Arizona Dream

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Arizona Dream   Dvd Arizona Dream   Blu-Ray Arizona Dream  
Un film di Emir Kusturica. Con Johnny Depp, Jerry Lewis, Faye Dunaway, Lili Taylor, Vincent Gallo.
continua»
Fantastico, Ratings: Kids+16, durata 140 min. - USA 1992. MYMONETRO Arizona Dream * * * - - valutazione media: 3,43 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Un film più importante delle apparenze Valutazione 4 stelle su cinque

di Sergio Martella


Feedback: 100
martedì 17 novembre 2020

E' facile aspettarsi un basso tono delle critiche di professione su questo film di  Emir Kusturica, infatti in apparenza può sembrare persino ingenuo, ridondante in alcune scene e scoordinato nella sua insistenza a voler fornire una visione onirica della commedia della vita e degli affetti.
In realtà il regista ha volutamente ambientato in uno stato "balcanico" degli Usa questa vicenda per dare un carattere cosmopolita ad un discorso molto più serio e velato nella dinamica psicologica del rapporto concnorrenziale tra due donne di diversa età e ruolo. La trovata geografica ha anche il piacevole risvolto di assimilare l'utilizzo rituale dei musicanti messicani alle cerimonie di festa esattamente come nella migliore tradizione balcanica. 
Tuttavia il reale valore del film risiede nello studio psicologico del conflittoo tra la signora più anziana e la figliastra nel contendersi le attenzioni di un Alex Blackmann (un giovnissimo Johnny Depp). Il sesso e la seduzione affettiva sono travolgenti nella donna più matura e ancora bellissima: lei rappresenta la ostinazione vitale, erotica e depressiva della donna che non si rassegna ad invecchiare perché non ha vissuto con sufficiente realizzazione le sue aspirazioni di soddisfazione affettiva ed esistenziale. E' un tema antico, mai risolto; lei non intende invecchiare ma soprattutto sbarra ogni possibilità alla sua giovane figliastra di poter a sua volta accedere alla sfera della soddisfazione esistenziale e affettiva. La matrigna e la figliastra si confrontano con malcelata psicosi in un'alternanza di dipendenza e di odio distruttivo ed autodistruttivo. Di questo il regista sembra essere molto consapevole ed infatti usa a profusione il simbolismo onirico della assenza di gravità espressa nella mania di volare della donna più anziana - una mania assecondata dal desiderio di corrispondenza affettiva del giovane - e di altri simbolismi quali il pesce-vagina, anch'esso volante, il riferimanto alla luna ed alla sua licantropia di sogno.
Questo tema del conflitto generazionale è una costante per nulla banale: costituisce il substrato causale di ogni fallimento esistenziale nella storia umana, è la causa remota di ogni infelicità umana e della specie. Sebbene la storia si svolga in modo piacevole con continui colpi di scena e trovate fantastiche ciononostante l'aspetto depressivo e distruttivo è sempre in agguato. La consapevolezza del regista descrive così il suo pessimismo in amore. La continua disgregazione psicotica dell'umore femminile sovrasta ogni scena. Tuttavia l'eclatanza isterica del femminile rappresenta la costante nella realtà esistenziale della donna, per via della sua infelicità strutturale che deriva proprio dalla mancanza di soluzione del nesso figlia-madre in termini di soddisfacimento della dipendenza e quindi di sviluppo di un sufficiente narcisismo per nutrire la soggettività della figlia e la conseguente possibilità di instaurare, a sua volta, un livello accettabile di maturità affettiva nella proiezione sull'uomo nel rapporto di coppia. Nessun rapporto d'amore infatti è possibile se la donna non risolve la questione fondamentale e strutturale del suo amor proprio, del suo nercisismo, della sua autostima; tutte istanze deivate direttamente dalla qualità reale del rapporto di rispecchiamento con la madre. Tutte istanze puntualmete disattese dall'immaturità affettiva corrente.
Nel film la trattazione di questa dinamica è eccellente. Il conflitto sul medesimo oggetto d'amore è evidente ma anche l'ambivalenza irrisolta della dipendenza tra le due stesse donne! Quando al fine la più giovane sembra aver vinto nel succedere alla matrigna in relazione alle attenzioni del giovane, proprio allora la ragazza realizza la sua impotenza a reggere una "normalità" generazionale che avrebbe dovuto favorirla e collassa nell'autodistruzione consapevole di un fallimento senza speranza. Questo è esattamente il messaggio di Kusturica. E non è affatto banale. Un mondo senza l'accesso della giovane donna alla felicità affettiva è un modo destinato alla sconfitta di specie. La luna resta un sogno, volare è sconsigliato, il pesce resta un anacronismo nell'aria. 
La scena finale che ricongiunge il giovane all'intesa emotiva dello zio (uno splendido Jerry Lewis) è surreale, esattamente come surreale è la realtà disattesa degli affetti umani.
Il regista imbrocca anche dei parallelismi più che credibili nella clinica dei rapporti affettivi come il bilanciamento tra la coppia dell zio con una ragazza più giovane e la relazione tra la donna matrigna con il giovane Alex; nella realtà della vita queste corrispondenze sono reali. Quindi, a dispetto di non essere capito dalla gran parte degli estimatori di cinema che utilizzano solo criteri di valutazione estetica, affrmo che la validità di questa opera del regista jugoslavo va ben oltre le apparenze e i favori stessi della critica. 
Sergio Martella

[+] lascia un commento a sergio martella »
Sei d'accordo con la recensione di Sergio Martella?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Arizona Dream | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | monia raffi
  2° | leonardo
  3° | gaara
  4° | sergio martella
  5° | killbillvol2
  6° | maribella
  7° | nick castle
Festival di Berlino (1)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità