Fino a prova contraria

Un film di Clint Eastwood. Con James Woods, Clint Eastwood, Diane Venora, Denis Leary, Isaiah Washington.
continua»
Titolo originale True Crime. Thriller, durata 127 min. - USA 1999. MYMONETRO Fino a prova contraria * * * - - valutazione media: 3,35 su 19 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
contrammiraglio domenica 12 novembre 2017
ohi ohi Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

A tratti un vero pacco che va competamente a Massa nell'ultima parte ad iniziare da quando va a prendere la parente del colpevole morto anni prima; delusione estrema!

[+] lascia un commento a contrammiraglio »
d'accordo?
mencio domenica 16 aprile 2017
fantasma con famiglia a carico Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Il finale  è singolare. Apparentemente il film non finisce bene: il condannato non sembra salvato all'ultimo decimo secondo. Nella vena gli è stata iniettata metà della dose finale e la moglie, appiccicata al vetro della gabbia, smette di chiamarlo, consapevole che la fine sia arrivata. Questa impressione è confermata dalla scena finale: l'apparizione del condannato, che da lontano saluta l'intrepido giornalista, ma che non si avvicina per esprimergli la sua gratitudine, sembra la visione di un fantasma, stile certi telefilms che scioglievano gli enigmi di casi irrisolti e che assicuravano alla giustizia i colpevoli sotto gli occhi delle vittime spettralmente presenti alla traduzione del reo. [+]

[+] lascia un commento a mencio »
d'accordo?
enzo70 lunedì 12 ottobre 2015
un canto contro la pena di morte Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

 

Fino a prova contraria è un passaggio fondamentale nell’ambito del lungo viaggio che Clint Eastwood sta conducendo al cuore degli Stati Uniti. Il tema di fondo di questo film è la giustizia, nella declinazione statunitense, divisa tra le istanze populiste che legittimano la pena di morte, a maggior ragione se il condannato è nero, e la ricerca della verità. E Steve Everett, un cronista alcolizzato, prosegue con ostinazione sul percorso di libertà del pensiero tracciato da De Tocqueville, fino a prova contraria la presunzione di innocenza, anche se la gente vuole il mostro, anche se il mostro è stato additato come colpevole alla giuria da un contabile. [+]

[+] lascia un commento a enzo70 »
d'accordo?
archipic venerdì 22 febbraio 2013
la bellezza della semplicità Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Spesso non si riconosce la bellezza di un film perchè lo si ritiene troppo semplice e semplicistico; è il caso di questo bellissimo lavoro di Eastwood. Basato, come quasi tutti gli altri, su una solidissima sceneggiatura, la narrazione scorre in modo fluidissimo accompagnando la storia fino al suo epilogo, in un crescendo di ritmo e di pathos. Ottime le interpretazioni, con un plauso particolare, oltre che al misurato Clint, all'ironia di James Woods,  al garbo di Bernard Hill ed alla profondità di Isaiah Washington. Un film che con semplicità racconta una storia che affronta un tema assai serio, ma senza essere mai banale nè votato alla lacrima facile; un lavoro riuscitissimo che non manca di emozionare e far riflettere nel contempo.

[+] lascia un commento a archipic »
d'accordo?
perla stella bastoni venerdì 28 settembre 2012
contro la pena di morte Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Nei titoli di coda italiani, nell'elenco dei personaggi e interpreti, c'é il "boia", avete letto bene, non l'"esecutore di giustizia": dev'essere il tipo del carcere che controlla uno per uno gli apparecchi telefonici collegati con ciascuno dei circuiti che azioneranno il flusso dei liquidi, tra i quali quello letale, verso le vene del condannato. Che orrore. E' chiarissimo l'intento degli sceneggiatori e del regista, suscitare orrore per il sistema giudiziario americano, per il quale provo una personale ripugnanza, fino all'ultimo, alla lettura dei titoli di coda. Non ho altro da aggiungere,commovente e agitatore di coscienze sporche, fino all'ultimo tubicino.....

[+] la pagliuzza e la trave..... (di alekos73)
[+] lascia un commento a perla stella bastoni »
d'accordo?
gianleo67 giovedì 27 settembre 2012
il quarto potere...secondo eastwood Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Cronista maturo e fedifrago dal fiuto infallibile e con trascorsi da alcolista, sostituendo una giovane e bella collega rimasta tragicamente uccisa in un incidente d'auto, deve intervistare un ragazzo nero condannato a morte nel giorno fissato per l'esecuzione. Diversi indizi lo convincono dell'innocenza del ragazzo: sarà una lotta contro il tempo e contro i suoi superiori per scagionarlo e fermare la mano del boia. Dramma carcerario che Eastwood costruisce con spiccato senso dell'azione e cinica riflessione etica sui meccanismi della giustizia americana, tra gli spunti di un cinema dinamico alla Don Siegel e l'impegno civile della tradizione liberal ma tenendo sempre salda la mano su di un timone che vira su istanze di solidità narrativa e sicuro impatto spettacolare. [+]

[+] lascia un commento a gianleo67 »
d'accordo?
denzel for ever giovedì 15 marzo 2012
nn è affatto un capolavoro Valutazione 2 stelle su cinque
33%
No
67%

trama scontata...cm anche il finale......poi clint che a 70 anni si tromba mezza citta è assurdo...lo so che è un film...ma se almeno ci fosse stato un altro attore....cmq il film...nn è brutto..puo passare...ma vedo commenti di gente che lo esalta troppo e senza alcun motivo..perche è un filmetto cm ttti gli altri che nn porta nnt di nuovo

[+] lascia un commento a denzel for ever »
d'accordo?
biscotto51 lunedì 12 marzo 2012
clint ha 40 anni di troppo Valutazione 2 stelle su cinque
63%
No
38%


Storia ricavata dal capolavoro di Andrew Klavan "Prima di mezzanotte", ben superiore al film, e di molte lunghezze. In più Clint si ritaglia per sé la parte del protagonosta, che nel libro ha una quarantina di anni di meno, azzoppando così la storia perché quello che fa e come lo fa non risulta affatto credibile. Non gli bastava la regia, ha voluto strafare, o risparmiare la paga di un altro attore. Peccato, ha azzoppato il film. Leggetevi il libro, che é moooolto meglio.

[+] lascia un commento a biscotto51 »
d'accordo?
spucciasca sabato 10 marzo 2012
errori clamorosi Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
100%


35 LUSTRI or sono  significherebbero 175 ANNI!!!!!!
Va bene che Clint è vecchiotto,ma non così tanto.................
Inoltre  "fra" si scrive senza accento
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

[+] lascia un commento a spucciasca »
d'accordo?
cinemalife sabato 27 agosto 2011
un film semplice ma perfetto Valutazione 5 stelle su cinque
78%
No
22%

Clint Eastwood torna a dirigersi in un film che lo vede questa volta nei panni di Steve Everett, un intelligente reporter che, in seguito alla prematura morte di una sua collega, ne assume le redini del caso alla quale la donna stava lavorando. Per un uomo di colore, ingiustamente condannato all’iniezione letale sei anni prima per l’omicidio di una cassiera in un negozio, è giunta l’ora della morte. Ma per Steve egli è innocente e inizia così una corsa contro il tempo per trovare una prova che lo scagioni. Eastwood si conferma nuovamente un attore di grande spessore, capace di adattarsi agli più svariati generi cinematografici. La regia è lineare, scorrevole, mai pesante, ciò che caratterizzerà le sue pellicole nel successivo decennio.

[+] lascia un commento a cinemalife »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Fino a prova contraria | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | paolo ciarpaglini
  2° | cinemalife
  3° | gianleo67
  4° | dounia
  5° | enzo70
Rassegna stampa
Lietta Tornabuoni
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità