A Snake of June - Un serpente di giugno

Film 2002 | Drammatico 77 min.

Titolo originaleRokugatsu no Hebi
Anno2002
GenereDrammatico
ProduzioneGiappone
Durata77 minuti
Regia diShin'ya Tsukamoto
AttoriShin'ya Tsukamoto, Asuka Kurosawa, Yuji Koutari, Tomoro Taguchi, Susumu Terajima Teruko Hanahara.
TagDa vedere 2002
MYmonetro 4,00 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Shin'ya Tsukamoto. Un film Da vedere 2002 con Shin'ya Tsukamoto, Asuka Kurosawa, Yuji Koutari, Tomoro Taguchi, Susumu Terajima. Cast completo Titolo originale: Rokugatsu no Hebi. Genere Drammatico - Giappone, 2002, durata 77 minuti. - MYmonetro 4,00 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi A Snake of June - Un serpente di giugno tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Il regista-culto giapponese Shinya Tsukamoto alle prese con una torbida storia di voyeurismo e gelo coniugale: a modo suo, ovviamente, in quel viola e nero che già lo aveva reso famoso con Tetsuo. Il film è stato premiato al Festival di Venezia,

Consigliato assolutamente sì!
4,00/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ
Tsukamoto torna col suo folle mondo in viola e nero.
Recensione di Davide Morena
Recensione di Davide Morena

Rinko è una giovane donna, sposata a un uomo più vecchio, col quale non ha ormai più rapporti da anni. La sua vita monotona è sconvolta dal ricatto di un maniaco, che la fotografa di nascosto in situazioni imbarazzanti e che per non diffondere le foto pretende che la donna compia gesti sempre più spregiudicati, trascinando nel gioco perverso anche il marito.
Tsukamoto è un regista di culto per diversi aspetti: temi trattati, tecniche di ripresa e poetica di base sforano i limiti (canoni) del cinema contemporaneo, palesando la marca stilistica di un autore che percorre la sua strada senza mai scendere a compromessi, e che sembra ignorare in toto il resto della produzione del pianeta. Indicativo in tal senso che sia egli stesso regista, attore, montatore, scenografo, tecnico luci, fonico e quant'altro. A snake of June è l'ennesimo suo film estremo, inquietante, perverso, disturbante, sorprendente, che si può solo amare o odiare: niente vie di mezzo.

Sei d'accordo con Davide Morena?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

In Giappone giugno è un mese piovoso. La pioggia a ciel rotto martella e imbeve tutta questa storia di tre personaggi malati: la bella Rinko, moglie affettuosa ma sessualmente insoddisfatta, scopre di avere un carcinoma mammario; suo marito, uomo d'affari ossessionato dal lavoro e dalla pulizia, è atrofizzato nei sentimenti; il fotografo Iguchi, l'estraneo che irrompe nella loro malsana vita coniugale, ha un tumore all'addome. "La malattia non è soltanto quella del corpo, ma una condizione di vita" (P.M. Bocchi). Conciso, ellittico eppur ridondante in una violenza convulsa, il 7° lungometraggio di S. Tsukamoto è il frutto di un cinema estremo, un film d'autore a pieno titolo: il regista ne è produttore (col Kaijyu Theater), sceneggiatore, fotografo, montatore, interprete (Iguchi). In deroga ai precedenti, approda a una conclusione positiva: l'intrusione minacciosa che scardina i loro rapporti infatti spinge i due coniugi in una nuova vita. Girato in bianco, blu e nero. Premio speciale della giuria e premio M. Mastroianni (meritato) a A. Kurosawa nella sezione Controcorrente di Venezia 2002. Distribuito da Revolver.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 24 settembre 2009
Carlo Vecchiarelli

I conflitti tra le pulsioni più intime e la coscienza sono il tabù di cui si struggono inconsapevolmente due coniugi senza veri rapporti reciproci. Verranno riportati alla vera passione dal sacrificio di un fotografo, malato terminale; egli, dopo aver spiato morbosamente la donna che lo aveva sostenuto nel periodo più difficile, decide di spendere i suoi ultimi giorni per infrangere le paure che la [...] Vai alla recensione »

martedì 6 dicembre 2011
Numenoreano

Rinko è una garbata ragazza che lavora in un consultorio telefonico per assistenza psichiatrica. Riesce nel lavoro a fare ciò che non gli riesce nell’intimo della sua ormai inaridita relazione matrimoniale: avere un contatto, aiutare qualcuno, sfogarsi. E’ relegata in una prigione di autocompiacimento perché il suo compagno sfoga totalmente la sua repulsione sessuale nel suo invasamento demoniaco contro [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Pier Maria Bocchi
Film TV

Forse Tsukamoto Shinya è uno dei pochissimi cineasti contemporanei a lavorare seguendo un discorso umano-corporale che si delinea sempre più come violenta indagine teorica sul rapporto annullante tra la persona e la metropoli e un cinema cannibale-sperimentale. Difatti, A Snake of June è il fratello gemello di Bullet Ballet, per come dipinge il tormento viscerale dei personaggi dentro una città e un [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Film laureato ai festival, dello stesso regista ("di culto") di Tetsuo del 1989 e di Bullet Ballet"del 1998, A Snake of June porta con sé le stigmate dell'opera sofisticata e maledetta come solo i giapponesi sono in grado di fare. Già il fatto che Shinya Tsukamoto sia tutto in una volta regista sceneggiatore operatore scenografo montatore e pure produttore, e che per giunta il film sia girato in un [...] Vai alla recensione »

Luca Barnabé
Ciak

Rinko (Asuka Kurosawa) è una consulente telefonica che lavora in un istituto di igiene mentale, il marito Shigehiko (Yuji Koutari) è un importante uomo d’affari. Lei si masturba quotidianamente, lui è ossessionato dall’ordine e trascorre il tempo libero a pulire la casa. La loro patetica routine entra in cortocircuito quando un voyeur comincia a ricattare la donna.

Roberto Nepoti
La Repubblica

Film laureato ai festival, dello stesso regista ("di culto") di Tetsuo del 1989 e di Bullet Ballet del 98, A snake of June porta con sé le stigmate dell'opera sofisticata e maledetta come solo i giapponesi sono in grado di fare. Già il fatto che Shinya Tsukamoto sia tutto in una volta regista sceneggiatore operatore scenografo montatore e pure produttore, e che per giunta il film sia girato in un raffinato [...] Vai alla recensione »

winner
premio speciale della giuria
Festival di Venezia
2002


LINK ESTERNI
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati