Il ragazzo dai capelli verdi

Film 1948 | Commedia Film per tutti 82 min.

Titolo originaleThe Boy with Green Hair
Anno1948
GenereCommedia
ProduzioneUSA
Durata82 minuti
Regia diJoseph Losey
AttoriPat O'Brien, Robert Ryan, Dean Stockwell, Barbara Hale, Richard Lyon, Walter Catlett Samuel S. Hinds, Regis Toomey, Charles Meredith, David Clarke, Bill Sheffield, John Calkins, Teddy Infuhr, Dwayne Hickman, Eilene Janssen, Curtis Loys Jackson Jr., Charles Arnt.
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro 2,93 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Joseph Losey. Un film con Pat O'Brien, Robert Ryan, Dean Stockwell, Barbara Hale, Richard Lyon, Walter Catlett. Cast completo Titolo originale: The Boy with Green Hair. Genere Commedia - USA, 1948, durata 82 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 2,93 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il ragazzo dai capelli verdi tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento venerdì 20 novembre 2009

Un ragazzino di dieci anni, orfano di guerra, resta così vivamente impressionato da una pianta sempreverde, il colore della speranza, che una mattina ...

Consigliato sì!
2,93/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA
PUBBLICO 2,86
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Critica
Premi
Cinema
Trailer

Un ragazzino di dieci anni, orfano di guerra, resta così vivamente impressionato da una pianta sempreverde, il colore della speranza, che una mattina si sveglia con i capelli della stessa tinta. Mentre i compagni lo deridono, e gli adulti pensano ad una malattia sconosciuta, altri ragazzini, orfani come lui, sostengono che è stato destinato ad una missione di pace. Dopo una breve quanto inutile fuga, il ragazzino, riportato a casa, accetta il suo destino.

Francesco Rufo
venerdì 10 luglio 2009

Il ragazzo dai capelli verdi, la prima opera di rilievo diretta da Joseph Losey, è una fiaba che, ponendo l’infanzia al centro del proprio universo narrativo, unisce il fantastico (ai limiti del fantascientifico) e il realismo, la commedia e la tragedia, e si presenta come apologo contro la guerra e le ferite che essa infligge all’umanità e alla purezza dell’infanzia, contro l’intolleranza e la discriminazione, contro il razzismo come paura del diverso, come negazione dell’incontro, dell’apertura, del dialogo con l’altro. Il film è una celebrazione del valore e della carica positiva della diversità, un attacco al conformismo e all’ipocrisia, un appello progressista al pacifismo umanitario, influenzato da Bertolt Brecht e dal New Deal di Roosevelt. Realizzato dopo tre anni dalle tragedie di Hiroshima e Nagasaki, Il ragazzo dai capelli verdi è un chiaro richiamo umanistico alla pace, un monito per testimoniare e ricordare lo scandalo disumanizzante della guerra, ed è segnato da un simbolismo esplicito: il verde dei capelli di Peter è il colore di un possibile effetto radioattivo e, collegato al verde delle piante e della primavera, il simbolo di un messaggio di speranza, di fede nella vita. Il film anticipa diversi contenuti fondamentali del cinema del disagio che Losey creerà nei suoi lavori successivi, come la crudeltà, l’allucinazione della violenza, i meccanismi della sopraffazione, le prigioni sociali: si tratta di temi centrali anche per l’opera del drammaturgo e sceneggiatore Harold Pinter, con cui Losey collaborerà per alcuni dei suoi film più noti (Il servo, L’incidente, Messaggero d’amore).

Sei d'accordo con Francesco Rufo?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Accortosi una mattina di avere i capelli verdi, orfano di guerra dapprima si ribella poi decide di superare le beffe del prossimo. Esordio nel lungometraggio di Losey. Nella contaminazione tra sogno e realtà c'è una scoperta simbologia, un limpido, volutamente ingenuo, didascalismo pacifista, un elogio della diversità. Scritto da Ben Barzman e Alfred Lewis Levitt.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FANTAFILM
Cento anni di cinema di fantascienza

Un ragazzino dai capelli di un sorprendente colore verde, raccolto dalla polizia mentre sta vagabondando senza meta, racconta al dottor Evans una strana avventura. Peter - questo è il nome del bambino - è fuggito da casa quando ha saputo dal nonno di essere un orfano di guerra. Alla notizia ha fatto subito seguito l'incredibile cambiamento di colore dei capelli: Peter lo considera un marchio vergognoso e tangibile della propria diversità e per sfuggire alla derisione dei compagni di scuola e al sospetto, da parte degli adulti, di una misteriosa e contagiosa infezione, si è allontanato da casa deciso a nascondersi al mondo intero. Ma il sogno di una folla di orfanelli materializzatisi da un manifesto affisso a scuola, lo spinge, adesso, a pensare di essere investito di una specie di missione di pace. La lettera del defunto padre (un medico caduto durante un bombardamento su Londra) che il nonno, infine, gli consegna, lo rafforzerà a credere che il colore verde dei suoi capelli è un monito rivolto a lui stesso e agli altri a combattere contro ogni conformismo. "...Dovunque andrai tutti diranno: "Quello è il ragazzo dai capelli verdi" e poi ti chiederanno: "Perchè hai i capelli verdi?" E tu glielo dirai. "Perchè io sono un orfano di guerra e i miei capelli vi ricordano che la guerra fa tanto male ai bambini". E tu devi dirlo a tutti: ai russi e agli americani, ai cinesi, agli inglesi, ai francesi, a tutti i popoli del mondo, che non vi dovrà essere un'altra guerra ... E se la gente ci darà ascolto, non ci sarà un'altra guerra, non ci saranno più guerre nel mondo ..." Il primo lungometraggio di Joseph Losey è un coraggioso apologo contro la discriminazione razziale, in cui la denuncia del pregiudizio, dell'intolleranza e della guerra, trova riscatto nella fiducia sull'opera costruttiva degli educatori e sull'indole propositiva delle giovani generazioni. Non privo di suggestioni da fantascienza umanistica, il film appare tanto più coraggioso in quanto realizzato a soli tre anni dalla bomba di Hiroshima e nel periodo che preparò la famigerata caccia alle streghe della Commissione McCarthy sulle attività antiamericane, della quale lo stesso Losey fu una delle vittime eccellenti. Prodotto da Dore Schary, dirigente "liberal" della RKO, è interpretato da una schiera di validissimi attori, tra i quali - a fianco di Robert Ryan nel ruolo dello psicologo, e di Pat O'Brien in quello del nonno Gramp - primeggia nei panni del bambino Dean Stockwell, la piccola star che già nel '45 aveva gareggiato in bravura con Frank Sinatra e Gene Kelly in Due marinai e una ragazza e nel '47 con Gregory Peck e John Garfield in Barriera invisibile.


IL RAGAZZO DAI CAPELLI VERDI disponibile in DVD o BluRay

DVD

BLU-RAY
€7,99
€7,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 12 agosto 2016
minnie

Il ragazzo dai capelli verdi/”The boy with green hair” “Bip bip bel cavallin, bip bip signore/quanto ci vuol per la città? Un paio d’ore” Questo film del grande regista americano Joseph Losey (La Crosse, 14 gennaio 1909-Londra 22 giugno 1984), l’avevo visto anni fa, mi era parso un banale film di fantascienza ma, grazie a Raimovie (anche se lo passa di mattina presto), l’ho rivisto da poco e l’ho [...] Vai alla recensione »

PUBBLICO
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati