La terra dei morti viventi

Acquista su Ibs.it   Soundtrack La terra dei morti viventi   Dvd La terra dei morti viventi   Blu-Ray La terra dei morti viventi  
Un film di George A. Romero. Con Asia Argento, Dennis Hopper, John Leguizamo, Simon Pegg, Simon Baker.
continua»
Titolo originale Land of the Dead. Horror, durata 93 min. - Canada, Francia, USA 2005. uscita venerdý 15 luglio 2005. MYMONETRO La terra dei morti viventi * * 1/2 - - valutazione media: 2,97 su 59 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
elgatoloco domenica 14 marzo 2021
capitolo quarto degli"zombies", sempre bene Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

"Land of the Dead"(George A.Romero, autore di tutto, soggetto, sceneggitura, regia, 2005)proone il numero 4 della sua serie sugli zombies, che farà paura, ma fa più che altro riflettere. Gli zombies hanno ormai invaso il mondo e la risosta del potere è biecmaente rerpessiva, senza nessuna eccezione. Alla fine il"vilain"sarà uno di quelli destinati a pagare duramente le conseguenze delle sue azioni meramente oppressivo-repressive. Metafora politica e sociale, come smepre in ROmero, "Land of the Dead"è un film che ha il merito di far pensare, di mostrare come in casi estremi c siano una compagnine sociale per nulla coesa, ma nella quale i vari gruppi si combattono tra loro e anche di fronte a un pericolo comune riescano a farsi recirpocamente la guerra(ogni riferimento alla situaizone attuale sarebbe fin troppo facile, forse non opportuno, ma a pensarci bene forse qualche riflessione ulteiore, in chiave comparativa, non sarebbe del tutto sciocca. [+]

[+] lascia un commento a elgatoloco »
d'accordo?
laurence316 martedý 26 settembre 2017
quando l'horror si fa politico... Valutazione 4 stelle su cinque
94%
No
6%

Vent'anni dopo Romero ritorna alla sua (giustamente) acclamata serie sugli zombie con questo 4° capitolo, ancora una volta da lui scritto e diretto, La terra dei morti viventi. E la sua inconfondibile vena satirica e critica è del tutto intatta. [+]

[+] lascia un commento a laurence316 »
d'accordo?
elgatoloco venerdý 10 luglio 2015
magnus romero, semper Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Il sèma apocalittico è assolutamente presente in questo " Land of the Dead"(2005, quindi, a 4 anni o poco meno dal crollo delle"Twin Towers")prevale in questo film romeriano, ma non perché ci sia qualche profeta di sventura annunciante la Finis Mundi, bensì perché i rapporti umani, sociali e politici di questo "mondo sopravvivente"sono completamente disgregati, rovinati, distrutti. Romero ci dà la metafora degli zombies, ossia i"dannati della terra"(Fanon)che premono sul e contro il mondo capitalista, globalizzato, neoliberista(ma altre definizioni sono compossibilI, certo),  assolutamente in preda al peggio del consumismo e della logica:"Lavora, consuma, crepa", ma anche quella dei "resistenti", più difficilmente rintracciabili, di primo acchito, ma pur sempre presenti e aggettanti: quelli che non si piegano alle logiche del dittatore(quando il capitalismo diviene imperialista può aver bisogno di dittatori_come intuiva già Lenin) Kaufman(un ottimo Dennis Hopper, non ancora in exitu),  Tra gli interpreti anche un Simon Baker, altrimenti "The Mentalist"e un'Asia Argento, a tratti un po'spaesata ma comunque convincente. [+]

[+] lascia un commento a elgatoloco »
d'accordo?
opidum giovedý 22 gennaio 2015
citando nonciclopedia Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

asia argento è l'unica attrice che interpreta una prostituta anche in un film di zombie!!!!!

detto questo il film che compie 10 anni è ben fatto ben interpretato e soprattutto nelle scene gore non è censurato.

per chi come me ama i film di zombie un titolo da recuperare

[+] lascia un commento a opidum »
d'accordo?
tarantinofan96 mercoledý 11 giugno 2014
land of the dead Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Quarto capitolo della tetralogia di Romero dedicata ai morti viventi. Come nei tre precedenti capitoli, ci troviamo di fronte a un film politico più che horror perchè ancora una volta il regista utilizza i morti viventi per criticare la società moderna e il consumismo (questo più in Zombi - Dawn of the Dead). La critica più evidente, invece, in questo nuovo capitolo è il divario tra classi sociali: i ricchi conducono uno stile di vita lussuoso in una struttura creata appositamente per isolarli dal mondo esterno e quindi dai morti viventi in circolazione, mentre i poveri sono destinati a (soprav)vivere in strada. Nel frattempo però un gruppo di zombi sta diventando sempre più numeroso e si dirige verso la suddetta struttura, gettando nel panico la popolazione. [+]

[+] lascia un commento a tarantinofan96 »
d'accordo?
dian71cinema lunedý 21 febbraio 2011
si ci siamo..ma si perdono colpi Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

SI ROMERO C'E' ANCORA.. GRANDE INVENTIVA E CAPACITA' DI MANTENERE RITMO ED AZIONE.. VOLUTAMENTE MANTIENE ANCHE AGLI ZOMBIE UN CERTO LEGAME CON L'UMANITA' PERDUTA CONFERENDOGLI ANCORA CAPACITA' DI EMOZIONE, SEPPURE ALLO STATO ANIMALE.
E CONFERISCE SEMPRE IL DUALISMO TRA BUONO E CATTIVO ..DOVE QUEST'ULTIMO ALLA FINE VIENE PUNITO.. PERSINO LO ZOMBIE PUO' SOPRAVVIVERE AD UN ESSERE UMANO SENZA SCRUPOLI..
GLI ZOMBIE SEMPRE TECNICAMENTE BEN CURATI, UN PLAUSO AL TRUCCO ED AI MOVIMENTI DEGLI ZOMBIE STESSI..
IL FILM TECNICAMENTE E' DI BUON LIVELLO, MA SI AVVERTE UNA TRASCURATEZZA NELLE SCELTE DI RIPRESA DURANTE LA SCENEGGIATURA.. IN OGNI CASO SIAMO NEL 2005 E L'AMBIENTAZIONE E' SUGGESTIVA, SEMBRA QUASI DI ESSERE TORNATI VERSO FINE ANNI '80. [+]

[+] lascia un commento a dian71cinema »
d'accordo?
tony montana martedý 7 dicembre 2010
discreto ma spettacolare Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%


I morti camminano sulla Terra e per sopravvivere gli esseri umani si sono barricati nel centro di una città circondata da un fiume, che dovrebbe proteggerli dagli zombi. Ma nonostante la nuova situazione che si è creata, gli uomini non hanno dimenticato chi sono i ricchi e chi i poveracci, e nell’ombra, gli zombi si evolvono, divenendo creature sempre più inquietanti…
Vent’anni dopo Il giorno degli zombi, George A. Romero resuscita il mito dei non morti da lui stesso creato nel ’68 con La notte dei morti viventi e proseguito dieci anni dopo con Zombi. Questa volta gli esseri umani sono stati capaci addirittura di ricreare una sorta di società pre-zombi attorno ad un grattacielo/centro commerciale nel quale i ricchi mangiano al ristorante e i poveri si arrangiano al mercato circostante. [+]

[+] lascia un commento a tony montana »
d'accordo?
nick castle mercoledý 3 novembre 2010
l'unico con grossa produzione... Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%


La Universal visto in Romero un potenziale successo, gli propongono la realizzazione con budget dignitoso di una sua sceneggiatura, un nuovo capitolo della saga sugli zombi, finito di scrivere l'11 setembre 2001. Romero accetta e con Asia Argento, Simon Baker, John Leguizamo e Dennis Hopper nel cast fa il suo miglior horror sugli zombi. Il contagio ormai su scala mondiale ha costretto gli umani a vivere in ghetti circondati dagli "appestati", mentre chi ha i soldi vive in lussuosi grataceli forniti di tutti i beni di prima e seconda necessità. Nel mentre gli "appestati" imparano... La trama non è complicata, ma Romero non sacrifica le sue frecciate verso la società moderno e verso il ruolo sempre più dominante del denaro. [+]

[+] lascia un commento a nick castle »
d'accordo?
torturporn lunedý 6 settembre 2010
non tutti possono capire Valutazione 4 stelle su cinque
80%
No
20%

credo che questo film divida molto per le aspettative che si pu˛ fare un divoratore medio di splatter che certamente ne rimarrÓ deluso e chi sÓ apprezzare non solo l'azione ma la storia che c'Ŕ dietro l'azione, trovo che questo film sia incredibilmente poetico e soprattutto non si limiti a far vedere gli esseri umani come mostri e gli zombi come vittime ma che sia una vera metafora del mondo in cui viviamo e cioŔ che infondo siamo tutti mostri ma, parafrasando orwell, qualcuno Ŕ pi¨ uguale degli altri.

[+] lascia un commento a torturporn »
d'accordo?
stego giovedý 7 gennaio 2010
una critica alla societÓ e poco pi¨ Valutazione 2 stelle su cinque
33%
No
67%

romero Ŕ un indiscusso esperto del cinema horror perchŔ Ŕ l' unico che sa inserire nei suoi film critiche alla societÓ moderna, principi che vanno molto al di lÓ di come Ŕ concepito il cinema horror. In questo film per˛ si sofferma ha criticare il mondo attuale in cui pochi con i soldi sono i pirvilegiati, smorbi e schivi nei confronti della maggior parte costretta a vivere nei bassifondi, nella miseria(mondo industrializzato-africa, per esempio) e si dimentica che fondamentalmente sta girando un film horror, dialoghi risibili, personaggi da cartone animato(a parte la brava asia argento)e tentativo di trasmettere valori che, purtroppo nella situazione che viene rappresentata, sono imbrobabili. [+]

[+] lascia un commento a stego »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 »
La terra dei morti viventi | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledý 28 aprile
La prima donna
martedý 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
martedý 13 aprile
Burraco fatale
Lei mi parla ancora
Genesis 2.0
giovedý 1 aprile
Il concorso
martedý 23 marzo
Easy Living - La vita facile
giovedý 18 marzo
I predatori
mercoledý 10 marzo
Lezioni di Persiano
martedý 9 marzo
Waiting for the Barbarians
Tuttinsieme
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità