Come pietra paziente

Acquista su Ibs.it   Dvd Come pietra paziente   Blu-Ray Come pietra paziente  
Un film di Atiq Rahimi. Con Golshifteh Farahani, Hamid Djavadan, Massi Mrowat, Hassina Burgan Titolo originale SynguÚ Sabour. Drammatico, durata 103 min. - Francia, Germania, Afghanistan 2012. - ParthÚnos uscita giovedý 28 marzo 2013. MYMONETRO Come pietra paziente * * * - - valutazione media: 3,43 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

coraggio femminile e magia, armi vincenti Valutazione 5 stelle su cinque

di pepito1948


Feedback: 125 | altri commenti e recensioni di pepito1948
giovedý 11 aprile 2013

Un’ imprecisata cittadina dell’Afghanistan, disastrata dai colpi di arma da fuoco e dalla povertà. Un angolo dalle pareti delle case scrostate e crivellate, che insiste su una strada polverosa e solcata da cingoli e carri. Un viavai di gente frettolosa e concitata, in attesa forse rassegnata dell’inevitabile (l’arrivo dei talibani). Una casa modesta in cui una donna è chinata su un uomo dagli occhi aperti ma fissi nel vuoto. Un volto che, nella drammatica attesa, guarda con rispettosa attenzione l’anziano marito in coma, inerte come pietra. Una bocca ancora giovane ed irrequieta, da cui inizia a scorrere un fiume a corrente crescente ed a senso alternato, che scava sempre di più nell’alveo del passato per dare un senso al presente.  Una voce che, all’inizio suadente e  comprensiva come quella di una moglie obbediente e subordinata ai voleri del capo-famiglia, si fa via via più tagliente, più consapevole di quanto sia stretta ed iniqua la prigione di un ruolo eteroimposto. Un’anima, provata da violenze familiari, dalla guerra, dall’indigenza, dall’abbandono, che tenta di superare le contraddizioni tra i vincoli delle “regole” sociali e le pulsioni all’autodeterminazione ed al riscatto da una vita umiliante, attraverso l’utilizzazione di una antica leggenda appresa  dalla saggia e spregiudicata zia ex prostituta.
Nella fatidica attesa, tutti fuggono dalla violenza che verrà, dalla mancanza di viveri e medicine, dalle esplosioni che scandiscono i ritmi tragici di un luogo senza scampo. Fatima (nome inventato in mancanza di indicazioni) si trova sola al centro di un moto centrifugo generale,  con due bambine da accudire e con un uomo senza coscienza cui assicurare le cure minime. La necessità di assisterlo le offre l’occasione di aprirsi senza essere contraddetta, senza vincoli di ruolo, finalmente padrona di se stessa e di mettere a nudo i propri sentimenti, ansie, sofferenze, frustrazioni, rancori: la pietra magica, identificata con il corpo del marito, assorbe tutto questo, e, una volta satura, secondo la leggenda si frantumerà, liberando per sempre la donna dai pesi del passato. Fatima affronta come può l’impatto della violenza militare, fa la spola tra la sua casa bombardata ed un bunker improvvisato, mette al sicuro le figlie altrove, riprende il filo del racconto al capezzale della pietra umana, rimasta indenne. Scopre la sua femminilità repressa, grazie all’incontro occasionale con qualcuno come lei oggetto di umiliazioni e violenza, che corrobora la sua identità in corso di recupero. Le parole, prima morbide e rispettose, si fanno affilate, le esternazioni diventano confessioni, accuse, fendenti capaci di lacerare e penetrare nell’intimo come lo stiletto che Fatima tiene nascosto sotto i grossi cuscini. Quando infine la pietra si scuote, si avvera la leggenda e frantumazione e liberazione deflagrano, mettendo fine al viaggio nei propri labirinti intasati di Fatima: la pietra ridiventa corpo inerte ed inutile.
Poesia, pittura, immagini magistrali fanno di questo film un capolavoro indimenticabile. Atiq Rahimi, afghano trapiantato a Parigi, porta in scena il suo romanzo omonimo, in cui lo sguardo attento è costantemente incollato sui movimenti e sulla voce esternante della donna, ora calda e trasudante pietas ora gelida come lama tagliente, sulle paure e le ansie vissute o rivissute, sulle fughe ed i ritorni, sul suo coprirsi e denudarsi, come testimonia l’uso intermittente del burqa: Fatima ora Madonna dell’Annunciazione di Antonello, ora corpo libero da vesti  e dettami religiosi, ora moglie devota e solidale come insegna il vecchio corano impolverato sopra una mensola ora amante libera di offrire il corpo ai propri sensi ed alle altrui carezze, finalmente  timide e morbide. I tocchi pittorici nobilitano un contesto di realtà fatta di rovine, sangue, vetri rotti, boati: la città devastata, ripresa al sorgere del sole da un’altura vicina, diventa un presepe magico che galleggia nella valle; l’immagine frontale della donna accucciata, vicina al corpo arcuato nella nicchia del marito inerte, illuminati nella notte da una lanterna fioca e tremolante richiama certa pittura sulle misere case contadine di fine Ottocento. Splendida nella sua bellezza pura ed espressiva la protagonista Golshifteh Farahani –iraniana dissidente esule a Parigi, attrice e musicista itinerante- capace di dare compiuta credibilità ad un personaggio grande in quanto risultante di una tumultuosa quanto variegata sensibilità umana, gagliarda combattente contro il potere maschilista e religioso, contro cui, sembra dirci Rahimi, solo il coraggio, la caparbietà, la saggezza femminile unite ad un pizzico di magia possono vincere.

[+] lascia un commento a pepito1948 »
Sei d'accordo con la recensione di pepito1948?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
77%
No
23%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di pepito1948:

Vedi tutti i commenti di pepito1948 »
Come pietra paziente | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ | angelo umana
  2░ | donni romani
  3░ | abela
  4░ | fulvieri
  5░ | pepito1948
  6░ | giuliacanova
  7░ | writer58
  8░ | renato volpone
  9░ | m.barenghi
10░ | maria f.
11░ | flyanto
Rassegna stampa
Roberto Escobar
Cesar (1)


Articoli & News
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 28 marzo 2013
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità