e il sole andate pure... altrimenti visto che è estate opate per panorami più reali o per un altro film. Questo è francamente improponibile: banale fino all'esasperazione.

[+] lascia un commento a kristiana »
d'accordo?
liuk! domenica 22 maggio 2016
capolavoro di luoghi comuni Valutazione 1 stelle su cinque
100%
No
0%

Mettiamo insieme tutti i luoghi comuni sui giovani d'oggi, sugli anziani hippie, sui francesi, sulle svedesi, sulla campagna e sulla cittÓ, ed altro ancora, ed ecco sfornato un prodotto terribile. Aggiungiamo poi un paio di spruzzate di pietÓ con un bambini sordomuto, un alcolizzato con fratello morto, tre fratelli con i genitori appena separati ed il livello si abbassa ulteriormente. Ora non mi stupisce tanto vedere un prodotto del genere, c'Ŕ anche di peggio, ma sono le buone recensioni ed i commenti positivi a lasciarmi perplesso.

[+] lascia un commento a liuk! »
d'accordo?
lbavassano domenica 8 maggio 2016
il limite del buon gusto Valutazione 1 stelle su cinque
33%
No
67%

C'è un limite a tutto, all'incapacità di dar vita a personaggi in grado di oltrepassare, sia pure di un minimo, il luogo comune ed alla banalità delle storie, ai tuffi nella nostalgia più becera, per di più condita da moralismi improbabili, ed al folclore da cartolina, ma ciò che proprio non riesco a sopportare è l'uso di certi mezzucci per fare breccia nel cuore degli spettatori, l'utilizzazione dei bambini, soprattutto di quelli più sfortunati, per ricattare i buoni sentimenti, strappare un sorriso od una lacrimuccia. C'è un limite anche al buon gusto di certe attrici, che abbiamo amato, riviste devastate dai "ritocchini".

[+] lascia un commento a lbavassano »
d'accordo?
mario nitti sabato 7 maggio 2016
non bastano bravi attori per un buon film Valutazione 2 stelle su cinque
40%
No
60%

Tre fratelli giungono in Provenza insieme alla nonna per passare un’estate al Sud, lontano dall’amata Parigi, nel cascinale del nonno coltivatore di olive, lontano dalla civiltà e a contatto con un anziano che non hanno mai conosciuto. Lo spunto non è originale, ma nulla nel film lo è. La descrizione della Provenza è da cartolina, con uomini che giocano a bocce e cavalli che corrono allo stato brado, mentre i conflitti si sciolgono al caldo del sole, gli amori fioriscono, le fratture si sanano, gli alcolizzati guariscono e via così, da un luogo comune all’altro. Anche l'handicap del bambino sordo, che poteva essere sfruttato con efficacia dentro un film sulla difficoltà di comunicare, è sfruttato solo dal punto di vista emotivo, per suscitare tenerezza. [+]

[+] lascia un commento a mario nitti »
d'accordo?
vantino99 mercoledý 27 aprile 2016
grande jean reno Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

Commedia divertente sullo sfondo di una provenza meravigliosa, bravissimi Jean Reno e il piccolo Theo. Film piacevole e sicuramente da vedere

[+] lascia un commento a vantino99 »
d'accordo?
vincenzo martedý 26 aprile 2016
2 nonni sempre giovani... Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

Forse se non si diventa nonni non si riesce a capire fino in fondo, a prima vista può sembrare la solita commedia dei buoni sentimenti,  ma mi ha colpito molto che il nonno musone e taciturno va subito in empatia con il nipote sordomuto, e che alla fine dica, a suggello della sua esperienza ( e del film ) : " La più bella estate della mia vita !".

[+] lascia un commento a vincenzo »
d'accordo?
jujitsu martedý 26 aprile 2016
film piacevole ma da blockbuster Valutazione 3 stelle su cinque
42%
No
58%

La garanzia Jean Reno è il motivo principale per cui vedere questo film, che tutto sommato non è malaccio. Ma non è nemmeno il massimo.
Cominciamo dalla recitazione degli attori. Su tutti ovviamente il mtitico killer di Leon, ma gli altri? Anna Galiena non piace, complice una terribile doppiatura! I ragazzi, per carità se la cavano, ma il migliore resta comunque il bambino sordo muto. Come storia non c’è tanto da inventare, prevedibile e scontata, scortata dai bellissimi paesaggi della Provenza e della Camargue.
Ma in definitiva un film da non sottovalutare specialmente per il modo in cui tratta il rapporto tra il vecchio e il giovane, che in pochi ma buoni punti del film ti lascia davvero piacevolmente soddisfatto. [+]

[+] lascia un commento a jujitsu »
d'accordo?
eloita martedý 26 aprile 2016
leggera Valutazione 3 stelle su cinque
57%
No
43%

Commedia spensierata per trascorrere due ore piacevoli

[+] lascia un commento a eloita »
d'accordo?
no_data lunedý 25 aprile 2016
avviso di maestrale, profumo di valori veri Valutazione 5 stelle su cinque
22%
No
78%

Il titolo originale del film"Avis de Mistral" allude al momento del raccolto delle olive e metaforicamente al momento dello scontro/incontro fra generazioni lontane(i nonni Paul e Irene e i nipoti Lea,Adrien e Theo) che finalmente si confrontano e si conoscono dando vita a una commedia delicata dai sapori autentici. Autentici come i valori della famiglia, del sapere agricolo che nonno Paul, un inaspettato e convincente Jean Reno sostiene a volte in maniera autoritaria. Autentica come questa Provenza incantevole e concreta dove i rapporti umani hanno ancora un valore e dove l'incontro fra un nonno duro e burbero e un nipote sordo alle parole ma non alla voce del cuore diviene possibile. Un bellissimo film sui valori veri della vita, sull'amicizia, sull'amore(quello vero di Irene e Paul che dura anni nonostante tutto e quello che dura il tempo di un'estate e di una promessa delusa di Lea e Thiago). [+]

[+] lascia un commento a no_data »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Un'estate in Provenza | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi

Pubblico (per gradimento)
  1░ | flyanto
  2░ | imirko
  3░ | giorpost
  4░ | jujitsu
  5░ | alex2044
  6░ | no_data
  7░ | no_data
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledý 13 aprile 2016
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità