We Were Soldiers

Acquista su Ibs.it   Soundtrack We Were Soldiers  
Un film di Randall Wallace. Con Mel Gibson, Madeleine Stowe, Greg Kinnear, Chris Klein, Sam Elliott.
continua»
Guerra, durata 138 min. - USA 2002. MYMONETRO We Were Soldiers * * - - - valutazione media: 2,18 su 44 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
blackdragon89 mercoledì 18 aprile 2012
"vivi o morti vi giuro, tornerete tutti a casa." Valutazione 3 stelle su cinque
76%
No
24%

Georgia, 1964. Il colonnello Hal G. Moore (Mel Gibson) viene trasferito a Fort Benning insieme agli ufficiali del 1° Battaglione e le rispettive famiglie per l'addestramento in preparazione alla Guerra del Vietnam. Un contesto nel quale i nuclei sono congiunti come facenti parte di un unico insieme apre la strada alle tematiche ricorrenti del percorso narrativo. Il veterano si mostra un uomo di profondi ideali, che si parli di quotidianità "domestica" o professionale, di famiglia in casa o al fronte; un uomo di Dio, anche nel profondo baratro bellico in cui è consapevole di doversi gettare. Non manca in questo frangente lo spazio per una critica contro i "piani alti", colpevoli di una guerra riprovevole sotto molti punti di vista, e che sfocia in parecchi casi in decisioni apparentemente errate secondo l'etica morale e militare dei protagonisti, costretti ad affidarsi unicamente alla loro encomiabile fratellanza di cui vanno tanto fieri. [+]

[+] lascia un commento a blackdragon89 »
d'accordo?
extreme81 domenica 21 giugno 2015
a me èpiaciuto abbastanza Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Ovviamente paragonato ad altri film di quel periodo, ad esempio "Salvate Il Soldato Ryan", con ben altro cast e regia e con il "merito" o la "colpa" di aver ispirato negli anni successivi un nuovo filone di film di guerra, non regge la competizione. E chiaramente siamo di fronte al solito film americano, che disprezza la vita dei nemici, considerato carne da macello che serve a glorificare i soldati statunitensi dai quali vengono uccisi. Ma nel complesso il film, che è stato ispirato da una storia vera e dal libro scritto dai veri protagonisti della battaglia di La Grand in Vietnam, è gradevole, Mel gibson recita molto bene e da quel qualcosa in più al film, che non è pieno di effetti speciali o colpi di scena, ma racconta semplicemente le giornate di battaglia sul fronte e in parallelo le giornate di ansia e preoccupazioni delle mogli e delle fidanzate dei soldati, che attendono terrorizzate l'arrivo della posta nella speranza che non ci sia nessun telegramma dal comando per loro, e allo stesso tempo si organizzano in gruppo per sostenersi l'una con l'altra. [+]

[+] lascia un commento a extreme81 »
d'accordo?
yawgmoth sabato 5 agosto 2006
niente di nuovo sotto il sole.... Valutazione 2 stelle su cinque
43%
No
57%

Al solito, il consueto comizio che gli americani rivolgono a loro stessi. Il film proprio non riesce a liberarsi degli stereotipi dei film ultrapatriottici, e a ben vedere nemmeno ci prova. Mel Gibson è il classico soldato americano, cazzuto e letale, in grado di distruggere tutto e tutti, ha una famiglia numerosa e una mogliettina devota e nel tempo libero va a fare la guerra in Vietnam "per il proprio paese" Le scene di battaglia sono ottime, senza dubbio influenzate dallo stile "salvate il soldato Ryan" cioè litrate di sangue, morti, feriti e chi più ne ha più ne metta. Sempre tanto per cambiare i nemici che qui sono impersonificati dai Vietcong sono semplici marionette utili solo a essere tirati giù. [+]

[+] dio, patria, famiglia, dovere (di max_ita)
[+] è questo il bello del film (di gianni)
[+] bravo gianni (di il_den)
[+] grazie il_den (di gianni)
[+] nient'affatto (di xel'lotath)
[+] in parte hai ragione (di ciao)
[+] lascia un commento a yawgmoth »
d'accordo?
raiden* venerdì 5 settembre 2008
troppa religione Valutazione 1 stelle su cinque
33%
No
67%

Penso,dopo aver seguito il film in tutti i suoi aspetti, che il regista sia una persona spinta da forte senso patriottico emolto religiosa; è come se non ci fosse alcuna forma di rispetto per il nemico, forse i personaggi dovevano dare impressione di non temere il nemico essendo solo alle prime fasi della guerra (1964-65). Mentre i soldati americani vengono rappresentati vittoriosi contro i nemico, inferiore. Il prodotto è realistico e assomiglia ,in diverse scene, alla cronaca della battaglia mostrandola non vissuta in prima persona, ma dai civili ,dai politici, ecc. Un errore...l' M16, il fucile utilizzato dai soldati americani, non era presente nella battaglia di la Drang. Secondo me il film che esprime meglio il concetto di conflitto in Vietnam è Apocalyps Now di Francis F. [+]

[+] realistico (di vigobuzz)
[+] lascia un commento a raiden* »
d'accordo?
We Were Soldiers | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Pino Farinotti
Pubblico (per gradimento)
  1° | blackdragon89
  2° | extreme81
  3° | yawgmoth
  4° | raiden*
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità