Una storia vera

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Una storia vera   Dvd Una storia vera   Blu-Ray Una storia vera  
Un film di David Lynch. Con Sissy Spacek, Harry Dean Stanton, Richard Farnsworth, Everett McGill, Jane Galloway Heitz Titolo originale The Straight Story. Commedia, durata 111 min. - USA, Francia 1999. MYMONETRO Una storia vera * * * * - valutazione media: 4,13 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
gropius venerdì 8 gennaio 2010
alvin...occhi poetici e malinconici Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%


La grandezza di questo film risiede nella sua semplicità,da non confondere con superficialità ma da associare per di più alla sua intensa e raffinata linearità di esecuzione.Tutto ciò è ribadito dal titolo originale:The Straight Story in cui la parola Straight oltre a ricordarci il vero cognome del protagonista realmente esistito Alvin Straight ,il quale si rese protagonista nel 1994 di un viaggio lunghissimo(circa 300km alla guida di unvecchio tagliaerbe per raggiungere il fratello malato  che non vedeva da una decina di anni), sta ad indicarci le parole: “dritto”,”semplicità”…”linearità”. [+]

[+] lascia un commento a gropius »
d'accordo?
mahleriano sabato 16 maggio 2009
una vicenda umana indimenticabile Valutazione 5 stelle su cinque
93%
No
7%

Difficile dimenticare un film poetico come questo. Per molte ragioni e una più bella dell'altra. Intanto per l'originalità di una storia in cui un vecchio e non patentato protagonista affronta un viaggio di 500 km a bordo di un tagliaerba, per andare a trovare il fratello infartuato e con cui è in rotta da molti anni. Poteva essere facile indulgere, durante il percorso, sulla bellezza indiscussa dei paesaggi, dei tramonti, delle albe o di quei cieli stellati più neri e profondi, visibili solo nelle campagne più lontane dalla civiltà. Ma l'occhio che ammira tutto ciò non è mai il nostro, ma solo quello del protagonista. Non può esistere spettatore in questo film, perché la sete di pace, di riconciliazione ed in fondo di amore che trabocca da questo nonno tenace e orgoglioso della propria indipendenza, trasforma in sé stesso, Alvin, qualunque spettatore. [+]

[+] bravo (di matteo78)
[+] grazie matteo! (di mahleriano)
[+] lascia un commento a mahleriano »
d'accordo?
piernelweb venerdì 1 giugno 2007
la poesia di david Valutazione 5 stelle su cinque
90%
No
10%

Nella più profonda provincia americana, terra di mendriani e agricoltori, dove i rapporti umani hanno ancora un valore, l'incredibile storia del vecchio Alvin Straight, che ad un passo dall'infermità fisica decide di intraprendere un singolare e lunghissimo viaggio per incontrare il fratello allo scopo di riconcigliarsi dopo 11 anni di assoluta assenza di rapporti. E' poesia allo stato puro questo inatteso e meraviglioso film di David Lynch; nelle immagini, nelle musiche, negli occhi e nelle parole del protagonista c'è la tutta la magia del cinema che sa scavare nell'intimo e risvegliare l'attenzione ai valori e al profondo senso delle cose. E' la storia della vita che si consuma come l'interminabile viaggio di Alvin, inevitabilmente segnato anche da cattivi ricordi ed errori ma che ha la neccesità di compiersi, di giungere ad una significativa meta. [+]

[+] lascia un commento a piernelweb »
d'accordo?
francesco manca martedì 22 luglio 2008
"la storia che cancella" Valutazione 5 stelle su cinque
95%
No
5%

David Lynch compie un passo molto significativo per la sua carriera, costellata di incubi, allucinazioni visive e psicologiche e ossessioni. “The Straight Story” rappresenta per il regista una sorta di traguardo, di liberazione, di pace interiore che è riuscito momentaneamente a trovare, per poi nuovamente “scatenarsi” due anni più tardi con il viaggio metafisico di “Mulholland Dr.”. Fatto sta che quello a cui ci troviamo di fronte, è un ritratto di una cultura, di un paese, di una persona e di un entità dal valore inestimabile, ove si possono Non facilmente scorgere delle vene di tristezza e solitudine interiore, provocate da enormi ferite, sia fisiche che spirituali, di cui ci narrerà il protagonista Alvin Straight nel corso della pellicola. [+]

[+] bravo (di rraya)
[+] lascia un commento a francesco manca »
d'accordo?
pinkblack9 lunedì 12 novembre 2012
come trasformare le emozioni in arte pura.... Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

 David Lynch racconta, commuove e torna a far riflettere sui temi importanti della vita, in modo dolce e poetico come solo un genio dietro la macchina da presa sa affrontare. La vecchiaia, l'importanza della famiglia, i ricordi e la saggezza, la vita e la morte, il regista abbandona momentaneamente gli incubi, le sue ossessioni e lo studio dei sogni per affrontare temi più forti e allo stesso tempo delicati con una storia incredibilmente straordinaria, basata su un fatto realmente accaduto.

[+]

[+] lascia un commento a pinkblack9 »
d'accordo?
luca scialò venerdì 1 gennaio 2010
la famiglia è la cosa più preziosa Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Film sul valore della famiglia. Un 73enne, saputo dell'infarto subito dal fratello, decide di andarlo a trovare, benchè i due non si parlino da molti anni; e decide di farlo con un trattore, il mezzo che usava per lavorare essendo un contadino. Il viaggio sarà anche un modo per ripercorrere la propria vita, oltre che confrontarsi con i nuovi valori dominanti nella società. Evidente infatti la differenza tra il suo modo di vivere lento e pacato da un lato, la frenesia del Mondo che lo circonda dall'altro. Bella la metafora legata ai due fratelli meccanici che litigano tra loro, che egli riprende facendogli notare l'importanza dell'essere fratelli. Una commedia piacevole, sui valori di un tempo che sembrano sempre più sbiadirsi. [+]

[+] lascia un commento a luca scialò »
d'accordo?
penelope giovedì 30 maggio 2013
un tagliaerba: simbolo di riscatto e perdono Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Un tagliaerba che avanza a fatica come simbolo di una vita sulle spalle, dello scorrere del tempo, del moltiplicarsi dei ricordi negli occhi del protagonista che cerca il proprio riscatto, quando ancora non è troppo tardi per dare e ricevere il perdono. Una regia lenta, come i movimenti di Alvin, che faticosamente si muove con l'aiuto dei suoi due bastoni, ma che al contempo non si arrende, e la sua forza d'animo si evince da quegli occhi, affaticati, stanchi, vaganti, ma sempre vivi. Dialoghi brevi, panoramiche quasi infinite, dove le parole sono sapientemente sostituite da note malinconiche,profonde, a tratti molto tristi,ma di certo commoventi. Un film senza artefici, che mostra la complessità di certe emozioni senza effetti speciali o battute d'impatto, a semplice testimonianza che la vita, anche solo nel suo ultimo tratto, può essere grandiosa, eroica. [+]

[+] lascia un commento a penelope »
d'accordo?
blackdragon89 martedì 8 maggio 2012
un progetto che incrocia realtà e metafora Valutazione 3 stelle su cinque
83%
No
17%

Sin dal principio una diversa atmosfera aleggia nella cornice cinematografica di quest'opera; non c'è nè un incipit visionario nè una scossa adrenalinica ad aprire le danze. La storia narra di un contadino dell'Iowa, Alvin Straight, che all'età di 73 decide di far visita al fratello, reduce da un infarto, spinto da un riscoperto senso di solidarietà malgrado i due non si rivolgano la parola da più di un decennio. Questa volta nessuna volontà puramente metaforica rientra nelle mire del regista, trattandosi di un fatto realmente accaduto nel settembre del 1994. La particolarità del Road Movie, che di fatto può aver attratto l'interesse di Lynch nel ricostruirne una versione, sta proprio nelle modalità del viaggio; il diabete ha quasi reso cieco Alvin, negandogli la guida, e l'unico modo per coprire le distanze sembra quello di utilizzare un trattorino rasaerba munito di rimorchio. [+]

[+] lascia un commento a blackdragon89 »
d'accordo?
evildevin87 lunedì 18 novembre 2013
un piccolo capolavoro Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Un uomo anziano privo di patente decide di intraprendere un viaggio di circa 400 chilometri col suo tagliaerba per andare a trovare il fratello, che non vede da tanti anni e col quale non è in bei rapporti, in seguito a un malanno di quest'ultimo. A sentire il soggetto di questo film può venire quasi da ridere. E invece il maestro David Lynch confeziona un film più che ottimo che ci mostra un uomo che seppur bizzarro, mostra grande determinazione e profondità d'animo. Nel corso del suo viaggio farà svariati incontri, grazie ai quali capiremo meglio lui e le sue ragioni. Un film che nella sua semplicità affascina, riesce ad essere originale e non si lascia dimenticare facilmente. [+]

[+] lascia un commento a evildevin87 »
d'accordo?
ilaskywalker venerdì 29 luglio 2011
gita in campagna con lynch Valutazione 5 stelle su cinque
67%
No
33%

David Lynch puo' dirigere tutto, anche i filmini delle vacanze o dei matrimoni.
Storia allegra e malinconica insieme, pervasa dalla freschezza delle terre del midwest americano ora deserte ed assolate, ora piovose e minacciose. Tutto orchestrato con molta tranquillità, al ritmo delle musiche suggestive del mai abbastanza osannato Angelo Badalamenti (spalla fissa del team lynchiano). Accompagnamo questo simpatico anziano nel suo viaggio verso il fratello, molto malato, forse già morto. Un viaggio lento. E quindi introspettivo, di formazione, più per i personaggi che egli incontra sulla strada che per sé stesso.
Tolto un frangente spiazzante in cui il protagonista rischia un incidente (accompagnato dallo zoom disperato in primissimo piano su di lui, senza lasciarci vedere cosa succede in strada - questo è il vero elemento disturbante, il vero inconfondibile Lynch), la pellicola è rilassante e non contiene le solite presenze fantastico-misteriose della filmografia del regista, e per questo credo non faticherà ad incontrare il gusto di tutti.

[+] lascia un commento a ilaskywalker »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Una storia vera | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Tiziano Sossi
Pubblico (per gradimento)
  1° | gropius
  2° | mahleriano
  3° | piernelweb
  4° | francesco manca
  5° | pinkblack9
  6° | penelope
  7° | luca scialò
  8° | blackdragon89
  9° | evildevin87
10° | cimosa
11° | lucaguar
12° | ilaskywalker
13° | toty bottalla
14° | jacopo b98
15° | great steven
16° | miki disestah
17° | barmario
Premio Oscar (1)
Golden Globes (2)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità