Strade perdute

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Strade perdute   Dvd Strade perdute   Blu-Ray Strade perdute  
Un film di David Lynch. Con Bill Pullman, Patricia Arquette, Balthazar Getty, Robert Blake, Robert Loggia.
continua»
Titolo originale Lost Highway. Thriller, durata 134 min. - USA 1996. Acquista »
   
   
   

ZERO, e del copyright Valutazione 3 stelle su cinque

di gianmarco.diroma


Feedback: 7173 | altri commenti e recensioni di gianmarco.diroma
domenica 30 settembre 2012

"Ricomincio da tre!". Con Lynch però si rischia di partire col tre per poi arrivare non si sa bene come allo zero. In un sistema di pensiero che unisce Strade Perdute a Mulholland Drive e poi a Inland Empire, storie ambientate ai confini di Hollywood, Lynch racconta come la formula "metacinema" non abbia un gran significato, o meglio, una grande utilità (se non per chi ne parla e ne trae beneficio). Perché David Lynch, costruendo storie apparentemente assurde e ai limiti della follia, ambientate in quella che originariamente era "la mecca del cinema", non fa altro che fare invece di parlare, non fa altro che fare cinema per parlare di cinema, e non parlare di cinema e basta, non sapendo fare altro. Il mettere in piedi una produzione cinematografica non è un atto speculativo. Perché un film non finito, a differenza di un Palazzo del Cinema non finito (come qui a Venezia), è un fallimento sia per chi ci mette i soldi ma anche per chi lo sta realizzando. Il contributo umano detto in parole povere eguaglia quello economico (come Terry Gilliam docet in Lost in La Mancha). Chi ha ideato il progetto ci perde in credibilità tanto quanto chi ci ha messo i soldi ci ha perso economicamente. "Mal comune mezzo gaudio" si potrebbe azzardare. Ma il segno meno rimane. Una curiosa convergenza comunque, quella che potrebbe unire un produttore e un regista: una splendida eccezione, che vale solo per chi, in teoria, fa buona cultura. Per esempio il buon cinema è già un discorso sul cinema. Parlare di metacinema, seguendo questa logica, significa speculazione, speculare attorno all'arte. Masturbarsi attorno all'arte. Esiste chi "si ispira alla vita, e non all'arte", ma il rischio è quello di fare una brutta fine e di essere usato, non conoscendo la materia di cui si tratta (e Jean-Michel Basquiat potrebbe costituirsi come uno dei casi più vistosi). Lynch oltre ad essere sicuramente un grande artigiano, ha la capacità di mostrare questi punti di convergenza e di rottura. Lo fa utilizzando i suoi attori come dei pennelli, e le sue storie come delle tele. I suoi personaggi lasciano il segno. A volte schizzano. A volte scompaiono. A volte ricompaiono, ma in veste diversa, con un altro colore, o un altro tono. La gestione delle sfumature invece è spesso affidata alla colonna sonora, che nel caso specifico di Strade Perdute, forse fa troppo videoclip. Vedere Strade Perdute, fa venire in mente Notturno Indiano, libro di Antonio Tabucchi: storia di un uomo che cerca un altro uomo, ma che forse sta semplicemente cercando sé stesso. Una storia ambientata in India: una terra dove "perdersi è molto facile". Partire da tre titoli quindi: Lost Highway, Mulholland Drive, Inland Empire, passare per un libro pubblicato nel 1984, e approdare su una spiaggia dove cercatori e cercati, buoni e cattivi, colpevoli e innocenti, produttori e registi, possono condividere in toto successi e fallimenti. Una sorta di punto zero: da cui ricominciare, per esempio inventando altre storie. Iniziando con il pensare a dove ambientare questa storia: per esempio sull'asse Cosenza-Siena (esiste un'asse Cosenza-Siena? Nel caso, inventiamocela!). Una storia che dalle bellezze naturali della Calabria conduca alla "Scopertura del Pavimento a commesso marmoreo della Cattedrale di Siena". Potrebbe ispirarsi alla serie televisiva CSI: e potrebbe intitolarsi CSI, Cosenza-Siena, The losing game. Rimane un problema: a chi pagare i diritti d'autore? Agli eredi di Tabucchi, a Lynch, o agli ideatori di CSI?

[+] lascia un commento a gianmarco.diroma »
Sei d'accordo con la recensione di gianmarco.diroma?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
100%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di gianmarco.diroma:

Vedi tutti i commenti di gianmarco.diroma »
Strade perdute | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | stefano ricci
  2° | martacol
  3° | medz
  4° | dandy
  5° | lele95sartorato
  6° | piernelweb
  7° | blackdragon89
  8° | alessandro rega
  9° | elgatoloco
10° | paolp78
11° | dusk
12° | gianmarco.diroma
13° | w la vita!!!!!!
14° | dr. o' le'
15° | nick castle
Rassegna stampa
Lietta Tornabuoni
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità