Blindness

Acquista su Ibs.it   Dvd Blindness   Blu-Ray Blindness  
Un film di Fernando Meirelles. Con Julianne Moore, Mark Ruffalo, Alice Braga, Danny Glover, Gael García Bernal.
continua»
Drammatico, durata 118 min. - Giappone, Brasile, Canada 2008. - Mikado Film MYMONETRO Blindness * * 1/2 - - valutazione media: 2,58 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

Diamanti, lustrini e paillettes per l'angosciante Meirelles

di Natalia Aspesi La Repubblica

Ignare e innocenti, non immaginavano cosa le aspettava. Salivano lungo il periglioso tappeto rosso, fiere e ridenti, le star catturate da esperti del ramo (dopo lotte fratricide) per diventare vetrine umane di diamanti e toilette (Cate Blanchett e Sean Penn in Armani, Marjane Satrapi della giuria in Cavalli); le signore che a loro spese esibivano schiene nude e sollevavano strascichi; gli accompagnatori ilari in smoking anche eccentrici e le infinite autorità, innalzati nell'Olimpo della scalinata, sopra una moltitudine di fan di anche ignote celebrities. Non sapevano, non immaginavano. Li aspettava uno di quei film truci, desolati, angoscianti, anche un po' dementi, molto più dolente di quanto il titolo, Blindness, "Cecità", poteva far pensare.
Si sa che all'inaugurazione di questo Festival supremo si va per mostrarsi; c'è lo scoglio del film, ma spesso per questo pubblico speciale viene scelto un bel filmone di quelli eleganti però studiati per il grande pubblico. Ma questa volta Thierry Frémaux, al suo primo festival come delegato generale cioè come capo supremo, ha mostrato la sua vera natura di intransigente maestro di arti marziali e di cinefilo seguace della filosofia zen: era corsa la voce beneaugurante che forse il festival si sarebbe aperto con "Sex and the city", geniale film di meravigliosa origine televisiva e di raffinata vuotaggine, pieno di vestiti e ragazze invecchiate ma non prive di amanti, che avrebbe fatto felici tutti i vip del caso. Ma come ha detto Frémeaux in un centinaio di interviste, il cinema si evolve, il Festival pure, ed era giusto iniziare questo 61° con una mazzata: Blindness, in concorso, del regista brasiliano Fernando Meirelles, ("La città di Dio" e "The Constant Gardener") tratto dal romanzo "Cecità" (Einaudi) del premio Nobel 86enne portoghese Josè Samarago, che, per ragioni di salute o preveggenza, se n'è rimasto a casa. Unica luce nel grigiore bluastro del film intervallato da un allucinante bianco lattiginoso colore della cecità, la rosea, bionda, non truccata e quindi tutta una borsa e una ruga Julianne Moore (qui a Cannes ritornata rossa, truccata e bella, anche se ieri sera indossava un abito giallo tremendo).
Nel caos di una megalopoli moderna (qui San Paolo del Brasile), soffocata dal traffico e dal rumore, a una a una le persone vengono colpite da misteriosa e improvvisa cecità, densa di numerose metafore che ognuno può interpretare a modo suo, e, considerate infette, vengono rinchiuse in un ex ospedale abbandonato e cadente, che pare Abu Graib, sorvegliato da guardie armate che non esitano a sparare se qualcuno tenta di uscire. La Moore, miracolosamente vedente, moglie dell'oculista-cieco Mark Ruffalo, non lo abbandona e si dedica alla comunità di prigionieri sempre più numerosi, disperati, disumani. Il luogo diventa un cesso di massima lordura, la violenza sale, Gael Garcia Bernal si proclama re di un dei dormitori e per distribuire gli orridi viveri che vengono da fuori si fa pagare prima con tutto ciò che gli altri ancora possiedono poi, come si dice, in natura. Il suo gruppo criminale pretende donne e le donne, compresa la Moore, novelle eroine della sopravvivenza e della responsabilità, sceglieranno di sacrificarsi mentre i loro uomini fan finta di niente.
Scena al buio di stupro collettivo tra ciechi con morta per eccesso di abuso, donne forti, uomini deboli, un concetto cui il cinema che si definisce d'autore si sta affezionando, mentre quello più saggio continua ad offrire supereroi maschi, vedi il quarto e invecchiato ma sempre macho "Indiana Jones" che verrà presentato qui in prima mondiale domenica. Per un film così, che partendo da un libro importante, si sfalda in due ore antipatiche, necessita il conforto di una spiegazione e Meirelles subito la dà, non migliorando la situazione: film filosofico, allegoria metafisica, metafora del potere, parabola della catastrofe prossima ventura, uno studio sulla fragilità della nostra civiltà che basta un niente perché ci riporti agli istinti più bassi dell'umanità, che come può dire chiunque, si vede già ovunque senza inventarsi nulla. Lo si incalza, qualche ovvio riferimento politico, magari, come è tradizione, antiamericano? No per carità, «Saramago ci ha chiesto espressamente che nel film non doveva esserci nessun riferimento ad alcun paese e ad alcuna dittatura».
Quarant'anni fa era il famoso '68 e come si sa il Festival non si fece perché gli allora giovani registi (oggi in parte defunti) fecero casino e ne ottennero la sospensione in nome dell'arte e della libertà: l'attuale presidente del Festival, Gilles Jacob, allora era un giovane giornalista e ha ricordi molto tumultuosi. Oggi a nessuno verrebbe in mente non solo di fermare il Festival ma neppure di contestarlo, perché è una gran cuccagna per tutti. Si annuncia intanto l'arrivo domenica, per la proiezione di "Gomorra" di Matteo Garrone, il primo film italiano in concorso, del nuovissimo ministro dei Beni culturali Sandro Bondi. Si attendono con ansia le sue autorevoli reazioni.
Da La Repubblica, 15 maggio 2008


di Natalia Aspesi, 15 maggio 2008

Sei d'accordo con la recensione di Natalia Aspesi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
33%
No
67%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Blindness | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità