Il favoloso mondo di Amelie

Acquista su Ibs.it   Dvd Il favoloso mondo di Amelie   Blu-Ray Il favoloso mondo di Amelie  
Un film di Jean-Pierre Jeunet. Con Audrey Tautou, Mathieu Kassovitz, Dominique Pinon, Rufus, Jamel Debbouze.
continua»
Titolo originale Le Fabuleux destin d'Amélie Poulain. Commedia, durata 120 min. - Francia 2001. - Bim Distribuzione uscita martedì 11 maggio 2021. MYMONETRO Il favoloso mondo di Amelie * * * - - valutazione media: 3,42 su 120 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
diego sabato 2 febbraio 2002
il sorriso di amelie brilla su questo capolavoro Valutazione 5 stelle su cinque
91%
No
9%

Il genere commedia fantastica sembrava realmente lontano dal cinema contemporaneo.E invece ecco spuntare "Il favoloso mondo di Amelie". Il film è narrato proprio come una favola,a cominciare dalla bellissima fotografia dai caldi color pastello. A tratti tornano in mente le vecchie commedie del grande Jean Renoir (citato mediante la pittura del suo geniale padre Auguste).Quelle commedie sono lontane...La ricetta per farle rinascere è allora:prenderne gli strati,gonfiarli,e farli viaggiare a mille come girandole impazzite.Il bravissimo Jean-Pierre Jeunet realizza il tutto con uno stile moderno (ma con tocchi del "buon sapore antico"),fatto di inquadrature e movimenti di mecchina che riescono veramente a sorprendere lo spettatore. [+]

[+] consiglio (di teoz)
[+] eheh...bella questa... (di dido93)
[+] l'incanto del surreale... (di leluc)
[+] lascia un commento a diego »
d'accordo?
anders sabato 23 febbraio 2002
di rara dolcezza... Valutazione 5 stelle su cinque
88%
No
12%

Non ho memoria di aver mai visto un film di così rara dolcezza,che colpisce senza riserve lo spettatore nell'intimo dei suoi sentimenti(a meno che egli non sia un pezzo di marmo!),il quale,da parte sua,non può far altro che rimanerne coinvolto.Dolcezza sì,ma mai eccessivamente sdolcinato o coercitivo verso un perbenismo a tutti i costi,cosa che già di per sè dimezzerebbe(se non di più)la qualità del film.La scena,che credo avrà colpito la maggior parte di voi,è quella del prefinale in cui lei dà,e richiede indietro,tre bacetti dei quali mai nessuno è mai dato veramente sulle labbra!Il ritmo della scena è lento,ma nessuno si sentirebbe di dire che è noioso o eccessivamente cadenzato,perchè è comunque intenso nella sua macchinosità e esprime appieno la sensibilità,il desiderio,ma anche la paura di amare di Amèlie. [+]

[+] lascia un commento a anders »
d'accordo?
fabio cerullo domenica 17 febbraio 2002
tre stelle? non scherziamo... Valutazione 4 stelle su cinque
86%
No
14%

Un film delizioso, emozionante, divertente, coloratissimo. L'elogio delle piccole cose in un mondo che ognuno di noi può rivestire della polvere magica di cui sono fatti i sogni. Azzeccati i personaggi, il ritmo narrativo e le riprese originalissime. Una scena su tutte: Amelie che diventa gli occhi del cieco mentre lo aiuta ad attraversare la strada. Una morale: per ricevere amore bisogna provare piacere nel dare amore. Ma se ne trovate un'altra, ben venga. Amelie ci fa riflettere, ma non nel modo sofferente tipico dei film forzatamente intimisti, piuttosto con la leggerezza dell'aria, che però non significa superficialità. I francesi hanno imparato a sorridere e dopo "Il gusto degli altri" confezionano un'altra piacevolissima sorpresa. [+]

[+] lascia un commento a fabio cerullo »
d'accordo?
massimo mercoledì 28 agosto 2002
film veramente interessante Valutazione 4 stelle su cinque
78%
No
22%

Gran bel film questo favoloso mondo di Amelie. Disegna una galleria di personaggi fornendo per ciascuno un quadro psicologico chiaro e preciso e li innesta in una storia irrealistica ma che una volta calati nell'atmosfera del film, acquista una sua razionalità divenendo credibile. Su tutti spicca Amelie,ingenua ragazza francese cui è stato negato affetto da un padre troppo freddo e una madre fin troppo rigida, che un bel giorno decide di spendere tutta sè stessa per la felicità degli altri. Alla fine realizzerà anche se stessa nell'amore per un ragazzo per certi versi simile a lei nel carattere; in questo modo il cerchio si chiude. Il messaggio che ho percepito è amare gli altri e spendersi per loro è giusto ma bisogna realizzare anche se stessi. [+]

[+] lascia un commento a massimo »
d'accordo?
valina magai pierdominici martedì 12 febbraio 2002
rompere il vetro... Valutazione 4 stelle su cinque
88%
No
12%

Un film emozionante, commovente che veicola sogni ed emozioni della vita quotidiana senza tralasciare il significato profondo e nascosto degli eventi che accadono in ogni città, non solo a Parigi. Amélie cresce in provincia. Forse è malata di cuore, ma il suo è un malanno morale, è mancanza di Amore.La madre, uscita dalla chiesa, viene schiacciata da una suicida, quasi a significare che annullando la tua vita, annulli anche tutto ciò che avresti potuto fare per gli altri. Elementi che apparentemente potrebbero sembrare poco significativi, ma che nella vicenda della commedia, fanno riflettere. Amelie non sa che cosa vuole fare da grande, va a vivere a Parigi. Insegue l'arte e la rappresenta inconsapevolmente con la sua persona, il suo viso, il suo portamento e lo sguardo da osservatrice pura,la rendono un'opera d'arte. [+]

[+] complimenti (di valentina)
[+] lascia un commento a valina magai pierdominici »
d'accordo?
antonio limoncelli martedì 4 dicembre 2007
il favoloso mondo di amelie Valutazione 4 stelle su cinque
91%
No
9%

C’era una volta… una splendida fiaba, la possibilità di giocare con il destino, ritoccare la vita degli altri come un pittore i personaggi d’un quadro. La splendida Amèlie Poulain, luminosa per la sua semplicità, per i suoi occhi limpidi, cameriera in un bar-tabacchi di Montmartre, decide di punire gli sfruttatori e di aiutare gli indifesi. Lei, così poco allineata alla quotidianità, si trova spesso in luoghi senza tempo alla ricerca d’ogni vicissitudine e scopre sulla sua pelle quanta alienazione produce l’informazione per immagini, il mondo della televisione. La trappola in cui l’uomo contemporaneo vive i propri problemi ne esaltano la duttilità emotiva, la freschezza ingenua dell’essere viva. [+]

[+] lascia un commento a antonio limoncelli »
d'accordo?
lilly giovedì 30 agosto 2007
*** Valutazione 5 stelle su cinque
85%
No
15%

Questo è in assoluto il mio film preferito..ce l' ho da quasi cinque anni e lo guardo almeno una volta a settimana..non saprei dire realmente cos' è che mi piace: la sua semplicità?No, è tutt' altro che un film semplice,è una messa a nudo della quotidianità delle persone,è una ripresa di ansie, timori e ostacoli che la gente comune, allo stesso modo di Amelie, vede come prove insormontabili ("Mia piccola Amelie, lei non ha le ossa di vetro, lei può scontrarsi con la vita; se lei si lascia scappare questa occasione con il tempo sarà il suo cuore che diventerà secco e fragile come uno scheletro..perciò si lanci..accidenti a lei!"); i suoi colori magici?Si, anche se non definirei l' accostamento verde-rosso "magico",sono colori che rimandano alla vita rustica, tipicamente mediterranea;le melodie che accompagnano tutta l' opera?Certo,sono le note ad ipnotizzare e a rivelare completamente una trama che coinvolge, rilassa e mette a proprio agio fin dall' incipit del film.

[+] lascia un commento a lilly »
d'accordo?
sere venerdì 2 febbraio 2007
colori magici Valutazione 4 stelle su cinque
93%
No
7%

E' un film che mi cattura, che mi affascina. La dolcezza, la grazia, l'astuzia, l'intelligenza, la semplicità, la gentilezza, la volontà, la pazienza sono aspetti ben miscelati nel personaggio di Amelie. Mi piace come sa stupirsi e captare il lato magico in ogni situazione, lo cattura e lo fa vivere a suo piacimento. Penso che anche l'aspetto tenico del film, sopratutto il particolare uso dei colori, dia quel senso di fantastico che affascina. Mi piacerebbe capire meglio il significato, o i significati che quei colori vogliono rappresentare, che cosa il regista voglia dirci attraverso di essi. Non so se questo aspetto del film abbia interessato anche altre persone che lo hanno visto. Se mi volete aiutare a capire i colori nel film di Amelie o fare un commento si di essi esprimendo il vostro parere, ne sarò contenta. [+]

[+] lascia un commento a sere »
d'accordo?
silvia lunedì 22 gennaio 2007
magari fossi amelie! Valutazione 4 stelle su cinque
87%
No
13%

Trama senza trama...forse ciò che stupisce è proprio questo...il film è un susseguirsi di immagini colorate, talvolta suggestive, come la mano che affonda nei piselli, il marcato senso del tatto e dei colori...le passeggiate lungo il mercato dove Amelie guarda le cose e la gente con occhi da bambina, come un' Alice nel suo paese delle meraviglie...La capacità di stupirsi ancora...I piccoli dispetti a fin di bene e gli aiuti silenziosi per far nascere l'armonia intorno a lei. Amelie cresce sola e, reduce da una triste infanzia, si porta dietro questo "bagaglio" di sfrenata immaginazione che le permette di difendersi dalla solitudine e dalla noia della realtà quotidiana, di aggiungere una nota di magia anche nella vita delle persone più anonime e inosservate. [+]

[+] brava (di lupo)
[+] lascia un commento a silvia »
d'accordo?
anorak domenica 5 gennaio 2003
per non smettere di sognare! Valutazione 4 stelle su cinque
85%
No
15%

Tempo fa avevo letto una recensione di Salman Rushdie che diceva di Ameliè meraviglie. Il cinema è parte dell'"industria dell'intrattenimento" e sono sicuro che ci sono divisioni all'interno di grandi aziende che cercano di prevedere quello "che il pubblico vuole". Ma forse non ci sono alternative... Oggi sono contento, ho visto un tentativo di traduzione: traduzione di una idea, bella o brutta non importa, ma il tentativo di trasformare un pensiero in qualcosa che ha preso forma sullo schermo. Amelie porta sullo schermo i pensieri di un bambino. Mi ha fatto ricordare quando con la testa vagavo per luoghi impossibili, completamente narcotizzato dai sogni, dalle illusioni e le fantasie, libero da vincoli e da ogni realtà. [+]

[+] lascia un commento a anorak »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Il favoloso mondo di Amelie | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | diego
  2° | anders
  3° | fabio cerullo
  4° | massimo
  5° | valina magai pierdominici
  6° | antonio limoncelli
  7° | lilly
  8° | sere
  9° | silvia
10° | anorak
11° | bullythekid
12° | uova e bacon
13° | los
14° | procol harum
15° | elizabeth 91
16° | pino iorio
17° | alex (sp)
18° | g. romagna
19° | aristoteles
20° | filippo catani
21° | elgatoloco
22° | andrejuve
23° | luca scialò
24° | andrea b
25° | mister bluff
26° | dounia
27° | simona
28° | luca
29° | angry tobe
Rassegna stampa
Mauro Gervasini
Silvio Danese
Premio Oscar (9)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
martedì 11 maggio 2021
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
martedì 13 aprile
Burraco fatale
Lei mi parla ancora
Genesis 2.0
giovedì 1 aprile
Il concorso
martedì 23 marzo
Easy Living - La vita facile
giovedì 18 marzo
I predatori
mercoledì 10 marzo
Lezioni di Persiano
martedì 9 marzo
Waiting for the Barbarians
Tuttinsieme
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità