Caos calmo

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Caos calmo   Dvd Caos calmo   Blu-Ray Caos calmo  
Un film di Antonello Grimaldi. Con Nanni Moretti, Valeria Golino, Alessandro Gassmann, Isabella Ferrari, Blu Yoshimi.
continua»
Drammatico, durata 112 min. - Italia 2007. - 01 Distribution uscita venerdý 8 febbraio 2008. MYMONETRO Caos calmo * * 1/2 - - valutazione media: 2,83 su 225 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

IL MIO OCCHIO RIVENDICA ANCORA LA SUA PARTE Valutazione 1 stelle su cinque

di Gio!_


Feedback: 0
domenica 10 febbraio 2008

Mi sono trovata a vedere questo film quasi per caso, quindi non avevo letto ne recensioni ne il libro da cui Ŕ tratto, solo visto il trailer qualche tempo fa.. Proprio perchŔ visto senza aspettative la delusione Ŕ stata tremenda: La trama sembra inizialmente vertere sulla questione del lutto, almeno per la prima parte, forse poco pi¨ riuscita della seconda. Abbiamo sullo sfondo delle "questioni secondarie" come la fusione in ambito lavorativo, o i vari parenti, ognuno alle prese con i propri problemi.. Questa prima parte sembra portarci lentamente verso un'analisi interiore (un bilancio di Pietro?) spesso scandita da elenchi, verso il riappropiarsi del proprio quotidiano con la figlia attraverso graduali passaggi. Invece no, il lutto non viene vissuto ne dal marito(scelta discutibile ma accettabile) ne dalla figlia(credibile? non un modo riduttivo di affrontare il dolore?); La mancanza, il dolore per questa moglie-madre morta viene fuori quando la bimba si deve legare i capelli, al momento di mangiare, e in un misero pianto in un'auto (piange per lei o per la sua incapacitÓ di soffrire?) . Nella seconda parte sembra di assistere ad un altro film: la questione del lutto Ŕ messa alla pari con la questione lavorativa; salta fuori un'amante non giustificata ne dal plot ne da un intuibile nesso; il tutto si chiude nel pi¨ banale dei modi con la bimba che saggiamente consiglia al padre di lasciare il parco e lui che se ne va in auto con un bel sottofondo musicale ("un posto al sole" docet?). Insomma delusione per il modo in cui si tratta un tema forte come quello del lutto, delusione per la non risoluzione della questione, delusione per la non chiarezza della trama( ad esempio: all'inizio del film Pietro salva Tizia dall'annegamento, lei torna in gioco sembrerebbe per una coincidenza di incontri con il fratello di Pietro (di lei intuiamo solo la delusione di sentirsi tradita dal marito), poi lei arriva in casa di lui e fanno sesso per lunghissimi minuti infine sparisce), alternata a momenti di ipersignificazione incredibili (la ragazza col cane che ha dei flashbacks su di lui che abbraccia tutti per spiegarci come mai alla fine lei lo abbraccia, o il discorso finale della bimba che dopo aver giÓ fatto capire la sua posizione al padre (ne parlano sul divano, lei dice di accettare il lavoro) ribadisce il concetto chiedendo che lui se ne vada come regalo di Natale (patetico??)) A proposito della scena di sesso aggiungo solo che Ŕ finita l'epoca in cui "bisogna mostrare o guardare tutto" perchŔ bisogna liberarsi dei tab¨ o per non passare da "bigotti". No, se il cinema Ŕ arte o Ŕ mezzo di espressione ogni cosa che viene mostrata deve avere un senso. In questo caso che senso ha? -non Ŕ giustificata dalla trama (erano giÓ amanti??lei Ŕ vittima di una qualche sindrome per cui si deve fare il suo salvatore??); -Ŕ in contraddizione con il personaggio (trova il fratello mentre fuma uno spinello mentre la figlia dorme e si scandalizza, ma poi si fa rumorosamente in salotto l'amante?); -Ŕ gratuita e brutta (personalmente il mio occhio rivendica ancora la sua parte) oltre che inutilmente lunghissima(era il caso???); -inoltre dopo questi minuti di immagini sessuali che ho accompagnato con lunghi pensieri("giuro non lo far˛ mai pi¨" "ah tutto sommato ora riesco a capire la mentalitÓ di mia nonna" " oddio il culo di Moretti no!") si conclude con la bella immagine di lui a letto con la bimba (cattivo gusto???). Salvo solo gli attori..

[+] lascia un commento a gio!_ »
Sei d'accordo con la recensione di Gio!_?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
75%
No
25%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
alberto giovedý 14 febbraio 2008
caduta
56%
No
44%

sono completamente d'accordo con te anche se, a differenza tua, non mi ero fatto grandi illusioni nŔ tantomeno avevo costruito alcuna aspettativa per questa pellicola.Il mio regista preferito che, fino ad un p˛ di tempo fa, se ne stava in disparte, rifiutava le interviste e si concedeva il meno possibile, mi ha deluso profondamente. Va bene, il film non Ŕ suo ma ha collaborato alla scenggiatura e tanto mi basta per capire quanto di poco sia rimasto del vecchio Nanni in questo periodo. Lui, che secondo molte persone non sa recitare, riesce invece a dare un tono ad un protagonista che fatica ad assumere una personalitÓ. Non doveva prestarsi ad un simile gioco al massacro, ad una sfrenata corsa verso i botteghini (quanto Ŕ stato pubblicizzato questo orribile film?). [+]

[+] lascia un commento a alberto »
d'accordo?
rug venerdý 15 febbraio 2008
interpretazione superficiale
48%
No
52%

Forse credo che tu non abbia inteso il senso del film. Il lutto Ŕ solo un pretesto che spinge Pietro a riflettere sulla propria esistenza fino ad allora vissuta e sulla sua nuova vita futura. Lui non ha mai amato sua moglie, non ha mai saputo niente della moglie, desidera una vita diversa, in cui dare minor peso al lavoro, stare di pi¨ con sua figlia (che non piange perchŔ ha lo stesso carattere del padre e poi perchŔ ha un padre che le sta sempre vicino e che non vede mai piangere), e soprattutto ha voglia di provare nuove emozioni, di innamorarsi ancora di un'altra donna. Lo si deduce da come osserva la ragazza nel parco e da come fa sesso con sfrenata passione con la Simoncini, senza curarsi di dove si trovi in quel momento. [+]

[+] passione??? (di franz)
[+] lascia un commento a rug »
d'accordo?
reiver venerdý 15 febbraio 2008
...
60%
No
40%

A me invece la recensione Ŕ piaciuta troppo.Spiritosa e acuta,molto divertente.

[+] lascia un commento a reiver »
d'accordo?
ghost in the shell mercoledý 20 febbraio 2008
trasparenze
51%
No
49%

La tua recensione va accettata come punto di vista, ma sicuramente Ŕ da ritenersi molto materialista dato che ha schivato i punti nevralgici dell'intero significato.Le parti che possono sembrare "poco credibili" o "oscene" non sono di certo fattori di primo piano, pur esistendo.Diciamo pure che ci sono almeno 4 cose importanti del film che a me sono accadute personalmente(purtroppo) ed ho avuto una reazione del tutto simile, non la ritengo un impresa da poco, certi passaggi che fa la nostra mente non esistono in forma materiale...sono trasparenti e difficilissimi da replicare su un film, credo che metodo migliore non si sarebbe potuto trovare.Ottima sceneggiatura per me 8/10

[+] lascia un commento a ghost in the shell »
d'accordo?
Caos calmo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (12)
David di Donatello (25)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 |
Link esterni
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
venerdý 15 gennaio
Disincanto - Stagione 3
venerdý 1 gennaio
Cobra Kai - Stagione 3
giovedý 31 dicembre
Sanpa: luci e tenebre di San Patri...
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità