In ascolto - The Listening

Film 2006 | Giallo 105 min.

Titolo originaleThe Listening
Anno2006
GenereGiallo
ProduzioneItalia, Gran Bretagna
Durata105 minuti
Regia diGiacomo Martelli
AttoriMichael Parks, Maya Sansa, Andrea Tidona, James Parks, Matt Patresi, Vincent Riotta Stefano Fregni.
Uscitavenerdì 28 aprile 2006
MYmonetro 2,87 su 12 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Giacomo Martelli. Un film con Michael Parks, Maya Sansa, Andrea Tidona, James Parks, Matt Patresi, Vincent Riotta. Cast completo Titolo originale: The Listening. Genere Giallo - Italia, Gran Bretagna, 2006, durata 105 minuti. Uscita cinema venerdì 28 aprile 2006 - MYmonetro 2,87 su 12 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi In ascolto - The Listening tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una battaglia tra spie e uomini senza scrupoli per il controllo di Echelon, il sistema di intercettazione globale delle telecomunicazioni ideato da un'azienda americana. Il Grande Fratello è già qui. In Italia al Box Office In ascolto - The Listening ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 288 mila euro e 88 mila euro nel primo weekend.

In ascolto - The Listening è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,87/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,73
PUBBLICO 1,94
CONSIGLIATO NÌ
Fantaspionaggio con una carica di inquietudine estremamente efficace.
Recensione di Davide Morena
Recensione di Davide Morena

La pratica delle intercettazioni su larga scala procede tranquilla nel più grande centro d'ascolto del mondo, in Inghilterra, sotto il controllo dell'Agenzia per la Sicurezza Nazionale americana (NSA). A rivoluzionarne la portata tecnologica giunge Ashe, spietato rappresentante della Wendell-Cranshaw Technologies, azienda privata che ha sviluppato un software satellitare capace di intercettare e registrare qualsiasi conversazione che avvenga nei pressi di un telefono di terra o cellulare, anche se spento. Per poterlo vendere alla cifra esorbitante che costa, però, il software deve rimanere segreto, affinché nessuno ne scopra i limiti. E invece accade che Francesca Savelli, a Roma, entri casualmente in possesso di una valigetta contenente i progetti del programma. Creduta una spia industriale, viene braccata dalla Wendell-Cranshaw con l'aiuto dell'NSA, ma a difenderla c'è proprio un agente di alto rango del servizio segreto, Wagley, che a Roma ha da anni un conto in sospeso.
Il primo pregio, macroscopico, di questo atipico film italiano di spionaggio è tanto banale quanto stranamente fuori moda di questi tempi: l'attualità. Sebbene non esattamente un instant movie, perché discretamente connotato anche come thriller fine a sé stesso, il debutto di Giacomo Martelli ha infatti prima l'acume di scoprire una "piega" nel nostro sistema, poi il coraggio di denunciarla a viso aperto. Questa piega si chiama Echelon, un sistema per l'intercettazione di telecomunicazioni che permette all'intelligence americana di tenere sotto controllo praticamente ogni individuo del mondo, e di mandare a benedire ogni dissertazione sul concetto di privacy. Badate bene: il film è fantaspionaggio, Echelon no. Esiste, eccome. E, messo al centro del film, gli conferisce una carica di inquietudine estremamente efficace, sostenuta meravigliosamente da un Michael Parks eccelso come sempre, al cui fianco Maya Sansa purtroppo scompare.
Il film si incupisce sia visivamente che narrativamente nella parte finale, forse più per limiti di mestiere che non per una scelta consapevole, ma riesce comunque a tenere il ritmo di trovate estetiche quantomeno originali, e a insinuare un timore ancor più strisciante di Echelon: chi, esattamente, controlla i servizi segreti americani?

Sei d'accordo con Davide Morena?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Il ritrovamento di una valigetta abbandonata cambia la vita di Francesca, studentessa e impiegata in una galleria d'arte. Da quel momento sarà implicata in un intricato gioco di spie. Il milanese Martelli, diplomato alla London Film School, firma un'opera prima non priva di pecche e incongruenze, soprattutto di sceneggiatura e nelle caratteristiche dei personaggi stereotipati. È tuttavia un interessante tentativo di fare in Italia un thriller secondo i canoni del cinema americano, con un budget di tutto rispetto, un cast internazionale e il tema intrigante dello spionaggio satellitare.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
IN ASCOLTO - THE LISTENING
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+

-
-
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Infinity

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 12 agosto 2015
gianleo67

Una trentenne romana viene casulamente in possesso di una valigetta contenente i piani per un nuovo, segretissimo programma di intercettazione delle comunicazioni che una corporation americana vorrebbe vendere all'NSA per il suo programma di sorveglianza globale denominato ECHELON. Sarà l'inizio di una caccia all'uomo che vedrà contrapposti proprio l'agenzia americana [...] Vai alla recensione »

sabato 16 gennaio 2010
NEXUS1

Ammirabile il coraggio di questo regista,ha fatto bene a rischiare e ad uscire dalle solite tramette scarsette dei filmetti italiani.In Italia,apparte qualche eccezione si fanno film con soggetti e sceneggiature sensa creativita',sensa valore,monotoni,lenti,con regie e montaggi discutibilissimi,per non parlare della recitazione. Martelli e' ammirabile perche' ci ha provato ed e' riuscito a raggiungere [...] Vai alla recensione »

domenica 15 luglio 2012
__JB__

vuoi mettere, invece, la libertà che c'è in Cina, a Cuba o in Iran? Lì sì nessuno ti spia, accedi liberamente ad internet e nessuno sa niente di te... baila, baila Morena

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Daniela Zacconi
Film TV

Discreta, riservata, antidiva per natura prima ancora che per credo, Maya Sansa è la paladina perfetta dei principi di un film come The Listening - In ascolto, opera prima del ventinovenne Giacomo Martelli che porta sul grande schermo - come regista, sceneggiatore e produttore - un tema di scottante attualità come quello del sistema Echelon e delle sue possibilità di controllo illimitato di ogni forma [...] Vai alla recensione »

Andrea Silenzi
XL

Una spy-story inventata e girata in Italia che racconta le possibli, terrificanti conseguenze del sistema dette intercettazioni globali. Il 29enne Martelli, all'esordio sul grande schermo, cerca (non senza efficacia (un punto di equilibrio tra il cinema di genere americano e quello europeo. Il dramma della privacy violata fa effetto più per la bellezza dell'ambientazione (le stazioni d'ascolto) che [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Sappiamo tutti, ormai, senza inquietarcene troppo, che siamo ascoltati da una fitta rete di intercettazioni telefoniche estesa a quasi mezzo mondo. Alcune legittimate da varie necessità, come quelle dell'NSA, l'agenzia americana per la Sicurezza Nazionale, altre gestite da privati o da imprese deviate per scopi, finita la Guerra Fredda, soprattutto di spionaggio industriale, e allora senza esclusione [...] Vai alla recensione »

Massimo Lastrucci
Ciak

Dall'Italia, una spy story di ambizioni e respiro internazionale. Ma le notazioni positive non si fermano alla constatazione sul coraggio dell'esordiente 29enne Giacomo Martelli (anche soggettista e produttore). Tra Inghilterra, Roma, l'Elba e il Monte Bianco, si sviluppa infatti una storia che possiede e mantiene una sua tensione, pur senza eccessiva action e nelle difficoltà di un contesto narrativo [...] Vai alla recensione »

Aldo Fittante
Film TV

Ciò che racconta quest'esordio di Giacomo Martelli (figlio dell'ex politico oggi personaggio televisivo di Italia 1, Claudio) è una storiaccia. Che ha a che fare con Echelon, il cosiddetto Grande Orecchio, mostro tentacolare capace di introdursi negli angoli più reconditi del Pianeta Terra e fors'anche altrove, ammesso che ci sia. Insomma: siamo tutti spiati, ascoltati, intercettati, anche se teniamo [...] Vai alla recensione »

Thomas Martinelli
Il Manifesto

Il «Grande Orecchio» ci sta ascoltando. Ci legge, ci rintraccia, ci spia in ogni dove, tanto più se siamo anche di striscio pericolosi, ostili, critici verso il big business del potere, delle multinazionali, dei traffici di armi, carburanti o film. Il sovrastante matrix, guscio contenitore della rete, è conosciuto dai più - e siamo ancora troppo pochi- come Echelon.

Alberto Castellano
Il Mattino

È un film insolito nel panorama italiano In ascolto, opera prima del trentenne milanese Giacomo Martelli che ha studiato alla London Film School. Sono rare, almeno negli ultimi anni, le incursioni dei registi italiani in argomenti e atmosfere di solito appannaggio del cinema americano e Martelli si è avventurato nel territorio dello spionaggio satellitare, del controllo telematico, delle intercettazioni [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

A dispetto delle diffidenze che può ispirare (un genere poco italiano, una combinazione multinazionale) onore al regista Giacomo Martelli per essersi avventurato ambiziosamente su un terreno che ha sullo sfondo modelli come La conversazione di Coppola con Gene Hackman ma anche I tre giorni del Condor o Tutti gli uomini del Presidente. Tra "political thriller" e spionaggio.

Maurizio Cabona
Il Giornale

Genere dei meno noiosi e dei più politici, il cinema di spionaggio raramente ha raccontato di agenti italiani. Dopo Uomini ombra di Francesco De Robertis (1954), dove Giorgio Albertazzi debellava spie inglesi nella Roma del 1942, per vedere un altro agente italiano sullo schermo c'è voluto quello di Vittorio Gassman nell'episodio di Carlo Lizzani de La guerra segreta (1965).

Anton Giulio Mancino
La Gazzetta del Mezzogiorno

C'è chi è convinto che il toccasana per il cinema italiano, tradizionalmente1egato a una forte istanza di realtà, sia l'omologazione completa al prodotto hollywoodlano. E In ascolto, opera prima dei ventinovenne Giacomo Martelli (che ha studiato cinema In Inghilterra) va esattamente in questa direzione. L'obiettivo è assomigliare a un film americano, nello stile e nell'ossequio alle convenzioni dl [...] Vai alla recensione »

Roberta Bottari
Il Messaggero

L'intercettazione, volenti o nolenti, non è più solo roba da spie: ad essere intercettati potrebbero anche essere i nostri vicini di casa. In poche parole: noi. È quello che accade a una studentessa d'arte romana (Maya Sansa), quando trova una valigetta che contiene documenti che scottano. Dietro c'è Echelon, il criticato programma di sicurezza che si occupa di spionaggio mondiale.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati