Promised Land

Un film di Michael Beltrami. Con Chad Smith (II), Ruth Gerson, Patrick Bauchau, Giuseppe Cederna, Lalaine.
continua»
Commedia, durata 99 min. - Svizzera, Italia 2004. uscita venerdì 5 maggio 2006. MYMONETRO Promised Land * * - - - valutazione media: 2,17 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato no!
2,17/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critica * * - - -
 pubblicon.d.
Il film: Promised Land
Uscita: venerdì 5 maggio 2006
Anno produzione: 2004
La sgangherata avventura di un James Dean fasullo è il pretesto per un road movie sopra le righe e sottilmente critico verso il mito hollywoodiano.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
primo piano
Ma dov'è la terra promessa?
Alessandra Montesanto     * * - - -

Ethan Wildwood si crede James Dean e va in giro con una cadillac scassata con su scritto "Mettetemi nel film cui appartengo". In realtà è un attorucolo da strapazzo, anche se da bambino era divenuto celebre interpretando un piccolo cowboy.
Ethan oggi si rifugia in una quotidianità fatta di stenti e di fallimenti e nel ricordo di una fama che vorrebbe ancora. Disilluso e sempre in bilico tra sogno e realtà, decide di fuggire da Los Angeles e viene incaricato da un amico produttore di documentari di realizzare brevi storie "on the road". Ethan inizia il suo viaggio e incontra Vicky, una cantante in cerca della figlia scomparsa. Dopo Hollywood Education, documentario sulla fabbrica del cinema americano e Bella film di fiction girato a 19 anni, Beltrami è qui alla sua vera opera prima: un'opera che parla della ricerca di sé, della nostalgia per l'infanzia (il mondo dei desideri, dei sogni, delle utopie e della spensieratezza) ma, soprattutto, del bisogno d'Amore. La narrazione sembra essere divisa in due parti: la prima, più documentaristica,in cui il regista scava nella provincia americana e la seconda, di finzione (fin troppo) in cui i personaggi tentano di svelare i propri sentimenti e le proprie fragilità.
Ambientazioni stereotipate (come i dialoghi) dell'America on the road per un omaggio al cinema americano, un'indagine su come la realtà contribuisca a creare l'immaginario e un tentativo di attenzione verso gli emarginati. Un road movie, un film di formazione, un trattatello sociologico. Di tutto di più, ma poco spessore.

Stampa in PDF

* * - - -

Una denuncia senza denuncia

giovedì 21 febbraio 2013 di olgadik

Anche se qualcuno non ha ritrovato in quest’opera ultima di Gus Van Sant l’autore di Hunting-Genio ribelle o di Cercando Forrester, non si può dire che Promised Land sia un prodotto scadente. Intanto perché appartiene a quello che fu ed è un vero e proprio genere della cinematografia americana, cioè il film militante o di denuncia. In secondo luogo perché, pur non presentando novità nel modo di narrare cronologico-classico e nella storia che somiglia ad altre storie, coglie però con acutezza e tratti continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Promised Land adesso. »

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

La storia somiglia un po' all'ultimo film di Wim Wenders, "Don't Come Knocking": viaggio attraverso l'America di un attore con un grande avvenire dietro le spalle. Se non fosse che Michael Beltrami – nato a Colonia, studi di cinema negli Stati Uniti – ha girato il suo film nel 2004. Allora somigliava soltanto a "Paris, Texas", ma molto meno noioso. Lo stesso anno il film andò in concorso al festival di Locarno e a quel pubblico duro e puro non piacque per niente. Troppo Hollywood, troppa musica, troppo incline a preferire la fiction alla dura realtà, perfino una parvenza di lieto fine: che ci sta a fare un film così in un festival serio? Se naturalmente, non è firmato da Wenders. »

L'acerbo cinema nel cinema di Beltrami

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Michael Beltrami è nato in Germania, è cittadino svizzero e ha studiato cinema negli Stati Uniti dove ha realizzato molti documentari. Adesso, dopo un esordio negli anni Ottanta con un primo lungometraggio («Bella?»), ha realizzato questo secondo che si è visto al Festival di Locarno nel 2004. L'idea iniziale non era priva di interesse perché, a far da filo conduttore, c'era un tale Ethan Wildwood che, avendo ottenuto una candidatura all'Oscar recitando da bambino in un western, aveva continuato a nutrirsi di un culto appassionato per il cinema anche se, cresciuto, nessuno più si era ricordato di lui. »

di Gabriella Gallozzi L'Unità

Indipendenti e resistenti. C'è chi ci prova nonostante tutto. Per esempio Promised Land, opera prima del regista svizzero italiano Michael Beltrami con Giuseppe Cederna, passato al festival di Locarno e in arrivo nelle sale da domani (a Torino, Cesena, in Friuli e in sale da definire in altre zone d'Italia) grazie ad una distribuzione «autarchica» messa in piedi dalla Orione cinematografica di Silvia Innocenzi e Giovanni Saulini, coproduttori dello stesso film. Tagliati i fondi per la distribuzione da parte del ministero, infatti, col poco rimasto i produttori si sono improvvisati distributori con un capillare «porta a porta», o meglio sala a sala», rivolgendosi personalmente a quei cinema che puntano sui film d'autore e di qualità. »

di Lorenzo Buccella L'Unità

La guancia nascosta di un’ossessione hollywoodiana che, messa di profilo, svapora lungo le lingue asfaltate dell’America più profonda. Scorre via sulle tracce di un road-movie capace di abbassare i cieli stellati di Hollywood per portarli a frizione con la realtà più ruvida della provincia Usa, Promise Land del regista ticinese Michael Beltrami. Un film svizzero che batte anche bandiera italiana a livello produttivo e che trova nel ventaglio del cast la partecipazione, in apertura e in chiusura, di un attore come Giuseppe Cederna. »

Promised Land | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Link esterni
Sito Ufficiale
Uscita nelle sale
venerdì 5 maggio 2006
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
martedì 13 aprile
Burraco fatale
Lei mi parla ancora
Genesis 2.0
giovedì 1 aprile
Il concorso
martedì 23 marzo
Easy Living - La vita facile
giovedì 18 marzo
I predatori
mercoledì 10 marzo
Lezioni di Persiano
martedì 9 marzo
Waiting for the Barbarians
Tuttinsieme
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità