Hereafter

Acquista su Ibs.it   Dvd Hereafter   Blu-Ray Hereafter  
   
   
   

Dov'Ŕ il dramma? Valutazione 2 stelle su cinque

di Morgana


Feedback: 100
martedý 30 agosto 2011

Dov'è il dramma?
Proprio le tre storie che si intrecciano costituiscono il fattore banalità.
Tecnica di narrazione vista e stravista.E che non costituisce niente di eccezionale.
Alla fine(molto alla fine)i personaggi si incontrano:ma che gran stupore!
Per concludere cosa?Il bimbo parla con suo fratello:wow.
Il protagonista maschile finisce,portato a viva forza,innamorato dell'unica protagonista femminile rimasta.Doppio Wow.
Eppure il sensitivo stupido ed ottuso che non accetta o apprezza la sua dote ha scocciato:chiunque pagherebbe per avere un dono del genere,senza farne necessariamente una professione e cavarne soldi:questo non impedisce di riconoscere l'eccezionale valore del dono,come in maniera insidiosa il regista vorrebbe sostenere.
La facoltà in più può essere usata in mille direzioni,anche soltanto esplicate nella propria mente..Invece di stare a sentire ed a risentire i pezzi di romanzi letti e straletti dello stesso,medesimo,unico autore.Qui la povertà intellettuale,umana
e la poca curiosità del protagonista è evidente.La componente religiosa,poi,in questa faccenda dell'aldilà che è anche aldiquà:dov'è,nel film?Senza essere credenti ma non volendo essere miopi,dato che c'è ed è da struzzi ignorarla.Liquidarla così,sostenendo che i preti e le suore vogliono avere l'esclusiva nel trattare l'argomento,mi sembra un po' limitativo..e limitante.
Tanto entusiasmo per la "novità"della lingua francese e delle tre nazioni,America,Gran Bretagna e Francia,che affrontano il problema.Perchè non mettere anche i sottotitoli in americano ed in inglese,allora?Perchè soltanto in francese?Perchè è l'unica lingua che "fa fascino"?
Che banalità nel pensare che la soluzione a tutto sia sempre l'amore.
Ma davvero si va avanti dopo la morte così,come fanno banalmente i protagonisti di questo film?
C'è da spararsi!Senza voler andare incontro alla morte,per carità,ma come gesto di rifiuto.
Non regge la tesi inverosimile che l'unica donna con cui George possa rifarsi una vita sia quella che ha provato la morte.E neppure che abbia cominciato a guardare al"futuro" soltanto con lei.Se è per questo sognava l'amore pure nel caso dell'aspirante cuoca.
E chi gli dice che con la giornalista andrà meglio?Perchè,non può vedere i defunti anche con lei,magari in un Hereafter2?Non mi stupirei...È inverosimile pensare che lei non glielo chieda,dato che il bimbo ha avuto la geniale idea di urlarlo,in libreria,che egli era il famoso sensitivo.E poi,se dobbiamo essere precisi,la prima visione che il medium ha avuto della giornalista è stata della sua morte...quindi non cambia molto,anche in questo caso,
la prima impressione nella sostanza..Morte e sempre morte...In seguito poi,approccio carnale e sensuale(i romantici preferiscono pensare subito all'amore)con lei ma con qualsiasi donna..
Alla stregua di quello che provava con l'aspirante cuoca che desiderava baciare
e di cui ha accettato l'invito a casa.Non mi sembra una novità la sua.
Banale il cercare dei vivi del sapore della vita in un corso sciatto di cucina .
Tutti i fan del regista entusiasti per la visione dolce della morte:ma perchè il paradiso
è una novità?
Tutti a dire che Clint Eastwood non dà risposte e tutti euforici per questo:ma se racconta persino com'è l'aldilà attraverso il resoconto del fratellino morto e la solita panzana consolante e non esaustiva del "sono dentro di te!"
Altro che serenità,il film lascia con un grande senso di insoddisfazione,perchè l'aldiquà lo conoscevamo ed è stato anche banalmente raccontato,
non era neccessario storcerlo con tanto grigiore così.
Sull'aldilà nel vero senso del termine,poi,nessuna riflessione interessante.

La scena del bacio è la più stucchevole e poco realistica mai vista finora...Amore perchè?
Per una appena vista e di cui si sono lette le prime pagine del libro da lei scritto?
Un po' adolescenziale,alla Federico Moccia oserei dire.
Ma se poi il sensitivo la morte non l'ha mai amata!?
Come fa ad innamorarsi di chi ha vissuto la morte?
Se non ha mai voluto accogliere i messaggi di chi,morto,tramite lui,cercava di porsi in contatto con i suoi cari?
Forse che schifo volerne fare la sua professione,vivere di questo?
E perchè l'ha fatto prima?Mancanza di personalità,di acume o finta ingenuità?
Davvero non avrebbe mai potuto immaginare come avrebbero potuto precipitare gli eventi?
Forse il messaggio finale è che si può ascoltare un morto o chicchessia soltanto per amore?
Pretestuoso...
Come sostenere che si può ascoltare una persona soltanto se la si ama..
A questo punto ci sono ben poche speranze a questo mondo
ed i docenti universitari possono darsi all'ippica.

Niente eccessi:altro merito attribuito al regista.
Invece il suo atteggiamento americano che finge di essere un lord inglese,
che conserva la sua eleganza e pochezza persino di fronte alla morte è poco realistico.
Ed analitico soltanto,casomai,di quella che può essere una superficie,
l'apparenza patinata dietro la quale si nascondono dolore e ben altro.
Ma chi è che vive la morte in maniera così fredda ed equilibrata,spenta,composta,
con a stento una lacrima,senza tormento interiore,di pensieri,di cuore che si spacca in pezzi,
di emozioni che dominano e che offuscano la mente,di tendini che non fanno altro
che esser continuamente tesi verso qualcosa che vogliono afferrare?
Dopo l'esperienza della morte,vissuta in senso stretto o in senso lato,si scrive composti un libro,si rifiuta la possibilità di conoscere chi la morte l'ha conosciuta e si cerca il sensitivo?
Questa è la reazione alla morte,secondo il regista?
Ma davvero Clint ci fa così banali e superficiali,noi umani?O realmente crede
questi modi stucchevoli di reagire i più comuni,gli unici giusti,o i soli possibili?
Più che di delicatezza e grazia parlerei di superficialità e cattivo gusto.Povertà di contenuti senz'altro e mancato approfondimento dei pochi che ha deciso di trattare.
Eppure il materiale a cui attingere era tanto,gli spunti di riflessione molteplici,anche su quel poco che ha proposto.Pigrizia mentale del caro Clint?
È facile nascondere il tutto dietro l'alibi delle tinte pastello e dei tocchi impressionisti...Quelli erano artisti che davvero,con tocchi leggeri,svisceravano la realtà delle cose:ma qui il dramma
o anche"la realtà dopo la morte",che egli pretende di raccontare,dov'è?
In esperienze così lontane ed inverosimili?
Di chi da piccolo perde suo fratello e ne ha così tanta coscienza?
In genere i bambini dimenticano e la storia del bimbo che cerca il fratello morto in una nuvola,in una stella o in una voce,in un cappello o in un segnale è trita e ritrita se non stucchevole.
E meno male che alla fine incontra un sensitivo vero,perchè altrimenti poteva finire come chi ha sperimentato Vanna Marchi.
Di chi sopravvive allo tsunami e si limita soltanto a scrivere un libro?
E di sensitivi che rifiutano banalmente il loro dono quando potrebbero semplicemente gestirlo diversamente,non ne abbiamo già visti?Che c'è di eccezionale o anche di condivisibile in questo?

[+] lascia un commento a morgana »
Sei d'accordo con la recensione di Morgana?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
47%
No
53%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Hereafter | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1░ | lucadagostino85
  2░ | weach
  3░ | weach
  4░ | giovanni di giulio
  5░ | marv89
  6░ | weach
  7░ | writer58
  8░ | sergiofi
  9░ | simone dato
10░ | andaland
11░ | paolocarburi
12░ | ginofac
13░ | gabriella
14░ | filibro
15░ | filmicus
16░ | queen-lizard
17░ | sabatino
18░ | monica montanari
19░ | reservoir dogs
20░ | u˛lter
21░ | fabio2
22░ | shiningeyes
23░ | shingo tamai
24░ | xquadro
25░ | carlo vecchiarelli
26░ | ambra nepi
27░ | nalipa
28░ | cesare antonio borgia
29░ | g. romagna
30░ | dado1987
31░ | wbgraphic
32░ | angelo umana
33░ | taxidriver
34░ | lucio
35░ | toro sgualcito
36░ | gianluca bazzon
37░ | renato c.
38░ | laulilla
39░ | pipay
40░ | davidestanzione
41░ | gianmarco.diroma
42░ | farne
43░ | massimo allegri
44░ | andrea1967
45░ | bobdex
46░ | cinemalife
47░ | elibook
48░ | fabio57
49░ | inesperto
50░ | elibook
51░ | sono il signor wolf
52░ | karmaelo
53░ | pinodeluca
54░ | yoricca
55░ | volpao
56░ | paulettebouledefeu
57░ | ethan89
58░ | sincity
59░ | milore
60░ | vipera gentile
61░ | algernon
62░ | sonnycorleone
63░ | dandy
64░ | anna1
65░ | immanuel
66░ | marce84
67░ | cannabbal
68░ | brucemyhero
69░ | emilio zampieri
70░ | alby84
71░ | olgadik
72░ | jack black
73░ | catia p.
74░ | paride86
75░ | roga.g
76░ | club dei cuori solitari
77░ | federico
78░ | loriabruzzo
79░ | lucamocine
80░ | diego p.
81░ | morgana
82░ | fabio1957
83░ | theconformist
84░ | kingarras
85░ | giovanni m. di sanchirico
86░ | alice33gra
87░ | oigres62
88░ | annalisa.giu
89░ | apsara84
90░ | morpheusgm
91░ | jens80
92░ | jayan
93░ | alexia62
94░ | simon
95░ | werner
96░ | samwood
97░ | alex41
98░ | annelise
99░ | aesse
100░ | il poeta marylory
101░ | navoce
102░ | alexcross
103░ | giorgio47
104░ | tritono
105░ | marx66
106░ | giorgio castelletti
107░ | patriarchino
108░ | alberto gabrielli
109░ | stefano bruzzone
110░ | frankie
111░ | gordon pasha
112░ | redmond
113░ | cacciafilm
114░ | renato volpone
115░ | pietro viola
116░ | paoloviola
117░ | ultimoboyscout
118░ | italink
119░ | qiovanni
120░ | mimmonat
121░ | peppeanastasi
122░ | em.ina
123░ | gigieppetto
124░ | malignetto
125░ | batybaty
126░ | giacomogabrielli
127░ | weach
128░ | eldiabloaaa
Rassegna stampa
David Denby
Premio Oscar (4)
Nastri d'Argento (2)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledý 5 gennaio 2011
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità