Melancholia

Acquista su Ibs.it   Dvd Melancholia   Blu-Ray Melancholia  
Un film di Lars von Trier. Con Charlotte Rampling, Alexander Skarsgård, Stellan Skarsgård, Udo Kier, Brady Corbet.
continua»
Fantascienza, Ratings: Kids+16, durata 130 min. - Danimarca, Svezia, Francia, Germania 2011. - Bim Distribuzione uscita venerdì 21 ottobre 2011. MYMONETRO Melancholia * * * 1/2 - valutazione media: 3,53 su 156 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Più che un capolavoro, un'opera d'arte. Valutazione 4 stelle su cinque

di Arakne


Feedback: 130
domenica 23 ottobre 2011

La morte secondo Lars Von Trier, fine ultimo di tutta la razza umana descritta attraverso due "[i]eroine[/i]" che hanno poco e nulla degli stilemi dell'eroe letterario e cinematografico al quale si è abituati a pensare. Nella prima parte ci mostra la [b]Dunst [/b]nelle vesti di sè stesso: la sua depressione è la depressione di Von Trier, la sua difficoltà a vivere, camminare, affrontare da sola le piccole difficoltà di ogni giorno, sono quelle del regista. E la steadycam usata per tutta questa parte del film, con il suo costante movimento, non fa altro se non sottolineare le turbe interiori della protagonista e dell'uomo stesso, dietro la macchina da presa. E’ poi il momento di una intensa e bravissima [b]Gainsbourg [/b], nella seconda parte. In lei, Von Trier, mostra l'altra parte di sè: quella che vorrebbe poter controllare tutto, quella attenta, scrupolosa, ansiosa eppure buona che vorrebbe poter raccontare d'un'altra fine per l'umanità. E' in questa parte del film, più che nella prima ([i]eccezion fatta per i dieci minuti di prologo iniziali[/i]) che la fotografia del film si sublima donandoci vere gemme artistiche come quella raffigurante la Dunst stesa nuda, su di una roccia, al chiarore notturno di Melancholia. Ed è sempre nella seconda parte del film che si ha la disgregazione delle convinzioni sociali. L'ottimista [b]Kiefer Sutherland [/b]crolla su sè stesso di fronte all'ineluttabilità di un presente che con tutte le forze aveva sperato di scongiurare aggrappandosi ad una scienza che risulta fallace. Ed appare evidente, in questo senso, la sfiducia nichilista nei confronti del positivismo e la vittoria del primo sul secondo. La razionale [b]Charlotte Gainsbourg[/b] si sgretola di fronte la morte, cercando di controllare anche questo evento nel provare ad organizzarne l'accoglienza con un bicchiere di vino in terrazza accompagnati dalla Nona di Beethoven. Proprio quell'Inno alla Gioia, ode romantica alla speranza, che appare agli occhi del regista come "[i]una grande stronzata[/i]". Non c'è speranza. Non c'è assoluzione. Non c'è altro modo per finire se non accettando la fine come unica via possibile. Perchè "[i]la vita sulla Terra è cattiva. Non c'è motivo di piangere per essa[/i]" convinzione nata dalla superbia di un uomo ([i]il regista[/i]) che per bocca dell'attrice dichiara di "[i]sapere le cose[/i]" non lasciando alcuna possibilità di discussione alla Gainsbourg, suo alter ego, nè tantomeno allo spettatore ammutolito da tanto nichilismo. E quindi Wagner e non quello trionfale della Cavalcata delle Walchirie ma quello struggente del Tristano ed Isotta. Gli unici due aspetti che non trovano un crollo della propria dignità di fronte alla morte incombente sono proprio la Dunst che ritrova forza dall'approssimarsi della fine e il bambino, suo nipote, l'occhio ingenuo dell'individuo che confida che tutto andrà bene perchè al sicuro sotto una capanna di bastoni che lui crede magica. E' l'essere ancora non sgrezzato dal contatto con la società, lo sguardo naturalistico che Rousseau riservava all'uomo selvaggio, buono perchè inconsapevole della cattiveria, dignitoso perchè dignitosa è la natura nella quale soltanto si specchia. E’ solo in punto di morte che Lars Von Trier concede spazio ai sentimenti positivi: la stretta di mano fra le due sorelle è toccante e lo è ancora di più se si pensa che, per il regista, tale concessione all'amore possa trovar luogo solo in prossimità della catastrofe.

[+] lascia un commento a arakne »
Sei d'accordo con la recensione di Arakne?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
72%
No
28%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
giovaci giovedì 27 ottobre 2011
non un capolavoro come lo definiscono
29%
No
71%

film interessante, sia recitato che fatto bene ma non un capolavoro come lo definiscono

[+] lascia un commento a giovaci »
d'accordo?
francesco2 martedì 22 novembre 2011
complimenti...
28%
No
72%

...una recensione eccellente.

[+] lascia un commento a francesco2 »
d'accordo?
weach lunedì 19 dicembre 2011
gott ist tot" Valutazione 0 stelle su cinque
20%
No
80%

Di Friedrich Nietzsche"Gott ist tot" . "Dio è morto.E noi lo abbiamo ucciso: come potremmo sentirci a posto noi assassini di tutti gli assassini?Nulla esisteva di più sacro e grande in tutto il mondo ed ora è sanguinante sotto le nostre ginocchia : chi ci ripulirà dal sangue ?Che acqua useremo per lavarci ?Che festività di perdono,che sacro gioco dovremo inventarci? Non è forse la grandezza di questa morte troppo grande per noi ?Non dovremmo forse diventare divinità semplicemente per esserne degni ? '(tratto dalla Gaia Scienza di Fiedrich Nietzsche) Questo parole tanto pesanti ed alla fine perse sonto la fonte di ispirazione di una dabnza di morte che produce poesisa e , arte e dolore e tu lo hai coclto quest'aspetto mirabilmente complimenti

[+] lascia un commento a weach »
d'accordo?
Melancholia | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | arakne
  2° | riccardo76
  3° | weach
  4° | steelybread
  5° | epidemic
  6° | linus2k
  7° | weach
  8° | stabeinrhapsody
  9° | diego vitali
10° | amandagriss
11° | the mikemaister
12° | sblob
13° | psicoma
14° | mantraliulai
15° | mahleriano
16° | elios
17° | aesse
18° | sassolino
19° | gianleo67
20° | gattaluna
21° | emyliu`
22° | aldo marchioni
23° | gabri0001
24° | giulio andreetta
25° | homer52
26° | emanuel sava
27° | paolo t.
28° | weach
29° | francescospedicato
30° | pepito1948
31° | filippo catani
32° | luca scial�
33° | m.d.c
34° | cannedcat
35° | andyzerosettesette
36° | angelo48
37° | avvo1981
38° | catdog
39° | andyflash77
40° | mrtomassi
41° | painno
42° | antonellademaioba
43° | figlio del cielo e della terra
44° | aurora m.
45° | alicetta24288
46° | alice1992
47° | marta scattoni
48° | slowfilm.splinder.com
49° | taxidriver
50° | dario
51° | figlio del cielo e della terra
52° | evildevin87
53° | luana
54° | weach
55° | toro sgualcito
56° | lukemisonofattotuopadre
57° | stefano capasso
58° | viola96
59° | brucemyhero
Nastri d'Argento (1)
Festival di Cannes (1)
European Film Awards (11)
David di Donatello (1)
Cesar (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 21 ottobre 2011
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 11 maggio
Favolacce
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
martedì 13 aprile
Burraco fatale
Lei mi parla ancora
Genesis 2.0
giovedì 1 aprile
Il concorso
martedì 23 marzo
Easy Living - La vita facile
giovedì 18 marzo
I predatori
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità