Dizionari del cinema
Quotidiani (1)
Periodici (2)
Miscellanea (5)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
giovedì 20 giugno 2019

Roger Corman

Nome: Roger William Corman
93 anni, 5 Aprile 1926 (Ariete), Detroit (Michigan - USA)
1

a cura della redazione

Singolare figura di cineasta visionario, si è dedicato ai generi del fantastico e dell'avventuroso. Ne ridusse per lo schermo l'opera di Allan Poe con ben otto film in appena cinque anni (1960-64):I vivi e i morti, Il pozzo e il pendolo ,Sepolto vivo ,I racconti del terrore ,I maghi del terrore, La città dei mostri, La maschera della morte rossa ,La tomba di Ligeia. Nel secondo si occupò di violenza sociale con pellicole come L'odio esplode a Dallas, 1961;I selvaggi, (1966), di droga (Il serpente di fuoco, 1967), di criminalità con (Il massacro del giorno di San Valentino, 1966; Il clan dei Barker, 1969). ConIl barone rosso (1990), rievocò l'ultimo leggendario duello aereo tra il barone von Richthofen e Brown. [...] »

Piero Di Domenico

LA FACTORY DI CORMAN
Corman, scoperto dalla critica europea come "autore" soprattutto per il ciclo horror tratto dai racconti di Edgar Allan Poe (The Masque of the Red Death) è stato il più brillante, personale e uno tra i più prolifici dei registi off-Hollywood che, alla fine degli anni Cinquanta, si trovarono ad affrontare la crisi dell'industria e del sistema cinematografico tradizionali. La fine di Hollywood come fabbrica dei sogni dominante (via via sostituita dalla televisione, con i suoi sogni più prosaici e spezzettati) significò anche la fine della serie B tradizionale. Al suo posto emerse il cosiddetto 'exploitation film', che esiste ancora oggi per il mercato home video, e che giocava sul sensazionalismo spudorato dei soggetti e delle situazioni, sulla velocità della narrazione, tutta costellata d'azione, sulla riconoscibilità di generi e personaggi. [...] »

The New York Times

Terrence Rafferty

"WHAT took you so long?" was the question posed, semi-rhetorically, by Jonathan Demme to the assembled multitude at the Governors Dinner of the Academy of Motion Picture Arts and Sciences on Nov. 14. Mr. Demme was on hand to present a special Oscar to his old mentor, the 83-year-old producer and director Roger Corman, whose prolific career in low-budget exploitation cinema was being recognized, at last, by the industry establishment that for most of his long working life he'd had precious little to do with. If you make even the most cursory check of the honoree's filmography, the answer to Mr. Demme's question might appear to be blindingly obvious: Directors whose résumés include titles like "Attack of the Crab Monsters," "Teenage Caveman" and "The Saga of the Viking Women and Their Voyage to the Waters of the Great Sea Serpent" tend to have to wait a while for their Oscar. [...] »

Il Sole-24 Ore

Emanuela Martini

Corman, scoperto dalla critica europea come "autore” soprattutto per il ciclo horror tratto dai racconti di Edgar Allan Poe (The Masque of the Red Death) è stato il più brillante, personale e uno tra i più prolifici dei registi off-Hollywood che, alla fine degli anni Cinquanta, si trovarono ad affrontare la crisi dell’industria e del sistema cinematografico tradizionali. La fine di Hollywood come fabbrica dei sogni dominante (via via sostituita dalla televisione, con i suoi sogni più prosaici e spezzettati) significò anche la fine della serie B tradizionale. Al suo posto emerse il cosiddetto exploitation film, che esiste ancora oggi per il mercato home video, e che giocava sul sensazionalismo spudorato dei soggetti e delle situazioni, sulla velocità della narrazione, tutta costellata d’azione, sulla riconoscibilità di generi e personaggi. [...] »

Film TV

Emanuela Martini

Ricordo di aver visto un cartoon anni fa, non so dove, che mostrava tutti quegli scrittori elisabettiani seduti in una taverna. E uno di loro diceva: "Dico, facciamo quello che fa Shakespeare: diamogli da divertirsi!"». Lo ha raccontato anni fa Roger Corman, in una delle tante interviste concesse, sempre con la buona grazia di un candidato alla presidenza degli Usa o, comunque, di un politico di carriera, soft, educato, inglese forbito, giacca, cravatta e pantaloni dal piombo perfetto, mai una provocazione, solo quel gusto sottile dell'ironia che trapela dai suoi film, anche i più orrifici. Esattamente quello che non ci si aspetta da un regista che, nei primi anni della sua carriera, ha firmato film dai titoli inequivocabili quali The Monster from the Ocean Floor (il suo esordio nella regia, del 1954), Attack of the Crab Monsters, The Viking Women and the Sea Serpent, Rock All Night, Teenage Caveman, e via collezionando creature dagli abissi e pin up preistoriche, motociclisti cattivi e detenute assatanate, bellezze mutanti e alieni radioattivi. [...] »

Pressbook

La carriera del realizzatore indipendente Roger Corman contraddice apertamente la famosa affermazione di F. Scott Fitzgerald, secondo il quale, “Non ci sono secondi atti nelle vite americane”. La carriera di Corman è una storia di successo in tre atti.
Negli anni Cinquanta e Sessanta, è stato un pioniere della produzione indipendente ed un regista fuori dal comune, realizzando un numero fenomenale di film a basso costo di vario genere.
La sua reputazione di creatore di tendenze ottenuta grazie alla realizzazione in questo periodo di alcuni classici divenuti cult, compresi la piccola bottega degli orrori (con un giovanissimo Jack Nicholson in un indimenticabile ruolo di paziente masochista), Il mostro del pianeta perduto, L'odio esplode a Dallas (il primo film a raccontare la storia dell'integrazione nelle scuole del sud degli Stati Uniti), un ciclo di horror classici basati sui racconti di Edgar Allan Poe, I selvaggi (il primo film di “motociclisti”, con Peter Fonda, che ha inaugurato la Mostra del Cinema di Venezia ed è diventato il film indipendente che ha incassato di più nel 1966) e Il serpente di fuoco (scritto da Jack Nicholson ed interpretato da Peter Fonda e Dennis Hopper, presentato al Festival di Cannes). [...] »

Piero Zanotto

Così il critico e storico francese Georges Sadoul sintetizzò la figura di cineasta di Roger Corman: «Le recordman des films B: 60 en dix ans (1954-1964). Intelligent, racé, cultivé, désinvolte, il a excellé dans la science-fiction, l’horreur, le western, les gangsters, le fantastique. Il est peutètre le successeur en 1960 de ce que tut en 1920 Tod Browning». Nato a Detroit, Corman è passato disinvoltamente attraverso i menzionati « generi » uscendo dal calderone della routine soprattutto con la traduzione visiva dei demenziali deliri di Edgar Allan Poe. Prima, negli anni Cinquanta, i suoi interessi sembrarono rivolgersi alla fantascienza; a quel tipo di space-opera sensazionalistica, popolata di mostri grotteschi infantilmente risibili, patrimonio d’un filone che s’ostinava a voler rimanere sottoprodotto, comunque convogliante dentro un universo di annientamento fisico e mentale che Roger Corman affinerà con gli anni ottenendo dalle varie tecniche che il cinema gli metterà a disposizione giuste atmosfere di delirio. [...] »

Gianni Amelio

Quando si dice che un film è “commerciale” in senso dispregiativo, due volte su tre ci si sbaglia. Fare in modo che un film incassi dei soldi non è meno sano che voler fare un’opera d’arte. Senza contare che un film bello rischia di soddisfare sia il gusto che il botteghino, mentre non è detto che un film votato al sacrificio economico sia necessariamente di qualità. Per Roger Corman c’erano un paio di comandamenti da rispettare quando produceva o dirigeva un film: che costasse poco e che almeno pareggiasse i conti. Per lui, cineasta indipendente, era questione di sopravvivenza: non rientri nelle spese, smetti di fare il tuo mestiere. E Corman il suo lo voleva fare. Per un film, si sa, c’è bisogno di molto denaro, Ma ci sono film dove i soldi “si vedono” e altri che ci lasciano di stucco quando mostrano il loro conto spese: segno che qualcosa non ha funzionato, che il lavoro è stato fatto da cialtroni o da ladri. [...] »

1


prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità