Viale del tramonto

Acquista su Ibs.it   Dvd Viale del tramonto   Blu-Ray Viale del tramonto  
Un film di Billy Wilder. Con William Holden, Gloria Swanson, Erich von Stroheim, Nancy Olson, Fred Clark.
continua»
Titolo originale Sunset Boulevard. Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 110 min. - USA 1950. MYMONETRO Viale del tramonto * * * * 1/2 valutazione media: 4,89 su 47 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
fabio sabato 2 marzo 2019
amore e orgoglio d'altri tempi Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Vengono in mente i romanzi di John Fante: lo scrittore che vive a Los Angeles facendo la fame ma sognando di sfondare a Hollywood. L'incontro con la grande diva del mutuo lo immerge in un mondo di finzione, proprio lui che aspira vivere con la finzione. Rimane intrappolato e solo l'incontro con una giovane, anche lei aspirante scrittrice innamorata del cinema, avrà il coraggio di spingerlo a ritrovare la dignità perduta.
È anche un omaggio ad un'epoca mitica, quella del muto, a quella Hollywood, sfavillante fabbrica di sogni e a tutti i suoi protagonisti.
Dove la finzione e la realtà si scontrano inevitabilmente scaturisce la tragedia e Wilder lo racconta a modo suo, con quel suo sorriso stavolta più malinconico.

[+] lascia un commento a fabio »
d'accordo?
laurence316 domenica 21 ottobre 2018
dietro la facciata... Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Probabilmente il vertice dell’arte di Wilder (al pari di A qualcuno piace caldo), Viale del tramonto è uno dei più clamorosi film della storia del cinema (con un titolo proverbiale).

Costruito su una trovata che era una novità assoluta (il morto che racconta la propria vicenda [il quale, in origine, avrebbe dovu­to pure dialogare con altri cadaveri all’obitorio, scena poi eliminata]), il film è una sferzante, caustica e im­pietosa radiografia di ciò che si cela dietro la facciata luminosa e scintillante di Hollywood, delle tragedie e delle miserie (esistenziali) che si originano dalla “fab­brica dei sogni”. [+]

[+] lascia un commento a laurence316 »
d'accordo?
parsifal lunedì 9 ottobre 2017
fascino decadente Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

IL grande e poliedrico Billy Wilder diede vita, nel 1950, a quest'opera che può essere , a tutti gli effetti, considerata come uno dei film hollywodiani più rappresentativi del cinema americano del dopoguerra. Un vero e proprio oggetto di culto, che sfida il passare del tempo, che tra l'altro è una delle tematiche fondanti della sceneggiatura. Che venne scritta da Wilder, insieme a C. Brackett e D. Marshamm Junior, ed ebbe più di una stesura. Venne terminata in corso d'opera , poichè Wilder voleva constatare sul campo la sua efficacia e basarsi sull'ìinterazione , umana e professionale , tra gli attori. La vicenda inizia con una narrazione a ritroso ; una voce fuori campo , che si scoprirà  appartenere allo sfortunato protagonista Joe Gills (W. [+]

[+] lascia un commento a parsifal »
d'accordo?
venerdì 5 agosto 2016
il capolavoro di wilder Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Il miglior film di uno dei migliori registi

[+] lascia un commento a »
d'accordo?
ilsettimosamurai martedì 12 luglio 2016
la divina commedia del cinema Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Ci sono film in cui tutte le cose vanno per il verso giusto e ogni verso alla fine si combina assieme e crea una straordinaria e naturale poesia, uno sfaccettato e multisemico mosaico. Non è che Wilder non l'abbia cercato, ma alcune cose, oramai, vanno al di là del semplice cinema, si caricano di significati oltre, sono entrate nel mito. Succede con tutte le grandi opere d'arte che a quel punto diventeranno insuperabili. Potremo mai riscrivere qualcosa di più grande della Divina Commedia? Forse sì, ma per ora ci sembra inimmaginabile: un'opera immensa, con un'idea presuntuosa e genialeche sancisce la nascita della lingua italiana. Viale del tramonto è la sua Divina Commedia, solo che dall'inferno di Hollywood e dei suoi dannati non c'è redenzione. [+]

[+] lascia un commento a ilsettimosamurai »
d'accordo?
domenico maria giovedì 1 gennaio 2015
inno crudele e sconvolgente(v."bellissima"). Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

(Segue)In questa sorta di confronto, anche spietato, tra generazioni, la "giovane coppia" Holden/Ohlson, e tutta la giovane e brulicante folla di comparsine, ci raccontano di una altra Hollywood. Fa ancora effetto vedere come una giovane donna di 22 anni, come si dice nel "Don Giovanni" mozartiano "pare un libro stampato"; conosce tutte le trame, tutti gli sviluppi delle storie e delle sceneggiature più ovvie, più trite, più prevedibili; in ciò Wilder è sempre più crudele, attraverso il personaggio, verso il pubblico, la massa. Bisogna "nutrire" la massa di cose prevedibilissime, ovvie, banali e che non facciano riflettere. Non siamo al cinema demenziale a tutti gli effetti, ma certamente al suo atto di nascita. [+]

[+] lascia un commento a domenico maria »
d'accordo?
domenico maria mercoledì 31 dicembre 2014
inno crudele e sconvolgente(*vedi "bellissima" ) Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Il riversamento in Blu ray di questa pellicola, ancorché tristemente evirato di ogni Extra(fateci caso, i Blu ray di recente uscita Paramount, come "I Dieci Comandamenti", come "Sansone E Dalila", ancorché di splendida rimasterizzazione, ora che sono distribuiti da Universal, almeno in Italia, vengono sistematicamente massacrati quanto a extra, mentre ci dobbiamo, ad esempio, sorbire, il minutaggio aggiuntivo de "Il Gladiatore" che francamente, poco o nulla aggiunge a quanto già visto nella versione tradizionale...le solite guerre...i soliti conteggi da accattonaggio miserabile, che travolgono anche i massimi capolavori come questo)ci restituisce ancora il fascino magnetico di questa storia crudele e appassionata ad un tempo. [+]

[+] lascia un commento a domenico maria »
d'accordo?
cagney il fiorellino lunedì 24 novembre 2014
metacinema Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Forse soltanto Rear Window d iHitchcoock è una metafora dello stesso cinema altrettanto valida ma a differenzas di quest'ultimo Sunset Boulevard non solo metaforizza lo stesso cinema ma lo immette in una realtà storica facendola diventare magnificamente decadente e maestoso . Non vi è l'occhio vigile del maestro hitchcoock ma vi è semplicemente una rappresentazione di morte e rinascita incarnata nella interpretazione di Gloria Swanson e nel funerale cerimoniosamente fuori luogo di uno scimpanze casalingo . Gli anni dei divi del muto erano già calati da un pezzo ma è più che credibile la rappresentazione di una diva decaduta persa nelle sue antiche recitazioni che immette lo spettatore in un dedalo di sentimenti contrastanti fra l'ironia malinconica e amarcord nostalgici . [+]

[+] lascia un commento a cagney il fiorellino »
d'accordo?
cagney il fiorellino lunedì 24 novembre 2014
metacinema Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Forse soltanto Rear Window d iHitchcoock è una metafora dello stesso cinema altrettanto valida ma a differenzas di quest'ultimo Sunset Boulevard non solo metaforizza lo stesso cinema ma lo immette in una realtà storica facendola diventare magnificamente decadente e maestoso . Non vi è l'occhio vigile del maestro hitchcoock ma vi è semplicemente una rappresentazione di morte e rinascita incarnata nella interpretazione di Gloria Swanson e nel funerale cerimoniosamente fuori luogo di uno scimpanze casalingo . Gli anni dei divi del muto erano già calati da un pezzo ma è più che credibile la rappresentazione di una diva decaduta persa nelle sue antiche recitazioni che immette lo spettatore in un dedalo di sentimenti contrastanti fra l'ironia malinconica e amarcord nostalgici . [+]

[+] lascia un commento a cagney il fiorellino »
d'accordo?
great steven martedì 18 novembre 2014
wilder tocca gli apogei di gloria con questo film. Valutazione 5 stelle su cinque
50%
No
50%

VIALE DEL TRAMONTO (USA, 1950) diretto da BILLY WILDER. Interpretato da GLORIA SWANSON – WILLIAM HOLDEN – ERIC VON STROHEIM – FRED CLARK – NANCY OLSON – BUSTER KEATON – CECIL B. DE MILLE § Joe Gillis, un giovane e disoccupato sceneggiatore di Hollywood, è in un momento di difficoltà professionale. Per sfuggire agli esattori (non sta pagando le rate della macchina), capita in una vecchia casa che sembra abbandonata, ma non lo è. Vi abita Norma Desmond, vecchia gloria del cinema muto. Joe accetta di rivedere un terribile copione che l’ex diva sta scrivendo, sognando un clamoroso ritorno sul set. L’atmosfera della villa è buia, nera, quasi mortale. [+]

[+] lascia un commento a great steven »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Viale del tramonto | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Stefano Lo Verme
Pubblico (per gradimento)
  1° | julien sorel
  2° | matteo bettini corinaldo
  3° | laurence316
  4° | il cinefilo
  5° | annalinagrasso
  6° | parsifal
  7° | jacqueline divette
  8° | irontato
  9° | ultimoboyscout
10° | emmylemmon xd
11° | ilsettimosamurai
12° | domenico maria
13° | domenico maria
14° | great steven
15° | mondolariano
16° | luca scialò
Premio Oscar (25)
Nastri d'Argento (4)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Immagini
1 | 2 |
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità