Brucio nel vento

Un film di Silvio Soldini. Con Ivan Franek, Barbara LukeÜovß, Ctirad G÷tz, Caroline Baehr, CÚcile Pallas.
continua»
Drammatico, durata 118 min. - Italia, Svizzera 2002. - 01 Distribution uscita venerdý 18 gennaio 2002.
   
   
   

Roberto Nepoti

La Repubblica

Si Ŕ parlato molto, la scorsa stagione, di rinascita italiana, quando il talento consolidato di Nanni Moretti e quello emergente di Gabriele Muccino hanno fatto sperare in una nuova fioritura del nostro cinema. Poi lo sboccio con la parziale delusione di Venezia Ŕ parso frenato. Per˛ la rinascita c'Ŕ. Lo dimostra una produzione coraggiosa e difficile come Brucio nel vento, film forse non perfetto ma bello, intenso e struggente diretto da Silvio Soldini. La storia, adattata dal breve romanzo di Agota Kristof Ieri, Ŕ incentrata su un fantasma d'amore; ennesima riprova, se mai ce ne fosse bisogno, che le storie migliori sono quelle che raccontano un'ossessione. Figlio di una giovane prostituta di villaggio, Tobias fugge all'Ovest dopo avere accoltellato l'amante della madre. Non vi trova un'aria serena, ma un triste lavoro alla catena di montaggio, una vita grama tra altri emigrati alle prese con la povertÓ e le umiliazione quotidiane. Tobias, invece, vuole scrivere e amare: amare Line, che ha conosciuto da bambino e cerca in tutte le donne che incontra. Un giorno giunge in Svizzera, nella fabbrica in cui lavora il giovane, proprio Line. ╚ sposata, ha una bambina, Ŕ sorella di Tobias per via paterna; nessun ostacolo, per˛, sembra insormontabile al visionario innamorato. Brucio nel vento Ŕ il film migliore di Soldini, nettamente superiore al celebrato Pane e tulipani. Per gradi, il regista installa un'atmosfera di squallore poetico quanto mai suggestiva e contagiosa, facendoti sposare la pazzia d'amore di un personaggio che all'inizio appare bizzarro, poi si conquista la tua solidarietÓ e il tuo affetto. Lui soprattutto e il carisma dell'interprete Ivan Franeknon ha una parte secondaria in ci˛ ma anche la trepida Line, il patetico Janek, affamato di patate e di contatti umani, e altri caratteri di contorno. Nella colonna delle cose meno riuscite vanno iscritte l'improvvisa accelerazione degli eventi (e del ritmo cinematografico) nell'ultima parte, le allucinazioni di Tobias, il commento musicale un po' troppo straziante di Giovanni Venosta. Per˛ il bilancio Ŕ largamente in attivo; c'Ŕ da restare sorpresi, anzi, per la qualitÓ del risultato a fronte di problemi, estetici e produttivi, di cui Ŕ intuibile la complessitÓ. Ottimo il doppiaggio di Fabrizio Gifuni e Licia Maglietta; anche se gli spettatori pi¨ sofisticati non vorranno perdersi l'edizione originale con sottotitoli.
Da La Repubblica, 20 gennaio 2002

di Roberto Nepoti, 20 gennaio 2002

Sei d'accordo con la recensione di Roberto Nepoti?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Brucio nel vento | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ | kiarasko
  2░ | kat
Nastri d'Argento (2)
David di Donatello (4)


Articoli & News
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdý 18 gennaio 2002
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità