Tutti i nostri desideri

Acquista su Ibs.it   Dvd Tutti i nostri desideri   Blu-Ray Tutti i nostri desideri  
Un film di Philippe Lioret. Con Vincent Lindon, Marie Gillain, Amandine Dewasmes, Yannick Renier, Pascale Arbillot.
continua»
Titolo originale Toutes nos Envies. Drammatico, durata 120 min. - Francia 2011. - Parthénos uscita venerdì 11 maggio 2012. MYMONETRO Tutti i nostri desideri * * 1/2 - - valutazione media: 2,99 su 24 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
gianmaria.silv martedì 13 settembre 2011
intenso. profondo. commovente. Valutazione 4 stelle su cinque
84%
No
16%

Dopo aver diretto con maestria ed equilibrio un film difficile sull'immigrazione come "Welcome", Lioret ci riprova con un tema forse ancor più difficile che mette insieme il tema della morte, degli affetti familiari e dell'amore. Fin dalla prima proiezione alla "Mostra del cinema di Venezia" è sembrato evidente che il livello di qualità raggiunto in "Welcome" è rispettato e probabilmente superato con questo intensissimo film che parla di una giovane madre magistrato che si trova a lottare in tribunale contro i soprusi delle agenzie di credito e nella vita personale contro un male incurabile. Le due lotte si fondano con armonia in una sola, dove la risoluzione dell'importante vertenza giudiziaria diventa anche una possibile via di fuga dai problemi personali. [+]

[+] lascia un commento a gianmaria.silv »
d'accordo?
sergio dal maso lunedì 22 giugno 2015
tutti i nostri desideri Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

“Cedete a tutti i vostri desideri !” (slogan pubblicitario dei prestiti al consumo)
 
Cosa desideriamo realmente? Quali sono i nostri più intimi desideri? Nascono dall’anima o rispondono solamente a bisogni materiali?
Difficile uscire dalla sala dopo la visione dello splendido e toccante film di Philippe Lioret senza porsi domande di questo tipo, senza interrogarsi sulle scelte che quotidianamente ci troviamo di fronte.
Difficile non uscire commossi e turbati.
Tutti i nostri desideri punta dritto al cuore, ma lo fa con sincerità e discrezione, senza moralismi né retorica. Con un sobrio realismo e senza mai ricorrere a facili sentimentalismi riesce a far vibrare le corde dell’anima più nascoste, emozionare su temi delicatissimi come la malattia incurabile o socialmente complessi come l’aumento dell’impoverimento dei ceti popolari a causa della spirale dei prestiti al consumo. [+]

[+] lascia un commento a sergio dal maso »
d'accordo?
angelo umana martedì 15 maggio 2012
vite che non sono la mia Valutazione 3 stelle su cinque
93%
No
7%

Può darsi che ci sia una sottile differenza tra il titolo italiano "Tutti i nostri desideri" e quello francese "Toutes nos envies": i desideri devono essere qualcosa di interiore che nessun denaro può comprare, le voglie, invece, spesso si soddisfano col denaro e, come dice la madre della protagonista Claire nel film (Marie Gillain), "Perché dovrei avere una tv minuscola? Ce l'hanno tutti così", ed ecco che un nuovo prestito rende possibile l'acquisto di un nuovo schermo, grande e al plasma, inutile come tante altre cose che non acquietano i bisogni interiori. Le banche e le finanziarie sono lì apposta, stilano contratti capestro con pubblicità accattivanti e lettere piccole che nessuno legge ("Vogliono i soldi!" dice l'avvocato della finanziaria), il denaro è facile, tutto sembra possibile e chi presta "guadagna sulle spalle di chi non ha soldi"; del resto così deve andare il mondo, dicono, il credito alimenta il consumo e il consumo sostiene il sistema (130 miliardi di euro di PIL in Francia generato dal credito al consumo). [+]

[+] emmanuel carrère ... il fatto quotidiano 8-6-2013 (di angelo umana)
[+] lascia un commento a angelo umana »
d'accordo?
donni romani martedì 15 maggio 2012
emozioni sincere che toccano privato e sociale Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Dopo "Welcome" si ricostituisce la coppia Lioret - Lindon  e anche questa volta il risultato è una pellicola profonda, sincera, amara e intensa che coniuga  l'intimità più cruda con l'analisi sociale più veritiera. Claire, una giovane donna, giudice di professione, si trova in aula la madre di una compagna di scuola della figlia, in difficoltà con il pagamento di un prestito, aumentato a dismisura grazie alle clausole capestro imposte dagli istituti di credito. Aiutata dal collega Stéphane cercherà il modo di far arrivare la causa alla Corte Europea per dimostrare come la società moderna e i suoi perversi meccanismi legati al consumismo e alle difficoltà economiche create dalla crisi in atto possa distruggere persone oneste e privarle anche della dignità. [+]

[+] lascia un commento a donni romani »
d'accordo?
renato volpone lunedì 14 maggio 2012
claire e l'umana sofferenza Valutazione 5 stelle su cinque
88%
No
12%

Claire, una donna giudice che lotta per difendere una ragazza dallo strozzinaggio delle banche, ma anche una donna che lotta contro la malattia, che decide di rinunciare alle cure invasive contro il cancro rifiutando pochi mesi di vita in più.  Una donna che ama profondamente, una donna che vive fino alla fine. Intorno a lei due uomini: il compagno che la ama come ogni uomo dovrebbe fare con la propria donna, e sthephane, il magistrato, che l'aiuta nella sua causa, nella difesa degli ideali in cui crede. Il film è un crescendo di emozioni, un tormento interiore, quasi un non capire il perché Claire si tiene tutto dentro, ma intimamente lo si percepisce, lo si capisce e lo si condivide. [+]

[+] 5 volte donna (di angelo umana)
[+] lascia un commento a renato volpone »
d'accordo?
pepito1948 giovedì 31 maggio 2012
abnegazione e lotta sociale Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Non è facile, davanti a film come questo, sfuggire a condizionamenti pregiudiziali, visto che fa parte del filone del cinema d’impegno civile, quindi nobile per definizione e chi è sensibile a queste tematiche può avere difficoltà a distinguerne la forza di trascinamento ideologico ed emotivo dalla qualità artistica. Qui i temi di fondo sono due: la lotta agli abusi verso chi è povero quindi indifeso e oggetto di sopraffazione da parte dei potenti di turno (rappresentati dalle società finanziarie, che per i loro prestiti impongono contratti-capestro) e la malattia, quella degenerativa che non perdona. Due nemici ostici, l’uno difficile ma non impossibile da combattere, l’altro inesorabile. [+]

[+] lascia un commento a pepito1948 »
d'accordo?
paolo_89 martedì 19 febbraio 2013
sfiorato il confine del sentimentalismo Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Quando ci chiediamo perchè i finanziamenti pubblici al cinema italiano sono pochi e vanno spesso nelle tasche sbagliate, dovremmo chiederci anche perchè quelli francesi sono così abbondanti, come se il governo d'oltralpe sperasse di aumentare progressivamente la qualità dei suoi prodotti. A volte ci riesce: Tutti i nostri desideri fa parte di quest'insieme, seppure abbia rischiato di scivolare fuori.

[+]

[+] lascia un commento a paolo_89 »
d'accordo?
olgadik sabato 9 giugno 2012
un intreccio tra istanze sociali e personali Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

Dopo Sister, eccoci al reincontro con Philippe Lioret, ottimo autore di Welcome e di altre opere semisconosciute da noi. Come spesso accade nella sua produzione, l’autore mescola insieme il tema sociale e la storia individuale, facendolo con una autenticità e una scorrevolezza particolari. Non si può parlare di leggerezza perché la storia è quella di una malata di cancro consapevole di dover morire, ma il regista la racconta con toni normali, senza enfasi strappalacrime e con grande rispetto della dignità dell’essere umano. I suoi personaggi sono spesso collocati in situazione straordinarie, se non di emergenza, eppure continuano a tessere la loro vita, le relazioni quotidiane, le problematiche del lavoro. [+]

[+] lascia un commento a olgadik »
d'accordo?
filippo catani venerdì 12 aprile 2013
due donne coraggiose Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

Lione. Una giovane donna svolge con passione e detrminazione il suo ruolo di giudice. Un giorno le capita di esaminare il caso della madre di una amichetta della figlia. La donna è accusata di insolvenza da parte di un istituto di credito. Il giudice solleverà allora un caso che si trascinerà fino alla corte di giustizia europea ma allo stesso tempo scoprirà di avere un cancro incurabile al cervello.
Davvero intenso ed emozionante questo film diretto da Philippe Lioret e magistralmente interpretato dai due protagonisti Lindon e la Gillain. Questo perchè il film muove su due piani emotivi; da una parte c'è la battaglia di una povera donna abbandonata dal marito rifugiatosi in Croazia per non pagarle gli alimenti e deve far fronte a due figli con quello che riesce a trovare. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
francesco2 martedì 15 maggio 2012
ma convince davvero? Valutazione 2 stelle su cinque
41%
No
59%

Del regista francese Lioret si era già visto "Welcome!" Film magari sopravvalutato, ma efficace nel mettere in evidenza le contraddizioni della burocrazia francese (Francese?) Qui, invece, se abbiamo ben capito, si mettono in (relativa) evidenza due aspetti della lotta e dell'ingiustizia. Quella sul piano sociale, dove ci si continua a battere contro la burocrazia stessa, la grettitudine morale e l'insensibilità; e quella sul piano personale, dove ci si pone ( Ma in maniera approfondita?) interrogativi sulla malattia, la condivisione -O meno- di certe scelte, il valore della vita. Del resto Lindon, già nell'interpretare "Welcome", affrontava una battaglia che "abbracciava" la sfera personale, dato il legame che si costruiva col ragazzo. [+]

[+] concordo (di luana)
[+] bah... (di crikat)
[+] non mi è piaciuto (di fabbri1)
[+] lascia un commento a francesco2 »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Tutti i nostri desideri | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | gianmaria.silv
  2° | sergio dal maso
  3° | angelo umana
  4° | donni romani
  5° | renato volpone
  6° | pepito1948
  7° | paolo_89
  8° | olgadik
  9° | filippo catani
10° | francesco2
11° | luana
Rassegna stampa
Anna Maria Pasetti
Cesar (1)


Articoli & News
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 11 maggio 2012
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
venerdì 15 gennaio
Disincanto - Stagione 3
venerdì 1 gennaio
Cobra Kai - Stagione 3
giovedì 31 dicembre
Sanpa: luci e tenebre di San Patri...
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità