Indiana Jones e l'ultima crociata

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Indiana Jones e l'ultima crociata   Dvd Indiana Jones e l'ultima crociata   Blu-Ray Indiana Jones e l'ultima crociata  
Un film di Steven Spielberg. Con Harrison Ford, Sean Connery, Denholm Elliott, Alison Doody, Michael Byrne.
continua»
Titolo originale Indiana Jones and the Last Crusade. Avventura, Ratings: Kids, durata 127 min. - USA 1989. MYMONETRO Indiana Jones e l'ultima crociata * * * 1/2 - valutazione media: 3,51 su 23 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

La famiglia Jones alla conquista del Sacro Graal! Valutazione 3 stelle su cinque

di Great Steven


Feedback: 66694 | altri commenti e recensioni di Great Steven
giovedì 5 dicembre 2019

INDIANA JONES E L'ULTIMA CROCIATA (USA, 1989) di STEVEN SPIELBERG. Con HARRISON FORD, SEAN CONNERY, DENHOLM ELLIOTT, JOHN RHYS-DAVIES, ALISON DOODY, JULIAN GLOVER, RIVER PHOENIX, MICHAEL BYRNE
Nel 1938 una spedizione archeologica americana esegue degli scavi basandosi sulle mappe tracciate e raccolte in un libro d’appunti dal professor Henry Jones Sr., studioso di epoche medioevali, i cui studi appurano che quelle ricerche porteranno alla riesumazione del Santo Graal, il calice da cui Gesù Cristo bevve durante l’Ultima Cena. Si mettono di mezzo i nazisti, il capo della spedizione viene assassinato e il professore rapito e tenuto rinchiuso in un castello austriaco. Il collezionista Walter Donovan chiama in causa il celebre archeologo Indiana Jones, figlio del professore, affinché questi porti a termine il lavoro del suo predecessore, liberando il padre e giungendo a quella che viene considerata la più gloriosa scoperta archeologica di tutti i tempi (in quanto pare che il Graal sia custodito da un cavaliere, l’unico sopravvissuto di tre fratelli, che veglia su di esso da oltre settecento anni). Per Indiana è tutt’altro che una passeggiata recarsi a Venezia per verificare la corrispondenza del simbolo d’un’importante pietra arenaria sullo scudo del primo cavaliere che tentò l’impresa, e ancora più difficile sarà la liberazione del padre dal maniero in Austria, tanto più che i nazisti si impossessano della mappa del tesoro ed Elsa Schneider, l’archeologa indicata ad Indy da Donovan come sua collaboratrice nel lavoro, rivela di essere al soldo del Terzo Reich. Dopo una rocambolesca fuga tra Austria e Germania, Indiana e il padre si riuniscono nel deserto turco ai due inseparabili compagni di viaggio dell’avventuriero, Sallah e Marcus Brody, e, in anticipo sui nemici, entrano nella grotta montuosa dove, per arrivare al Graal, è necessario superare tre pericolose prove in cui occorre giocare d’ingegno. Messo alle strette da Donovan che spara al padre, Indy recupera il Graal e cura la ferita di Henry Jones Sr., ma siccome il custode rivela che il calice non può varcare il confine del sacro sigillo, un terremoto travolge i presenti e impedisce il rinvenimento del prezioso reperto. Terza avventura dell’archeologo più spericolato della storia del cinema, la seconda che lo vede confrontarsi con gli uomini di Hitler. Girato fra Italia, Giordania, parco nazionale degli Arches e Renania, il film è, come i due episodi precedenti, una mistura di azione, umorismo, acrobazie della telecamera, sequenze rischiose da girare, panoramiche mozzafiato, lotte al limite delle capacità umane e corse coi mezzi più disparati (a piedi, a cavallo, in macchina, in barca, su un aereo, con una motocicletta, sopra un treno che sferraglia), ma i risultati sono inferiori perché l’abbondanza sgargiante di contributi tecnici reclutati per pompare la spettacolarità della messa in scena travalica le aspettative che ci si possono fare su una storia che, in questo caso, presenta anche elementi attinti dal fantasy e dalle leggende paleocristiane, ma non si arresta comunque in un punto preciso della bilancia, dal momento che il cocktail è talmente eterogeneo da impedire una definitiva posizione del metro di giudizio. Le scene d’azione sono ammirevoli se prese singolarmente, eppure nel complesso stuccano: un pasticciato affastellamento nell’impiego delle risorse lo trasforma in un teatro dell’atletismo e fa perdere importanza alla credibilità. In compenso, ci sono i duetti fra Ford e Connery: l’introduzione di un personaggio inaspettato come il padre di Indy è la vera sorpresa di quest’opera, la sorgente d’acqua che ne ristora i difetti strutturali e aggiunge una vena di spassoso divertimento mai sfuggente al confronto tra un figlio che anelava a un genitore più presente e un padre che riscopre nella sua progenie lo specchio di sé stesso, il tutto nel contesto avventuroso di un viaggio in cui entrambi sfidano la propria prontezza, non solo psicofisica, per essere all’altezza delle situazioni. Seppur tirati via qua e là, i dialoghi funzionano a pieno regime, e l’esuberanza di alcuni tratti della sceneggiatura svela motivi ricorrenti della personalità di Indiana Jones (il suo abbigliamento, la sua abitudine di portarsi dietro una frusta, la cicatrice sul mento, la fobia per i serpenti). Rispetto alla coraggiosa Marion di K. Allen e all’impressionabile Willie di K. Capshaw, in questo terzo caso la presenza femminile di A. Doody accanto al protagonista sembra desiderata solo per creare uno scenario secondario di fondo un po’ pepato, e la scelta poteva senza dubbio essere sviluppata con maggior creatività. Funzionano ancora i personaggi di D. Elliott (l’imbranato Brody) e J. Rhys-Davies (il risoluto Sallah), mentre J. Glover interpreta un cattivo più o meno convenzionale, ma pur sempre dotato di un suo "perché" narcisistico ed efficace. Menzione speciale per Phoenix che impersona Indiana Jones da ragazzo, quando, nella veste di giovane scout, tenta di sottrarre la croce d’oro di Coronado ad una banda criminale di trafficanti di reperti fuggendo a gambe levate fra le rocce dello Utah. Scritto da George Lucas con Menno Meyjes. Oscar al montaggio sonoro di Ben Burtt e Richard Hymns.

[+] lascia un commento a great steven »
Sei d'accordo con la recensione di Great Steven ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Great Steven :

Vedi tutti i commenti di Great Steven »
Indiana Jones e l'ultima crociata | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | laurence316
  2° | lady libro
  3° | kondor17
  4° | aristoteles
  5° | great steven
  6° | rmarci05
Rassegna stampa
Lietta Tornabuoni
Premio Oscar (9)
Golden Globes (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 25 novembre
High Life
Galveston
martedì 17 novembre
La Gomera - L'isola dei fischi
Gli anni amari
La vacanza
Gauguin
mercoledì 11 novembre
Volevo nascondermi
giovedì 5 novembre
L'amore a domicilio
Just Charlie - Diventa chi sei
Almost Dead
mercoledì 4 novembre
Una intima convinzione
mercoledì 28 ottobre
La partita
mercoledì 21 ottobre
L'assistente della star
mercoledì 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrà
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità