Sbatti il mostro in prima pagina

Film 1972 | Drammatico +16 93 min.

Regia di Marco Bellocchio. Un film con Gian Maria Volonté, Laura Betti, Jacques Herlin, Carla Tatò, Fabio Garriba, John Steiner. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 1972, durata 93 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 3,63 su 2 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Sbatti il mostro in prima pagina tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

A Milano, una studentessa liceale viene violentata e uccisa. Il redattore capo di un grande quotidiano indipendente scatena una campagna contro un extraparlamentare accusandolo del delitto.

Sbatti il mostro in prima pagina è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
3,63/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,70
CONSIGLIATO SÌ
Investigazioni giornalistiche dal provocatorio Bellocchio.

A Milano, una studentessa liceale viene violentata e uccisa. Il redattore capo di un grande quotidiano indipendente scatena una campagna contro un extraparlamentare accusandolo del delitto. Riuscirebbe ad incastrare il poveretto, grazie alle "rivelazioni" di una sua matura ed isterica ex amante, se un giornalista più scrupoloso non individuasse il vero colpevole.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Redattore capo di un grande quotidiano strumentalizza un delitto sessuale per screditare la sinistra extraparlamentare nella Milano dopo la bomba di piazza Fontana e i funerali di Feltrinelli. Diretto in seconda battuta da M. Bellocchio che si servì di Goffredo Fofi per correggere e dare contenuti di analisi politica a una sceneggiatura (di Sergio Donati che doveva dirigerlo) che non lo soddisfaceva, questo "giallo" politico cerca di fondere finzione e cronaca, ma ci riesce soltanto in parte. È, insieme, un film doppio e scisso.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
SBATTI IL MOSTRO IN PRIMA PAGINA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+

-
-
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
-
TheFilmClub
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Amazon Prime Video

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 3 giugno 2017
Parsifal

Marco Bellocchio , insieme a Donati e Fofi che scrissero la sceneggiatura dà vita nel 1972, ad un film di cruda denuncia socio-politico- culturale,  destrutturando capillarmente i capisaldi  su cui si fonda la gestione dei mass - media, opportunamente mediata da chi li finanzia. Si prende spunto da una vicenda di cronaca nera, ossia la morte di una studentessa di buona famiglia, uccisa [...] Vai alla recensione »

martedì 19 luglio 2011
Luca Scialo

Siamo all'inizio degli anni '70 e l'Italia comincia ad essere pesantemente provata dal terrorismo politico. In questa guerra ideologica fanno la loro parte anche i giornali di opinione, tra cui Il Giornale, quotidiano milanese destinato a lettori moderati e borghesi. Il suo redattore è Bizanti, uomo senza scrupoli che fa distorcere la realtà nelle sue notizie pur di accattivarsi [...] Vai alla recensione »

domenica 10 settembre 2017
francesca romana cerri

Un film perfetto pedagogico attraverso la lucida analisi della manipolazione dell'informazione a scopi politici dei mass media. Volontè e tutto il cast diretti da un ottimo Bellocchio esprimono con tensione civile la vicenda parabola del modo di concepire l'infomazione e il giornalismo, non un' obiettiva osservazione della realtà ma una cosciente selezione dei dati per influenzare [...] Vai alla recensione »

giovedì 22 marzo 2012
Numenoreano

Bizanti, redattore capo de "Il Giornale", persegue senza scrupoli l'affermazione sulla concorrenza anche e soprattutto a dispetto dell'etica e della deontologia giornalistica.  La sua non è informazione oggettiva, ma propaganda soggettiva e consapevole del fatto che le masse sono ben più primitive di quanto si possa immaginare.

domenica 28 giugno 2009
Loureed95

Non direi che il film sia del tutto schematico in quanto descrive sì la borghesia come infida, perfida, fascista,manipolatrice e viscida, ma i compagni non vengono descritti troppo bene: violenti (con il giornalista, pistola nella sede del partito), coprono Mario che potrebbe essere colpevole,se la prendono con la nevrotica... Un film che offre sfumature su un periodo e su dei temi affatto sempilici, [...] Vai alla recensione »

venerdì 2 ottobre 2020
Dandy

Un altro punto cruciale del cinema politico nostrano anni'70,assieme a "Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto" e "La classe operaia va in paradiso".Bellocchio evita il grottesco e analizza con lucidità sia i legami nefasti tra stampa e potere(dalla polizia alla borghesia condannata come nella tradizione del regista)sia il ruolo manipolatorio tra la prima [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 aprile 2020
Volontè78

Un Gian Maria Volontè in grande forma e nel suo periodo migliore,diretto da un regista con idee solide e mai banali.L'atto d'accusa graffia e lascdia numerosi segni.Lo spettatore,come di solito capitava in quel periodo ,è portato a pensare e ragionare,attraverso storie di cronaca vera. Languidamente Volontè,sovrasta il resto del cast.

domenica 19 aprile 2020
Onufrio

L'impatto ed il potere della stampa, in grado di modificare anche le indagini per l'omicidio di una giovane ragazza brutalmente assassinata, trovando il colpevole "adatto". Visione spietata e diretta di Bellocchio, che getta uno sguardo critico nei confronti della carta stampata e sul potere ammaliatore che essa esercita nel cittadino medio.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati