Storia di Marie et Julien

Film 2003 | Drammatico 150 min.

Titolo originaleHistoire de Marie et Julien
Anno2003
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia, Italia
Durata150 minuti
Regia diJacques Rivette
AttoriEmmanuelle Béart, Jerzy Radziwilowicz, Anne Brochet, Bettina Kee, Olivier Cruveiller Mathias Jung, Nicole Garcia.
Uscitavenerdì 27 agosto 2004
TagDa vedere 2003
MYmonetro 3,84 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Jacques Rivette. Un film Da vedere 2003 con Emmanuelle Béart, Jerzy Radziwilowicz, Anne Brochet, Bettina Kee, Olivier Cruveiller. Cast completo Titolo originale: Histoire de Marie et Julien. Genere Drammatico - Francia, Italia, 2003, durata 150 minuti. Uscita cinema venerdì 27 agosto 2004 - MYmonetro 3,84 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Storia di Marie et Julien tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

I grandi vecchi del cinema sembrano sempre essere quelli con maggiori vitalità e idee. In Italia al Box Office Storia di Marie et Julien ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 114 mila euro e 74,7 mila euro nel primo weekend.

Consigliato assolutamente sì!
3,84/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,34
CONSIGLIATO SÌ
Un noir esistenziale per il ritorno di Jacques Rivette.
Recensione di Mattia Nicoletti
Recensione di Mattia Nicoletti

I grandi vecchi del cinema sembrano sempre essere quelli con maggiori vitalità e idee. E se Manoel De Oliveira ogni anno ci regala un piccolo gioiello, anche Jacques Rivette, regista della Nouvelle Vague, con le sue settantasei primavere, torna dietro la cinepresa per il suo ultimo film, Storia di Marie e Julien. Un racconto d'amore, inutile dirlo. Un amore impossibile e intimamente oscuro, di quelli che si vorrebbero vivere almeno una volta nella vita.
Julien è un orologiaio solitario, che vive nella sua casa come se fosse l'unico mondo a interessargli. La sua anima non è pura, al punto di ricattare una donna, Madame X, per consegnarle dei documenti erroneamente capitatigli fra le mani. Nel frattempo, incontra Marie, una bella donna di cui non si era dimenticato dopo un fugace incontro l'anno prima. Fra i due rinasce l'attrazione e Julien non esita a chiederle di andare a vivere da lui. Marie sembra concedersi, ma non totalmente: nasconde un segreto e reconditi desideri di autodistruzione.
Lunghissimo (quasi due ore e mezza), ambientato nella cupa casa del protagonista, e scandito dai tic-tac degli immensi orologi che arredano la sua abitazione, il film di Rivette è un thriller atipico che nasce da un ricatto di un uomo senza più interessi e muore nell'amore malato e folle, immerso nei perché, senza risposte, della vita. La scena è solo per i due attori, che conducono con semplici movimenti l'occhio di chi guarda, in un lento e inesorabile piacere masochistico da noir esistenziale. Affascinante e inquietante.

Sei d'accordo con Mattia Nicoletti?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Julien ripara orologi nella sua vecchia casa dove vive con il gatto Nevermore. Mentre è invischiato in un rischioso gioco di ricatti con Madame X, rivede Marie, conosciuta di sfuggita anni prima, la convince ad abitare con lui e a ricambiare il suo amore, ma lei lo tormenta con continue fughe e ritorni. Lo attende una sconvolgente sorpresa. Scritto con Pascale Bonitzer e Christine Laurent, è un film che prende vita quasi 30 anni dopo. Doveva essere la 3ª tappa di una esoterica quadrilogia ( Scène de la vie parallèle ), ispirata a un mito celtico sulla resurrezione dei morti, di cui furono realizzati Duelle (1976) e l'inedito Noroît . Erano stati scritturati Albert Finney e Leslie Caron, ma il 3° giorno delle riprese Rivette affondò in una depressione nervosa e il progetto fu abbandonato. È una storia d'amore che si trasforma nella storia di una casa e di un fantasma. Comincia alla Rohmer e si chiude con un inferno domestico alla Chabrol. Rivette trasferisce la tematica spiritualistica del preternaturale e dello scandalo della carnalità in territorio laico. Lo sguardo con cui accarezza il corpo non morto della fulgida e spettrale E. Béart è, a un tempo, caritatevole e distante. Fotografia di Willia Lubtchansky.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 26 dicembre 2019
"Joss"

Nevermore, sì, il gatto del protagonista, è lui la chiave di tutto di questa lunghissima, lentissima e meravigliosa follia di Jacques Rivette... Una struttura semplice ed essenziale che dilata il tempo, già di per sè lento, di questo lungometraggio inquietante, quasi un thriller addolcito, che ha come punto di forza i due protagonisti, eccezionali, e il luogo dove si svolge [...] Vai alla recensione »

sabato 18 gennaio 2014
gianleo67

Solitario orologiaio di mezza età incontra e si innamora, ricambiato, di un misteriosa ed affascinate ragazza con cui inizia una tormentata convivenza. Diviso tra una misurata e razionale passione per la meccanica e la ricerca di un difficile equilibrio sentimentale, estorce denaro ad una fraudolenta venditrice di pregiate sete cinesi con qualche scheletro nell'armadio, finendo per scoprire una sconcertante [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

Eros e segreti, il Tempo, la memoria, Emmanuelle Béart nuda e bellissima. Come un pittore che torni su un quadro da lungo tempo abbandonato, come un archeologo del proprio cinema, Jacques Rivette, il gran regista francese settantacinquenne de La bella scontrosa e di Giovanna D'Arco, riprende un'opera irrealizzata quasi un quarto di secolo fa. Ha raccontato al quotidiano «Le Monde» che nell'estate del [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
L'Espresso

Nell’estate del 1957, il grande regista francese‚ Jacques Rivette aveva messo mano a un ciclo di quattro film, intitolato Scene di vita parallela e formato da quattro opere di genere diverso: Duelle (un film fantastico), Noiroit (un western), una commedia musicale e Marie et Julien (una storia d’amore). Terminati i primi due, cominciò a lavorare all’ultimo, interpretato da Albert Finney e Leslie Caron, [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Emmanuelle Béart torna a incarnare la bellezza muliebre per la cinepresa di Jacques Rivette: una bellezza contemplata in tutta la sua maturità e carnalità, ma anche idealizzata dal regista al punto da rappresentarla sotto forma di mito. Marie e Julien, che un giorno avrebbero potuto amarsi, si ritrovano dopo più di un anno. Mentre il personaggio femminile prende possesso della grande casa fatiscente [...] Vai alla recensione »

Enzo Natta
Famiglia Cristiana

Il settantaseienne Jacques Rivette è uno dei padri fondatori della Nouvelle Vague, uno di quegli autori tutti d’un pezzo, di quelli che non cedono a compromessi, che hanno una precisa idea del cinema e che da quella non derogano (una decina d’anni fa ha diretto un monumentale Giovanna d’Arco con Sandrine Bonnaire). Questo Storia di Marie e Julien è un progetto inseguito da almeno una trentina d’anni, [...] Vai alla recensione »

Emiliano Morreale
Film TV

Incredibilmente snobbato da Cannes e da Venezia l’anno scorso, finalmente esce da noi l’ultimo film di Rivette, il più austero e stilizzato tra i maestri della nouvelle vague. Si tratta del terzo capitolo di una tetralogia, sospesa dopo i primi due capitoli negli anni 70 (Noroit e Duelle) e ripresa grazie al fortunoso ritrovamento del copione poco tempo fa.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati