L'amante del tuo amante è la mia amante

Film 1993 | Commedia, 125 min.

Titolo originaleTout ça... pour ça
Anno1993
GenereCommedia,
ProduzioneFrancia
Durata125 minuti
Regia diClaude Lelouch
AttoriFabrice Luchini, Francis Huster, Marie-Sophie L., Alessandra Martines, Vincent Lindon Jacques Gamblin.
Uscitavenerdì 2 settembre 1994
DistribuzionePenta Distribuzione
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di Claude Lelouch. Un film con Fabrice Luchini, Francis Huster, Marie-Sophie L., Alessandra Martines, Vincent Lindon. Cast completo Titolo originale: Tout ça... pour ça. Genere Commedia, - Francia, 1993, durata 125 minuti. Uscita cinema venerdì 2 settembre 1994 distribuito da Penta Distribuzione. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi

Aggiungi L'amante del tuo amante è la mia amante tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Lelouch ribadisce che l'amore deve essere libero, senza catene.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
News
Critica
Premi
Cinema
Un film condizionato positivamente dalla leggerezza offerta dalla nuova relazioen sentimentale in cui è coinvolto Lelouch.
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

L'avvocato Marie sta impostando un processo a tre truffatori che raccontano le loro vite. Lino, cameriere travolto dalla passione per il gioco e le scommesse, è stato lasciato dalla ricca moglie Esmeralda. Il parrucchiere Jacques si è visto sottrarre dalla moglie la possibilità anche di vedere l'amata figlia Salomè mentre il taxista Henri rivela la propria predisposizione ad infilarsi in situazioni irregolari. Anche Marie però ha qualche problema sentimentale: è sposata con il collega Fabrice ma ha una relazione con il giudice Francis il quale è sposato con la ex ballerina Alexandra.
Il titolo italiano questa volta rende bene l'allegro caos sentimentale che attraversa le vite dei protagonisti e la dimensione ludica che lo innerva non è casuale. I film immediatamente precedenti a questo fornivano un'immagine della vita come condizionata dalla stranezza dei comportamenti umani che non portava necessariamente ad esiti positivi. A dimostrazione dell'inestricabilità di sentimenti e cinema per Lelouch va detto che nel corso della lavorazione di questo film avviene un passaggio di testimone al femminile nel suo cuore e nel suo letto. Marie Sophie L. (che interpreta il ruolo dell'avvocato) compagna del regista cede il posto alla nuova arrivata Alessandra Martines che ha il ruolo di Alexandra. È come se la leggerezza offerta dal nuovo sussulto del cuore condizionasse positivamente il film oltre a fornire un'ulteriore chiarificazione sulle procedure di scrittura di Lelouch. Si prendono infatti le mosse da una decisa confusione iniziale (chi sono veramente i personaggi, cosa definisce le loro esperienze) per poi giungere alla comprensione di quella confusione. Perché qui ci si vuole ricordare che giudici e imputati che si sia tutti abbiamo delle passioni che possono indurci anche all'errore e proprio per questo si rende necessario un indulto generalizzato che il regista (si e ci) concede.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?

Dopo l'ambizioso La belle histoire, Lelouch torna alla commedia. Questa volta il regista ha deciso di far interpretare il film dalle proprie donne, sposate e non. I matrimoni troncati anzitempo, amanti, bugie, sotterfugi e fughe. Con il consueto stile, e con la bravura nell'orchestrare molti personaggi, Lelouch ribadisce che l'amore deve essere libero, senza catene.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Due adulteri, un'avvocatessa e un giudice, organizzano una gita sul Monte Bianco con la vana speranza che nasca l'amore tra i rispettivi coniugi. Si ritrovano tutti in tribunale. Il modello è La Ronde (1950) di Ophüls (e Schnitzler), ma il girotondo di quest'aggrovigliata commedia è meccanico e rimane un esercizio futile di divertimento fine a sé stesso. Ingegneria di precisione, ma senz'anima.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati