Oh Boy, un caffè a Berlino

Acquista su Ibs.it   Dvd Oh Boy, un caffè a Berlino   Blu-Ray Oh Boy, un caffè a Berlino  
Un film di Jan Ole Gerster. Con Tom Schilling, Friederike Kempter, Marc Hosemann, Katharina Schüttler, Justus von Dohnanyi.
continua»
Titolo originale Oh Boy. Commedia, durata 83 min. - Germania 2012. - Academy Two uscita giovedì 24 ottobre 2013. MYMONETRO Oh Boy, un caffè a Berlino * * 1/2 - - valutazione media: 2,86 su 21 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Un caffè kafkiano. Valutazione 4 stelle su cinque

di Omanoc_load


Feedback: 12 | altri commenti e recensioni di Omanoc_load
sabato 7 giugno 2014

 

Un film e tante solitudini. Tante solitudini e altrettanti modi di colmarle. 
Tra queste c'è quella di Niko, un ragazzo qualunque, al bivio tra alcune scelte che necessitano di essere fatte, magari, davanti a un caffè che rassereni, che ridia qualcosa che è andata persa col tempo e con un padre che è alla ricerca delle soddisfazioni che sostituiscano  quasi magicamente, le rinuncie e le sconfitte, l'afflizione e il "pensare" del figlio, rilevatisi i soli e tristi accompagnatori della sua vita, insieme a qualche bicchiere di troppo, qualche bevuta compensatrice le assenze, come quella del caffè che kafkianamente tarda a gustare nel corso della giornata, così quella, più pesante, del padre, ovviamente alla ricerca, non di un figlio, ma di un trofeo da mostrare ai vari tornei di golf.
Diverse solitudini però hanno diversi modi di essere vissute. Così si assiste a quella del nuovo vicino di casa di Niko che, come lui, sente scagliarsi addosso le ingiuste colpe dell'essere solo di fronte alle difficoltà della vita o, quelle più proprie, del male che sta divorando sua moglie e dal quale Niko, non può che rimanere stupefatto e allibito per via del evidente bisogno comunicativo volto alla ricerca di rassicurazioni e compagnia. 
La solitudine, con tutti i suoi risvolti, riesce a vestirsi anche delle paure con cui ogni individuo si scontra in ogni momento, così come succede alla ex compagna di scuola ritrovata casualmente, Julika, e ancora alle prese con dei problemi di peso che ritornano come fantasmi a disturbarla e importunarla più dei balordi di strada con i quali si scontra e in quel modo veemente che lei ha subito in passato da Niko stesso e dal quale sembra allontanarsi quando le sfiora l’idea che potrebbe respingerla per via dell'invivibile certezza che la vita dipenda da quel dolore, reputato più grande della possibilità di poter star bene. 
Il bianco e nero del film, quella dicotomia che sembra non appartenere alle scelte di Niko, la malinconia del suo sguardo, la confusione nel non ottenere nulla dalle persone e da se stesso, i paletti posti dalle persone incontrate per motivi di dubbia professionalità (come quelli avanzati dallo psicologo che strappa le risposte a Niko per far si che esso sia categorizzabile, per facilitarsi il lavoro e dandogli l'etichetta "alcolizzato non idoneo alla guida”), ogni cosa sembra pesare inconsapevolmente su Niko persino la morte di quell’uomo che poco prima della sua dipartita gli racconta in un pub di una felicità rubata che non sa più far tornare da quando, in una maledetta notte di sessant’anni fa, tutti gli ebrei come lui e compreso lui, dovettero fuggire dalla Germania cercando di dimenticare la propria identità, la felicità nel non poter più guidare una bici per colpa dei verti rotti, per via dell’odio creduto coraggiosamente rispetto. 
Allora Niko, svegliatosi in ospedale e appreso della morte dello sconosciuto del quale conoscerà solo il nome, può finalmente gustare il suo caffè e concedersi un tempo nuovo, un tempo che sa di conquista quanto di coraggio verso le proprie responsabilità, verso le proprie debolezze che lo rendono più forte e più disponibile...più essere vivente con gli altri suoi simili.

[+] lascia un commento a omanoc_load »
Sei d'accordo con la recensione di Omanoc_load?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Omanoc_load:

Oh Boy, un caffè a Berlino | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | fabiofeli
  2° | marvin tramp
  3° | flyanto
  4° | omanoc_load
  5° | omanoc_load
  6° | angelo umana
European Film Awards (4)


Articoli & News
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 24 ottobre 2013
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità