L'uomo medio + medio

Film 2006 | Commedia 90 min.

Regia di Pierre-Paul Renders. Un film con Khalid Maadour, Caroline Dhavernas, Gilbert Melki, Thierry Lhermitte, Laurence Bibot. Cast completo Titolo originale: Comme tout le monde. Genere Commedia - Belgio, Francia, Lussemburgo, Canada, Germania, 2006, durata 90 minuti. Uscita cinema venerdì 20 luglio 2007 distribuito da Videa. - MYmonetro 2,08 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi L'uomo medio + medio tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un uomo medio si innamora della bellissima Claire e i suoi sentimenti sono inaspettatamente ricambiati. In Italia al Box Office L'uomo medio + medio ha incassato 11,7 mila euro .

L'uomo medio + medio è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato no!
2,08/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,00
PUBBLICO 2,13
CONSIGLIATO NÌ
Da una buona idea di partenza, un film medio più medio.
Recensione di Tirza Bonifazi
venerdì 13 luglio 2007
Recensione di Tirza Bonifazi
venerdì 13 luglio 2007

Emerso come concorrente del quiz televisivo Comme tout le monde, Jalil viene preso di mira da una società di marketing che lo sfrutta come cavia attraverso la bella e misteriosa Claire. Fingendosi innamorata di lui, la ragazza lo testa (a sua insaputa) su prodotti e gusti mentre la società lo monitorizza giorno e notte, nel pubblico e nel privato. Quello che fa di Jalil un tipo "speciale" è che da solo vale un campione di 10.000 persone. Il suo dono è di essere lo specchio della maggioranza della gente, l'uomo medio più medio di tutti, al punto che persino il Presidente della Repubblica francese decide di basare la campagna elettorale sulle sue opinioni.
L'uomo medio francese - secondo il regista belga Pierre-Paul Renders - è un ragazzo di origini nordafricane, di statura media, ben piazzato, mediamente interessante, con un livello di intelligenza medio. Il Jalil Show che viene messo in scena nel primo atto del film ne mette in evidenza anche gli aspetti più teneri e disarmanti: il protagonista lavora in un asilo dove è amato dai suoi alunni bambini, ha una vita del tutto sana, dei principi morali forti e non farebbe male a una mosca. Un ragazzo modello, insomma, finché non capisce di essere stato imbrogliato. È il secondo atto del film che lascia interdetti sulla sua natura.
Finito il Jalil Show è tempo di Vendetta, il volto dell'uomo medio + medio diventa una maschera in cui confrontarsi e sentirsi rappresentati, una maschera da indossare per ribellarsi a un sistema che ci vede come cifre, numeri, campioni, caselle, percentuali. Ed è qui che Renders trova il modo di inserire il suo messaggio: "un paese senza opinioni è un paese ingovernabile" e chi riesce a rappresentare le opinioni del popolo ha il potere sulle masse. Tuttavia la leggerezza della storia, la frivolezza dei personaggi ritratti (specie il conduttore del quiz, esageratamente ossesso) e la comicità malamente distribuita affossano la buona idea di partenza rendendo il prodotto del regista belga un film medio più medio.

Sei d'accordo con Tirza Bonifazi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Il giovane nordafricano Jalil, insegnante di scuola materna, divenuto d'improvviso popolare con un quiz TV, è messo sotto osservazione (con telecamere piazzate di nascosto in casa sua e blandito da una sedicente e prezzolata innamorata) dal Somadi, istituto sponsor del quiz, che cerca informazioni sui bisogni materiali del presunto "uomo comune francese". 2ª fiction, dopo Thomas in Love (2000), del belga Renders, anche sceneggiatore con Denise Lamière. Intende, in toni tragicomici, analizzare l'estetica e l'ideologia del reality show attraverso la figura di un "uomo qualunque" che, nell'ambito della società dei consumi e dello spettacolo, incarna l'uomo-massa e può diventare un esempio per il popolo. Purtroppo "l'estetica cui attinge e lo sguardo ‘morale’ che essa sottende sono grosso modo gli stessi fatti oggetto di requisitoria nel film" (S. Di Lino). Montaggio ipercinetico, scriteriata mescolanza di grane e formati.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
L'UOMO MEDIO + MEDIO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
TIMVISION
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Amazon Prime Video
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Adriano De Carlo
Il Giornale

Si, è vero, fa caldo, gli spettatori stanno alla larga dalle sale cinematografiche, salvo i pochi in cerca di refrigerio ed il cinema offre in genere pellicole indegne della stagione migliore. Questo secondo la convenzione, tutta italiana, che considera sconveniente offrire pezzi pregiati nel periodo estivo, come se chi resta in città fosse figlio di un dio minore.

Federico Raponi
Liberazione

Un uomo che ne vale diecimila. Tanto viene quantificata l'opinione del francese Jalil, figlio di immigrati e maestro di scuola materna che partecipa a una trasmissione televisiva di quiz a premi con conduttore semi-invasato e pubblico da stadio. Il gioco consiste nell'indovinare le stesse risposte date dalla maggioranza di persone precedentemente consultate su argomenti di spicciola quotidianità.

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Fa caldo, quasi tutti sono in spiaggia o in montagna, la voglia di andare al cinema – già depressa dalla chiusura delle sale e dall'onnipresenza di Harry Potter e l'ordine della Fenice – cala a picco alla sola lettura di un titolo così poco invitante. Inutile arzigogolo per tradurre il banalissimo "Comme tout le monde". Insomma: "Come tutti". Viene da una trasmissione televisiva con lo stesso titolo, [...] Vai alla recensione »

Federico Pedroni
Film TV

Jalil è un campione di un quiz televisivo. Il gioco consiste nel rispondere a delle domande come risponderebbe la maggioranza dei francesi. Jalil, maestro elementare di famiglia araba, in questo è infallibile: una sorta di sondaggio ambulante che per questa ragione viene controllato giorno e notte da una società di ricerche di mercato dai metodi truffaldini.

NEWS
RUBRICHE
mercoledì 4 luglio 2007
Chiara Renda

Da metà luglio le sale italiane saranno letteralmente invase dal genere horror, l'unico capace di permettere la sopravvivenza dei cinema in estate. Ma oltre a film come Vacancy e Reeker, che seguono il filone horror vacanziero inaugurato con Turistas [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati