Il cigno nero

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il cigno nero   Dvd Il cigno nero   Blu-Ray Il cigno nero  
Un film di Darren Aronofsky. Con Natalie Portman, Vincent Cassel, Mila Kunis, Barbara Hershey, Winona Ryder.
continua»
Titolo originale Black Swan. Thriller, durata 110 min. - USA 2010. - 20th Century Fox uscita venerdì 18 febbraio 2011. - VM 14 - MYMONETRO Il cigno nero * * * - - valutazione media: 3,34 su 323 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

NEWS | Marco Müller non ha dubbi e ci racconta i nuovi cigni in concorso.

Quale sarà il nuovo black swan?

venerdì 29 luglio 2011 - Robert Bernocchi

Quale sarà il nuovo Black Swan? L'anno scorso, ad aprire il Festival di Venezia c'era Il cigno nero di Darren Aronofsky. Il passaggio a Venezia si è chiuso con un premio minore (miglior giovane attrice per Mila Kunis), ma ha aperto la strada a uno straordinario successo di pubblico e all'Oscar per la protagonista Natalie Portman. Quest'anno, chi potrebbe ricalcare queste gesta? Alla domanda, risponde il direttore della Mostra Marco Müller. "A noi sembra che ci siano parecchi potenziali Il cigno nero, soprattutto in concorso.

   

FOCUS | Anne Hathaway e James Franco animano e "svecchiano" l'ottantatreesima Notte degli Oscar.

Trionfa il discorso del re

lunedì 28 febbraio 2011 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Oscar, trionfa Il discorso del re Ha avuto inizio nella Parigi di Inception l'83sima notte degli Oscar, con un montaggio a effetti speciali che ha visto gli ospiti della serata Anne Hathaway e James Franco entrare e uscire dalle scene madri dei film nominati. Subito dopo Tom Hanks ha aperto la premiazione annunciando i vincitori nelle categorie art direction e fotografia (andati rispettivamente ad Alice in Wonderland e Inception), ma il primo momento emozionante è stato quando Melissa Leo, introdotta da un Kirk Douglas in vena di scherzi, è salita sul palco a ritirare il premio come miglior attrice non protagonista per The Fighter.

   

APPROFONDIMENTI | Fame, The Company, Cigno nero. La danza va di scena sul grande schermo.

Quando la settima arte si mette sulle punte

martedì 15 febbraio 2011 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Quando la settima arte si mette sulle punte Era il 1980 quando Alan Parker dava alla luce del proiettore Saranno famosi, il padre di tutti i film sulla danza moderna. L'idea del musical era stata concepita da David De Silva (conosciuto come "Papà Fame" per via del titolo originale), un giovane idealista che credeva fermamente che l'inserimento di materie artistiche nel programma scolastico sarebbe stato d'ispirazione per i giovani di tutto il mondo. "Imparare a conoscere se stessi è un processo lungo una vita. Sarebbe molto più semplice però se, lungo il cammino, ci rendessimo conto che la vita è teatro.

   

GALLERY | Portman, Cassel e Tarantino sono le star del primo red carpet della Mostra.

Il red carpet di black swan

giovedì 2 settembre 2010 - Lisa Meacci

Venezia 2010: il red carpet di Black Swan Protagonisti del primo red carpet della 67. Mostra del cinema di Venezia, Natalie Portman, Vincent Cassel (giunto in laguna senza la moglie Monica Bellucci) e il regista Darren Aronofsky hanno sfilato elegantissimi in passerella prima della visione del loro Black Swan. Un inizio che forse non ha convinto troppo la critica anche se sulla bravura della Portman (artefice insieme alla Kunis di un piccante bacio saffico) nessuno ha avuto niente da ridire. Sul tappeto rosso ieri sera, c'erano anche Quentin Tarantino, Jo Champa, Tinto Brass, Violante Placido, Simona Ventura, Margareth Madè, Carlo Verdone, Manuela Arcuri, Carla Fracci e Lino Banfi mentre Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e la moglie Clio (applauditissimi) hanno preferito evitare le sfilate ed entrare in modo modesto in sala.

   

APPROFONDIMENTI | The Wrestler e Black Swan sono nati come un unico film.

Il trionfo del cigno nero

mercoledì 1 settembre 2010 - Marlen Vazzoler

Black Swan: il trionfo del cigno nero Ieri MTV è riuscito ad intervistare il regista Darren Aronofsky, prima della sua partenza per Venezia per la presentazione in anteprima mondiale di Black Swan. Durante l'intervista il regista ha parlato delle origini del progetto: “Ad un certo punto, molto prima di realizzare The Wrestler, stavo sviluppando un progetto che raccontava una storia d'amore tra una ballerina e un wrestler, ma poi si è diviso in due film diversi”. Aronofsky ha poi ammesso di “Aver sempre considerato [The Wrestler e Black Swan] come due pellicole complementari.

   

NEWS | Trailer e poster del film di Darren Aronofsky.

Piume e un bacio tra la portman e la kunis

mercoledì 18 agosto 2010 - Marlen Vazzoler

Black Swan: pazzia, piume e un bacio tra la Portman e la Kunis Sebbene qualcuno può essere scoraggiato nel vedere Black Swan di Darren Aronofsky perché è un film incentrato nel mondo del balletto, dopo aver visto il primo trailer uscito ieri per la Fox Searchlight, non potrà fare a meno di cambiare idea. Lo stile del regista (L'albero della vita, The Wrestler) è certamente riconoscibile in questo video dai toni sovrannaturali in cui vengono presentati i protagonisti del film interpretati da Natalie Portman, Mila Kunis e Vincent Cassel. La voce fuori campo della Portman introduce il pubblico nelle atmosfere sinistre di questo thriller che ricorda le opere di Roman Polanski.

   

GALLERY | Prime immagini ufficiali di Natalie Portman.

Il thriller sul balletto di darren aronofsky

giovedì 22 luglio 2010 - Marlen Vazzoler

Black Swan: il thriller sul balletto di Darren Aronofsky A poche ore dall'annuncio del ritorno di Darren Aronofsky (The Wrestler) alla Mostra del Cinema di Venezia con il thriller psicologico Black Swan, Usa Today, ha pubblicato le prime immagini ufficiali del film, in cui si può vedere Natalie Portman nelle vesti di prima ballerina. Black Swan è un racconto dark con colpi di scena psicologici che narra di Nina, una brillante ballerina tecnica la cui vita prende una strana piega dopo essere stata scelta come protagonista di una produzione newyorkese del Lago dei Cigni.

   

NEWS | Le giurie, i film confermati e le retrospettive presenti al Lido.

Black swan di aronofsky aprirà il festival

giovedì 22 luglio 2010 - Marlen Vazzoler

Venezia 67: Black Swan di Aronofsky aprirà il Festival Stamattina è stato annunciato che il thriller psicologico nel mondo del balletto newyorkese Black Swan diretto da Darren Aronofsky ed interpretato da Natalie Portman, Mila Kunis, Winona Ryder, Vincent Cassel, Sebastian Stan (Bucky in Captain America) e Barbara Hershey sarà il film d'apertura della 67° edizione della mostra del cinema di Venezia. Aronofsky ha dichiarato: "Il cast e la troupe di Black Swan sono particolarmente emozionati per l'invito della Mostra. È un onore tornare a calcare l'imprescindibile tappeto rosso del Lido.

GALLERY | Mila Kunis parla del suo ruolo e del film.

Le foto sul set di cassell e della portman

lunedì 14 dicembre 2009 - Marlen Vazzoler

Black Swan: le foto sul set di Cassell e della Portman Durante la conferenza stampa per il thriller d'azione post apocalittico The Book of Eli, Mila Kunis ha provato a spiegare ai giornalisti la rivalità tra il suo personaggio e quello di Natalie Portman in Black Swan, la pellicola drammatica diretta da Darren Aronofsky sulla messa in scena del Lago dei cigni, il cui terza atto viene appunto chiamato Black Swan. “Black Swan è un film molto difficile da spiegare. È un film di Darren. La Portman ed io interpretiamo due ballerine rivali e il suo personaggio ottiene la parte principale nel Lago dei cigni.

   

NEWS | Fra pochi giorni inizieranno le riprese del film.

Ryder e la hershey nel dramma sovrannaturale sul balletto

lunedì 9 novembre 2009 - Marlen Vazzoler

Black Swan: Cassel, Ryder e la Hershey nel dramma sovrannaturale sul balletto Mancano poche settimane all'inizio delle riprese newyorchesi di Black Swan, il quinto film diretto dal regista Darren Aronofsky (The Wrestler), Black Swan, un film drammatico sovrannaturale ambientato nel mondo del balletto di New York. Natalie Portman interpreta Nina, una ballerina professionista che si trova bloccata in uno scontro con una danzatrice rivale, Lilly interpretata da Mila Kunis, per ottenere il ruolo di Odette, la regina dei cigni nella prossima produzione del Lago dei cigni, mentre la posta in gioco e i colpi di scena aumentano man mano che si avvicina l'attesa performance.

NEWS | Una recensione della sceneggiatura ha rivelato delle informazioni sulla trama.

Ci sarà una scena bollente

venerdì 21 agosto 2009 - Marlen Vazzoler

Black Swan: ci sarà una scena bollente Non è ancora cominciata la lavorazione della nuova pellicola diretta da Darren Aronofsky, Black Swan, interpretata da Mila Kunis e Natalie Portman, ma l'uscita di una recensione della sceneggiatura ha trasformato il film in una delle pellicole più attese del 2010. La Portman è una ballerina veterana che si trova coinvolta in una gara competitiva con una danzatrice rivale, la posta in gioco e i colpi di scena sono sempre più in crescendo man mano che le ballerine si avvicinano alla loro performance.

   

GALLERY | Grande performance per l'attrice in Vox Lux. Oggi in Concorso Nuestro tiempo di Carlos Reygadas e 22 luglio di Paul Greengrass.

Natalie portman è la pop star che rinasce dalla tragedia

mercoledì 5 settembre 2018 - a cura della redazione

Venezia 75, Natalie Portman è la pop star che rinasce dalla tragedia Avevamo già visto le sue doti da ballerina ne Il cigno nero. In Vox Lux Natalie Portman supera se stessa e diventa anche cantante. Sul palcoscenico diretto da Brady Corbet canta le canzoni scritte da Sia per raccontare la storia di una pop star che nasce dopo una tragedia. Applausi anche per l'altro film in Concorso ieri, Acusada, sulla vicenda di una ragazza accusata di omicidio e accoglienza discreta anche per Opera senza autore, su un artista che deve affrontare le conseguenze del regime nazista.

   

MOSTRA DI VENEZIA | Scritto e diretto da Bradley Cooper, con Cooper e Lady Gaga, il film sarà alla 75. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica.

A star is born in prima mondiale alla mostra del cinema di venezia

martedì 24 luglio 2018 - a cura della redazione

A Star is Born in prima mondiale alla Mostra del Cinema di Venezia La Biennale di Venezia annuncia che A Star is Born, l'atteso debutto nella regia del quattro volte candidato al premio Oscar® Bradley Cooper (American Sniper, American Hustle, Il lato positivo), interpretato dallo stesso Cooper e dalla pluripremiata superstar della musica e candidata all'Oscar® Lady Gaga, nel suo primo ruolo da protagonista in un film, sarà in prima mondiale, fuori Concorso, alla 75. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. La proiezione di A Star is Born - anche co-sceneggiato e prodotto da Bradley Cooper - si terrà venerdì 31 agosto in Sala Grande al Palazzo del Cinema del Lido di Venezia.

   

MOSTRA DI VENEZIA | Scritto e diretto da Bradley Cooper, con Cooper e Lady Gaga, il film sarà alla 75. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica.

A star is born in prima mondiale alla mostra del cinema di venezia

martedì 24 luglio 2018 - a cura della redazione

A Star is Born in prima mondiale alla Mostra del Cinema di Venezia La Biennale di Venezia annuncia che A Star is Born, l'atteso debutto nella regia del quattro volte candidato al premio Oscar® Bradley Cooper (American Sniper, American Hustle, Il lato positivo), interpretato dallo stesso Cooper e dalla pluripremiata superstar della musica e candidata all'Oscar® Lady Gaga, nel suo primo ruolo da protagonista in un film, sarà in prima mondiale, fuori Concorso, alla 75. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. La proiezione di A Star is Born - anche co-sceneggiato e prodotto da Bradley Cooper - si terrà venerdì 31 agosto in Sala Grande al Palazzo del Cinema del Lido di Venezia.

   

FOCUS | Brian Oliver porterà al cinema il libro sulla vita dell'attore: The Way It's Never Been Done Before.

Il 'mostro' più grande

mercoledì 18 luglio 2018 - Pino Farinotti

Un film sulla vita di Marlon Brando: il 'mostro' più grande Stava al cinema come l'ossigeno sta all'acqua. Ci sarà un po' di enfasi in questa definizione, ma per Brando (1924-2004) tutto è un'enfasi. Anche la frase che segue: come lui, nessuno. George Englund (1926-2017) era un regista-sceneggiatore americano che nel 1963 diresse l'attore nel film Missione in Oriente. I due divennero amici e Englund scrisse un libro di memorie con Brando protagonista, The Way It's Never Been Done Before. Il produttore Brian Oliver (Il cigno nero, La battaglia di Hacksaw Ridge) ne ha acquisito i diritti per farne un film.

   

FOCUS | Brian Oliver porterà al cinema il libro sulla vita dell'attore: The Way It's Never Been Done Before.

Il 'mostro' più grande

mercoledì 18 luglio 2018 - Pino Farinotti

Un film sulla vita di Marlon Brando: il 'mostro' più grande Stava al cinema come l'ossigeno sta all'acqua. Ci sarà un po' di enfasi in questa definizione, ma per Brando (1924-2004) tutto è un'enfasi. Anche la frase che segue: come lui, nessuno. George Englund (1926-2017) era un regista-sceneggiatore americano che nel 1963 diresse l'attore nel film Missione in Oriente. I due divennero amici e Englund scrisse un libro di memorie con Brando protagonista, The Way It's Never Been Done Before. Il produttore Brian Oliver (Il cigno nero, La battaglia di Hacksaw Ridge) ne ha acquisito i diritti per farne un film.

   

FOCUS | Joachim Trier rispetta i codici dell'horror, senza la pretesa di svuotarli dall'interno, e gioca con una certa maestria dimostrando di potersi appropriare di temi alla Stephen King. Al cinema.

Un horror da consumare e da cui farsi sorprendere

domenica 24 giugno 2018 - Roy Menarini

Thelma, un horror da consumare e da cui farsi sorprendere Il genere horror viaggia da sempre in bilico tra piacere dell'identico e richiesta di innovazione. Da una parte i fan sono tra i più fedeli, poiché la loro fame di tensione supera qualsiasi crisi di creatività che il genere attraversa; dall'altra sono anche esigenti, per cui chiedono all'horror di essere audace e di spingere se possibile un po' più in là i codici e i confini del settore. Questo equilibrio instabile - un cliché che deve confermarsi tale senza darlo troppo a vedere - sembra perfettamente individuato da Thelma di Joachim Trier, che per di più ha una provenienza europea, in particolare norvegese, e dunque già di per sé differente e originale rispetto alla scuola americana e anglosassone, prevalente in termini produttivi.

NETFLIX | Lo sci-fi come genere per esplorare l'interiorità più profonda, da Garland a Villeneuve senza dimenticare la lezione di Blade Runner.

La paura per l'altro che sono io

mercoledì 21 marzo 2018 - Claudia Catalli

Annientamento, la paura per l'altro che sono io C'è una caratteristica che accomuna due dei più acclamati film di fantascienza degli ultimi tempi con il nuovo film di Alex Garland Annientamento, disponibile su Netflix. Come già accadeva abbondantemente in Blade Runner 2049 (guarda la video recensione) e in Arrival, la fantascienza, da genere cinematografico a se stante, è destinata ancora a mutare (e mai verbo fu più appropriato per Annientamento, capirete il perché) e contaminarsi con qualcosa che c'entra poco con gli effetti speciali - pur suggestivi e potenti in tutti e tre i film citati - e molto più con l'introspezione, l'analisi, la metafisica.

NETFLIX | Distante dai suoi ruoli più recenti, l'attrice israeliana dà prova di tutto il suo spirito d'avventura.

Natalie portman etereo cigno nero in un mondo alieno

martedì 13 marzo 2018 - Francesca Ferri

Annientamento, Natalie Portman etereo cigno nero in un mondo alieno L'abbiamo lasciata nelle vesti di una giovane cameriera irretita da un magnate dell'industria musicale nel triangolo pericoloso di Song to Song (2017) di Terrence Malick, la ritroviamo nella divisa militare di una biologa determinata ad avventurarsi nella misteriosa Area X per scoprire cosa è successo al marito soldato in Annientamento. Natalie Portman non smette di stupire, cambiando maschere e raccogliendo successi davanti e dietro la telecamera. L'attrice israeliana naturalizzata statunitense, premio Oscar per Il cigno nero, ritorna sugli schermi nel mondo fantascientifico di Alex Garland, Annientamento, in Italia disponibile solo su Netflix.

OSCAR | Battaglie, curiosità, favoriti e candidati italiani in corsa. Ecco le informazioni utili per non arrivare impreparati alla cerimonia di premiazione di questa notte.

In attesa degli oscar. tutto ciò che c'è da sapere sull'edizione 2018

domenica 4 marzo 2018 - Ilaria Ravarino

In attesa degli Oscar. Tutto ciò che c'è da sapere sull'edizione 2018 Si parlerà di Trump, senz'altro. E degli Oscar che quest'anno, finalmente, sono un pizzico meno #sowhite. Ma dopo gli abiti neri dei Golden Globes, le rose bianche dei Brits, le attiviste sul red carpet dei Bafta e il panel all women degli Screen Actors Guild Awards, l'aspettativa è alta soprattutto nei confronti dei movimenti #metoo e Time's Up, che difficilmente si lasceranno scappare una vetrina prestigiosa come quella degli Academy Awards. "Molestie? Se ne parlerà - ha già annunciato il presentatore Jimmy Kimmel - non saranno l'elefante nella stanza di questa edizione".

TRAILER | In concorso alla prossima Mostra del Cinema di Venezia, il film di Darren Aronofsky sarà al cinema dal 28 settembre.

Il trailer italiano

martedì 8 agosto 2017 - a cura della redazione

Madre!, il trailer italiano La tranquilla relazione di una coppia è messa a dura prova quando alcuni ospiti inattesi vanno a far loro visita, sconvolgendone e distruggendone gli equilibri. Il film sarà presentato in concorso alla 74. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Dal regista Darren Aronofsky (Requiem for a Dream, Il cigno nero) e interpretato dalle star Jennifer Lawrence, Javier Bardem, Ed Harris e Michelle Pfeiffer, Madre! è un avvincente thriller psicologico sull'amore, sulla devozione e sul sacrificio.

   

FOCUS | In occasione dell'uscita del film, da oggi al cinema, ecco 10 titoli degli anni '10 che hanno trasformato il thriller in un genere capace di rielaborare le paure sociali.

Il film di verhoeven nel solco del grande thriller

giovedì 23 marzo 2017 - Gabriele Niola

Elle, il film di Verhoeven nel solco del grande thriller Già a partire dall'inizio, in cui dei rumori suggeriscono qualcosa, Elle dichiara la propria appartenenza al thriller, genere che aveva conosciuto una fortissima popolarità tra gli anni '80 e i '90 grazie alla forte spinta propulsiva di De Palma e delle sue trovate che modernizzavano e rilucidavano classici film di suspense hitchcockiani e grazie ad una serie di fortunati adattamenti da romanzi di autori come Grisham e Follett. Il genere è poi lentamente decaduto nei 2000, schiacciato da una nuova generazione di horror che li hanno sostituiti sul terreno della tensione e da una nuova idea di cinema di grande incasso che ha ucciso il film dal budget medio.

MOSTRA DI VENEZIA | Il regista cileno racconta il suo film, la sua Jacqueline Kennedy e il rapporto controverso con potere e istituzioni.

«per fare jackie ho parlato solo con le donne»

giovedì 8 settembre 2016 - Gabriele Niola

Pablo Larrain: «Per fare Jackie ho parlato solo con le donne» Ci sono molti motivi per i quali Jackie era uno dei film più attesi della 73. Mostra di Venezia. Sia perché è il ritorno di Natalie Portman ad un ruolo di peso in un film audace, almeno dai tempi del suo Oscar per Il cigno nero, ma anche perché è un probabile contendente per la stagione degli Oscar. Jackie è anche il primo film americano ad alto budget di Pablo Larrain, il più grande talento espresso dal cinema negli ultimi anni. A partire da un genere codificato come il biopic, Larrain si è mosso con la libertà che lo contraddistingue, e così gli abbiamo chiesto come mai abbia scelto proprio questo soggetto per il suo passaggio americano e come abbia voluto relazionarsi all'idea di ricostruire la vita di una persona esistita.

FOCUS | Nel film di Refn la moda è un pretesto per virare sulla bellezza, che mescola Cronenberg, Soderbergh ed elementi di Dario Argento.

Il film che bussa alle porte di prada e dior

domenica 12 giugno 2016 - Roy Menarini

The Neon Demon, il film che bussa alle porte di Prada e Dior Tra cinema e moda i frequenti rapporti sono giustificati non solo dalla condivisione di uno spirito rappresentativo e trasformativo nei confronti della società e dell'individuo, ma anche dalla similitudine delle due industrie creative. Esse - legate anche da una storia di resistenze da parte delle élite culturali rispetto al loro statuto artistico - trovano nell'innovazione culturale e nell'ispirazione sulle identità un ruolo fondamentale, nel Novecento e ancora oggi. The Neon Demon è un film sulla moda? Difficile dirlo.

GALLERY | Le grandi performance della storia del cinema.

I migliori attori da oscar che hanno interpretato un disabile

martedì 24 febbraio 2015 - Gabriele Niola

I migliori attori da Oscar che hanno interpretato un disabile Mai interpretare un ritardato totale, l'equilibrio giusto per l'Oscar è quello dei personaggi con disabilità mentali che li rendono dei vincenti. Lo spiega Robert Downey Jr. in Tropic Thunder al povero Scott Speedman (Ben Stiller), attore molto commerciale che aveva inseguito senza successo la statuetta interpretando in Simple Jack uno scemo troppo scemo per essere davvero premiato. È una delle considerazioni ironiche più acute sulla realtà dei premi consegnati dall'Academy: i ruoli che prevedono delle disabilità (mentali o fisiche) sono i migliori per conquistare i favori dei giurati e aspirare al premio maggiore.

   

APPROFONDIMENTI | Jim Carrey, elegante 'fantasma dei Natali passati' ne I pinguini di Mr. Popper.

Con quella faccia un po' così…

mercoledì 10 agosto 2011 - Edoardo Becattini

Con quella faccia un po' così… Anno dopo anno sembra che Jim Carrey stia progressivamente cercando di razionalizzare le presenze della sua stimata faccia da trasformista, centellinando le apparizioni di quei tratti somatici elastici o celandosi sotto a un trucco e a un parrucco sufficientemente pesante da renderlo irriconoscibile se non attraverso quel fervore tipico che anima i suoi occhi. È come se cercasse sempre più di trattenere o di dosare quei movimenti rapidi e scattanti del volto capaci di colpirti come una frusta esilarante, quel dinamismo da gran buffone su cui a metà degli anni Novanta ha costruito un'immensa celebrità, diventando con Ace Ventura e Scemo & più scemo, più qualche apparizione indimenticabile al Saturday Night Live, il comico più amato della tarda modernità.

   

NEWS | Il regista de Il cigno nero designato dal Cda della biennale.

Darren aronofsky sarà presidente di giuria

mercoledì 27 aprile 2011 - a cura della redazione

Venezia 68: Darren Aronofsky sarà Presidente di Giuria Sarà il regista, produttore e sceneggiatore statunitense Darren Aronofsky (autore del film d’apertura della 67 Mostra, Il cigno nero, e Leone d’oro 2008 per The Wrestler) - figura chiave del cinema contemporaneo, la cui opera è in continuo dialogo con evoluzione e mutazioni dei diversi linguaggi artistici - la personalità chiamata a presiedere la Giuria Internazionale del Concorso della 68. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (31 agosto-10 settembre 2011), che assegnerà il Leone d’oro e gli altri riconoscimenti ufficiali.

   

INCONTRI | Branagh e Hemsworth in Italia per presentare il loro Thor.

La strana coppia che fa tremare asgard

venerdì 15 aprile 2011 - Ilaria Ravarino

Kenneth e Chris: la strana coppia che fa tremare Asgard «Sì, lo so, adesso vi chiederete come ho fatto a cavarmela con il 3D»: perfetta metafora del suo approccio al tecnologico universo Marvel, Kenneth Branagh alle prese con la dispettosa cuffietta del traduttore radio è uno spettacolo che produce un senso di tenerezza e compassione insieme. Alla conferenza stampa romana del suo film Thor (dal 27 aprile in 600 copie), seduto tra una pila di plastiche action figure accanto al plastico protagonista in carne e ossa Chris Hemsworth, il serio filologo d’estetica shakesperiana sembra divertirsi come un bambino.

   

NEWS | Il film Noi credevamo al primo posto con 13 nomination.

Le candidature

giovedì 7 aprile 2011 - Nicoletta Dose

David di Donatello, le candidature Il film con più nomination è Noi credevamo di Mario Martone: 13 le candidature annunciate oggi dalla giuria della 55° edizione dei Premi David di Donatello. Il film sul Risorgimento italiano, già premiato con il Nastro d'Argento dell'anno, è ora candidato come miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura, miglior produttore, miglior direttore della fotografia, miglior musicista, miglior scenografo, miglior costumista, miglior truccatore, miglior acconciatore, miglior montatore, miglior fonico di presa diretta e miglior David giovani.

   

FOCUS | Si compie il progetto del sindaco Moratti.

Cinecittà è a milano

mercoledì 23 marzo 2011 - Pino Farinotti

Cinecittà è a Milano Girando per strada puoi incontrare giganti della pittura, della recitazione, della poesia, del teatro, del giornalismo, dell'architettura, della fotografia, della moda, della musica classica e di dozzine di altri campi. È il momento culminante di una città che nella sua storia ha avuto più di un periodo come quello". È quanto scrive Shawn Levy, scrittore e critico di New York. Lo scrive della sua città, e completa il concetto magari con un po' di enfasi. "Immaginate la Roma di Augusto o la Londra elisabettiana con una borghesia in ascesa; la Parigi degli anni Venti senza i pregiudizi del vecchio mondo e la divisione in classi, con aria condizionata e fognature affidabili.

   

FOCUS | Anne Hathaway e James Franco animano e "svecchiano" l'ottantatreesima Notte degli Oscar.

Trionfa il discorso del re

lunedì 28 febbraio 2011 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Oscar, trionfa Il discorso del re Ha avuto inizio nella Parigi di Inception l'83sima notte degli Oscar, con un montaggio a effetti speciali che ha visto gli ospiti della serata Anne Hathaway e James Franco entrare e uscire dalle scene madri dei film nominati. Subito dopo Tom Hanks ha aperto la premiazione annunciando i vincitori nelle categorie art direction e fotografia (andati rispettivamente ad Alice in Wonderland e Inception), ma il primo momento emozionante è stato quando Melissa Leo, introdotta da un Kirk Douglas in vena di scherzi, è salita sul palco a ritirare il premio come miglior attrice non protagonista per The Fighter.

   

NEWS | Previsto per il 2011 il maggior numero di film appartenenti a franchise.

L'anno dei sequel

martedì 22 febbraio 2011 - Marlen Vazzoler

L'anno dei sequel Squadra che vince non si cambia" sembra essere questo il motto per la stagione cinematografica 2011. Quest'anno nei soli Stati Uniti verranno prodotte e distribuite 27 pellicole appartenenti a delle franchise, ovvero più di un quinto della produzione nazionale: - 9 pellicole saranno il secondo capitolo diretto (in ordine cronologico) all'interno di una franchise nella forma di sequel: Cars 2, Diary of a Wimpy Kid 2: Rodrick Rules, The Hangover Part II, Happy Feet 2, Hoodwinked Too! Hood vs. Evil, Johnny English Reborn, Kung Fu Panda 2, Piranha 3DD e Sherlock Holmes 2 - 5 pellicole saranno il terzo capitolo diretto all'interno di una franchise nella forma di sequel: Alvin and the Chipmunks: Chipwrecked, Big Mommas: Like Father, Like Son, Madea's Big Happy Family, Transformers: Dark of the Moon e Paranormal Activity 3 - 8 pellicole saranno il quarto capitolo diretto all'interno di una franchise nella forma di sequel: Mission: Impossible Ghost Protocol, Pirati dei Caraibi 4: Oltre i confini del mare, Scream 4, Spy Kids 4: All the Time in the World e The Twilight Saga: Breaking Dawn (Parte Prima) - 5 pellicole saranno il quinto capitolo di una franchise: i sequel Fast Five, e Final Destination 5, lo spin-off Puss in Boots, il prequel X-Men: First Class, e un nuovo capitolo delle storie di Winnie the Pooh.

   

NEWS | Il rito con Anthony Hopkins al primo posto in Usa.

I film italiani ancora in testa alla classifica

lunedì 31 gennaio 2011 - Andrea Chirichelli

Box Office: i film italiani ancora in testa alla classifica È sempre Grand'Italia al box office: in testa resiste Qualunquemente che supera in scioltezza gli 11 milioni di euro e rischia seriamente di diventare il terzo miglior incasso italiano dell'anno dietro agli imprendibili Zalone e Benvenuti al Sud. Stupisce il balzo in avanti di Immaturi, che con 3.5 milioni incassati migliora la performance della prima settimana e arriva ad un ottimo totale di 8.4 milioni, diventando un altro serio candidato ad una top ten annuale che sta diventando un monopolio tricolore.

NEWS | Seguono Il grinta con 10 e The Social Network con 8.

12 nomination per il discorso del re

martedì 25 gennaio 2011 - Marlen Vazzoler

Oscar 2011: 12 nomination per Il discorso del re L'attrice Premio Oscar Mo'Nique (Precious) assieme al presidente dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences, Tom Sherak, ha annunciato questo pomeriggio, dal Samuel Goldwyn Theater di Beverly Hills, le nomination dei film che concorreranno all'83. edizione degli Oscar che si terrà il 27 febbraio. La diretta, durata una decina di minuti, ha come al solito provocato reazioni contrastanti. Alcune candidature sono state delle conferme: 12 le nomination di Il discorso del re, 10 quelle di Il grinta, 8 quelle di The Social Network e Inception.

NEWS | I film di qualità dominano la top ten americana.

Cetto laqualunque conquista il podio

lunedì 24 gennaio 2011 - Andrea Chirichelli

Box Office: Cetto Laqualunque conquista il podio È grand'Italia al box office: il cinema italiano domina incontrastato la classifica con tre titoli ai primi tre posti. Oltre a Zalone, che viaggia spedito verso i 40 milioni di euro, arrivano tre new entry, due delle quali molto soddisfacenti. Qualunquemente è il nuovo leader, con 5.3 milioni di euro, una partenza fantastica per Albanese che al cinema era sempre andato un po' sotto le sue capacità: Cetto Laqualunque, invece ha sfondato. Zalone, ovviamente, regge alla grande: altri 4.3 milioni e un totale di 38, arrivare a 40 è questione di giorni e per i 50.

NEWS | Black Swan ne ottiene 12, Inception 9 e 127 ore e Il grinta 8.

Il discorso del re conduce i bafta 2011 con 14 nomination

martedì 18 gennaio 2011 - Marlen Vazzoler

Il discorso del re conduce i BAFTA 2011 con 14 nomination Mentre le polemiche sulle battute al vetriolo di Ricky Gervais ai Golden Globe 2011 non accennano a diminuire, questa mattina Dominic Cooper e Talulah Riley hanno annunciato le nomination dei British Academy Film Awards (BAFTA). Assegnati tra i Golden Globe e gli Oscar, i BAFTA sono sempre stati un ottimo spunto per alcune delle nomination dell'Academy americana. Le premiazioni hanno naturalmente avuto sempre un occhio di riguardo per i film di produzione inglese. Non sorprende dunque che Il discorso del re sia il film favorito dell'academy inglese: la pellicola di Hooper conduce infatti con ben 14 nomination.

   

FOCUS | Portman, Benning, Firth e Giamatti migliori attori.

The social network trionfa ai golden globes 2011

lunedì 17 gennaio 2011 - Marlen Vazzoler

The Social Network trionfa ai Golden Globes 2011 Questa notte al Beverly Hilton hotel l'attore inglese Ricky Gervais ha condotto la 68. edizione dei Golden Globes. Come previsto una delle vittime di Gervais durante il monologo iniziale è stato Charlie Sheen, ma non sono sfuggite neppure delle frecciate a Scientology. I premi cinematografici Il primo a essere premiato è stato Christian Bale per il suo meritato ruolo in The Fighter di David O'Russell, che molto probabilmente gli varrà anche un Oscar. "You Haven't Seen The Last of Me" (Burlesque) di Diane Warren vince come miglior canzone mentre Trent Reznor e Atticus Ross si sono aggiudicati il premio per la miglior colonna sonora per The Social Network.

   

NEWS | The Green Hornet sorprende al botteghino americano.

Che bella giornata supera benvenuti al sud

lunedì 17 gennaio 2011 - Andrea Chirichelli

Box Office: Che bella giornata supera Benvenuti al Sud In Italia Checco Zalone imperversa e raggiunge in poco meno di due settimane 31.4 milioni di euro, un dato incredibile che lo porta al primo posto assoluto della classifica italiana stagionale, scavalcando Benvenuti al Sud, che già aveva avuto un risultato fenomenale. Dove potrà arrivare Che bella giornata? L'obiettivo più probabile è 50 milioni di euro, dato che trasformerebbe il film nel maggiore incasso di sempre per un film italiano e il secondo in assoluto dietro Avatar. In arrivo, almeno nelle prossime settimane, non sono previste uscite "super" o tali da poterlo impensierire.

NEWS | Il Grinta dei Coen in testa nelle sale americane.

L'italia è ai piedi di checco zalone

lunedì 10 gennaio 2011 - Andrea Chirichelli

Box Office: l'Italia è ai piedi di Checco Zalone L'Italia è ai piedi di Checco Zalone. Un risultato storico e senza precedenti quello fatto registrare da Che bella giornata che in cinque giorni (il film è uscito mercoledì) polverizza il record fatto registrare l'anno scorso da Avatar. Il film di Cameron si era fermato a 12.9 milioni di euro, quello di Zalone ha superato i 18. In meno di una settimana Che bella giornata ha fatto registrare l'intero incasso ottenuto durante tutto il periodo natalizio da Natale in Sudafrica, stracciato Harry Potter e messo in fila i grandi della comicità italiana: Benigni, il Trio, Pieraccioni, Boldi & De Sica.

NEWS | Il grinta tallona Vi presento i nostri in Usa.

L'era del cinepanettone è giunta al termine?

lunedì 3 gennaio 2011 - Andrea Chirichelli

Box office: l'era del cinepanettone è giunta al termine? L'era del cinepanettone è giunta al termine? A valutare i dati del week-end si potrebbe cominciare a propendere per questa ipotesi. Natale in Sudafrica ha generato incassi significativi, ma decisamente inferiori a quelli “storici” della saga, ed è incalzato da vicino dai redivivi Aldo, Giovanni e Giacomo che, con La Banda dei Babbi Natale, sono oramai prossimi al sorpasso. I dati dicono che nel week-end ha stravinto il trio, con 4.3 milioni di euro contro i 3 di Belen e soci, mentre sul totale siamo quasi in parità, 16.

NEWS | Tron: Legacy primo in Usa, L'Orso Yoghi secondo.

Natale in sudafrica in testa

lunedì 20 dicembre 2010 - Andrea Chirichelli

Box Office: Natale in Sudafrica in testa In Italia, come previsto, arriva l'invasione dei film natalizi. In testa, non troppo sorprendentemente, c'è Natale in Sudafrica, che parte con 3.2 milioni di euro, in leggero calo rispetto al cinepanettone dell'anno scorso. Più o meno in linea con il predecessore è La Banda dei babbi natale, che esordisce con 2.5 milioni mentre sul gradino più basso del podio, ma una eccellente media per sala, c'è The Tourist che con i suoi 1.9 milioni può essere considerato il vincitore di questa tornata natalizia.

NEWS | The Fighter e The Social Network seguono con 6.

Il discorso del re ottiene 7 nomination ai golden globe 2011

martedì 14 dicembre 2010 - Marlen Vazzoler

Il discorso del re ottiene 7 nomination ai Golden Globe 2011 J osh Duhamel, Katie Holmes e Blair Underwood assieme al presidente della Hollywood Foreign Press Association (HFPA) hanno annunciato le nomination della 68. edizione dei Golden Globe dal Beverly Hilton Hotel di Los Angeles. La pellicola inglese Il discorso del re diretta da Tom Hooper conduce con sette nomination, seguono con sei The Social Network di Fincher e The Fighter di O'Russell. Grande escluso della competizione Il grinta dei fratelli Coen mentre a sorpresa Johnny Depp ha ottenuto una doppia candidatura come "miglior attore in una commedia" con Alice in Wonderland e The Tourist.

   

NEWS | Narnia e The Tourist sono dei flop in Usa.

Rapunzel resiste in testa

lunedì 13 dicembre 2010 - Andrea Chirichelli

Box Office: Rapunzel resiste in testa Settimana tranquilla prima della tempesta natalizia. In testa resiste Rapunzel che vola col passaparola e ottiene altri 1.4 milioni di euro, che portano il suo totale ad un interessante 7.5. Il podio resta completamente invariato: Boldi va bene e arriva a 7.6 milioni, Woody in Italia ha sempre un ottimo seguito e raggiunge quota 3.5 milioni (quasi più della cifra racimolata in tutti gli USA), mentre Harry Potter ha un netto calo e supera a fatica quota 17 milioni. È quindi assolutamente escluso che il film possa raggiungere i 20 milioni, dato che rende la performance del film nel nostro Paese piuttosto deludente, dopo una partenza a razzo.

NEWS | Ottimi incassi anche per il pre-cine-panettone A Natale mi sposo.

Rapunzel conquista la vetta

lunedì 6 dicembre 2010 - Andrea Chirichelli

Box Office: Rapunzel conquista la vetta Box Office Italia Grandi sorprese nel primo weekend di dicembre. Sono ben quattro i film capaci di stare sopra la soglia del milione di euro. In testa, con un colpo di reni formidabile, ci va Rapunzel che ottiene 2 milioni di euro e va a 4.4 totali. Il passaparola e il maggiore numero di sale in 2D hanno portato la fiaba Disney in testa e, con almeno altre due settimane di raccolta davanti a sé, il film potrebbe ottenere ottimi risultati. Secondo posto per A Natale di sposo, pre-cinepanettone con Boldi, mentre l'Italia si conferma terra florida per Woody Allen che, con il suo Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni, parte fortissimo con 1.

   

APPROFONDIMENTI | La danza negli schermi di questa stagione.

Corpo libero

lunedì 4 ottobre 2010 - Marianna Cappi

Step Up 3D: corpo libero Si può girarci attorno, piroettare, fare un passo avanti e due indietro, ma alla resa dei conti si torna sempre lì, al 1984 e a Footloose, archetipo di tutti i film sul ballo a venire. L'idea di fondo è la lotta manichea tra Bene e Male. Gli adulti della comunità, capeggiati da un sacerdote (quasi fosse una piramide sociale dell'antico Egitto), sono persuasi che la danza non possa che associarsi al maligno, passando per il caos, e portare dritta alla distruzione; i giovani al contrario, capeggiati da un forestiero - il quale svolge esattamente il ruolo che è del cowboy solitario nel genere western e favorisce, in generale, l'identificazione dello spettatore (che entra con lui nel mondo predisposto dal film) - vogliono ballare per sentirsi liberi, per esprimersi, facendo della danza un sinonimo di vitalità.

   

NEWS | Incendies e Stake Land gli altri vincitori.

King's speech vince al festival di toronto

lunedì 20 settembre 2010 - Marlen Vazzoler

King's Speech vince al Festival di Toronto Ieri si è conclusa l'edizione 2010 del Toronto Film Festival, durante la quale sono stati proiettati alcuni dei film più attesi della stagione cinematografica americana, Black Swan di Darren Aronofsky, 127 Hours di Danny Boyle, Rabbit Hole di John Cameron Mitchell, La versione di Barney di Richard J. Lewis e The Town di Ben Affleck. Ma ad aggiudicarsi il premio più importante del Festival, il CADILLAC PEOPLE'S CHOICE AWARD, quello assegnato dal pubblico, è stato un film arrivato un po' in sordina nella città canadese, The King's Speech diretto dal regista Tom Hooper e interpretato da Colin Firth ed Helena Bonham Carter, che racconta della riluttante ascesa al trono del re Giorgio VI.

   

NEWS | In arrivo nelle sale Step Up 3D.

La danza e il cuore che batte

mercoledì 15 settembre 2010 - Nicoletta Dose

Prossimamente al cinema: la danza e il cuore che batte Il mondo della danza è una realtà ancora oggi molto vitale. Sarà merito di trasmissioni televisive come "Amici" che inneggiano all'imitazione sognante dei ballerini in studio, o dell'immaginario cinematografico che, dai tempi di Dirty Dancing in poi, non ha smesso di 'ballare'. Di mezzo c'è sempre una componente sensuale: tra una piroetta e un 'battement tendu' sono nate molte storie d'amore appassionanti. Sdolcinate come quella di Baby e l'insegnante macho (interpretato da Patrick Swayze) o più dure come l'oscura attrazione tra la ballerina professionista Natalie Portman e il burbero Vincent Cassel di Black Swan (appena passato a Venezia, il film uscirà in Italia il prossimo anno), le relazioni sentimentali tra amanti del ballo sono diffuse e ben radicate nella memoria.

NEWS | La Coppa Volpi per il miglior attore a Vincent Gallo, miglior attrice ad Ariane Labed

Trionfa sofia coppola

sabato 11 settembre 2010 - Letizia della Luna

Venezia.67: trionfa Sofia Coppola In un festival probabilmente povero di glamour ma ricco di film di spessore, i pronostici delle ultime ore sono stati rispettati. Come si vociferava da diverse ore il Leone d'Oro per il miglior film è andato alla figlia d'arte Sofia Coppola per il film Somewhere. "Non ci posso credere, sono così orgogliosa" ha dichiarato la regista visibilmente emozionata; è stato il presidente della giuria Quentin Tarantino (che a inizio serata ha esordito dichiarando quella veneziana "un'esperienza davvero speciale") a consegnarle il premio: "è stata una decisione unanime, è un film che ci ha incantati fin dalla prima scena, poi è cresciuto dentro di noi, nei nostri cuori, nelle nostre analisi e nelle nostre menti".

   

NEWS | Black Swan apre la kermesse.

Ai nastri di partenza

mercoledì 1 settembre 2010 - Lisa Meacci

Mostra del cinema di Venezia: ai nastri di partenza Si inaugura questa sera al Lido la 67. edizione della Mostra di Venezia, il festival cinematografico più antico del mondo che da sempre si inquadra nel più vasto sfondo della Biennale. Dopo la cerimonia d'apertura, visibilmente ridimensionata rispetto ai lussuosi eccessi mondani che l'hanno fino ad ora contraddistinta, Black Swan di Darren Aronofsky apre ufficialmente la kermesse all'insegna del thriller psicologico e della bellezza femminile. Ma anche della polemica: fortemente voluta dal direttore Marco Müller, la pellicola made in Usa (in concorso) ha letteralmente scalzato il thriller ambientato in Italia di George Clooney, The American, con non poche critiche.

NEWS | Il programma del Gala e delle Presentazioni Speciali.

Affleck, romanek e redford nella line up

mercoledì 28 luglio 2010 - Marlen Vazzoler

TIFF 2010: i film di Allen, Affleck, Romanek e Redford nella line up Il Toronto International Film Festival ha annunciato martedì i 50 film che comporranno la line up della 35. edizione che si terrà a Toronto in Canada dal 9 al 19 settembre, quasi in contemporanea con la 67. Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. The Conspirator di Robert Redford, Casino Jack di George Hickenlooper, Barney's Version con Paul Giamatti e The Bang Bang Club con Ryan Phillippe sono solo alcune delle premiere di alcuni dei film più attesi della prossima stagione cinematografica.

NEWS | The Tempest sarà il film di chiusura.

Elfman, guadagnino e salvatores in giuria

martedì 27 luglio 2010 - Marlen Vazzoler

Venezia 67: Arriaga, Elfman, Guadagnino e Salvatores in giuria In attesa della conferenza stampa di domani in cui verrà presentato il programma ufficiale della 67. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia il direttore Marco Müller ieri ha commentato le reazioni suscitate dalla mancata presenza in concorso del film di Pupi Avati, Una sconfinata Giovinezza. "Escludere Pupi Avati, uno dei cineasti italiani che amiamo di più? Solo due anni fa, la Mostra di Venezia ha attribuito al suo importante Il papà di Giovanna un meritatissimo premio. Avati è uno dei cineasti che hanno fatto la storia della Mostra.

Il cigno nero | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | mikemaister
  2° | detodounpoco2011
  3° | edwood87
  4° | gambadilegnodinomesmith
  5° | barryallen
  6° | riccardo t.
  7° | ashtray_bliss
  8° | t. anderson
  9° | anna1
10° | gioia ventriglia
11° | hidalgo
12° | paperino
13° | galaxyofbubbles.blogspot.com
14° | linus66
15° | slowfilm.splinder.com
16° | protus74
17° | cirokisskiss
18° | mymichelle
19° | marcel cerdan
20° | paolo bisi
21° | mrmatt
22° | benedetta bergagnini
23° | xquadro
24° | lia_manelli
25° | alexpark
26° | keanu
27° | ipoclorito
28° | ros_ella
29° | annalisarco
30° | jack shepard
31° | etta calì
32° | quieromirar
33° | lionora
34° | diego p.
35° | club dei cuori solitari
36° | dario carta
37° | davidestanzione
38° | stefano pariani
39° | chepazienza
40° | gianmarco.diroma
41° | giacomogabrielli
42° | reservoir dogs
43° | joker 91
44° | epidemic
45° | ce1973
46° | cassandra85
47° | brucemyhero
48° | paride86
49° | zoom e controzoom
50° | mariangela sansone
51° | van dailer
52° | burton99
53° | jayan
54° | vannyx89
55° | andyflash77
56° | frenky 90
57° | jacopo b98
58° | shiningeyes
59° | minnie
60° | the_film_collector
61° | noia1
62° | evildevin87
63° | stefano capasso
64° | jacopo b98
65° | giuli18
66° | lhoss
67° | bobdex
68° | framenne
69° | aragorn82
70° | karmaelo
71° | davidev
72° | greg2
73° | carlita
74° | cheyenne
75° | darkstar
76° | tritono
77° | brian77
78° | il superanto
79° | amo_solo_i_bei_film
80° | alice in wonderland
81° | eugenio
82° | spike
83° | fueilles
84° | orazio z.
85° | mr_mojo.risin86
86° | hollyver07
87° | dario
88° | fabiooo12
89° | luigi.blu
90° | maria cristina nascosi sandri
91° | shining
92° | renato volpone
93° | ...{birds-of-prey}...
94° | nino quincampoix
95° | ralphscott
96° | joe m.h.
97° | lady libro
98° | the man of steel
99° | lukemisonofattotuopadre
100° | fabio2
101° | jayan
102° | enrico omodeo salè
103° | andrearuberto
104° | c h i a r a
105° | violettailaria
106° | theconformist
107° | fabio6
108° | alessio trerotoli
109° | droman
110° | luke23
111° | mr.duff
112° | alberto1988
113° | _melindo__
114° | dezzie86
115° | cinema
116° | critika.altervista.org
117° | flavius1986
118° | cinema 1
119° | luana
120° | akane-chan
Rassegna stampa
Todd McCarthy
Piera Detassis
Festival di Venezia (1)
Premio Oscar (6)
Nastri d'Argento (1)
Golden Globes (6)
David di Donatello (1)
Cesar (1)
BAFTA (21)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 11 | 12 | 13 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 |
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità