In nome del popolo italiano

Acquista su Ibs.it   Dvd In nome del popolo italiano   Blu-Ray In nome del popolo italiano  
Un film di Dino Risi. Con Vittorio Gassman, Ugo Tognazzi, Yvonne Furneaux, Renato Baldini, Ely Galleani.
continua»
Commedia, durata 103 min. - Italia 1971. MYMONETRO In nome del popolo italiano * * * 1/2 - valutazione media: 3,59 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Disegnati da Tognazzi & Gassman a tutto tondo. Valutazione 3 stelle su cinque

di GreatSteven


Feedback: 70003 | altri commenti e recensioni di GreatSteven
martedý 16 ottobre 2018

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO (IT, 1971) diretto da DINO RISI. Interpretato da UGO TOGNAZZI, VITTORIO GASSMAN, YVONNE FURNEAUX, AGOSTINA BELLI
L’integerrimo giudice moralista Mariano Bonifazi indaga sulla morte di una giovane tossicomane e indirizza i suoi sospetti su un industriale fascistoide, spregiudicato, cialtrone, senza scrupoli ma a suo modo anche brillante, il siciliano Lorenzo Santenocito. Al termine dell’inchiesta recupera un diario che gli rivela l’innocenza dell’industriale. Il magistrato, indeciso se utilizzare questa prova per inchiodare Santenocito in merito alle sue tante altre colpe (l’industriale è pur sempre simbolo di quel mondo corrotto che Bonifazi va combattendo con scarso successo da anni) o distruggerla per rinviare l’indagine a giudizio, opta infine per la seconda ipotesi. Eppure, nonostante Santenocito abbia tentato con ogni mezzo di ostacolarlo, Bonifazi, uomo di legge senza macchia, mentre la città è in tripudio per una vittoria calcistica dell’Italia contro la nazionale inglese, decide di procedere ugualmente contro di lui per minare alla base, attraverso l’uomo, tutto il marcio di una società in cui si respira un’atmosfera morbosamente viziata.  Per raccontare le malattie sociali colpevoli di aver infestato il Belpaese agli albori degli anni di piombo e prima ancora che il terrorismo politico assumesse fattezze spaventose, Risi ricorse alla robusta sceneggiatura di Age & Scarpelli e all’immediatezza graffiante della sua infallibile regia per mettere a confronto il volto onesto della legge e la faccia oscura di chi allora (e oggi con sistemi ancor più sofisticati) tentava di aggirarla, spesso riuscendo nell’intento. Una delle più pungenti ed amare commedie italiane degli anni ’70 vede come protagonisti un Tognazzi sotto le righe disposto a scovare ogni cavillo giuridico e giudiziario pur di giungere alla verità dei fatti, che non arretra di fronte al dispotismo dei suoi cocciuti e temibili avversari e considera il proprio mestiere come cabina di prova per far sì che la Legge funzioni a dovere, e un Gassman istrionico in un ruolo costruito su misura per lui invischiato in una sequela di affari criminosi che vanno dall’inquinamento delle acque delle spiagge ai fabbricati industriali, le cui ideologie anacronistiche costituiscono tuttavia l’ossatura del suo agire che non conosce impedimenti, o almeno così sembra. Mettendo il cremonese in sordina e il romano in punta di piedi, il regista dona al pubblico una visione dello Stato fortemente pessimistica, in cui le forze della giustizia, malgrado l’impegno profuso, incespicano nel far retrocedere un passato funesto da dimenticare e nel loro lavoro di appianamento dei conflitti, di qualsivoglia natura. Nel finale, quando Bonifazi ritrova il diario della drogata e scopre che si è suicidata, rimane deluso mentre capisce che il lestofante che pensava di aver incastrato è ora scagionato da qualunque accusa. Il rogo del libricino gli permetterà comunque di mandare in galera Santenocito, che subirà una condanna per una colpa non commessa, ma pagherà per tutte le restanti malefatte. La lettura del diario avviene durante i caroselli di vetture che festeggiano il trionfo dell’Italia sull’Inghilterra in un’immaginaria partita (la nostra nazionale, infatti, batterà i britannici per la prima volta soltanto nel 1973). Nel corso di tali tafferugli, il giudice, letteralmente ossessionato dall’imprenditore, lo vede clonato ovunque, fra i tifosi in una serie di grotteschi travestimenti. Uno di codesti "doppioni" di Santenocito grida: «Viva Boninsegna! Viva Rivera! Viva il duce!». È un rigurgito di fascismo minimo, circoscritto ma impressionante, che rivendica la natura politica di una pellicola agrodolce che evita il rischio di prendere posizioni per dedicarsi alla denuncia pura, implacabile e ferrea. Fra i duetti che vedono contrapporsi Gassman e Tognazzi, i due più interessanti sono quelli che avvengono rispettivamente nella villa lussuosa del primo e, in un altro momento, sul lido, quando Gassman crede di ravvedere in Tognazzi un vecchio compagno di giochi infantile con cui condivideva un aquilone. Rispetto a La marcia su Roma (1962), sempre di Risi, qui risultano alquanto più efficienti sia l’antifascismo sia il meccanismo che permette alla medesima coppia di personaggi principali d’interagire fra loro con pingue acredine. Del resto, In nome del popolo italiano è anche un veicolo maggiormente efficace per i due mattatori. Non mancano nemmeno le osservazioni sulle diversità che sbilanciano l’universo borghese da quello aristocratico, sebbene qui Age & Scarpelli tentennino di più nell’affibbiare la descrizione dei due mondi agli altrettanti protagonisti perché regge piuttosto maluccio la metafora esplicante con le loro rispettive professioni, ma è più che altro un punto debole che infiacchisce soltanto la prima parte del film. Per il resto, l’opera prende il volo in modo ben più che decente.

[+] lascia un commento a greatsteven »
Sei d'accordo con la recensione di GreatSteven?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di GreatSteven:

Vedi tutti i commenti di GreatSteven »
In nome del popolo italiano | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Emanuele Sacchi

Pubblico (per gradimento)
  1░ | g. romagna
  2░ | lamax61░
  3░ | fabio57
  4░ | greatsteven
  5░ | parsifal
  6░ | toty bottalla
Rassegna stampa
Gian Luigi Rondi
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità