Non prendere impegni stasera

Film 2006 | Drammatico 96 min.

Regia di Gianluca Maria Tavarelli. Un film con Luca Zingaretti, Giorgio Tirabassi, Andrea Renzi, Alessandro Gassmann, Giuseppe Battiston. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 2006, durata 96 minuti. - MYmonetro 2,17 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Non prendere impegni stasera tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento lunedì 14 giugno 2010

A Roma si incrociano i destini di coppie quarantenni alla ricerca dell'amore e dell'autodefinizione. In Italia al Box Office Non prendere impegni stasera ha incassato 29,8 mila euro .

Consigliato no!
2,17/5
MYMOVIES 1,00
CRITICA 2,33
PUBBLICO 3,17
CONSIGLIATO NÌ
Un dramma corale su un gruppo di quarantenni metropolitani troppo convenzionali.
Recensione di Marzia Gandolfi
lunedì 4 settembre 2006
Recensione di Marzia Gandolfi
lunedì 4 settembre 2006

Un uomo si getta nel Tevere quando mancano due giorni a Natale. In un appartamento Alessandro e Irene conversano davanti a un caffè, in quello adiacente Giorgio e Mariella discutono di sesso dopo l'amore, per strada Pietro incontra Cinzia per confessarle il suo male, sotto un portico Nanni bacia Paola promessa a un altro uomo, davanti a Roma Andrea ama Veronica di un amore illecito, Vittorio si appassiona a una massaggiatrice cinese, Nicola perde la testa per Cameron Diaz e Iole consuma incensi in attesa di una relazione. Da settembre a dicembre le loro vite si svolgono e si risolvono felicemente o drammaticamente. Non era a suo agio Gianluca Maria Tavarelli in Liberi riferendo di una generazione giovane, per questo forse, dopo l'impegnata pausa televisiva (Paolo Borsellino), torna a filmare un'età prossima alla sua. Eppure i suoi "anta", girati a Roma, conservano tutta l'immaturità e la precarietà di quei vent'anni "liberi", mettendo in scena un coro di adulti tristi, dimenticati (dalla vita) e da dimenticare. I quarantenni non saranno tutti splendidi come nei diari cari a Moretti, ma nemmeno disillusi e appannati come nella capitale di Tavarelli. Coppie perdute a Roma, ridotta a passaggi ferroviari e metropolitani su cui si muovono troppi personaggi convenzionali e troppo attori in difficoltà. Siamo insomma lontani dai vent'anni d'amore di Un amore, quello tra Sara e Marco interpretati da Lorenza Indovina e Fabrizio Gifuni, quando al regista bastavano dodici scene e due personaggi per ricostruire un'epoca e una relazione sentimentale. Roma non sembra invece poter contenere i suoi tredici personaggi dentro un tempo lungo solo tre mesi. Apprezzabile da parte del regista è l'essersi trattenuto dal gettare nel fiume uno dei suoi personaggi evitando il finale pucciniano sullo sfondo di Castel Sant'Angelo. Al melodramma Tavarelli preferisce la musica leggera aprendo la "porta" della bella e dolorosa canzone di Cristiano De Andrè. Ascoltatela e poi prendete impegni stasera.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Commedia corale sul disagio/fallimento della generazione (di Tavarelli) di 40enni della media-piccola borghesia nell'Italia dei primi 2000, con una struttura alla Altman. Nel regista-sceneggiatore le debolezze prevalgono sulle qualità: "Le storie sono troppe, monocordi e poco sviluppate; i loro incroci sono meccanici..." (M. Fadda). Conferma la tesi di chi sostiene questa teoria: nel cinema italiano del 2009 il valore medio degli attori è superiore a quello degli sceneggiatori e dei registi. Passato in Orizzonti della Mostra di Venezia 2006.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

NON PRENDERE IMPEGNI STASERA disponibile in DVD o BluRay

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 11 dicembre 2009
maRBus

FILM che da l'idea di un gioco da tavolo. Nella prima scena una figura indistinta si butta nel Tevere. Potrebbe essere uno qualsiasi dei tanti quarantenni falliti per qualche motivo le cui (dis)avventure sono riportate nella pelllicola : malati terminali, professori con fidanzate infedeli, uomini d'affari claustrofobici, camerieri pazzi. E inizia il gioco.

venerdì 2 ottobre 2009
DONY64

Film drammatico con una buona interpretazione di attori gia' noti per il genere.Il film narra la storia quotidiana di alcune coppie gia' mature alle prese con i problemi quotidiani di ogni coppia.Sesso, amore, tradimento,salute.Nel complesso un film piu' che discreto vero, reale e...intenso.

giovedì 20 marzo 2014
albydrummer

Un bel film corale chwe mi ha davvero sorpreso,molto realistico,vita quotidiana. Molto profondo nei dialoghi,e anche la fotografia è eccelente sempre tutto nella coinvolgente e bellissima Roma:

martedì 8 dicembre 2009
moviola

Un montaggio degno di un ottimo film. Interpreti credibili ottima regia.

mercoledì 29 aprile 2009
il conte di montecristo

Un film con tante storie, ma senza nemmeno una capace di coinvolgerti. Dialoghi artefattin e mal costruiti, personaggi tipizzati senza spessore. Ho spento venti minuti alla fine.

Frasi
"L'uomo ricco vuole essere sempre al centro".
Una frase di Nanni (Valerio Binasco)
dal film Non prendere impegni stasera
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Levantesi
La Stampa

Vorrà dire qualcosa che, dei dieci titoli italiani variamente distribuiti nel programma della Mostra di Venezia, soltanto tre sono film di fiction? Forse i nostri registi sentono la necessità di riaccostarsi alla realtà senza filtro alcuno? Oppure non sanno bene come rispecchiare dentro una storia lo spessore e la forza della vita? Non prendere impegni stasera di Gianluca Tavarelli, presentato, ieri [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Sei mesi nella vita di un gruppo di persone. All'insegna dell'amore: cercato, trovato, perso, riscoperto. In una età, fra i quaranta e i cinquant'anni, in cui si cominciano a tirare certe somme, spesso con pessimismo. Giorgio (Alessandro Gassman), di carattere instabile, ma anche violento, aggressivo, non riesce a legare con nessuno, neanche con Mariella (Francesca Inaudi) che, almeno in teoria, è [...] Vai alla recensione »

Aldo Fittante
Film TV

Roma, tre mesi prima di un Natale di questi tempi. C'è Pietro (Tirabassi), a cui diagnosticano un tumore al cervello. C'è Giorgio (Gassman) che non riesce a dimenticare l'ex fidanzata. C'è Andrea (Zingaretti) che ha un'amante, Veronica (Ramazzotti), e per lei lascia la moglie e poco altro. C'è Mariella (Inaudi) che piange solitaria perché Giorgio non riesce a dimenticare.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati