La donna che visse due volte

Acquista su Ibs.it   Soundtrack La donna che visse due volte  
Un film di Alfred Hitchcock. Con Kim Novak, James Stewart, Tom Helmore, Henry Jones, Barbara Bel Geddes.
continua»
Titolo originale Vertigo. Giallo, Ratings: Kids+16, durata 128 min. - USA 1958. - QMI uscita lunedì 21 ottobre 2013. MYMONETRO La donna che visse due volte * * * * 1/2 valutazione media: 4,88 su 55 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
luigi chierico domenica 14 luglio 2013
kim fa venire le vertigini Valutazione 5 stelle su cinque
88%
No
12%

Chi non ricorda e ricorderà sempre“La donna che visse due volte” un film con titolo in lingua italiana? I film presentati al pubblico in lingua anglo-americana (non ancora in giapponese o cinese), anche se belli,si dimenticano. Non abbiamo noi una nostra lingua? Quanti oggi ricorderebbero il film ,forse più visto al mondo dal 1939, “Gone with the wind”, se non fosse stato tradotto in “Via col vento”?, Ma veniamo al film che ben lo ricordo ricordandomene il titolo. Ancora una volta Hitchcock, come in “ Psyco e in “Marnie” sceglie tra i suoi protagonisti un uomo psicolabile, penetrando così nell’animo umano, già colpito, per farne oggetto di incubo e di mistero con una suspense che contraddistingue tutti i suoi film. [+]

[+] lascia un commento a luigi chierico »
d'accordo?
il cinefilo venerdì 25 giugno 2010
il film più complesso e affascinante di hitchcock Valutazione 5 stelle su cinque
89%
No
11%

TRAMA: un ex poliziotto(il grande James Stewart)che soffre violentemente di vertigini a causa di un trauma avvenuto tempo addietro si ritrova "invischiato" in una inquietante storia d'amore con la moglie di un suo vecchio amico di scuola che sembrerebbe essere "posseduta" dallo spirito di una donna defunta(la bravissima e "gelida" Kim Novak)ma dietro l'intera vicenda si annida un intrigo di cui non sospetta l'esistenza... RECENSIONE:Alfred Hitchcock firma,con questo film,il suo capolavoro più complesso e appassionante nonchè uno dei "pilastri"della storia dell'cinema americano. Questo film si potrebbe annoverare a buon diritto nella categoria del cosiddetto "giallo-thriller" condito con una certa sottile"venatura"horror ma che,in chiave di lettura interpretativa,può essere letto a livello filosofico,psicanalitico oppure meramente stilistico. [+]

[+] lascia un commento a il cinefilo »
d'accordo?
matteobettini15gennaio venerdì 21 luglio 2017
un capolavoro assoluto Valutazione 5 stelle su cinque
98%
No
2%

Quando si prova a scrivere riguardo a simili capolavori cinematografici, appare tutto più difficile. Forse perché la penultima opera di Alfred Hitchcock degli anni '50 ('Vertigo', il titolo originale, è del 1958; 'Intrigo Internazionale', a mio parere il miglior film mai girato dal grande regista inglese, risale al 1959) rasenta la perfezione; forse perché il film è talmente infarcito di sequenze, sene e trovate filmiche impensabili, fino ad allora; o forse, anche, perché peraltro a detta anche di illustri critici cinematografici, "Vertigo" è la più bella, crudele e perversa love story' di Hitchcock. Come dimenticare la splendida, struggente colonna sonora a firma Bernard Hermann, il suo più fidato collaboratore, che giocoforza coinvolge lo spettatore e lo 'trasporta' davvero su altri lidi? Come dimenticare l'intero cast artistico, a cominciare dai due protagonisti (al riguardo, Donaldo Spoto, nel suo "Il lato oscuro del genio", affermò che James Stewart, qui alla quarta e ultima collaborazione con Hitch e nei panni di un poliziotto in pesnsione forzata, incarnò in modo mai raggiunto prima e più eguagliato in seguito il perfetto alter ego del regista; Kim Novak, invece, fu chiamata in sostituzione di Vera Miles, incinta: dopo una iniziale diffidenza, riuscì a sfornare quella che, a tutt'oggi, è universalmente considerata la sua miglior interpretazione, calandosi nell'archetipo delle bionde inafferrabili, tanto care al regista)? E, ancora, come dimenticare le infinite scene da brividi, a iniziare proprio dal prologo: Johnny "Scottie" Ferguson (Stewart), insieme ad un collega, sta inseguendo un malvivente sui tetti di San Francisco: A causa di una sfortunatissima circostanza, Scottie si trova afferrato ad una grondaia. [+]

[+] lascia un commento a matteobettini15gennaio »
d'accordo?
renato c. lunedì 6 dicembre 2010
il capolavoro di hitchcock Valutazione 5 stelle su cinque
80%
No
20%

E' un film stupendo! Parte come una storia paranormale: mistero, defunti che entrano nei corpi dei viventi, ecc. Verso la fine si vede invece che tutto ha una spiegazione logica e razionale! I due protagonisti James Stewart e Kim Novak sono favolosi! Stewart grande come sempre (è stato infatti protagonista di diversi film di Hitchcock) Kim Novak bellissima e misteriosa, adattissima alla parte, e che è di un tono tutto diverso quando Scottie la reincontra con un diverso colore dei capelli e con un carattere un po' volgarotto e agressivo! La prima parte del film è un continuo pedinamento che Scottie, su richiesta di un suo vecchio amico, fa di Madeleine, moglie dell'amico, ritenuta da questi posseduta dallo spirito della sua bisnonna Carlotta Valdes; il tutto sempre accompagnato da una musica tenebrosa particolarmente adatta! Significative le visite di Madeleine alla tomba di Carlotta Valdes, il suo soffermarsi al museo, davanti al suo ritratto,ecc. [+]

[+] un indimenticabile ed immortale capolavoro… (di antonio montefalcone)
[+] lascia un commento a renato c. »
d'accordo?
reiver lunedì 17 novembre 2008
ossessione Valutazione 5 stelle su cinque
71%
No
29%

Finalmente!Scrivere una recensione per me è come tornare a casa...Volevo ricominciare da "Io e Annie" ma qualche sera fa ho registrato su dvd "La donna che visse due volte" rivedendolo per l'ennesima volta.Allora non ho resistito;nonostante la mia ritrosia a parlare di film che sono stati scandagliati così profondamente (essendo capolavori riconosciuti) stavolta non potevo resistere,amo troppo questa pellicola.Più in generale sono un appassionato di Hitchcock,tanto che già a 15 anni avevo visto quasi tutti i suoi film americani;fare una classifica è per me più arduo che sorbirmi una puntata di "piccolissimi uomini dal piccolissimo cervello e piccolissime donne dal grosso sedere" (il nuovo programma della De Filippi),ma "La finestra sul cortile","Notorious" e "Intrigo Internazionale" sono da sempre tra i miei "pezzi" preferiti,oltre naturalmente a "Psyco",il film più spaventoso mai realizzato. [+]

[+] c'è di meglio. (di francesco)
[+] x francesco (di reiver)
[+] la novak... (di luc)
[+] la splendida kim novak (di reiver)
[+] finalemente .. (di lilli)
[+] qual'è? (di francesco)
[+] ancora su lentezza e suspense (di reiver)
[+] ciao petrus (di reiver)
[+] eccomi, reiver (di andrea)
[+] x andrea:hytchko (di reiver)
[+] per reiver (di andrea)
[+] sono d'accordo con te su "vertigo" (di burton99)
[+] lascia un commento a reiver »
d'accordo?
gorropu domenica 24 marzo 2013
l'amore Valutazione 5 stelle su cinque
81%
No
19%

Non sarà facile per me descrivere appieno ciò che penso di questo film.
Quando mi chiedono "quale è il tuo film preferito ?" seppur non sia facile per me stilare una classifica defintiva, sempre più spesso mi capita di citare Vertigo.
Perché ? Perché, secondo il sottoscritto è il più grande film di sempre non d'amore, ma sull'amore.
Ci sono state, e forse ci saranno ancora grandi pellicole memorabili riguardanti una particolare storia d'amore, ma forse mai niente e nessuno potrà equiparare la descrizione del SENTIMENTO amore così come Vertigo è riuscito a fare.
L'atmosfera surreale, quasi malata della prima parte del film è solo un mezzo per "presentare" il sentimento più sublime ma contemporaeamente più devastante che l'uomo possa provare. [+]

[+] lascia un commento a gorropu »
d'accordo?
eltanker giovedì 20 agosto 2015
sicuramente non la migliore opera hitchcockiana Valutazione 3 stelle su cinque
83%
No
17%

Sarà che forse al giorno d'oggi,qualsiasi cosa vecchia è meglio di qualsiasi cosa nuova, sarà che Hitchcock è visto e riconosciuto giustamente come una divinità del genere, ma non basta questo per poter etichettare ogni opera come capolavoro; ci troviamo di fronte ad un film che ha fatto scuola, in presenza di scelte di storyline che in vie diverse sono state imitate da vari film, ma il film pecca indubbiamente in quanto a qualità della narrazione. Attenzione non parlo di genuinità della stessa ,poichè la storia ha pochi eguali, bensì parlo del modo in cui viene sviluppata la storia, troppo noiosa e con dialoghi a volte esteneuanti, che vi strapperà più di uno sbadiglio, senza alcun dubbio. [+]

[+] lascia un commento a eltanker »
d'accordo?
loscrivanofiorentino mercoledì 12 aprile 2017
la diabolica carlotta Valutazione 4 stelle su cinque
80%
No
20%

Adoro i film di Hitchcock,credo di averli visti quasi tutti.
Questo resta uno dei migliori anche se il mio preferito resta la "finestra sul cortile" dove la cura dettagli è straordinaria.
A memoria non ricordo una protagonista femminile così affascinante ,bella ed ammaliante come la Novak,fossi stato il buon Scottie mi sarei fatto abbindolare alla stessa maniera se non peggio.
Da sola vale" il prezzo del biglietto" ed abbinandoci James Stewart capirete da soli che il Cast è di una sicurezza quasi" inquietante".
Andando oltre,il piano messo in atto è veramente diabolico,i dialoghi sono curatissimi al pari delle ambientazioni e dei costumi. [+]

[+] lascia un commento a loscrivanofiorentino »
d'accordo?
tomdoniphon sabato 31 maggio 2014
la vetta del cinema Valutazione 5 stelle su cinque
56%
No
44%

Un investigatore, John "Scottie" Ferguson (James Stewart), che soffre di vertigini è incaricato da un ex compagno di scuola di sorvegliare la moglie Madeleine (Kim Novak), che manifesta tendenze suicide. Lui se ne innamora, ma non riesce ad impedire che si butti da un campanile. Qualche tempo dopo compare una donna (Judy) troppo simile alla morta..Del romanzo (di Boileau-Narcejac), da cui è stato tratto il film, a Hitchcock non interessava tanto la (inverosimile) vicenda narrata, quanto piuttosto gli sforzi che faceva il protagonista per ricreare una donna, partendo dall'immagine di una morta. Ben si spiega, allora, perchè nel libro la chiave della vicenda (che non sveliamo) si apprende soltanto alla fine; Hitchcock, al contrario, ce la svela dopo solo metà film, costringendoci così a seguirlo nel labirinto di una ossessione personale: quest'ossessione si chiamava Grace Kelly, attrice prediletta del regista, che, dopo aver sposato il Principe Ranieri di Monaco, non recitò più. [+]

[+] lascia un commento a tomdoniphon »
d'accordo?
valetag mercoledì 5 marzo 2014
vertigo: paura di cadere. Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 John “Scottie” Ferguson, congedato dal corpo della polizia dopo un incidente, viene assoldato da Gavin Elster, un vecchio amico del college, per seguire la moglie, Madelaine. Ella, infatti, è spesso assente e a tratti depressa: Gavin sospetta che si possa trattare di un collegamento tra lei e la sua bisnonna Carlotta, morta suicida. Sono molti gli indizi che ci portano a pensare che Carlotta si sia impossessata della mente di Madelaine, ma poi scopriremo che nulla è come sembra.
La biondissima Kim Novak, bellissima e fredda nello stesso momento, riconferma l’importanza dei personaggi femminili all’interno dei film di Hitchcock. James Stewart, invece, è da premiare per aver saputo interpretare alla perfezione il passaggio tra la sanità e la pazzia del suo personaggio. [+]

[+] lascia un commento a valetag »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
La donna che visse due volte | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | luigi chierico
  2° | il cinefilo
  3° | matteobettini15gennaio
  4° | renato c.
  5° | reiver
  6° | gorropu
  7° | eltanker
  8° | loscrivanofiorentino
  9° | tomdoniphon
10° | valetag
11° | samanta
12° | 78rapogi
13° | norman
14° | stefanocapasso
15° | howlingfantod
16° | jacopo b98
17° | chrychry
18° | paolo ciarpaglini
19° | mondolariano
20° | calvero
21° | lupo8144
22° | mr.619
23° | flegiàs tn
Premio Oscar (5)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità