Dave - Presidente per un giorno

Un film di Ivan Reitman. Con Sigourney Weaver, Charles Grodin, Ben Kingsley, Frank Langella, Kevin Kline.
continua»
Titolo originale Dave. Commedia, durata 95 min. - USA 1993. MYMONETRO Dave - Presidente per un giorno * * * - - valutazione media: 3,00 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Si comporta meglio del presidente che sostituisce. Valutazione 3 stelle su cinque

di Great Steven


Feedback: 70008 | altri commenti e recensioni di Great Steven
lunedý 26 gennaio 2015

DAVE – PRESIDENTE PER UN GIORNO (USA, 1993) diretto da IVAN REITMAN. Interpretato da KEVIN KLINE, SIGOURNEY WEAVER, BEN KINGSLEY, FRANK LANGELLA, KEVIN DUNN, CHARLES GRODIN
Un impiegato di un ufficio di collocamento che si chiama Dave assomiglia come un gemello omozigote al Presidente degli Stati Uniti, e viene assoldato dai burocrati della Casa Bianca per fargli da controfigura. La situazione si complica orrendamente quando il capo dello Stato ha un ictus durante un rapporto sessuale con la sua amante. Dave, manovrato da un bieco personaggio dello staff della Casa Bianca, è costretto a incontrare senatori e tecnici e ad affrontare le situazioni. Per sua fortuna la first lady detestava il marito e non intratteneva con lui nessun tipo di relazione interpersonale. Mese dopo mese, Dave prende confidenza con il ruolo e si ritrova in contrapposizione con le decisioni del collaboratore disonesto e ambizioso. Facendosi aiutare da un suo amico che ha buonsenso, riesce a intervenire nel bilancio e a destinare alcuni miliardi di dollari da un progetto a un altro decisamente più umanitario. Nel frattempo la first lady si è accorta della sostituzione, ma finisce comunque per affezionarsi a Dave e sostenerlo. Tuttavia il losco assistente, quando capisce di essere tagliato fuori, si ribella, rivelando che il presidente, quello vero, era sotto corruzione. Allora Dave, in una conferenza, ammette le sue colpe e sponsorizza il vicepresidente, persona raccomandabile, così evita di consegnare gli USA al malvagio. Poi finge un malessere e viene portato via. Il presidente autentico rimasto in coma muore, e Dave può riprendere la sua vita normale. E un giorno riceve l’inaspettata visita dell’ex first lady. Raro esempio di commedia statunitense che riesce a divertire attingendo la comicità da un discorso politicamente corretto che, pur non guardando in faccia a nessuno, dribbla abilmente la satira più semplice e forzata facendo leva invece sul sentimento patriottico, sulla contraddittorietà delle apparenze e sul ribaltamento delle condizioni, elemento quest’ultimo che scatena gag di prim’ordine che fomentano la vivacità della trama. Reitman dirige attenendosi alle regole di una storia (in sottofondo anche d’amore, dopotutto) che lascia molto spazio all’immaginazione ma al tempo stesso riempie gli spazi vuoti con caricature ben riuscite dei burocrati americani e un dialogo sulla leadership personalizzata che fa decisamente scuola tra i cineasti connazionali del regista per come dev’essere raffigurato in immagini audiovisive un capo dello Stato pervaso dalla testa ai piedi di comportamenti positivi, ottimistici e altruistici. Una lezione che dovrebbe essere ascoltata soprattutto dai repubblicani di stretta osservanza, in quanto il presidente che Kline interpreta facendo Dave appare molto orientato verso uno schieramento democratico e liberalista. Parlando sempre di Kline, l’attore recita benissimo la sua parte concedendosi pure qualche aggancio all’attualità e senza dimenticare il duplice rovescio della medaglia che un interprete deve tenere in considerazione quando gli sono affidati due personaggi diversi nello stesso film. Mettere in tavola le proprie carte sdoppianti non è sempre un’impresa elementare, e Kline ci riesce appieno con un risultato sorprendente e anticonvenzionale. La Weaver fa la parte dell’annoiata, disillusa e incattivita moglie del presidente con un piglio decisamente aggressivo e un’aria brontolona che le si addicono alquanto. Formidabile la scena in cui riprende severamente il falso presidente mentre questi si sta facendo la doccia. L’antagonista decisivo della vicenda è rappresentato da Langella, il funzionario statale che intende spodestare il capo del governo per assumere un controllo più diretto e intenzionalmente indiscriminato, approfittando della malattia del vero presidente ma venendo successivamente sconfitto, in modo che giustizia sia fatta. Consigliabile per le proiezioni scolastiche e da mostrare agli studenti che studiano il regolamento amministrativo e giuridico delle leggi USA.  

[+] lascia un commento a great steven »
Sei d'accordo con la recensione di Great Steven ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Great Steven :

Vedi tutti i commenti di Great Steven »
Dave - Presidente per un giorno | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1░ | great steven
  2░ | elgatoloco
  3░ | paolp78
Rassegna stampa
Luigi Paini
Roberto Escobar
Premio Oscar (1)
Golden Globes (2)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità