A History of Violence

Acquista su Ibs.it   Soundtrack A History of Violence   Dvd A History of Violence   Blu-Ray A History of Violence  
Un film di David Cronenberg. Con Viggo Mortensen, Maria Bello, Ed Harris, William Hurt, Heidi Hayes.
continua»
Drammatico, durata 96 min. - USA 2005. - 01 Distribution uscita venerdý 16 dicembre 2005. MYMONETRO A History of Violence * * * - - valutazione media: 3,35 su 132 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Dal fumetto al cinema, piace senza dare il meglio. Valutazione 3 stelle su cinque

di Oblivion7is


Feedback: 2018 | altri commenti e recensioni di Oblivion7is
mercoledý 28 settembre 2011

Cronenberg è assolutamente uno dei registi visivamente più disturbanti di sempre. Geniale, provocante, sempre (o quasi) violento. Sicuramente originale, benché pochi suoi film vengano da suoi soggetti, ed innovativo. Quanto a talento visivo, secondo me è secondo solo a Lynch. Ma dopo aver dato il suo meglio, si fa una piccola pausa, creando film meno impegnativi per costruzione ma in cui lui comunque ci mette anima e cuore sperando che vengano apprezzati dalla critica. Sceglie come attore-feticcio, che sostituisca Jeremy Irons, quel Viggo Mortensen che prima di questa pellicola aveva alle spalle quasi solo piccoli ruoli, tra "Carlito's Way" e "Psycho" di Van Sant, ma anche un ruolo quasi da protagonista nella trilogia de "Il Signore degli Anelli", e con lui decide sin da subito di fare almeno due film. Visto il successo straordinario sia di questo che del successivo (e superiore) "La Promessa dell'Assassino", l'idea di farne un terzo, che uscirà dopodomani (mentre scrivo questa recensione è il 28 settembre 2011), un "A Dangerous Method" già visto a vari festival da qualcuno, un film le cui recensioni sono già uscite, con pareri contrastanti, da chi urla al capolavoro a chi preferisce essere crudamente negativo nei confronti della pellicola. Beh, ma "A History of Violence", a detta dei critici, è un capolavoro. Per quale motivo? Per la metafora della violenza che è tema del film, la violenza che ti rende eroe in alcuni casi e malvagio in altri, la violenza che anche se nascosta ritorna, la violenza che ti spinge a inveire contro i tuoi cari, la violenza che spinge i tuoi cari a non parlarti più. Certo, è un bel messaggio, una bell'idea... ma è tale da creare un capolavoro? Sicuramente no. Non certo un brutto film, anzi... ma non basta l'idea per creare un ottimo film. Ci devono essere anche la tecnica, l'anima, il sentimento, lo svolgimento e l'emozione che suscita nello spettatore. Questo film li ha? Non tutti. C'è la tecnica, ci sono un pizzico di emozione e un pizzico di svolgimento, ma anche l'anima, poiché Cronenberg si dedica sempre totalmente ad un film, ma non c'è il resto. Comunque non voglio criticare i critici, bensì il film: "A History of Violence" è una metafora sulla creazione della violenza, su come essa nasca dall'autodifesa e quindi da altra violenza, determinando quindi che la violenza esiste da sempre, non è nata e non morirà. Tom Stall tiene una caffetteria: un giorno riceve la visita di due delinquenti che lo vogliono rapinare, forse anche con intenti di stupro e/o omicidio verso i camerieri e le cameriere. Lui, per pura autodifesa, li uccide. Diventa eroe nazionale, appare in TV, la sua caffetteria diventa ultravisitata, anche da dei mafiosi che sembrano riconoscere in lui un vecchio amico, o forse un vecchio rivale. Hanno o no ragione? Cronenberg non ha abbandonato il tema della mutazione, come può sembrare, e a farcelo capire sono tutte le cicatrici dei vari personaggi ma soprattutto il personaggio stesso del protagonista, che muta totalmente quando passa dalla personalità di Stall a quella dell'assassino. Le scene di violenza sono esagerate, alcune inquadrature sono inutili (la visione della patata della Bello non è certo spiacevole però nemmeno utile), ma i pochi minuti che vedono come protagonista Hurt si godono. La regia è straordinaria, il cast pure (spuntano soprattutto la Bello, Hurt ed Harris, ma anche Mortensen dà del suo meglio, benché lui non sia mai stato il meglio in espressività), ma il tutto sembra che abbia qualcosa che manca, anche se non si capisce cosa. Forse è troppo lento nelle scene non di violenza? Forse le scene di violenza sono troppo cariche e troppo corte ed essendo tali la mente ne richiede di più? O forse semplicemente chi è abituato alle pellicole di Cronenberg nota che qui di Cronenberghiano non c'è quasi nulla e quindi considera questo film come qualcosa a parte, fuori dalla filmografia del regista canadese. Bisogna considerarlo come un passo avanti, un passo indietro o una corsetta sul posto? Detto questo non posso che continuare a non capire l'opinione dei critici, anche se non mi faccio troppi problemi. Godibile ma difficile da vedere più di una volta.

[+] lascia un commento a oblivion7is »
Sei d'accordo con la recensione di Oblivion7is?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
oblivion7is lunedý 24 ottobre 2011
una seconda visione mi fa tendere alle 4 stellette
100%
No
0%

In realtÓ l'ultima frase Ŕ sbagliata, vederlo una seconda volta fa riflettere di pi¨ e lo fa apprezzare di pi¨. 4 stelle, meglio.

[+] lascia un commento a oblivion7is »
d'accordo?

Ultimi commenti e recensioni di Oblivion7is:

Vedi tutti i commenti di Oblivion7is »
A History of Violence | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ | elia
  2░ | mason filippo/mr_pink
  3░ | osteriacinematografo
  4░ | laurence316
  5░ | a.l.
  6░ | patricia
  7░ | nicol˛
  8░ | andrea s.
  9░ | stefano
10░ | jill
11░ | davide chiappetta
12░ | milomar
13░ | fabrizio cappella
14░ | great steven
15░ | luca scial�
16░ | iuriv
17░ | m.romita
18░ | filippo catani
19░ | tony montana
20░ | massimo rocca
21░ | lisbeth_
22░ | stefano capasso
23░ | tarantinofan96
24░ | emanuelemarchetto
25░ | howlingfantod
26░ | bella earl!
27░ | shivers
28░ | paolo massa
29░ | angelo
30░ | peeping tom
31░ | jacopo b98
32░ | ilaskywalker
33░ | zak
34░ | daedalus
35░ | paolo ciarpaglini
36░ | fabio
37░ | le magnifique
38░ | dario
39░ | gildo
40░ | darko
41░ | gabriella
42░ | hal 9000
43░ | andrea levorato
44░ | manu
Premio Oscar (2)
Golden Globes (2)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità