Essi vivono

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Essi vivono   Dvd Essi vivono   Blu-Ray Essi vivono  
Un film di John Carpenter. Con Roddy Piper, Keith David, Meg Foster, George Buck Flower, Peter Jason.
continua»
Titolo originale They Live. Horror, durata 97 min. - USA 1988. MYMONETRO Essi vivono * * * - - valutazione media: 3,42 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Una fantascienza spaventosamente reale Valutazione 5 stelle su cinque

di andrejuve


Feedback: 5008 | altri commenti e recensioni di andrejuve
giovedì 3 dicembre 2015

“Essi vivono” è un film del 1988 diretto da John Carpenter. John Nada si è trasferito da Denver per recarsi a Los Angeles in cerca di lavoro a causa della forte crisi economica che ha colpito la sua città natia. Anche a Los Angeles la situazione non sembra rosea e appare arduo riuscire a trovare un’occupazione.  Dopo diverse ricerche viene assunto per lavorare come operaio all’interno di un cantiere edile dove conosce Frank Armitage il quale, cosi come John, non ha una fissa dimora e allora lo accompagna presso una sorta di centro di accoglienza nel quale si può usufruire gratuitamente di un pasto caldo e di un posto per dormire. John, girando per la città, si accorge della presenza di un prete predicatore che mette in guardia la gente sull’esistenza di cosiddette “forze maligne” che comandano il pianeta, invitando il popolo ad aprire gli occhi e reagire. John nota lo stesso prete anche nel centro di accoglienza e si accorge che nelle vicinanze è stata costruita una piccola cappella dove anche a notte fonda si possono sentire cori religiosi. John è incuriosito da tutto questo e decide di entrare nella chiesa, scoprendo che quei cori sono semplicemente frutto di registrazioni acustiche. In realtà è semplicemente una copertura per nascondere un luogo simile ad un laboratorio all’interno del quale un gruppo di persone sembra intento ad organizzare un piano terroristico. Inoltre questo gruppo riesce ad “infiltrarsi” all’interno dell’emittente televisiva locale inviando messaggi volti ad incitare le persone ad intraprendere una rivoluzione contro coloro che incarnano il potere. Un giorno però un ingente numero di forze dell’ordine scopre la presenza di questa “base segreta” e organizzano un blitz al fine di distruggere tutto quello che trovano sulla loro strada uccidendo coloro che cercano di opporsi. John riesce a scappare e, il giorno successivo, ritrova all’interno della cappella, quasi totalmente demolita, uno scatolone pieno di occhiali da sole. John incuriosito ne indossa un paio e quello che vede è sconvolgente. Infatti grazie a questi occhiali riesce a vedere cose che l’occhio umano non può vedere, in quanto dietro ad ogni cartellone pubblicitario e ai giornali si nascondono messaggi imperativi e di comando che incitano all’obbedienza e alla sottomissione. Inoltre John nota che dietro al viso di alcune persone si nascondono delle figure scheletriche. John a quel punto capisce che si tratta di alieni che hanno assunto sembianze umane e sono proprio loro i nemici contro i quali quell’organizzazione segreta lotta fermamente. Sono queste figure aliene che ricoprono posizioni di potere con l’obiettivo di sfruttare la Terra e tutta la sua popolazione per arricchirsi. La polizia capisce che John ha scoperto la verità e cerca di ucciderlo. Lui riesce a scappare prendendo in ostaggio una giovane donna e rifugiandosi in casa sua. La donna però, in un momento di distrazione di John, spinge quest’ultimo della finestra della sua abitazione. John miracolosamente è ancora vivo e, sconvolto e esterrefatto da ciò che ha visto, rivela a Frank quello che è accaduto cercando di organizzare una rivolta contro gli “invasori” e impedendo che si concretizzi il loro malvagio piano. La pellicola effettua una forte critica nei confronti della società odierna attraverso l’efficace metafora di una fantascientifica invasione aliena. In realtà gli alieni rappresentano il potere assoluto ricoperto da una piccola élite di persone che riescono a dominare e ad imporsi su tutti noi. E’ innegabile che le multinazionali e i Governi dei singoli Stati assumano un controllo costante della popolazione riuscendo a condizionare e manipolare la popolazione. L’essere umano è facilmente malleabile e, soprattutto attraverso tutti i mezzi di comunicazione, è possibile imporgli lo stile di vita da seguire, convincerlo a comprare determinati oggetti, e indurlo ad avere una mentalità ristretta che impedisca di mettere in risalto le proprie convinzioni e i differenti punti di vista. Questo triste processo involutivo è riuscito ad imporsi soprattutto grazie all’avvento della televisione che probabilmente costituisce il mezzo più invasivo per la mente umana, la quale si fa plasmare dai messaggi inviati che mirano a delineare e ad esaltare dei modelli e dei punti di riferimento utopici e impossibili anche solo da avvicinare. Cosi facendo si infondono false speranze alle persone le quali sono convinte che, attenendosi fedelmente a quello che viene loro ordinato, potranno raggiungere il successo personale e la felicità eterna. L’obiettivo in realtà è quello di rendere l’uomo una semplice macchina, come se fosse un robot che non prova emozioni e segue semplicemente i comandi a lui impartiti. In sostanza la vita che conduciamo non è stabilita da noi stessi ma sono altri che impongono uno stile di vita da seguire, indicando la strada da percorrere e le regole da seguire. Non c’è spazio per la libertà di opinione e di pensiero e per intraprendere una florida carriera l’unica strada è quella della sottomissione nei confronti del gruppo di coloro che sono situati al comando, i quali sono paragonabili a dei burattinai che controllano una società corrotta e ricattata composta da burattini. Le grandi potenze sfruttano la popolazione a tal punto da portarla alla rovina e alla disperazione totale sia dal punto di vista economico che psicologico. L’obiettivo dei potenti non è il benessere collettivo o il rispetto dei diritti di ogni singolo individuo, perché il vero interesse è il raggiungimento di un illimitato profitto economico e di una supremazia incontrastabile. Queste persone sono disumane e vogliono creare dei “sudditi” a loro immagine e somiglianza, elevandosi a delle vere e proprie divinità. Chiunque provi ad opporsi, a ribellarsi, a protestare o semplicemente a mettere in dubbio l’autorità di chi ricopre il potere viene immediatamente ostacolato e soppresso, diventando agli occhi della società un sovvertitore o un estremista che ha come obiettivo quello di “scavalcare” le gerarchie che l’uomo stesso paradossalmente si è autoimposto. Reprimere è l’unico modo per legittimare e affermare il potere senza far trasparire alcun cedimento. Ormai l’essere umano troppo spesso è incapace di provare emozioni in quanto prevale un senso di rassegnazione e di accettazione nei confronti di una situazione insostenibile, dove la violenza e la repressione la fanno da padrona. Questa è una dittatura all’interno della quale viene celata la verità e quella che emerge è solamente una distorsione di quest’ultima. Di conseguenza risulta ormai impossibile fidarsi ciecamente delle altre persone, capaci solo a mettere in primo piano l’egoismo e l’opportunismo che portano ad un’inevitabile tendenza ad ingannare e abbindolare chi ci sta attorno. E’ fondamentale in tal senso possedere la capacità di analizzare la realtà sotto una diversa prospettiva cercando di comprenderne tutte le sfaccettature positive e negative. Bisogna svegliarsi da questo perenne stato di letargo ed è necessario nutrire una costante voglia di conoscere e capire tutto quello che ci circonda e l’unico modo per farlo è ponendosi continuamente interrogativi, senza accontentarsi di accettare un singolo parere o punto di vista. L’unica via di salvezza è rappresentata dal senso di ribellione e di sdegno che dovrebbero albergare in ognuno di noi. Una rivoluzione sociale può portare ad un rovesciamento della situazione attuale e ad un definitivo cambiamento che possa restituire all’uomo una dignità ormai perduta. Quello che per le grandi potenze costituisce un’azione terroristica o eversiva in realtà rappresenta una volontà di agire al fine di condurre un’esistenza libera e priva di costrizioni. Il popolo vuole semplicemente “vivere”, perché purtroppo solo i pochi che traggono vantaggi dalle azioni orrende, frutto della loro posizione autarchica, sono gli unici a farlo davvero. Il regista già nel 1988 è riuscito a sottolineare le problematiche e le assurdità di una società capitalista e consumista. Il film a mio avviso è stupendo perché riesce a mescolare la fantascienza alla realtà, facendo riflettere lo spettatore, ponendogli interrogativi e creando un sentimento misto di rigetto e di reazione alle ingiustizie. È inevitabile effettuare anche un’autocritica alla staticità e all’incapacità di ribellarsi perché purtroppo ormai, pur di vivere un’esistenza tranquilla e senza problemi, ognuno di noi è propenso ad assoggettarsi a qualsiasi tipo di condizione, anche alla più surreale, impositiva e dittatoriale. Ottime le interpretazioni di Roddy Pipper, nei panni di John Nada, di Frank Armitage, in quelli di Keith David, oltre a quelle convincenti degli altri attori. Un film sorprendente che mi ha colpito molto perché è originale e tremendamente attuale. Ve lo consiglio caldamente perché saprà stupirvi positivamente.

[+] lascia un commento a andrejuve »
Sei d'accordo con la recensione di andrejuve?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di andrejuve:

Vedi tutti i commenti di andrejuve »
Essi vivono | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | julien sorel
  2° | andrea b
  3° | fabian t.
  4° | alex41
  5° | andrejuve
  6° | onufrio
  7° | wik1978
  8° | carloalberto
  9° | andrejuve
10° | stramonio70
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità