Avere vent'anni

Acquista su Ibs.it   Dvd Avere vent'anni   Blu-Ray Avere vent'anni  
Un film di Fernando Di Leo. Con Vittorio Caprioli, Gloria Guida, Lilli Carati, Ray Lovelock, Leopoldo Mastelloni.
continua»
Erotico, durata 97 min. - Italia 1978. - VM 18 - MYMONETRO Avere vent'anni * * 1/2 - - valutazione media: 2,66 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Avere vent'anni, un film carico di significati Valutazione 4 stelle su cinque

di Orcinus Orca


Feedback: 10
sabato 4 aprile 2009

Sono del 1988, quindi teoricamente molto lontana dall'epoca d'oro dei film italiani di questo genere, che deridavano audacemente la società di quei tempo. Ho per caso trovato in un negozio la versione in dvd di tale film: il cofanetto conteneva due versioni: l'originale (quella che è stata fatta girare in pubblico) e la rimontata, cioè il nastro nella sua fisionomia vera, così come fu proiettato nelle sale la prima volta."Avere vent'anni" non è propriamente una commedia sexy, come si potrebbe pensare vedendo le due protagoniste (la Carati e la Guida furono famosissime in questo tipo di pellicole), è più che altro una tragicommedia sui generis, nonchè un affresco di un'epoca in decadenza (gli anni '70 e le utopie di sinistra) che faceva lentamente spazio alle politiche e le sottoculture che saranno tipiche del decennio successivo: il rampantismo, il punk, l'avvento dell'elettronica, il panorama italiano segnato dal socialismo craxiano e un tipo di gioventù completamente diversa dai "figli dei fiori": ai ragazzi utopisti post- sessantottini (che così bene vivono nel panorama dei testi gucciniani) si sostiutiranno di lì a poco i paninari, simbolo invece dei giovani borghesi per eccellenza, dediti al consumismo e all'esasperazione del "carpe diem". Queste due ventenni di provincia, la mora Tina e la bionda Lia, rappresentano appunto la "vecchia gioventù" di stampo hippy per le loro idee di estrema libertà, ma anche di stampo marcatamente femminista perchè esse vivono il sesso in maniera emancipata, dominando gli uomini a proprio piacimento (il loro slogan è "Siamo giovani, belle e incazzate"). La comune in cui esse finiscono è invece l'epoca storica degli anni '70 trasformata in luogo fisico: un posto fatiscente in cui un decennio ormai passato lascia i suoi strascichi nostalgici, rappresentati giovani che non hanno più voglia di lottare e si difendono dal mondo fuggendo attraverso la droga - come Rico, il ragazzo di cui Tina (Lilli Carati) si infatua, o attraverso la meditazione, come Argiumas, un giovane sardo che vive nella comune come un santone indiano, rinunciando a tutto ciò che c'è di terreno nella vita - Argiumas non ha voglia di lottare, e silenzioso nelle sue idee trascende tutte le bassezze umane e l'amarezza dovuta alla morte degli ideali pee i quali probabilmente, un tempo, si batteva a spada tratta. La comune viene poi sciolta ad opera della polizia, probabilmente per ragioni politiche, e trovando un pretesto nella droga. Il commissario è la caricatura del fascista, un uomo manesco, che pensa di ottenere tutto solo attraverso la violenza. Questo sarà l'inizio della fine per le due protagoniste: esse, sciolta la comune, vengono rispedite ai loro paesi d'origine, e nel viaggio di ritorno si imbattono in un gruppo di mafiosi che, irritati dai loro gesti provocanti, finiscono col seviziarle e ucciderle brutalmente. In questo si può vedere un simbolo del fallimento del femminismo, il duro prezzo che purtroppo le nostre eroiche protagoniste hanno pagato vivendo in un mondo, seppure segnato da tanti ideali, in realtà profondamente bigotto e maschilista. Tale finale aveva fatto scandalo, era stato rimosso, ed è ora visibile solo nella versione rimontata. Lo consiglio, soprattutto ai miei coetanei (che hanno 20 anni ora), perchè è un film carico di significati, e in un certo senso "storico".

[+] lascia un commento a orcinus orca »
Sei d'accordo con la recensione di Orcinus Orca?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
86%
No
14%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
faithmaltese lunedì 14 giugno 2010
about avere vent'anni...
15%
No
85%

ho letto la tua recensione, orcinus orca, ed ho anche io, vent'anni... sto per vedere il film, originale.. fu e resta un fatto di costume, un ritratto molto disincantato di quegli anni.. quell'allettante tabù, quell'ipocrita censura di un qualcosa di cui tutti parlano per sentito dire. fu tema di ridicoli oratori "alternativi" miseramente malriuscite nelle pause dell'orario ginnasiale prima, liceale poi. andavan per mode... io ascoltavo, e sentivo orazioni per le quali si cercò di arricchire o allungare le due informazioni concrete di cui si disponeva al momento, con nutrite pièce fantasiose... mi informai, e a dovere, non mettendo mai parola poichè la pellicola non l'avevo ancora vista.ebbene, validissima recensione, davvero. [+]

[+] lascia un commento a faithmaltese »
d'accordo?
faithmaltese lunedì 14 giugno 2010
e.c.: 4'riga in poi
79%
No
21%

scusami, periodi privi di accusativo e ridondanze... è la stachezza.il senso generale è più o meno comprensibile :) -momento di vergogna...-Faith

[+] lascia un commento a faithmaltese »
d'accordo?
Avere vent'anni | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | orcinus orca
  2° | paolo 67
  3° | kondor17
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Poster | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità