Lo spazio bianco

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Lo spazio bianco   Dvd Lo spazio bianco   Blu-Ray Lo spazio bianco  
Un film di Francesca Comencini. Con Margherita Buy, Gaetano Bruno, Giovanni Ludeno, Antonia Truppo, Guido Caprino.
continua»
Drammatico, durata 98 min. - Italia 2009. - 01 Distribution uscita venerdì 16 ottobre 2009. MYMONETRO Lo spazio bianco * * * - - valutazione media: 3,21 su 45 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
cicciovictor domenica 1 settembre 2019
ma tutti che elogiano la buy? Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Mah! ho letto le altre recensioni, dove quasi tutti posano la Buy sul piedistallo della perfezione. Personalmente, la trovo sempre uguale, scena dopo scena, film dopo film. Ognuno ha i suoi parametri, e io preferisco gli attori volubili. Ho apprezzato, invece, tutti i comprimari, sia nella recita che nella sceneggiatura disegnata dl regista, che danno il valore aggiunto al film. Inutile la Buy che "si fa" il dottore; molto più apprezzabile, e non presentato e neanche anche solo abbozzato, un lancio di affetto di Fabrizio, il collega sempre presente, a fine film. Insomma, una Buy onnipresente e non così necessaria, e un finale sospeso  

[+] lascia un commento a cicciovictor »
d'accordo?
brian77 venerdì 5 ottobre 2012
rivoluzionario Valutazione 1 stelle su cinque
50%
No
50%

Un film che rivoluziona ogni principio di tempo al cinema: qui ogni minuto dura tra l'ora e l'ora e mezza. E, quel che è peggio, ogni attimo, ogni gesto pretende di dimostrarci qualcosa! Estenuante.

[+] lascia un commento a brian77 »
d'accordo?
markomorciano giovedì 29 dicembre 2011
margherita da 10 Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

Un film discretamente fatto bene, forse, oserei dire, un po' monotono. Abbastanza curato nei dettagli, apparte alcune scene, come la parte dell'orata al mercato, in cui la folla che fa da comparsa è molto "scarsa" e fa sembrare quel tratto di film un video da "paparazzata". Il livello degli attori è superiore alla media, sopratutto la grande Margherita Buy, che nonostante le classiche parti melodrammatiche da isterica e depressa si dimostra sempre un'ottima attrice, di cui non ne viene elogiata abbastanza la bravura. Viene trascurata la parte in cui "il ragazzo del cinema", Pietro, sparisce e, inoltre, trovo abbastanza futile la "scappatella" avuta con il neonatologo. Il film perde nel finale, dal quale gli amanti delle commedie drammatiche saranno rimasti delusi, perché ci si aspettava una conclusione triste. [+]

[+] lascia un commento a markomorciano »
d'accordo?
gianluca78 giovedì 31 marzo 2011
la vita e il suo senso più vero Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

Il film si avvale di tre caratterisstiche peculiari. tali da renderlo emozionante.La bravura ormai sempre più eccletica, di Margherita Buy, la regia di Francesca Comencini rigida, attenta ai particolari, mai banale, infine ad una messa scena rigorosa, concreta che rende il tutto unico.

[+] lascia un commento a gianluca78 »
d'accordo?
gianluca78 giovedì 31 marzo 2011
la vita e il suo senso più puro Valutazione 4 stelle su cinque
71%
No
29%

L'eterea bellezza di questo fiilm, risiede nella bravura ormai certificata di Margherita Buy, che dona l'amara concretezza sociale e un'aspra verosimiglianza con il reale.In una storia, fin troppo fuori dal comune popolare, per essere compresa da poterle dare il meritato successo al botteghino.Infine una messa in scena rigorosa, puntigliosa, che Francesca Comencini, conferisce.E ciò che si nota è che ci ha creduto, avvalendosi di un montaggio valido e di una forza rara nel cinema italiano:Passione.

[+] lascia un commento a gianluca78 »
d'accordo?
nigel mansell venerdì 3 dicembre 2010
margherita è sempre la più brava Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Il tocco della regia si vede: ottime carrellata su di una Napoli e calorosa che appare meravgliosa. La Buy è bravissima ed è strano seppur ancora bellissima che scelga proprio ora di apparire nuda: forse per sottolinare che una donna sui quarantanni mantiene la sua femminilità intatta, c'è forse solo un pò di disincato e amarezza. Purtroppo è un genere che non apprezzo, l'ho trovato lento, ma penso che fosse voluta la cosa per dare il senso appunto dello spazio bianco..

[+] lascia un commento a nigel mansell »
d'accordo?
francesco2 martedì 26 ottobre 2010
un amore (così?) molesto Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

A tanti anni di distanza dal bellissimo film di Martone, di nuovo Napoli, vista come mo(nu) mento di un travaglio che non riguarda, senza codici ghezziani, né il SENTIMENTO propriamente inteso(Sia o meno condiviso) né una SEMPLICE elaborazione del lutto. Anna Bonaiuto aveva sì subito una perdita, però l'indagine sulla morte della madre non si risolveva in un retorico rafforzamento successivo alla morte, ma alla NASCITA di una nuova persona che faceva i conti col passato, lo rielaborava in una fase attuale e, forse, capiva qualcosa di più anche di sé stessa. Anche la Buy affronta una NASCITA col timore che si concretizzi nel suo esatto contrario, la morte; forse gioca sul suo stato d'animo anche il timore che, dopo la perdita dell'uomo amato, il decesso di una giovanissima "vita" finita prima di cominciare porti alle estreme conseguenze la perdita di una parte di sé stessa. [+]

[+] lascia un commento a francesco2 »
d'accordo?
nalipa lunedì 4 ottobre 2010
la buy meritava più della rapport la coppa volpi? Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Forse...però dovrebbe affrancarsi dal cliché di amabile nevrotica.
La vicenda é interessante, anche se il film si perde un po' per fotografare una Napoli marginale

[+] lascia un commento a nalipa »
d'accordo?
marezia mercoledì 11 agosto 2010
identikit non retorico di una madre Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
100%

Pellicola che mostra con rigorosa OGGETTIVITA' i dubbi di una donna che si trova incinta e sola. E' UN'OGGETTIVITA' che investe ogni sfera della vita senza trascendere nel sentimentalismo o nell'aridità ma che MOSTRA L'AMBIVALENZA CHE C'è IN OGNUNO DI NOI, padre o madre che sia. I figli non sempre si amano fin dal loro concepimento perché, retorica a parte, SONO DEGLI ESTRANEI (e lo stesso vale per i genitori) ma si può imparare ad amarli e alla fine amarli davvero. BELLISSIMO!

[+] lascia un commento a marezia »
d'accordo?
100spindle martedì 27 aprile 2010
lo spazio non e' mai bianco Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

C'E' IN QUESTO FILM QUEL TORMENTO TIPICO DELLA FILMOGRAFIA ITALIANA CHE, ANCHE QUANDO NON C'E' LA NECESSITA' O LA CONOSCENZA, DEVE SEMPRE INSEGNARE QUALCOSA A QUALCUNO. LO SPAZIO BIANCO NON FA ECCEZIONE MA AFFRONTANDO UN TEMA ASSAI TOCCANTE USA MOLTO GARBO E UN PROFILO UMANO. MARGHERITA BUY E' BRAVA IN QUESTO RUOLO, FORSE A TRATTI ECCESSIVA, MA CAPACE DI TRASMETTERE ESATTAMENTE IL TURBINIO DI SENTIMENTI CHE PROVOCA LA METAMORFOSI DI UNA DONNA DA FALLIMENTARE A MADRE ATTENTA. IL PROCESSO DI TRASFORMAZIONE E' PERO' INVERTITO: LA DONNA SI COMPORTA ARTIFICIALMENTE E CON DISTACCO DURANTE LA GRAVIDANZA NATURALE E DIVENTA GESTANTE NATURALE DURANTE LA GRAVIDANZA ARTIFICIALE.

[+] lascia un commento a 100spindle »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Lo spazio bianco | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (5)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 22 giugno
Cosa sarà
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità