Bella di giorno

Acquista su Ibs.it   Dvd Bella di giorno   Blu-Ray Bella di giorno  
Un film di Luis Buñuel. Con Catherine Deneuve, Francisco Rabal, Michel Piccoli, Geneviève Page, Georges Marchal.
continua»
Titolo originale Belle de jour. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 120 min. - Francia, Italia 1967. - Cineteca di Bologna MYMONETRO Bella di giorno * * * 1/2 - valutazione media: 3,99 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

L'inconscio e le paure in un film elegantissimo Valutazione 5 stelle su cinque

di laulilla


Feedback: 2061 | altri commenti e recensioni di laulilla
martedì 30 novembre 2010

La bella Sévérine, già bambina insidiata e, forse, abusata, vive la propria vita sessuale col marito Pierre, medico parigino assai affermato, con profondo disagio, spia di un senso di colpa mai rimosso, che rischia di rendere difficile il rapporto con lui. La donna è infelice, frigida, ha pulsioni masochistiche, che la attraggono e insieme la turbano, tanto che non osa parlargliene. I suoi sogni ricorrenti e inquietanti rivelano da subito che la scialba e incolore vita che il marito le prospetta è del tutto insoddisfacente, e che la paternalistica e paziente comprensione di lui ne aumenta il disagio. La realtà di Sévérine è quella che un amico del marito, Husson, ha ben intuito: dietro l’algida bellezza, nasconde inconfessabili desideri sessuali, dei quali ha paura. Sarà proprio Husson a indicarle la via d’uscita, lasciandosi sfuggire con nonchalance l’indirizzo di una casa di appuntamenti, prontamente colto da lei che ci andrà, esitando, per prostituirsi e trovare le risposte che cercava, riuscendo a rendere più sereno anche il rapporto con Pierre. Col nome fittizio di Bella di giorno, Sévérine per un po' riuscirà a celare a tutti la sua doppia vita, finché, per effetto della passione violenta (e ricambiata) di Marcel, un cliente malavitoso che la vorrebbe solo per sé, la sua vita familiare ne verrà coinvolta. Marcel le piace molto per la brutalità istintiva del suo approccio amoroso, ma non costituisce per lei un'alternativa al marito, poiché la donna ha compreso che amore e piacere si possono tenere separati, ma soprattutto perché non intende affatto barattare la rispettabilità borghese, che il marito le assicura, col ruolo di donna di un gangster. La violazione della legge non scritta dell' appartenenza sociale è, quindi, davvero, ciò che non può essere tollerato: Husson, attraverso i cui "buoni uffici" era avvenuta la "liberazione sessuale" di Sévérine, decide di parlarne a Pierre solo quando comprende che la trasgressione di lei ha passato il limite accettato nell'ambiente della borghesia parigina. L'ambiguo "lieto fine" non può illudere che le cose si siano aggiustate: il marito Pierre ha aperto gli occhi e si è sbloccato, dopo il colloquio con Husson, ma i sogni inquietanti di Sévérine persistono: la vita "normale" non le piace, se non per i vantaggi prestigiosi che gliene possono derivare. Buñuel tratta un tema molto scabroso con un'eleganza ineguagliabile, che impedisce alla torbida materia rappresentata di debordare nella volgarità. Molte delle scene più discusse e famose, che hanno dato adito a mille interrogativi e a mille risposte sono, secondo me, da ricondurre al gusto simbolista e surrealista del grande regista e forse richiedono spiegazioni abbastanza semplici: il contenuto della scatola nera del cliente orientale, è, forse, l'oscurità del nostro inconscio che non dobbiamo temere (no paura, ripeterà l'uomo più volte alle prostitute che rifiutano), anche se ci ricorda la nostra animalità (il ronzio da insetto petulante e insidioso che proviene dal suo interno). La sessualità senza inibizione, in cui violenza, piacere e tenerezza si fondono, trasforma l'amore in un potentissimo strumento di conoscenza di sé e del mondo, non alla portata di tutti (Che cosa ne sai tu?, dirà Sévérine alla cameriera che la compiange per l'incontro appena concluso). L'invito a non avere paura si ripeterà più volte ed è forse la chiave di lettura più importante di tutto il film. Grande film, interpreti indimenticabili.

[+] lascia un commento a laulilla »
Sei d'accordo con la recensione di laulilla?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
88%
No
12%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
lillapunto mercoledì 1 aprile 2015
niente lieto fine
0%
No
0%

Non c'è il lieto fine il marito è visto sveglio e sano in un nuovo sogno della moglie

[+] lascia un commento a lillapunto »
d'accordo?

Ultimi commenti e recensioni di laulilla:

Vedi tutti i commenti di laulilla »
Bella di giorno | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | laulilla
  2° | fedeleto
  3° | il cinefilo
  4° | luigi chierico
  5° | great steven
  6° | luca scialò
  7° | mario_platonov
  8° | vitosay
  9° | alteax
10° | alessandra verdino
11° | nicolò
Festival di Venezia (1)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità